Mercoledì, 12 Dicembre 2018 15:17

Manfredonia/ Museo Archeologico Nazionale il 16 dicembre 2018 ore 10:30 inaugurazione mostra Giuseppe Carta, Epifania della Terra

Domenica 16 dicembre alle ore 10:30 nelle corti del Castello di Manfredonia saranno presentate alla stampa e al pubblico alcune sculture dell’artista sardo Giuseppe Carta, originario di Banari (Sassari), pittore virtuoso che passa con la medesima maestria dalla natura morta al ritratto, abile scultore già coinvolto in numerosi eventi di richiamo internazionale. Le installazioni di Giuseppe Carta_Epifania della Terra, rimarranno aperte al pubblico fino al 28 aprile 2019.

Nella stessa giornata il Museo Archeologico Nazionale di Manfredonia aprirà al pubblico le due nuove sale espositive del Castello. La prima sezione I Dauni. La terra del re straniero prevede un articolato percorso tra le ricche sepolture principesche della Daunia; i preziosi reperti esposti comprendono ceramiche, gioielli, bronzi e illustrano vari aspetti della società daunia nel periodo compreso tra IX e V secolo a.C. Nella stessa sala sono altresì esposte alcune stele daunie, espressione della più caratteristica capacità artigianale di questa popolazione.

Al primo piano la sala dedicata alle Metropoli dell’età del bronzo illustra i principali aspetti legati alle comunità attive tra il Bronzo antico e il Bronzo finale, attraverso una selezione di reperti ceramici, litici e metallici provenienti da contesti particolarmente importanti per il territorio.

Salvo diversa comunicazione, i nuovi spazi espositivi all’interno del Castello saranno per il momento visitabili solo la domenica dalle 15:00 alle 19:00​.

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005