Atletico Vieste - Atletico Aradeo – 2-1 (68' e 82' Sciacca (AV), 80' Ceresetto (A)

Novoli - Avetrana - 1-2 (28' e 67' Alemanni (A), 73' Mazza (N)

Corato 1946 - Barletta 1922 – 2-1 (2' Trotta (B), 65' Cirigliano (C), 67' Lacarra (C)

Fasano - Gallipoli 1909 – 2-2 (34' e 40' Montaldi (F), 45+1' Scialpi (G), 66' Carrozza (G)

Otranto - Molfetta – 1-1 (20' Rosafio (O), 40' Augelli (M)

Casarano - Omnia Bitonto – 0-1 (40' Cardinale )

Bitonto - Pro Italia Galatina – 15-1 (10' e 46' Modesto (B), 16' Lezzi (G), 20' rig. Moscelli (B), 22', 73' e 89' Rana (B), 26' Sisalli (B), 32', 379, 70' e 73' Manzari (B), 49' e 83' Terrone (B), 68'

Caprioli (B), 87' Mongiello (B)

Vigor Trani - Unione Calcio Bisceglie 3-0 (28' e 30' Lorusso, 55' Cantatore)

 

Classifica

41 – Bitonto

40 - Gallipoli 1909

39 – Avetrana

37 – Casarano

36 Fasano

35 - Vigor Trani

34 - Omnia Bitonto

31 - Molfetta

31 - Corato 1946

25 - Atletico Vieste

23 - Otranto

20 Unione Calcio Bisceglie

18 Barletta 1922

18 Novoli

15 Atletico Aradeo

9 Pro Italia Galatina

La prossima la 22° giornata 22 - 18/02/2018

Barletta 1922 - Atletico Vieste -
Unione Calcio Bisceglie - Bitonto -
Avetrana - Casarano -
Pro Italia Galatina - Fasano -
Omnia Bitonto - Corato 1946 -
Gallipoli 1909 - Novoli -
Atletico Aradeo - Otranto -
Molfetta - Vigor Trani -

Pubblicato in Sport
Domenica, 11 Febbraio 2018 11:36

ASL FG/ AVVISO ALLA CITTADINANZA

GENTILE CITTADINA E CITTADINO

In conseguenza di recenti provvedimenti del Ministero della Salute e della Regione Puglia, ciascuna/o di noi è tenuto a rispettare scrupolosamente le norme contenute in tali disposizioni. Tutti i medici prescrittori di farmaci, esami e prestazioni sono tenuti ad osservare il principio di appropriatezza. La mancata osservanza di tali regole comporta sanzioni disciplinari nei confronti del medico.

• Sappi che per questi motivi molti farmaci di uso comune sono prescrivibili a carico del Servizio Sanitario Nazionale solo se appropriati per il Tuo stato di salute. Altrimenti l’intero costo del farmaco sarà a Tuo carico.

• E’ esplicitamente vietato a qualsiasi medico prescrivere farmaci durante il ricovero ospedaliero.

• Ricorda che, alla dimissione da ricovero ospedaliero, hai diritto di ricevere i farmaci prescritti per il primo ciclo di terapia, per un massimo di 30 giorni.
• Sappi che se il medico di famiglia Ti ha inviata/o a consulto dal collega specialista, questi deve prescrivere sul ricettario del S.S.N. tutte le indagini necessarie al completamento dell’iter diagnostico o per controllo da eseguire entro 60 giorni dalla consulenza.

• Quando Ti rechi a visita specialistica, porta con Te ogni documento clinico utile (esami, referti, ricoveri, ecc. ...) e la tessera sanitaria con eventuale esenzione dal pagamento del ticket. Se non possiedi questo documento, puoi richiederlo presso il Tuo Distretto Sanitario.

• Ricorda che anche per gli esami diagnostici esistono limitazioni di prescrizione e che alcuni esami sono prescrivibili esclusivamente dal medico specialista.

