Giovedì, 13 Settembre 2018 10:07

Arriva lo SPID la nuova identità digitale obbligatoria dal 1° gennaio, tutti i cittadini dovranno procurarsela

Si chiama Spid, è il nuovo sistema pubblico di identità digitale in vigore dal prossimo 1 gennaio 2019. Alcuni servizi, tipo il fisco online, saranno attivi solo attraverso questo attributo qualificato a partire da quella data. Poi gradual­mente il servizio entrerà a re­gime su tutti gli indirizzi della Pubblica amministrazione. Cos’è Spid? È un’autenticazio­ne digitale che dovrà essere in possesso di ogni cittadino. Dunque niente più password e registrazioni su ogni portale al quale ci connettiamo, la re­gistrazione dei nostri dati la faremo una volta sola (le no­stre generalità, codice fiscale, numero di carta d’identità) è quel “certificato identificati­vo” che varrà per sempre.

 L’iscrizione è gratuita (per informa­zioni rivolgersi all’indirizzo www.spid.gov.it), anche le Ca­mere di Commercio offrono gratuitamente il servizio an­che nei successivi due anni dopo l’iscrizione.

 Cos’è lo SPID

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, SPID, è l’infrastruttura che il Codice dell’Amministrazione Digitale ha introdotto a fianco della CNS (Carta Nazionale dei Servizi) e della CIE (Carta d’Identità Elettronica) come strumento per gestire con una modalità semplice, sicura e diffusa il riconoscimento in rete delle persone fisiche e giuridiche durante l’accesso ai servizi on line.

A regime (entro fine 2017), SPID permetterà a cittadini e imprese di accedere con un'unica Identità Digitale - usando lo stesso nome utente e password, da computer, tablet e smartphone - a tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni e potrà essere adottato su base volontaria anche da organizzazioni e imprese private.

L’identità SPID è costituita da credenziali con caratteristiche differenti in base al livello di sicurezza richiesto per l’accesso. Esistono tre livelli di sicurezza, ognuno dei quali corrisponde a tre diversi livelli di identità SPID e i livelli 1 e 2 non richiedono la distribuzione di dispositivi fisici.

 In provincia di Foggia solo la Camera di Com­mercio è già dotata del servizio Spid sul suo portale, analogo ragio­namento per gli sportel­li unici delle attività pro­duttive di quasi tutti i comuni regolarmente dotati di servizio tele­matico. In Puglia sono presenti nell'elenco governativo soltanto i Comuni di Ba­ri e Lecce, si presume che tutti gli altri in Puglia (almeno i più grandi) siano prossimi ad ade­guarsi alla norma dal 1 gennaio. Ecco nel detta­glio i comuni dove si può già usare lo Spid: Camera di commercio di Foggia, Suap Acca­dia, Alberona, Anzano, Cagnano Varano, Carapelle, Carlantino, Carpi­no, Casalnuovo, Casal­vecchio, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Celenza Valfortore, Cerignola, Chieuti, Faeto, Ischitella, Isole Tremiti, Manfre­donia, Monte Sant'An­gelo, Monteleone, Mot­ta Montecorvino, Ordona, Orsara, Pietramontecorvino, Poggio Imperiale, Rignano Garganico, Roseto Valfortore, San Marco in Lamis, San Marco la Catola, San Paolo Civitate Sant'Agata, Serracapriola, Stornara, Stornarella, Troia, Vico, Voltu­rino, Volturara Appula.

Ondaradio consiglia...

Lilly Frutta

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005