I corsi si svolgeranno presso il plesso scolastico “Fasanella”. Iscrizioni aperte dalle ore 17,00 in sede.

Info: 330/591695 – 338/9989018

Pubblicato in Avvisi

La norma ISO 13009:2015 concretizza il severissimo protocollo internazionale nato per misurare l’eccellenza dei servizi di spiaggia.
Il Lido certificato ISO 13009 risponde ad una moltitudine di requisiti che spaziano dalla tutela ambientale alla pulizia e conservazione delle risorse naturali, dalla trasparenza nelle attività di promozione ed interazione con i clienti alla sicurezza per la salute dei fruitori, dall’elevato livello di igiene e pulizia degli spazi e manufatti in concessione alle garanzie di accessibilità per i diversamente abili, etc.

I lidi, per ottenere l’ambito riconoscimento, devono dotarsi di una pluralità di piani gestionali inerenti i preminenti profili di emergenza, sicurezza, pulizia, manutenzione, ed altresì attenersi al rispetto di una molteplicità di requisiti prestazionali e di cogenza normativa.

Il turismo balneare pugliese punta sempre più decisamente sulla qualità dei servizi di spiaggia.

Dopo i 5 stabilimenti balneari nel Salento, che nel 2015 furono i primi a fregiarsi della prestigiosa certificazione, l’anno 2016 vede il Gargano affacciarsi alla certificazione con due spiagge ubicate a Vieste.

Ed è proprio “la perla del Gargano”, icona del turismo pugliese, che nella stagione 2017 preme l’acceleratore sulla qualità, presentando 14 stabilimenti balneari certificati.

La numerosissima cordata è guidata dal noto imprenditore garganico Luigi Manzionna, che sposa il progetto qualità per tutte e sei le strutture del gruppo: le icone internazionali del kite surf e wind surf Spiaggia Lunga, Diomedee e Capo Vieste, ubicate nella selvaggia spiaggia di Scialmarino, la riservata spiaggia delle Orchidee, sempre ubicata a Scialmarino, Punta Lunga incastonata nella riservata cornice di Braico – Defensola e lo storico stabilimento balneare dell’Hotel degli Aranci nella famosa spiaggia della Scialara a ridosso nel monolito del Pizzomunno.
Seguono i fratelli Notarangelo che portano a certificazione il lido Merinum ed il lido Arcobaleno sempre sulla spiaggia della Scialara, i Turi, con il Lido Gargano ubicato di fronte al pittoresco isolotto di Portonuovo e l’onirico Cala Azzurra Beach Club ubicato sulla antica duna di Scialmarino, ed ancora Martucci con l’enorme stabilimento balneare di Baia degli Aranci a San Lorenzo.
Infine, raggiungono gli standard richiesti dalla norma, l’esclusiva e riservatissima spiaggia di Crovatico ubicata nell’omonima baia, il modernissimo Lido Tre Stelle e d il raffinato Ripa Beach sempre alla Scialara.
A seguito di tale impressionante crescita qualitativa la Puglia, con ben 21 lidi certificati, è oggi la prima regione italiana con il maggior numero di spiagge certificate iso 13009.
Vieste si conferma una delle mete turistiche più credibili con il primato di città con maggior numero di stabilimento certificati iso 13009 in Italia (16).

