La tappa viestana del Campionato Italiano di Beach Volley si svolgerà nella Vieste Beach Arena del lido Cristalda. La decisione è stata ufficializzata dal prof. Michele Notarangelo, componente del comitato organizzatore in rappresentanza del CSP Ipssar Volley Vieste: “Abbiamo scelto quello stabilimento balneare perché ha a disposizione i 4.000 mq di area necessaria per montare i 5 campi previsti. Ma anche perché già possiede le tribune, particolare non da poco visti i tempi ristretti che ci separano dall’evento, previsto dal 23 al 25 giugno”. 

Appena avuta la conferma dell’inserimento di Vieste nel tabellone nazionale, il prof. Notarangelo ha chiesto la disponibilità ad ospitare l’evento a tutti i gestori di lidi (per tramite di Michele Giarrusso, presidente dell’Associazione Stabilimenti Balneari di Vieste). Oltre al Cristalda aveva dato la propria disponibilità anche il lido Paradiso Selvaggio Beach, sul lungomare Mattei, ma la mancata disponibilità di spiaggia per allestire i campi ne ha costretto gli organizzatori ad escluderlo. “La decisione finale – ha precisato il prof. Notarangelo - è stata presa da Marco Cogliati, responsabile nazionale logistico Fipav per il settore Beach Volley, dopo aver esaminato le immagini satellitari e sentito direttamente il gestore dello stabilimento”.

A poco più di 20 giorni dall’inizio delle gare, la macchina organizzativa continua nella sua corsa ed il prof. Notarangelo chiama a raccolta chiunque potrà dare il proprio aiuto per garantire il massimo del risultato; in un suo post sul gruppo Facebook “Gli amici della Volley Vieste”, infatti, chiede la disponibilità a collaborare in quei giorni ricordando che “stare direttamente sui campi con i migliori giocatori e giocatrici d’Italia non avrà prezzo”.

La tre giorni di beach volley che aprirà il tour nazionale è organizzata dal Comune di Vieste e dal CSP Ipssar Volley Vieste in collaborazione con la Federazione Nazionale della FIPAV.

Pubblicato in Sport

L'assessore ai trasporti del Comune di Vieste, Rossella Falcone, informa che dal 31 maggio e fino a metà settembre cambiano orari e tratte degli autobus del servizio di trasporto pubblico. In allegato pubblichiamo i nuovi orari. Anche quest'anno è confermato l'utilizzo gratuito degli autobus per i possessori della Vieste Card.

Pubblicato in Avvisi

Anche le squadre speciali dei vigili del fuoco e i cani addestrati alla ricerca di persone scomparse sono stati impegnati ieri a Vieste nelle ricerche di Pasquale No¬tarangelo, il venticinquenne allevatore del centro garganico di cui si sono perse le tracce da una settimana: la sera di mercoledì 24 maggio uscì di casa dicendo alla moglie che sarebbe rientrato entro cinque minuti e da quel momento si è «volatilizzato». il timore è che il giovane sia rimasto vittima della lu¬para bianca- ucciso e il cadavere fatto sparire - nell'ambito di una guerra di mala che dal gennaio 2015 ad oggi a Vieste ha contato 5 omicidi (tra cui quelli del padre e dello zio) ed altri 4 tentativi di omicidio, tutti casi al mo¬mento irrisolti. Nell'ambito del piano predisposto dalla prefettura di Foggia per la ricerca di persone scomparse, ieri mattina mobilitati carabi¬nieri, protezione civili, vigili del fuoco di Foggia e Lecce. Al lavoro ci sono infatti gli esperti della «Saf» (la squadra del soccorso speleo/alpino/fluviale) e le unità cinofile sempre dei vigili del fuoco queste ultime giunte da Lecce: cani addestrati a cercare persone scomparse (gli si fanno fiutare in¬dumenti dello scomparso) hanno battuto ieri la zona garganica, cominciando dalla località «Coppitella», dove Pasquale Notarangelo vi¬ve con la moglie e i due bambini di pochi anni. Le indagini sulla scomparsa del giovane garganico sono condotte dai carabinieri della locale tenenza e dai colleghi della compagnia di Vico del Gargano e del reparto operativo di Foggia. I carabinieri si attivarono subito: nel momento in cui la mattina del 24 maggio la moglie di Pasquale Notarangelo segnalò che il marito uscito la sera prima di casa non era rientrato, partirono le prime ricerche dell' Arma. E sin da subito gli investigatori ritrovarono l'auto di Notarangelo, una «Fiat Punto», regolarmente parcheggiata vicino casa e con dentro le chiavi e il telefonino. Perché mai Notarangelo avrebbe dovuto lasciare il cellulare? È uno dei tanti interro¬gativi dell'indagine. Chiaramente più passano i giorni più cre-sce l'apprensione tra i familiari dello scom¬parso. «La moglie di Pasquale Notarangelo è ovviamente preoccupata perché il marito non era mai allontanato da casa, ma nel con¬tempo è soddisfatta» commenta illegale della famiglia, l'avvocato Michele Arena «dell'at¬tenzione sulla vicenda e guarda con fiducia alle ricerche in corso: la sua speranza è che Pasquale possa tornare ad abbracciare i suoi cari, l'auspicio è che l'attenzione resti alta». Pasquale Notarangelo, assolto in un blitz antidroga del 30 luglio 2014 dall'accusa di spacciare cocaina, è il figlio di Onofrio uc¬ciso a 47_anni nella sua auto a colpi di fucila la sera del 27 gennaio scorso in paese; ed il nipote di Angelo Notarangelo, detto «Cin¬taridd» ritenuto a capo dell'omonimo clan, assassinato il 26 gennaio 2015 alle porte di Vieste in un agguato mafioso che diede il via alla scia di sangue.