• Sappi che un medico non può trascrivere certificati di malattia per assenza dal lavoro, se la diagnosi è posta da altro medico. Il medico che dimette la/il paziente da ricovero ospedaliero o che esprime diagnosi dopo una prestazione specialistica deve formulare la prognosi e rilasciare il relativo certificato di malattia.

Se insieme rispettiamo queste semplici regole, il Servizio Sanitario Regionale continuerà certamente a garantire assistenza di qualità.

Direttore Sanitario
Antonio Battista

Direttore Generale
Vito Piazzolla

Pubblicato in Sanità

Un ape si posa su un bottone di rosa lo succhia e se ne và! tutto sommato la felicità è una piccola cosa!...Fratí...

Ad essere sinceri la tua aurea non ci ha mai abbandonato, le serate sono diminuite in numero ma non in repertorio. Ti presenti all’improvviso nei sogni di molti di noi, con una certa periodicità; il giorno del tuo compleanno cosa è successo al campo santo, Tortellino e Aurelio sono ancora scioccati.... AAA FRATIII, SEMB STA KEP TIN!!!!
La ruota della vita ci dice che è già passato un anno, questa è la realtà. Ma noi continuiamo, continueremo a pensarti sempre qui con noi.
Però Fratìììì la verità è un’altra, ci manchi tanto... ci mancano le nostre serate... ci manca la garaggia... ci manca l’oroscopo tibetano... ci manca la tua presenza!!! Non voglio immaginare le discussioni sulla Var (stai zitto ignorante, studiati i regolamenti), la tua analisi sulla canzone di Max Gazzè (voi di musica non capite nulla, non dite eresie... sacrilegio) e ancora i tuoi commenti all’ennesima finale di champions persa dalla tua amata juventus (mang mel che t’nemm la birr, è uno scandaloo).
Potremmo scrivere pagine e pagine di tanti repertori mancati in un solo anno.
E’ arrivato il primo anniversario ma sta anche per arrivare la seconda estate senza di te...vienici a trovare il prima possibile che è da un po’ che non ti fai sentire e vedere.

Perdere un amico è inacettabile, perdere u fratiii è insopportabile...un anno dopo è ancora peggio...

Gli amici della Garaggia

Pubblicato in Personaggi

Il Gallipoli nella tana del Fasano, impegni ostici anche per il Casarano e Avetrana. Scontro salvezza, invece, al Riccardo Spina dove un determinato Atletico, con obbligo vittoria, riceverà l’Atletico Aradeo all’ultima spiaggia. Arbitrerà Bruno Spina di Barletta. Salta la diretta radiofonica curata da Ignazio Silvestri perché influenzato.

Atletico Vieste - Atletico Aradeo -
Novoli - Avetrana -
Corato 1946 - Barletta 1922 -
Fasano - Gallipoli 1909 -
Otranto - Molfetta -
Casarano - Omnia Bitonto -
Bitonto - Pro Italia Galatina -
Vigor Trani - Unione Calcio Bisceglie

 

Classifica

39 - Gallipoli 1909
38 – Bitonto
37 – Casarano
36 – Avetrana
35 Fasano
32 - Vigor Trani
31 - Omnia Bitonto
30 - Molfetta
28 - Corato 1946
22 - Otranto
22 - Atletico Vieste
20 Unione Calcio Bisceglie
18 Barletta 1922
18 Novoli
15 Atletico Aradeo
9 Pro Italia Galatina

La prossima la 22° giornata 22 - 18/02/2018

Barletta 1922 - Atletico Vieste -
Unione Calcio Bisceglie - Bitonto -
Avetrana - Casarano -
Pro Italia Galatina - Fasano -
Omnia Bitonto - Corato 1946 -
Gallipoli 1909 - Novoli -
Atletico Aradeo - Otranto -
Molfetta - Vigor Trani -

Pubblicato in Sport

“La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”, il brano cantato da Max Gazzè, conquista la sesta posizione finale al 68° Festival di Sanremo vinto da Ermal Meta e Fabrizio Moro (sul podio anche Lo Stato Sociale e Annalisa). Il brano che narra la favola d’amore del monolite viestano ha ottenuto comunque un prestigioso risultato, aggiudicandosi il premio “Giancarlo Bigazzi” per la miglior composizione musicale, riconoscimento assegnato con i voti dei maestri che compongono l’orchestra sanremese.