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Turismo

L’Italia è una nazione che, rispetto ad altri Stati europei, affronta la questione immigrazione da un tempo relativamente recente, ma si trova ancora a dover affrontare una serie di emergenze, prima fra tutte gli sbarchi, che non consente di elaborare un proprio modello di integrazione che tenga conto della propria identità.
I governicchi di sinistra che negli ultimi anni si sono susseguiti alla guida del Paese hanno abolito di fatto la Legge Fini-Bossi sui flussi migratori, in un contesto ormai fuori controllo; l’operazione “Mare Nostrum” si è dimostrata inadeguata a fronteggiare l’emergenza sbarchi, accentuandone le dimensioni; la trasformazione del carattere penale del reato di immigrazione clandestina in illecito amministrativo, voluta dal Governo Renzi, cancella di fatto le esecuzioni delle espulsioni. Insomma una politica sul tema dell’immigrazione profondamente sbagliata che nasconde un business orribile ed insostenibile, perché ci sono italiani che vivono gli stessi disagi di quelli che arrivano e perché ci sono soggetti abituati a lucrare e speculare enormemente sull’accoglienza. A questa politica dell’accoglienza tutta italiana non ha aderito neanche l’Unione Europea che si rifiuta di organizzare un programma comune per contenere gli sbarchi e garantire la solidarietà a chi ne ha diritto. Agli Enti Locali, invece, si scaricano i problemi, le contraddizioni ed i costi, essendo il punto terminale in cui convergono tutte le scelte di regolazione dei flussi migratori, prima con l’obbligo di mantenimento nelle comunità di accoglienza dei minori non accompagnati e per ultimo con la costituzione di SPRAR, o CAS o HUB.
Rispettando una legge nazionale alla quale pur volendo non ci si può opporre, riteniamo che l’apertura del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) a Vieste possa avvenire a determinate condizioni:
1) Non vengano destinate a tale funzione risorse economiche che potrebbero essere destinate, altresì, ai cittadini viestani;
2) L’apertura dello SPRAR porti ad un blocco dell’apertura di eventuali CAS privati nel nostro territorio;
3) Governo centrale e/o Governo regionale si impegnino ad istituire un fondo vincolato alla copertura delle ingenti spese sostenute negli anni dal Comune di Vieste connesse alla presa in carico di minori stranieri non accompagnati sbarcati sulle nostre coste e collocati presso strutture di accoglienza (il costo giornaliero oscilla tra le 80 e le 120 €) così come previsto dalla normativa di riferimento. Anche se in passato il Comune ricevette dei finanziamenti che coprirono solo parzialmente le spese sostenute.
Infine sarebbe utile capire se l’Amministrazione Comunale abbia un’idea chiara in merito all’apertura dello SPRAR, infatti si riscontra una palese contraddizione tra la decisione assunta e le dichiarazioni del Sindaco e della sua maggioranza rilasciate non più tardi dello scorso fine Novembre. Ed oggi invece si parla della candidatura offerta dal nostro Comune, senza sapere dove aprire questo centro, senza dire come si pensa di gestirlo, senza spiegare le ragioni di questo repentino cambiamento di opinione in merito, sarà forse la linea politica del PD (è cosa nota che la maggioranza a Palazzo di Città è parte attiva del partito di Renzi) ad indurre i nostri amministratori ad accettare coattivamente l’apertura dello SPRAR?

Gaetano Zaffarano
Dir. Prov.le FdI-AN

Pubblicato in Politica

Sento il dovere di ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della Festa della Madonna del Rosario, sempre tanto bella: Il Consiglio Pastorale Parrocchiale, il gruppo Liturgico e il gruppo delle pulizie, i tre Cori della Parrocchia, adulti, giovani e bambini, il Gruppo dei Ministranti, l’Azione Cattolica Parrocchiale, le educatrici che con i bambini e i ragazzi hanno realizzato i due recital e i lavoretti a mano con l’arte del riciclo, il Gruppo delle ragazze della scuola parrocchiale per i balletti dei “nastri e ritmi”, le congreghe della Madonna del Rosario e Santa Maria di Merino, della Trinità, di San Giorgio e di Sant’Antonio, la Pegaso e il motor Club per il servizio d’Ordine, Ondaradio e Gargano Tv per la diffusione del programma della festa e per i servizi televisivi, le bande cittadine “Gerolamo Cariglia e Paolo Rinaldi”, Padre Lorenzo Ricciardelli per il concerto di domenica sera, i fotografi per i servizi fotografici, chi ha offerto le cassette dei fuochi d’artificio, i giovani che hanno realizzato il tronetto di esposizione della statua e addobbato il cortile della parrocchia, chi ha offerto i fiori e... soprattutto il Signore e la Vergine Santa.
Grazie di cuore a tutti!


Don Tonino Baldi
parroco

Pubblicato in Società

Come dominare una partita e buttarla alle ortiche a 4 secondi dalla fine: potrebbe essere questa la sintesi della gara che la Bisanum Viaggi Sunshine Basket Vieste ha praticamente regalato alla Cestistica Ostuni nel secondo appuntamento casalingo stagionale del campionato di serie C Silver regionale. A nulla è servita la fuga con 20 punti di vantaggio, azzerati a fine dei quarti regolamentari, affidando all’overtime il compito di  decretare vincitori gli ospiti.

