Sabato, 01 Marzo 2014 18:37

Momento storico/ Inaugurata la galleria che cambierà il trasporto garganico

E’ una pagina storica per il nostro garganico. Non facciamo finta di niente. Aperto il tunnel che agevolerà l’istituzione del treno tram.

 

 Un'opera tra le più importanti del nostro territorio che per­metterà di migliorare la viabi­lità tra San Severo, Apricena, San Nicandro Garganico, Rodi e Peschici. Alla presenza delle più importanti autorità locali e del numero uno di Ferrovie del Gargano, Vincenzo Scarcia, si è inaugurata la nuova galleria di Monte Tratturale che rivolu­zionerà il tratto tra San Nican­dro e San Severo. "Un'opera ingegneristica che, con la sua lunghezza di poco meno di tremiladuecento metri, unitamente al ponte metallico per l' at­traversamento della autostrada A14, è la più si­gnificativa dell'intero intervento di ammo­dernamento conquis­tandosi una posizione di rilievo tra tutte le ope­re infrastrutturali regio­nali e non solo. È un tun­nel che, come la restan­te linea, è ad unico bina­rio, il cui tracciato si svi­luppa interamente in agro di Apricena con un andamento che preve­de l'inserimento di due curve di raggio" fanno sapere da FerGargano. Alla presen­tazione dell'opera ed all'inaugura­zione del nuovo tratto erano presenti diversi sindaci dell' area Parco: "l padrone di casa Pierpaolo Gualano, Michele Se­mentino di Vico del Gargano, Nicola Pinto di Rodi. Ovviamente, a rubare la scena a tutti è stato Vincenzo Scarcia, patron delle Ferrovie del Gargano e indi­scusso protagonista della giornata, colui che ha creduto fortemente in quest'opera e che ha voluto a tutti i costi esserci all'i­naugurazione. "Questo momento lo vivo come un sogno che si realizza" ha esclamato' visibilmente com­mosso ed entusiasta Scarcia, che ha poi proseguito "Sono felice di aver portato a termine quello che era un obiettivo che ci siamo prefissi da tanto tempo, ed oggi, dopo di­versi anni di progettazioni, la­vori e quant'altro, siamo tutti orgogliosi di aver ottenuto un importante risultato per il ter­ritorio". Delle autorità presenti, pochi i commenti riguardo l'opera, soprattutto "meglio non ruba­re la scena a Scarcia, grande fautore di questa importante vittoria perii territorio. Tra l'al­tro, oggi, è anche il suo com­pleanno". E quale regalo mi­gliore di inaugurare un tunnel che per anni si è sognato di rea­lizzare a Monte Tratturale? Ec­co che giornalisti, politici, ope­rai dell'Acmar e famigliari del patron di Ferrovie del Gargano salgono a bordo dei pulmini messi a disposizione dalla dit­ta per addentrarsi nella galle­ria, A bordo dei furgoncini si percorrono poche centinaia di metri, e nel frattempo si riesce a scorgere tutto il lavoro fatto­e da fare - dagli operai che da diverso tempo operano nella galleria. Luci a neon, un lungo tubo che permette un ricambio d'aria tra l'inizio e la fine del tunnel, macchine utilizzate per i lavori. Si giunge quindi di fronte ad un grosso muro dice­mento armato, che presto verrà abbattuto per dare il via alla nuova tratta in galleria di FerGargano. Arrivano i pulmi­ni, scende sempre più gente e si affolla I'area. Tutti coi caschi protettivi, al­cuni con la mascherina, altri con le cuffie alle orecchie. Arri­va Scarcia, ed iniziano i lavori di abbattimento del muro. Una macchina co­minciata a trapana­re la parete, tutti guardano attoniti e un po' infastiditi dal rumore della macchina, ma quando si inizia a ve­dere l'altra parte della galleria, scatta l'applau­so liberatorio. I più clau­strofobici tirano un so­spiro di sollievo sapendo che tutto è finito e si po­trà tornare fuori dal tun­nel, Scarcia si commuo­ve per la realizzazione dell'opera che per anni ha sognato. "Un mo­mento quasi epocale per il territorio, un' opera che è costata tanta fatica e tanto denaro ma che fi­nalmente ha visto la realizzazione. Ora, ci aspetta altro lavoro" i primi commenti a cal­do. "Ad intervento completato si otterrà, tra le località di San Se­vero e di Sannicandro Garganico, una sensi­bile riduzione della lunghezza del tracciato pari a poco più di quat­tro chilometri unita­niente ad un ancor più sensibile abbattimento dei tempi di percorren­za; il tutto, mirato ad un innalzamentoto delle condizioni di sicurezza e di comfort di viaggio.” I progetti di Ferrovie del Gargano non si fer­mano al tunnel che ac­corcia le distanze tra San Severo e San Nicandro, anzi. "L'abbat­timento del tunnel inutile dirlo, corre veloce verso quella soluzio­ne su rotaia, che non si è riuscita trovare con la viabilità, ossia l'ac­corciamento del peri­plo garganico. Ma c'è un altro dato da 'non sottovalutare: il tunnel agevola l'istituzione di quel treno tram che F.erGargano ha già sperimentato con succes­so sulla Foggia - Lucera dopo quarantadue anni e che pian plano si evolverà in altre zone della provincia dal Gargano a Foggia, non ultimo a Manfre­donia laddove si stanno facen­do grandi passi per l'istituzio­ne e la realizzazione di un am­bizioso progetto fronte mare destinato a cambiare volto e sistemi di vita del comprensorio del Golfo" concludono dall'a­zienda. Insomma, il tunnel inaugurato ieri mattina a metà strada tra Apricena e San Ni­candro Garganico, alla presen­za di diverse autorità locali, è un crocevia fondamentale per lo sviluppo della viabilità loca­le, e dimostra il serio-impegno messo in atto da Ferrovie del Gargano nel perseguire questo obiettivo, che tante soddisfa­zioni ha dato - e darà - a Vin­cenzo Scarcia, numero uno della ditta di trasporti che tan­to ha spinto evoluto che questa operazione andasse in porto. Un regalo di compleanno niente male per Scarcia.

Giuseppe F. Ciccomascolo

l'Attacco

Ondaradio consiglia...

Lilly Frutta

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005