E’ stato comunque un grande successo per Vieste, catapultato sui media di tutta Italia per le sue bellezze (finalmente) e non per tristi fatti di cronaca. Finito il Festival, Max Gazzè sarà impegnato per la promozione del disco in radio e tv nazionali, ma troverà il tempo per venire a Vieste dove riceverà la cittadinanza onoraria, così come preannunciato dal sindaco Giuseppe Nobiletti nei giorni scorsi.

Pubblicato in Spettacolo
Sabato, 10 Febbraio 2018 16:51

Sanremo 2018 - Stasera la finale

Il 68mo Festival della Canzone Italiana è giunto alla sua ultima serata, quella che deciderà il vincitore. I 20 big in gara torneranno ad esibirsi sul palco del Teatro Ariston di Sanremo presentando la versione originale del pezzo, dopo che nella serata di ieri l’hanno rivisitata cantandola con ospiti da loro scelti. Nel lotto dei favoriti per il successo finale ci sono il duo composto da Ermal Meta e Fabrizio Moro, lo scansonato gruppo de Lo Stato Sociale, Ron, Annalisa, Ornella Vanoni e Max Gazzè. Il cantautore romano sarà il quinto ad esibirsi, riproponendo la soave melodia che accompagna “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”, la cui bellezza è sancita dalla presenza del brano nella fascia di gradimento più alta in tutte le serate in cui è stata presentata.

Il regolamento prevede per questa ultima serata una doppia sessione di televoto: la prima permetterà di stilare una classifica provvisoria dalla quale verranno individuate le tre canzoni che si contenderanno il titolo, assegnato mediante la seconda sessione di voti.

Ricordiamo che si possono esprimere al massimo 5 preferenze tramite l’invio di un sms al 4754751 o chiamando da rete fissa il numero 894001.

Votiamo Max Gazzè!
Votiamo Vieste!
Votiamo il Gargano!
Votiamo Cristalda e Pizzomunno!!!

Pubblicato in Spettacolo

Da anni si dibatte e si tenta, timidamente, a Vieste di valorizzare alcuni siti. Pensiamo alla Salata, alla Grotta della Defensola, ai giardini di fronte al Faro.

A Siponto, a due chilometri da Manfredonia, l’installazione artistica di Edoardo Tresoldi, che ha ricostruito con un suggestivo intreccio di fili metallici e trasparenze la distrutta basilica paleocristiana, ha ricevuto un afflusso straordinario di visitatori nell’anno appena passato. Con un intervento originale e innovativo da parte di un artista trentenne si è saputo portare nuova vita a un luogo poco conosciuto del patrimonio culturale del Gargano.

Nel 1982 due psicologi americani, Wilson e Kelling, formularono una teoria nota come “Teoria del vetro rotto”, basata su un esperimento condotto un decennio prima. Un’automobile, che era stata lasciata in un parcheggio incustodito con un vetro rotto, in pochi giorni era stata completamente distrutta dai passanti.

Era come se il vetro rotto rappresentasse un segnale di tolleranza verso i comportamenti vandalici. Applicando questa teoria all’opposto, in un altro studio effettuato nei quartieri degradati di una grande città olandese, si potè dimostrare che era sufficiente sostituire le finèstre scassate degli edifici per ridurre il tasso di criminalità in poco tempo.

La medesima cosa può funzionare anche con le persone.

Gli anziani che si lasciano andare, per esempio che perdono i denti davanti e non li sostituiscono, sono anche quelli i cui consumi sono carenti, a prescindere dal livello di reddito.

Inoltre, sono trattati peggio dagli altri, si ammalano più spesso e, in generale, subiscono un marcato degrado fisico e sociale.