Partenza sprint per i padroni di casa, in grado di sbilanciare il punteggio a proprio beneficio con un 18-0 di parziale che li portava sul 22-5 a quattro minuti dalla fine del primo periodo, chiuso sul 29-9. Partita chiusa? Macchè! Gli ospiti trascinati da un superlativo Laquintana (14 punti nel solo secondo quarto, 39 a fine gara) riducevano il divario arrivando all’intervallo lungo sul 49-40, dopo essere riusciti a ridurre il gap anche a sole 5 lunghezze.

I viestani tornavano dallo spogliatoio con la mano calda, e mettevano a segno tre triple con Carosi (positivo il suo esordio, finalmente in campo dopo aver smaltito i postumi di un infortunio), Tommaso Lauriola (per i suoi 18 anni si è regalato 27 punti, 6 assist e 4 rimbalzi) e Dos Santos (finalmente sui livelli che si aspettavano da lui). La  Bisanum Viaggi Vieste ritornava in vantaggio di 18 punti: partita chiusa? Ma neanche per sogno! Formichina formichina, gli ospiti mettevano preziosi punti in cassaforte chiudendo il terzo quarto con un distacco di 8 punti. La lunga rincorsa portava al primo sorpasso a 5:45 dalla fine dell’ultimo periodo (77-78), dando il via ad un testa a testa carico di tensione. Fioccavano i falli, aspetto che si rivelerà decisivo per l’esito del match, mentre la coppia di arbitri faticava a tenere in pugno la gara. A metà frazione, Tsourakis subiva fallo dal “viestano” Markovic a cui reagiva con veemenza cercando vendetta personale, frenato da un paio di compagni. Per lui scattava il “tecnico” che lo portava dritto dritto in panca per aver raggiunto i 5 falli. Lo seguiva, un paio di minuti più tardi, proprio Markovic, per lo stesso motivo.

Il protagonista del finale di gara (nel bene e nel male) era Francesco Compagnoni: dopo aver realizzato i liberi che portavano i suoi sul 93-91, commetteva fallo su Laquintana mentre il tabellone indicava che mancavano appena 4 secondi al termine. La coppia arbitrale vedeva troppa irruenza nel contatto decretando l’intervento come antisportivo, che comportava due liberi (entrambi realizzati) e possesso della palla agli ospiti. Se tutto ciò non bastasse, quello appena fatto era il quinto fallo, che costringeva lo stesso Compagnoni a lasciare la gara. Laquintana non falliva dalla lunetta ma mancava il canestro che avrebbe chiuso la gara allo scadere dei 40 minuti di gioco.

Overtime!

La strada dei viestani si presentava tutta in salita per l’uscita di scena di Hoxha e Carosi, anche loro per eccesso di falli commessi; non bastavano i canestri di Tommaso Lauriola (ben 4 per un totale di 10 punti) a frenare la cavalcata trionfale degli ospiti, che portavano a casa il match col risultato di 106-114.

Delusione e tanta rabbia nell’ambiente viestano per come si è maturata la sconfitta, soprattutto per quel fallo antisportivo chiamato a Compagnoni a 4 secondi dal termine del tempo regolamentare. A far imbestialire giocatori, dirigenti e pubblico di casa è stata la differente gestione della gara dei due arbitri (Giulio Di Vittorio e Francesco Anselmi), molto tolleranti sul fronte Ostuni per i falli e le reazioni (meritevoli di immediata espulsione) soprattutto di Tsourakis, ma fin troppo zelanti in occasione del contatto Compagnoni-Laquintana.

A differenza della partita di esordio e nonostante la sconfitta, la Bisanum Viaggi Sunshine Basket Vieste ha divertito il pubblico con percentuali di tiro decisamente accettabili, soprattutto quelle da dietro l’arco dei 3 punti (15 canestri su 36, 41% di realizzazioni contro il 35% degli avversari). Bisognerà lavorare sui cali di tensione come quelli che hanno permesso all’Ostuni di riaprire un match apparentemente già chiuso, ma l’impressione è che sia stata intrapresa la giusta strada per il raggiungimento della facile salvezza, obiettivo minimo stagionale.


