Ho letto stamane la lettera pubblicata su Ondaradio " Vieste e il bullismo" e vorrei ringraziare di cuore l'autore, perchè mi ha fatto sentire meno sola. Ho mandato mesi fa, una mail a questo sito denunciare ciò che mi stava accadendo per le vie di Vieste, ovvero una banda di ragazzini che mi insultava nei pressi dei Giardini comunali. Tuttora il problema persiste. Vorrei segnalare che ho visto questi ragazzini, troppo spesso in giro anche la sera fino a tardi (oltre mezzanotte), per le strade della città non accompagnati dai genitori, come lo scorso Marzo in via Marinai d'Italia durante la Fanoja di S.Giuseppe. Faccio un appello alle autorità competenti, perchè non girino la testa dall'altra parte, insultare la gente con allegate minacce di morte e lanciare loro dei sassi è un reato, qualora vedano me o chiunque altro infastidito e insultato mentre passeggia per le strade della propria cittá, intervengano, dovrebbe essere un diritto non calpestabile.

M.R.

Pubblicato in Società

Sei chili di droga sequestrati - 5 chili e 740 grammi di marijuana e 260 grammi di cocaina - e due garganici arrestati ritenuti vicini a un clan locale: è il bilancio di un’ope­razione antidroga condotta mercoledì a Vieste dal «gruppo Gargano» della squadra mobile di Foggia e dai colleghi del Reparto prevenzione anticrimine «Puglia settentrionale» (inaugu­rato un mese fa a San Severo) e del Reparto prevenzione crimine Basilicata. Gli arrestati sono Francesco Quitadamo, 50 anni e Ric­cardo Quitadamo di 18 anni, viestani, finiti in cella per detenzione ai fini di spaccio di 5 chili e 740 grammi di marijuana, mentre proseguono le indagini per scoprire i «proprietari» dei 260 grammi di cocaina rinvenuti durante le per­lustrazioni in campagna. Nella nota stampa della Questura si legge che «Francesco e Ric­cardo Quitadamo sono rispettivamente fratello e nipote di Piergiorgio Quitadamo» (estraneo alla vicenda) «noto esponente della criminalità organizzata viestana, elemento di vertice del gruppo criminale capeggiato da Girolamo Perna, attualmente imperante a Vieste». Arresti e maxi-sequestro di droga sono stati eseguiti «nell’ambito di un servizio di prevenzione e repressione del traffico illecito di so­stanze stupefacenti a Vieste: i poliziotti hanno così effettuato una serie di perlustrazioni e perquisizioni in alcuni casolari nelle contrade Palude Mezzane e Coppitella. Ed è stato nel corso di questa attività» prosegue la ricostru­zione degli investigatori «che all’interno di un rudere adibito a rimessaggio di attrezzatura agricola, è stato rinvenuto un borsone in tela plastificata all’interno del quale c’erano 8 in­volucri contenenti complessivamente 4 chili e 550 grammi circa di marijuana, oltre ad un bilancino elettronico e materiale utile per il confezionamento delle dosi». Mentre era in corso il controllo della squadra mobile e dei colleghi dei Reparti anticrimine «è giunta nei pressi del terreno oggetto della perquisizione un’auto con a bordo Francesco e Riccardo Qui­tadamo. Visto il consistente quantitativo di droga rinvenuto e considerati i rapporti di parentela» (con il presunto esponente del clan Di Pema) «i due viestani sono stati perquisiti, perquisizione poi estesa alla macchina. Ed è all’interno dei veicolo» spiega ancora la Polizia «che è stata trovata una intercapedine appositamente ricavata tra i sedili posteriori dove c’erano due buste contenenti complessivamen­te un altro chilo e 190 grammi di marijuana: vista la flagranza del reato di detenzione di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente (ossia 5 chili e 740 grammi di marijuana), i due Quitadano sono stati dichiarati in arresto». Le perquisizioni e i controlli i poliziotti li hanno poi estesi «a terreni vicini a quello dov’è stata bloccata l’auto con i due indagati: è stato così rinvenuto e sequestrato un bidone sot­terrato ricoperto da materiale di consulta dove c’era una busta con 260 grammi di cocaina mescolata con numerosi chicchi di grano per « preservarne la qualità. Le indagini proseguono per scoprire chi abbia nascosto la cocaina e per individuare il canale di approvvigionamento della marijuana».

gazzettacapitanata

----------------------------------------------------------

Pubblicato in Cronaca

Anche quest’anno, per il XXIesimo anno consecutivo, riparte la rassegna musicale “GIUGNO IN CONCERTO”, manifestazione musicale organizzata dall’Associazione Musicale e Culturale NUOVA DIAPASON di Vieste e che vede come direttori artistici il M° Maria Candelma e il M° Pietro Loconte.