Tutto questo significa che un semplice segno di trascuratezza può avere un effetto macroscopico per il benessere di un uomo o di una comunità.

Ma la bellezza, la simmetria, l’ordine possono avere effetti deflagranti anche in ambiti diversi da quelli in cui si manifestano.

E cosa c’è di più bello e simmetrico dell’arte?

L’arte è lo strumento per trasformare esteticamente i luoghi, e di conseguenza i consumi e le persone.

Immaginiamo a Vieste il ritorno all’origine di piazza del Fosso, o, finalmente, dare forma allo spazio di fine corso Fazzini con l’inizio di viale Marinai d’Italia, piazza Kennedy, le scalinate che portano al centro storico o largo S. Filomena, per non parlare del quartiere murattiano.

Da esperienza estetica l’arte può diventare esperienza estatica: accrescere la positività della gente, far provare un’esperienza spirituale.

La riqualificazione dei nostri siti regalerebbe nuova linfa al nostro essere e di riflesso al turismo.

L’arte ci trasporta in dimensioni diverse da quelle solite, ci spinge a elaborare informazioni in modi nuovi e originali, stimola l’intelligenza.

Allo stesso modo, il turismo che si avvale di un contenuto estetico e artistico anche dalle nostre parti acquisterebbe un ruolo che trascende il suo valore commerciale.

Misurabile non solo in termini di beni prodotti o di reddito ma di felicità e consapevolezza.

La società moderna è piena d’immagini e di stimoli: la vera arte però è in grado di creare un’atmosfera, di suscitare un coinvolgimento interiore capace di alterare aspettative, desideri e percezioni.

Esserne consapevoli per noi viestani già sarebbe un deciso passa in avanti.

Da questo sconvolgimento delle priorità interiori deriva la scintilla per una maggiore consapevolezza riguardo alla nostra natura e ai nostri traguardi. Sarà questa la prospettiva futura più probabile e, invero, francamente auspicabile di questo millennio per Vieste?

n.

 

 

 

 

 

-----------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

«Tenace e determinata», così si definisce la sig.ra Rosanna Trotta, moglie del sindaco di Vieste, che ha accettato gentilmente il nostro invito a farle un’intervista, presso la sede di Ondaradio.
Pronta a rispondere alle nostre domande, ci siamo accomodate e abbiamo deciso di iniziare dal principio e dalle varie passioni e sport che le piace praticare.
Non appena riesce a ritagliarsi un po’ di tempo per sé stessa si dedica allo sport e attualmente le piace praticare Hydrobike in piscina.

Ma la sua più grande passione, in realtà, sono i viaggi, di cui ricorda affettuosamente il viaggio di nozze alle Isole Maldive, un luogo eccezionale proprio per la sua atmosfera romantica.
Da quando suo marito è diventato il nuovo sindaco, proprio per gli impegni lavorativi di quest’ultimo ha iniziato a viaggiare di meno, anche se, appena può, organizza viaggi con le figlie, visitando soprattutto l’Italia: «I viaggi sono meglio di mille libri» e dicendo così, spera che anche le figlie riescano in futuro a continuare questa bellissima passione.

Si sente una persona socievole, ma allo stesso tempo amante del silenzio e della tranquillità, nel poco tempo libero disponibile le piace leggere libri gialli, romanzi d’amore o thriller, storie vere, preferendo evitare saggi filosofici o di fantascienza: «Prima avevo più tempo per i film, adesso porto le mie figlie al cinema a vedere film d’animazione, preferisco la commedia italiana, rilassante e non impegnativa», evidenziando l’esigenza di alleggerire in questo modo gli intensi ritmi quotidiani.