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Il Capriccio è aperto tutti i giorni a pranzo e a cena. Continuiamo a cucinare sempre pensando a qualcuno, altrimenti prepareremmo solo da mangiare.....

E’ la nostra filosofia di vita.
A pranzo, a cena, a lume di candela...un aperitivo sul mare.

....perché la scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella.

Ristorante Il Capriccio

Località Porto Turistico - Vieste –
tel 0884 707899 –
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Cronaca

“Non è più rinviabile l’avvio dei lavori per l’allungamento della pista del “Gino Lisa” e, di conseguenza, la riapertura dello scalo al traffico aereo. Ulteriori dilazioni temporali rischiano di ridurre irrimediabilmente la capacità di un contesto economico, non solo turistico, di restare competitivo sui mercati”.

E’ estremamente decisa Mariella Nobiletti, presidente del Consorzio “Gargano Mare” di Vieste, nel ricordare come non vada persa l’occasione offerta dal cambio di parere dell’UE sui fondi per l’aeroporto foggiano per passare dalla parole ai fatti. “Peraltro chiediamo soltanto che si facciano gli stessi investimenti che sono stati realizzati in altre realtà della Puglia e del Sud in generale. – tiene a sottolineare la presidente dell’organizzazione che da vent’anni con le sue aziende rappresenta il 40% della ricettività turistica sul territorio - Al nostro turismo serve poter attirare anche l’utenza che si muove per i week end, specie nella bassa stagione. Ma questo, senza uno scalo che sia distante all’incirca un’ora dalla destinazione, diventa impossibile”.

“Da tempo anche i tour operator stranieri continuano a chiederci un aeroporto sul territorio per poter chiudere i contratti. – spiega Nobiletti - In caso contrario rischiamo di essere tagliati fuori, di essere marginali in un contesto in cui i collegamenti aerei sono essenziali non solo per entrare su nuovi mercati ma anche per conservare quelli tradizionali”.

Pubblicato in In primo piano

Il ricorso di Mauro Clemente è stato respinto anche dal Consiglio di Stato, confermando quanto già deciso dal Tar Puglia qualche mese fa. Il candidato sindaco della lista che portava il suo nome aveva chiesto l’annullamento dell'intera tornata elettorale ritenendo che il numero di duplicati delle tessere rilasciate in occasione delle votazioni comunali dello scorso giugno avesse potuto influenzare l’esito della consultazione.

Nella sua richiesta, Clemente faceva notare che erano stati rilasciati 1.164 duplicati , molti dei quali privi della motivazione nel modulo di domanda presentato dai cittadini, e per alcuni il ritiro era stato effettuato da terze persone. Il Tar, nel motivare la sua sentenza, specificava che “le censure sollevate dai ricorrenti integrano tutt’al più gli estremi di mere irregolarità nel rilascio dei duplicati che non possono portare all’annullamento dell’intero procedimento elettorale”. Inoltre “è vero che nel modello allegato il richiedente non ha indicato la ragione per la quale ha richiesto il duplicato, crocettando la relativa casella, ma, non avendo allegato la tessera elettorale vecchia, [..] si può presumere che le ragioni della richiesta siano lo smarrimento o il furto della tessera medesima”.