Una rassegna musicale cha ha inizio il 19 giugno con un recital pianistico presso l’auditorium San Giovanni e termina con lo spettacolo finale il 26 giugno presso l’anfiteatro Carlo Nobile, uno spettacolo, questo del 26, che vedrà anche la collaborazione della scuola di danza “Passo d’arte”.

Nell’arco delle cinque serate si esibiranno piccoli e grandi artisti, tra esecuzioni solistiche e band, in un repertorio che spazierà dalla musica classica ai nostri giorni. Tante le classi di strumento coinvolte e tanti i docenti che lavorano all’interno dell’associazione mettendo a disposizione la loro professionalità e competenza. Coodinatrice artistica e didattica della scuola di musica, da oltre 20 anni è il M° Maria Candelma, coadiuvata dai maestri Pietro Loconte e Grazia Gesmundo. A seguire per la classe di batteria e percussioni il M°Antonio Coco, classe di canto il M° Michele Bottalico,classe di chitarra il M° Lorenzo Castigliego, classe di fisarmonica il M° Giovanni Delle Fave, classe di violino il M° Gianpio Notarangelo e per la classe di sax il M° Patrizia Notarangelo.

La cittadinanza è invitata a prendere parte a queste serate e a sostenere i piccoli e grandi artisti viestani.

Pubblicato in Manifestazioni

L’ordinanza.

“Con decorrenza dal 16/06/2018 e fino al 16/09/2018, dalle ore 20:00 alle ore 01:00, che la circolazione e la sosta veicolare nelle vie in premessa elencate, sono regolate secondo le seguenti modalità:

1. DELIMITAZIONE DELL’AREA PEDONALE
Le sottoelencate vie, per il periodo indicato, vengono disciplinate a regime di Area Pedonale urbana dalle ore 20:00 alle ore 01:00 :
– Via Veneto (intera percorrenza)
– Viale XXIV Maggio (fino all’incrocio con Via N. Tommaseo),
– Via Madonna della Libera (da Lungomare E. Mattei a C.so L. Fazzini),
– C.so C. Battisti (intera percorrenza),
– C.so Fazzini (intera percorrenza),
– via S. Maria di Merino (da C.so Fazzini fino a incrocio Corso Tripoli);
– Viale Marinai d’Italia (intera percorrenza, con decorrenza dalla entrata in vigore delle due ZTL “Centro Storico e Borgo Ottocentesco”)

1.1 REGOLAMENTAZIONE
I. In dette strade o tratti di strada la circolazione e la sosta sono ordinariamente interdette a qualsiasi categoria di veicoli, con unica esclusione per quelli in servizio di emergenza;
II. Accesso e sosta consentiti a veicoli destinati a espletare attività tecniche o di cantiere, previo rilascio di permesso di accesso temporaneo all’area pedonale da parte del Comando della Polizia Municipale. In tal caso, la posa della segnaletica verticale relativa agli obblighi e divieti di cui sopra è a totale onere e cura della ditta esecutrice dei lavori; è altresì onere della ditta esecutrice collocare, in corrispondenza degli accessi all’area pedonale, idonei dispositivi complementari di cui all’art.180 Reg. D.P.R. 495/92, atti ad impedirne la sosta in corrispondenza.
III. Accesso e sosta consentiti a veicoli al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie o per bambini rispondenti alle caratteristiche di cui all’art.196 DPR 495/199 e, relativamente ai disabili, previa esibizione di apposito contrassegno di cui all’art.381 DPR 495/1992. La sosta dei veicoli ad uso invalidi non deve recare intralcio.
IV. I veicoli eventualmente condotti in deroga alle limitazione “nell’area pedonale” devono procedere a velocità estremamente ridotta e commisurata alla condizione di possibile pericolo dovuto alla consistente presenza di pedoni e bambini;
Ordina altresì
• l’istituzione del senso unico di circolazione su via Magellano (da L.re Vespucci direzione L.re C. Colombo);
• La sospensione della chiusura del traffico domenicale su C.so L. Fazzini nelle ore diurne.