Da quando è nato il movimento elettorale “Vieste sei tu” che ha visto principale candidato quello che oggi è il nostro attuale sindaco: l’avvocato Giuseppe Nobiletti, la signora sostiene non esserci stati momenti difficili, grazie ad una scelta ragionata e ponderata di separare la vita politica da quella familiare: «La mia vita ora è più complicata, mio marito è meno presente a causa dei suoi impegni, ma ci sono molti momenti di gioia che ci fanno recuperare il tempo perduto. Voglio che le mie figlie siano fiere del loro papà, mi faccio in quattro per non farle mancare niente, e insieme lo sosteniamo molto e non litighiamo mai», dice candidamente.

Durante una sua giornata “tipo”, si dedica completamente alle figlie, seguendole molto negli studi e accompagnandole alle varie attività extra-scolastiche, ad eccezione della mattina in cui svolge la sua attività lavorativa presso l’azienda di famiglia.
Vivere una favola era il suo sogno da bambina, trovare davvero il “principe azzurro” e dopo qualche anno dal conseguimento del diploma è davvero iniziata, con la conoscenza del suo attuale marito.

L’amore per il diritto l’ha portata a intraprendere gli studi di Giurisprudenza e a conseguire la laurea in questa disciplina in soli quattro anni, ma i due anni di tirocinio a Foggia passati in uno studio legale e nelle aule di tribunali sono serviti a farla riflettere sulle sue scelte future e nonostante l’apertura successivamente di uno studio legale a Vieste, nella sua città, il suo cuore stava meditando altre opportunità imprenditoriali come quella della gestione dell’attività ricettiva di famiglia.

«Non mi pento delle mie scelte, ma considerando la mia attuale professione avrei potuto sfruttare gli anni del tirocinio in modo più proficuo: viaggiando di più e studiando nuove lingue, esperienze che mi sarebbero tornate utili per la gestione dell’albergo. Non era per me esercitare la professione di avvocato, mio marito lo fa ancora, a lui piace, io invece mi sono innamorata dell’attività in hotel».
In tutto questo però la tranquilla Vieste è sempre stata al centro di tutto, nonostante le tante amicizie a Foggia, il suo paese natale le è rimasto nel cuore, esprime rammarico per tutti quei ragazzi che sono costretti ad andarsene per cercare un’occupazione ed è convinta che Vieste ha tutte le potenzialità per creare nuove opportunità di lavoro per i nostri giovani.
Alla fine le abbiamo posto una domanda molto particolare e riconosciamo anche di dubbia e difficile risposta: «Cosa è per lei la felicità?»

E con l’emozione che solo una madre può esprimere, la sua risposta è stata: «La felicità sono i figli, non esiste un’altra gioia più grande di questa, la felicità è di certo vivere con loro in serenità».

Alessia Campaniello
Federica Maggiore
4° A Liceo Scientifico
Progetto Alternanza Scuola-Lavoro

Pubblicato in Personaggi

Il derby Cus Jonico Taranto-Bisanum Viaggi Vieste, in programma oggi, apre la settima giornata di ritorno del campionato pugliese maschile di serie C di pallacanestro. Domani, trasferta anche per la Silac Angel Manfredonia, che sarà impegnata sul parquet della Valentino Castellaneta.
Vieste in campo questa sera, alle 18, al PalaFiom di Taranto. Derby che sarà diretto dagli arbitri Calisi di Monopoli e Grieco di Matera. Importante scontro-salvezza per il quintetto viestano. La formazione allenata da Francesco Desantis viene infatti da quattro sconfitte consecutive e vuole riprendere il cammino verso il traguardo della permanenza. Nel turno scorso, Markovic, Carosi e compagni sono stati bat-tuti in casa, 94-97, dalla Valentino Castellaneta. Vieste e Taranto sono una accanto all’altra in classifica: hanno entrambe 14 punti ed occupano la quint’ultima e quart’ultima posizione. All’andata, successo , casalingo della Bisanum ai danni della compagine ionica (84-75). Tarantini in serie negativa da cinque giornate.
Trasferta delicata anche per la Silac Angel Manfredonia, che domani sarà ospite della Valentino Castellaneta. Salto a due alle 18.15 al palazzetto dello sport di Castellaneta arbitri Di Vittorio di Ruvo e Procacci di Corato. Manfredonia è terz’ultima con 12 punti: nella giornata scorsa, il quintetto sipontino è tornato al successo, dopo due sconfitte esterne di seguito, superando nettamente in casa, per 100-62, la Valle d’Itria Martina. Castellaneta è in zona play-off, settima con 24 punti, e cerca il bis dopo il successo dell’andata a Manfredonia (77-83). La Silac, dal canto suo, insegne altri punti preziosi in ottica salvezza.