Infine “[…] la mancata allegazione della copia fotostatica del documento di identità alla richiesta di duplicato sarebbe giustificata dal fatto che la dichiarazione è stata resa davanti al funzionario incaricato della relativa ricezione (come dimostrerebbe il timbro e la sigla in calce alle richieste) e che i duplicati sono stati ritirati o dagli interessati ovvero dai conviventi noti all’Ufficio trattandosi di Comune di piccole dimensioni”.

Come si diceva, il Consiglio di Stato ha accettato integralmente le motivazioni del TAR regionale rigettando definitivamente il ricorso.

Sul suo profilo Facebook, il sindaco Giuseppe Nobiletti, ha pubblicato la foto di una parte della sentenza, accompagnata da un messaggio in cui parla di terza vittoria delle elezioni. 

Pubblicato in Politica

Giornata di sole, sullo sfondo il mare azzurro. In questo stupendo contesto si è svolta nelle scorse ore presso il Resort Pugnochiuso la prima cerimonia di matrimonio civile in una location diversa dal Palazzo Municipale. In uno scenario d’incomparabile bellezza, un’esperienza unica da vivere in perfetta sintonia con la natura al Resort Pugnochiuso si può scegliere la soluzione più congeniale per un momento indimenticabile. Nell’occasione è stato proprio il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti a presenziare all’evento. La Giunta comunale ha approvato una apposita delibera lo scorso marzo dando il via all’aggiornamento del Regolamento relativo alla celebrazione dei matrimoni civili, inserendo questa opportunità che consente di poter celebrare il matrimonio in luoghi privati da adibire a sedi distaccate dell’ufficio di stato civile. Fra questi c’è appunto il Resort Pugnochiuso. Naturalmente, gli auguri più sinceri ai novelli sposi.

 

 

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Noi sappiamo cosa fanno uomini e donne in paradiso...a PUGNOCHIUSO.

PUGNOCHIUSO ricevimenti , organizza il tuo Matrimonio in uno scenario d’incomparabile bellezza, un’esperienza unica da vivere in perfetta sintonia con la natura.

Potrai scegliere la soluzione più congeniale al tuo matrimonio e noi cureremo ogni dettaglio con proposte personalizzate, ne faremo un momento indimenticabile.

PUGNOCHIUSO RICEVIMENTI sa rendere speciale ogni momento della tua vita.

Pugnochiuso Ricevimenti è a Vieste in località Pugnochiuso.

Visita il nostro sito web : WWW.pugnochiuso.com e richiedi il preventivo

Oppure chiama allo 0884 922211

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Società

Con l’emanazione dell’ordinanza da parte del Sindaco di Vieste, vengono ufficialmente individuate le zone di parcheggio a pagamento, i costi e le modalità per sottoscrivere gli abbonamenti, sia per i residenti che per i turisti. La novità principale è la sparizione delle aree delimitate con strisce gialle ed identificate finora come “Aree di sosta per residenti”, non essendo previste dal Codice della Strada (se non nelle Zone a Traffico Limitato, ossia quelle a cui possono accedere solo i residenti). Da gialle, le strisce stanno pian piano diventando blu, ossia utilizzabili pagando la sosta tramite i parcometri (un Euro ad ora o 5 Euro per l’intera giornata), oppure con gli abbonamenti previsti nella stessa delibera. A proposito di questi ultimi, potranno sottoscriverli residenti e non, ma con tariffe differenziate: per i residenti il costo varia da 25 Euro per un mese fino a 100 Euro per l’intero periodo (dal 29/5 al 15/10), mentre i non residenti potranno scegliere tra 20 Euro per una settimana, 35 Euro per due settimane (e non 25 come erroneamente riportato nella ordinanza n. 101, rettificata con la n. 105), e 50 Euro per un intero mese.

Un’altra novità per questa stagione turistica prevede il raddoppio del costo orario per le soste su Viale XXIV Maggio, Corso Lorenzo Fazzini e Viale Marinai d’Italia, individuate come aree di particolare interesse pubblico (l’aumento della tariffa diventa ininfluente per i possessori di abbonamento). Resta confermata l’isola pedonale con rimozione forzata sul Corso Fazzini, a partire dalle ore 20:00.