Dispone che nelle seguenti strade, intersecanti l’Isola Pedonale, dalle ore 20.00 alle ore 01.00, È INTERDETTA la circolazione:
– via Apeneste (da via S.M. di Merino a via Dott. Giuliani);
– via Dott. Giuliani (da via Apeneste a via Principe di Napoli);
– via Principe di Napoli (da via S.M. di Merino a via Dott. Giuliani);
– via Regina Margherita (da via S.M. di Merino a via Dott. Giuliani);
– via Fleming (da viale XXIV Maggio a via Leonardo da Vinci);
– via IV Novembre (intera percorrenza);
– via Milano (intera percorrenza);
– via Napoli (intera percorrenza);
– via S. Eufemia (da via S.M. di Merino a via Dott. Giuliani);
– via S. Maria di Merino (da C.so Fazzini – C.so Tripoli);
– via Trento (intera percorrenza);
– via Trieste (intera percorrenza);
– via Valeri (intera percorrenza).
Il presente provvedimento revoca tutti i precedenti incompatibili con il contenuto del presente dispositivo.

AVVERTE
La violazione alle norme di cui trattasi, fatte salve più gravi responsabilità penali, comporterà l’applicazione delle sanzioni amministrative previste dal Codice della Strada, NONCHE’ la rimozione forzata del veicolo.

I veicoli che espongono L’APPOSITO CONTRASSEGNO PER DISABILI SONO AUTORIZZATI AL TRANSITO NELLE STRADE SOPRA MENZIONATE PER RAGGIUNGERE LE PIAZZOLE DI SOSTA A LORO RISERVATE.
( articolo 11 del DPR del 24.07.1996 n.503, concernente “circolazione e sosta dei veicoli al servizio di persone disabili”)”.

Pubblicato in Ambiente

Vieste, la perla del Gargano fa parlare di se anche per i meriti sportivi dei propri atleti.

Questo è il concetto che la scuola di Karate ASD Kensho Vieste sta scrivendo sulle pagine di

riviste sportive nazionali.

Il 9 e il 10 Giugno si sono tenuti ad Ostia i Campionati Assoluti di Karate Tradizionale e

ancora una volta il giovanissimo atleta Viestano SAMUELE SILVESTRI (Cintura Nera) riesce a

salire sul podio, conquistando un meritatissimo bronzo.

Non è semplice partecipare a tali Campionati e soprattutto non vi possono partecipare tutti.

Infatti a tale specialissimo evento partecipano solo i "Campioni" dei vari campionati disputati

durante l'anno sportivo, sotto l'egida della FIKTA.

Un'altra importante pagina sportiva nella storia Viestana è stata scritta, con protagonista il

giovanissimo atleta Viestano SAMUELE SILVESTRI, accompagnato dall'Istruttore PAOLO RINALDI

(Cintura Nera IV Dan) storico campione viestano che ha vinto praticamente tutto.

Soddisfatto l'istruttore PAOLO RINALDI, che ha seguito accuratamente la preparazione atletica di Samuele

e soddisfatto anche il Direttore Tecnico della Kensho Vieste, Maestro ANGELO TORRE (Cintura Nera VI Dan, Campione del mondo di Karate),

che si è personalmente complimentato sia con Samuele Silvestri, sia con Paolo Rinaldi per l'ottimo lavoro.

Messaggi di auguri al giovane campione giungono da parte di tutto il direttivo Kensho Vieste nella persona del Presidente Sig. Coppolecchia Nicola,

da tutti gli iscritti all'associazione sportiva e dai relativi genitori.

Vieste ancora una volta è presente nelle più importanti pagine sportive Italiane.