Bisanum Viaggi Sunshine Basket Vieste – Cestistica Ostuni 106-114 (29-9; 20-31; 22-23; 13-21)

Bisanum Viaggi Sunshine Basket Vieste: Lauriola T. 27, Dos Santos 23, Carosi 14, Compagnoni 12, Markovic 20, Hoxha 9, Ruggieri 1, Lauriola M., Ragno, Argentieri. Coach Francesco Desantis

Cestistica Ostuni: Laquintana 37, Baraschi 13, Kasongo 35, Tsourakis 13, Tanzarella 6, Masciulli 10,  Di Salvatore, Bagordo, Tagliente, Grasselli. Coach Enrico Curiale

Pubblicato in Sport

E’ buio pesto il cielo sopra l’Atletico Vieste dopo la quarta sconfitta su 5 partite, terza su tre partite giocate in casa. Il 2-1 inflitto dall’Avetrana lascia i garganici all’ultimo posto in classifica con un solo punto, assieme ad Unione Calcio Bisceglie e Atletico Aradeo, prossimo avversario dei viestani in terra salentina.

Sembra più complicato del previsto l’avvio del nuovo progetto iniziato in estate con il rinnovo del parco giocatori: l’assenza di geometrie e di automatismi in cabina di regia sono evidenti così come la poca incisività in attacco, quest’ultima giustificabile con gli infortuni di Triggiani e Compierchio. Le prestazioni accettabili di Tucci (nonostante la clamorosa papera che ha deciso la partita odierna), Caruso, Sollitto, De Vita e Brianese non bastano per dare all’undici quell’incisività che può garantire la conquista di successi o, quantomeno, di punti. C’è da attendere? Ok, ma speriamo non ancora troppo.

Ad uscire vincitrice nella gara del “Riccardo Spina” è stata l’Avetrana, squadra non apparsa imbattibile in cui spiccano dinamismo e visione di gioco di capitan Cappellini, e poco più. Eppure la gara si era messa sui binari giusti dopo appena 7 minuti col gol del momentaneo vantaggio messo a segno da Matteo De Vita, abile a sfruttare al meglio un rapido ribaltamento di fronte. Ma alla rete non faceva seguito il predominio del gioco, anzi: dopo appena 20 minuti arrivava il gol del pari con Cereseto che scavalcava Tucci con un pallonetto di testa. Azione fotocopia appena 60 secondi dopo con una nuova discesa sulla destra di Cappellini e cross su cui andava a vuoto l’autore del gol del pari ma che veniva deviato verso la porta da Venza: l’intervento di un difensore di casa a  due metri dalla porta evitava il raddoppio.

Dopo la mezz’ora la reazione viestana si limitava al colpo di testa di Caruso fermato dal palo lontano a portiere battuto, e subito al reclamo per la mancata concessione di un calcio di rigore apparso netto dalla tribuna, per atterramento in area ospite dell’under Maiorano.

Ad inizio ripresa mister Bonetti lasciava in panchina proprio Maiorano e capitan Sollitto, schierando Vulcano e Olaberri: accantonava il 4-4-2 per il 4-3-3 con Ranieri al centro della linea difensiva accanto a Caruso, e Conversano accanto a De Vita e Brianese. La mossa tattica non portava i benefici sperati visto che l’Atletico Vieste non impensieriva mai Petranca, limitando la ricerca del gol al solo tiro dal limite di Soria, sfilato di poco al lato.

La rete del decisivo 1-2 giungeva al 12mo della ripresa: su cross da sinistra, Tucci andava a farfalle consentendo a Passiatore di mettere in gol a porta sguarnita. Gli ingressi di Albano e Compierchio (quest’ultimo ai primi minuti di gioco dopo il problema muscolare che lo ha fermato qualche domeniche fa) non hanno aggiunto niente ad un reparto d’attacco troppo sterile e mai incisivo. La tensione in casa viestana al triplice fischio dimostra che ciò che più manca è proprio la tranquillità in uno spogliatoio che non vede giungere i risultati per cui sta lavorando duramente dai primi di agosto.