La 7a giornata di ritorno -

Cus Jonico
Bisanum Vieste
10 Feb 18:00

Cestistica Ostuni
N.P. Ceglie
11 Feb 18:00

Valle d'Itria Martina Franca
Bk1963 Francavilla
11 Feb 18:00

N.P. Monteroni
Action Now! Monopoli
11 Feb 18:00

Valentino Basket Castellaneta
G. Angel Manfredonia
11 Feb 18:15

Pall. Lupa Lecce
Murgia Santeramo
11 Feb 18:30

Virtus Ruvo di Puglia
Mola New Basket
11 Feb 18:30

Libertas Altamura
Basket Corato
11 Feb 18:30

Classifica

36 - N.P. Ceglie
32 - Basket Corato
32 - Action Now! Monopoli
28 - Libertas Altamura
28 - Bk1963 Francavilla
28 - Cestistica Ostuni
24 - Valentino Basket Castellaneta
24 - Virtus Ruvo di Puglia
22 - Mola New Basket
18 - N.P. Monteroni
16 - Pall. Lupa Lecce
14 - Bisanum Vieste
14 - Cus Jonico
12 - G. Angel Manfredonia
4 - Valle d'Itria Martina Franca
4 - Murgia Santeramo

[r.f.]

 

 

 

-----------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Sport

Anche dopo la terza serata, “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” resta in fascia blu, quella che ospita i brani più apprezzati. La fiaba dedicata al monolite viestano che Max Gazzè sta presentando al 68mo Festival di Sanremo continua a conquistare consensi sia tra i critici che tra gli ascoltatori; nella stessa fascia di merito ci sono anche Lo Stato Sociale, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Diodato e Roy Paci, Ornella Vanoni (con Bungaro e Pacifico), e Ron.

La quarta serata prevede l’assegnazione del titolo di vincitore del Sanremo Giovani ma anche l’esibizione di tutte le 20 canzoni proposte dai big, ognuno accompagnato da un ospite a propria scelta. Max Gazzè si esibirà per settimo (presumibilmente il codice per il televoto sarà proprio 07, ma la conferma la si saprà solo nel corso della trasmissione) e avrà con se sul palco due mostri sacri del panorama jazzistico italiano: Rita Marcotulli e Roberto Gatto.

E a proposito di televoto, anche stasera ci sarà la possibilità di inviare le preferenze (fino a 5 per ogni utenza telefonica) tramite sms al numero 4754751 o chiamando l’894001 da rete fissa. Il costo è sempre di 51 centesimi per ciascun voto. Per oggi e domani, in concomitanza con le ultime due serate del Festival, il peso del televoto aumenta rispetto a quello espresso dalla sala stampa e dalla giuria demoscopica (da questa sera sostituita dalla giuria di esperti): le percentuali, infatti, passano da 40-30-30 a 50-30-20, motivo per cui diventa ancora più importante inviare messaggini e fare telefonate.

Il brano “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” è inserito nell’album “Alchemaya” uscito oggi; un’opera contemporanea con influenze progressive, classiche ed elettroniche suddiviso in due atti: il primo è una vera e propria opera sinfonica originale, un racconto misterioso e fantastico sull'origine ed evoluzione del mondo e dell'uomo, mentre il secondo è composto da una selezione di brani di repertorio, rivestiti da un suggestivo arrangiamento orchestrale e tre brani inediti, tra i quali “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”.

Pubblicato in Spettacolo

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005