E a proposito di parcometri, è bene fare chiarezza sull'obbligo o meno del pagamento qualora la "cassa" non sia dotata di lettore per carte di credito o bancomat: a zittire voci infondate che circolano sui social network ci ha pensato una nota dell'Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) datata 18 maggio 2017 [LINK], in cui è chiaramente detto che "[...] l’eventuale assenza di disponibilità di sistemi di pagamento con carte di credito/debito (fisiche o virtuali), nelle more dell’emanazione del Decreto del Ministero dell’Economia e delle finanze di cui al comma 4-bis, art. 15, del D.L. 179/2012, non esime gli utenti dal rispetto delle norme del Codice della Strada: il mancato pagamento si trasforma in una sanzione che può essere emessa della Polizia Municipale o da Ausiliari della Sosta specificatamente nominati dal Sindaco".

Pubblicato in Avvisi

Avvicendamento alla guida del gruppo di maggioranza (Movimento ViesteSeiTu) in consiglio comunale. Dopo le dimissioni da quell’incarico della consigliera Rita Cannarozzi (che ha formato un nuovo gruppo consiliare con il collega Paolo Prudente) i consiglieri che sostengono la Giunta del sindaco Giuseppe Nobiletti hanno scelto Matteo Petrone per quel ruolo.

“Ringrazio il sindaco ed i consiglieri di maggioranza per la fiducia che mi avete dato, sono onorato di assumere questo importante incarico e spero di esserne all’altezza. – ha dichiarato Petrone subito dopo – Voglio precisare che la nascita di un altro gruppo consiliare all’interno della maggioranza non cambia nulla, in quanto è noto che essa è composta da varie anime politiche. Ringrazio la dott.ssa Rita Cannorozzi e le auguro ogni bene per il suo nuovo gruppo consiliare sempre all’interno della maggioranza e che il Signore mi aiuti per il delicato incarico che mi avete conferito”.

Pubblicato in Politica

La presentazione alla presenza di Maurizio Luigi Carrer (organizzatore del team Eurobike Corato), paolo Colonna (atleta professionista del team Scott), Dario Carlino (assessore allo sport comune di Vieste), Stefano e Francesca Martucci (titolari de I Melograni) è stato illustrato il percorso e sono stati svelati tutti i dettagli che ambiscono a rendere unico l’evento garganico. Assente giustificato per impellenti cause di lavoro il presidente della Federciclismo Bari-Bat avv. Lorenzo Spinelli.

Si comincia il 2 giugno con la prova del percorso, seguita dal test sulle biciclette a pedalata assistita (E-Bike) del 3 giugno (presenti le aziende leader sul mercato come Haibike Reshmuller e Bosch). Il 4, alle 8:30 si darà poi ampio spazio alla competizione. Questi i dettagli del percorso: partenza da I Melograni, giro turistico in Vieste intorno al porto e successiva spiaggia di Pizzomunno. Si imbocca quindi la deviazione per Paradiso Selvaggio e, al km 0, piede a terra, sarà dato il via ufficiale.

Wilier, Scott e Focus i principali team professionistici. Numerosi gli atleti di alto livello già iscritti (47 gli agonisti, tra under 23 e prof, a cui aggiungere le centinaia di cicloamatori)

L’evento sarà sotto speciale osservazione da delegati della Federazione Ciclistica Italiana, oichè la corsa ambisce a divenire sede dei campionati italiani di specialità e per l’assegnazione è necessaria una prova propedeutica uno o due anni prima, in cui osservatori FCI testano il polso dell’organizzazione, valutando se è pronta o meno. Importante l’impegno del comitato regionale pugliese della FCI, mediante i vertici regionali e provinciali Bari-Bat, affinché in puglia arrivasse per la prima volta un evento nazionale. Da sottolineare l’impegno della federazione nel cercare di ripartire dal basso, geograficamente inteso, ovvero dal sud. Ripartire dai grandi eventi e prestare attenzione alle categorie giovanili (che hanno anche un ampio spazio nelle corse organizzate nell’Iron Bike, su percorsi ridotti). Tracciato tecnico, con discese impegnative, con una novità: l’organizzazione ha pensato di disporre una sorta di officina in un punto critico del percorso; ci sarà un meccanico per le riparazioni d’emergenza e garantire a tutti uno spettacolare, quanto sereno arrivo sulla spiaggia.

Non resta che confidare nella bontà del meteo, perché la Marathon del Gargano negli ultimi anni ne ha viste di tutti i colori. L’anno scorso faceva caldissimo e al traguardo, immagini uniche, lasciata la bicicletta i ciclisti si sono tuffati in mare. Due anni fa invece hanno beccato secchiate d’acqua e gelo in foresta umbra arrivando giù alla discesa come maschere di fango, quasi da Parigi-Roubaix.

Pubblicato in Sport

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005