Con un comunicato pubblicato in serata sul profilo Facebook ufficiale dell’Atletico Vieste, viene rinnovata la fiducia allo staff tecnico: “Siamo rammaricati per i risultati negativi conseguiti sul campo, ma un nuovo progetto richiede tempo e pazienza per la sua realizzazione. Una squadra profondamente rinnovata nel suo organico, giovane e multietnica, ha bisogno di tempo per amalgamarsi ed assimilare i dettami tecnici del nuovo Mister. Noi crediamo fortemente in questo nuovo corso e, per questo, rinnoviamo la nostra fiducia a tutto lo staff tecnico, che gode della stima incondizionata di tutta la dirigenza viestana. Per quanto complicato e difficile, quest’inizio non può e non deve mettere in discussione un progetto fortemente voluto, pensato e costruito per durare nel tempo. Siamo certi che, già da domenica prossima, ci si possa rialzare ed incamminarsi verso una salvezza che, al momento, resta il nostro obiettivo primario”. In chiusura del comunicato, non manca l’appello al supporto dei tifosi: “Con la speranza che i risultati non indugino oltre, chiediamo agli sportivi viestani di raccogliersi intorno alla squadra. In un momento così difficile, l’Atletico ha bisogno, più che mai, del sostegno del proprio pubblico”.


Atletico Vieste – Avetrana 1-2

Atletico Vieste: Tucci, Lucatelli (32st Albano), Di Nardo, Ranieri, Sollitto (1st Olaberri), Caruso, Maiorano (1st Vulcano), Soria, Brianese, De Vita, Conversano (35st Compierchio). A disposizione Innangi, Prencipe, Vescia. Allenatore Francesco Bonetti (squalificato)

Avetrana: Petranca, Cavalieri, Prete, Franco (47st Gatto), Calò, Romano, Alemanni (11st Guerra), De Gaetano (11st Passiatore), Cereseto (35st Salto), Cappellini, Venza. A disposizione Carovigna, Kandji, Tommasi. Allenatore Giuseppe Branà

Arbitro il sig. Fabrizio Consales della sezione di Foggia. Assistenti Francesco Acquafredda di Molfetta e Federico Peloso di Barletta

Reti: 7pt De Vita (V), 28pt Cereseto (A), 12st Passiatore (A)

Ammoniti: Lucatelli, Sollitto, Di Nardo (V), Cappellini, Prete (A)

Pubblicato in Sport

ATLETICO VIESTE – AVETRANA  1-2  - 17' De Vita (V), 28' Ceresetto (A), 57' Passiatore (A) -

BITONTO – ATLETICO ARADEO  1-0  - 75' Piperis

FASANO – MOLFETTA  1-1  - 16' Morga (F), 90+1' Pinto (M) -

CORATO – CASARANO  1-1  - 45+2' Marretti (CAS), 85' Cormio (COR) -

GALLIPOLI – UNIONE CALCIO BISCEGLIE  2-1  - 2' Mauro (G), 31' Mingiano (G), 34' Ventura (B)

NOVOLI – PRO ITALIA GALATINA  2-1  - 19' Quarta, 90+4' Coquin -

OTRANTO – OMNIA BITONTO  0-3  - 4' e 33' Patierno, 80' Campanella -

VIGOR TRANI CALCIO – BARLETTA  0-0

 

LA PROSSIMA - 6° GIORNATA  - 15/10/2017

Atletico Aradeo - Atletico Vieste -

Avetrana - Novoli -

Barletta 1922 - Corato 1946 -

Gallipoli 1909 - Fasano -

Molfetta - Otranto -

Omnia Bitonto - Casarano -

Pro Italia Galatina - Bitonto -

Unione Calcio Bisceglie - Vigor Trani -

LA CLASSIFICA

V.Trani 11

Gallipoli 10

Bitonto 10

Fasano 9

Omnia Bitonto 9

Casarano 8

Molfetta Calcio 8

Avetrana 8

Novoli 7

P.I.Galatina 6

Otranto 6

Corato 5

Barletta 2

U.C. Bisceglie 1

A.Vieste 1

Aradeo 1

 

Pubblicato in Sport

Si disputa oggi la terza giornata d'andata nel campionato regionale maschile di serie C Silver di pallacanestro. Torneo al quale partecipano due club della Capitanata: la Silac Angel Manfredonia e la Bisanum Viaggi Sunshine Vieste. Entrambe le formazioni daune hanno avuto un avvio agrodolce, facendo registrare una sconfitta ed una vittoria. Trasferta a Santeramo in Colle per l'Angel Manfredonia: salto a due alle ore 18.30, arbitri i brindisini Farina e Rodi. La formazione sipontina all'esordio ha vinto nettamente il derby sul parquet della Sunshine Vieste (75-98), poi però è stata sconfitta in casa, 63-69, dal Basket Corato. Il quintetto allenato da Ciociola, dunque, cerca il riscatto. Impegno casalingo, invece, per la Bisanum Vieste: alle ore 18.15, al centro Omnisport, sfida alla Cestistica Ostuni (arbitri Dì Vittorio e Anselmi, entrambi di Ruvo). Dopo la vittoria di domenica scorsa a Santeramo (58-68), la compagine allenata da Desantis insegue il primo successo interno stagionale.
Questo il terzo turno del campionato:

Mola-Lecce

Altamura-Martina Franca

Ruvo-Taranto

Francavilla Fontana-Monteroni

Corato-Castellaneta

Monopoli-Ceglie.

A poche ore dalla terza giornata,

Mola 4

Monopoli 4

Taranto 4

Francavilla 4

Castellaneta 2

Ceglie 2

Corato 2,

Ruvo 2

Manfredonia 2

Lecce 2

Altamura 2

Vieste 2

Monteroni 0

Martina 0

Santeramo 0

Ostuni 0

Pubblicato in Sport

La quinta giornata del campionato di Eccellenza offre diversi spunti di interesse. A partire dal derby tra Trani e Barletta, con le due rivali storiche separate da quattordici squadre in classifica, proseguendo per quello salentino tra Novoli e Galatina e per finire con le interessanti sfide Fasano-Molfetta, Corato-Casarano e soprattutto Atletico Vieste Avetrana. La squadra viestana per la prima volta da quando milita in Eccellenza è ultima in classifica. Oggi la prova generale della ripartenza.
________________________________________

 

ATLETICO VIESTE – AVETRANA Fabrizio Consales, di Foggia

BITONTO – ATLETICO ARADEO Nicola Maria Peres, di Barletta

FASANO – MOLFETTA Vittorio Emanuele Daddato, di Barletta

CORATO – CASARANO Riccardo Cannata, di Collegno

GALLIPOLI – UNIONE CALCIO BISCEGLIE Luca Tagliente, di Brindisi

NOVOLI – PRO ITALIA GALATINA Claudio Giuseppe Allegretta, di Molfetta

OTRANTO – OMNIA BITONTO Luigi Junior Palmieri, di Avellino

VIGOR TRANI CALCIO – BARLETTA Andrea Palmieri, di Brindisi

 

Classifica

V.Trani 10
Fasano 8
Casarano 7
Gallipoli 7
Molfetta Calcio 7
Bitonto 7
Omnia Bitonto 6
Otranto 6
P.I.Galatina 6
Avetrana 5
Corato 4
Novoli 4
U.C. Bisceglie 1
Barletta 1
A.Vieste 1
Aradeo 1

Pubblicato in Sport

La squadra della città bianca si presenterà al completo, dopo le rogne dei tesseramenti delle passate giornate, che ne hanno condizionato l'andamento, così da poter puntare all'obiettivo dichiarato ad inizio anno, l'assalto alla Serie B.
Tra le file ostunesi, oltre ai beniamini di casa Masciulli, di salvatore Tanzarella, scenderanno in campo i nuovi volti di questa stagione, l'esperto play Baraschi, l'ala piccola Kasongo (direttamente dal Canada), la prolifera guardia Vanni Laquintana ( conosciutissimo in serie c) proveniente dall'esperienza in B dell'anno scorso con il Cus Taranto e con il granitico centro Rafail Tsourakis, direttamente dalla serie A greca, che farà il suo esordio proprio a Vieste.

Quindi avversario di rango per la compagine viestana di coach Desantis, che oltre all'entusiasmo per La vittoria in Murgia, potrà contare anche sulla guardia Carosi, rientrata finalmente in gruppo e anche lui pronto all'esordio stagionale.

Le parole di coach Desantis:

Fianalmente siamo riusciti a fare qualche allenamento completi, siamo contenti per la vittoria esterna, ma siamo consapevoli che i nostri obbiettivi passeranno dalle partite casalinghe.
Domani sarà sicuramente una partita tosta per noi, perché conosciamo il valore e gli obbiettivi dei nostri avversari, ma non abbiamo ancora dimostrato il nostro reale valore!
Stiamo provando a conoscerlo allenamento dopo allenamento e adesso ci tocca farlo conoscere anche ai nostri avversari!
Anche se giovani, non staremo a guardare e nel campo daremo il massimo per mettere in difficoltà chiunque, anche una big come Ostuni!

Pubblicato in Sport

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005