Dalla Kensho Vieste

 

Pietro Riccardi

Pubblicato in Sport

Nella giornata di ieri, Il team di investigatori, denominato “Gruppo Gargano”, composto da Agenti della Polizia di Stato  della Squadra Mobile della Questura di Foggia di Foggia, coadiuvato da personale del Reparto Prevenzione Crimine Puglia settentrionale e dell’analogo Reparto Prevenzione Crimine della Basilicata, hanno arrestato Francesco e Riccardo Quitadamo, rispettivamente 50 e 19 anni per il reato di detenzione di ingente quantitativo di sostanza stupefacente.

Nell’ambito di un servizio di prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti nel Comune di Vieste, il “Gruppo Gargano” haeffettuato una serie di perlustrazioni e perquisizioni in alcuni casolari in località Palude Mezzane e Coppitella. All’interno di un rudere adibito a rimessaggio di attrezzatura agricola, è stato rinvenuto un borsone in tela plastificata all’interno del quale vi erano 8 involucricontenenti complessivamente 4,550 kg circadi marijuana, oltread un bilancino elettronico e materiale utile per il confezionamento.

Durante l’operazione è giunta sul posto un’auto con i due uomini a bordo, fratello e nipote di Piergiorgio Quitadamo, noto esponente della criminalità organizzata viestana ed elemento apicale del gruppo criminale capeggiato da Girolamo Perna, attualmente imperante nella città di Vieste. I due sono stati sottoposti a perquisizione personale poi estesa al veicolo: in un’intercapedine appositamente ricavata tra i sedili posteriori, la Polizia ha scoperto due involucri contenenti complessivamente 1,190 kg dimarijuana.

Nei terreni limitrofi è stato scoperto anche 260grammi di cocaina mescolata con numerosi chicchi di grano per preservarne la qualità. Francescoe Riccardo Quitadamo sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità giudiziaria. 

Sono in corso accertamenti volti ad individuare il canale di approvvigionamento della sostanza stupefacente. 

Pubblicato in Cronaca

Ciao a tutti, sono un ragazzo Viestano e mi piacerebbe raccontarvi ciò che accade ultimamente nella mia vita e che, da quanto ho visto in giro, accade a molti altri ragazzi, nel nostro paese. Credo che mascherare questi avvenimenti o sorvolare su di essi sia un fenomeno troppo comune ultimamente.

Passeggiando per Vieste, in uno dei miei soliti giri in solitudine, ho notato che spesso gruppi di ragazzi si divertono ad insultare loro coetanei, o anche persone adulte. Tutto questo lo scrivo, non solamente per raccontarvi cosa succede, ma per esporre un parere dal punto di vista di chi subisce certe cose. Le prime volte la ''vittima'' ride camuffando i suoi dubbi e cerca di condividere quegli attimi scherzosi con gli altri, pensando si tratti di comportamenti passeggeri, dopo inizia ad infastidirsi; dal punto di vista psicologico questo può portare a degli shock. Per chi non lo abbia ancora capito QUESTO È BULLISMO. Sono stato vittima di bullismo per 4 anni di seguito (dalle medie alle superiori) e non è una cosa bella, passeggiare e sentire gente che: urla il tuo nomignolo, ti scatta delle foto o ride spargendo tra la gente dicerie inutili su di te. Non ho idea di quali siano i motivi che possano causare avvenimenti del genere, inoltre da qualche mese, sono vittima anch'io di questi atteggiamenti (di nuovo). Ho provato a mettermi in discussione per cercare di capire cosa sbagliassi, ma soprattutto chi avesse commesso l'errore e se ci fosse stato quale potesse essere stato e quale sarebbe stato il rimedio . Tutti nella vita subiamo degli shock: dalla perdita di un genitore a quella di un amico, da delle violenze in casa alla visione di scene che nessuno dovrebbe mai vedere... Tutto ciò può portare a periodi di decadenza morale che creano rabbia nei confronti di tutto e tutti. Nei mesi precedenti ho perso un sacco di gente che mi era vicina, molti sono spariti, altri hanno invece deciso di prendere le distanze e di essere solamente figure obsolete nella mia vita; solo una persona è rimasta con me e la ringrazio con tutto me stesso. Se il movente di questi vostri modi di fare è solo cercare attenzione, vi garantisco che questa si può attirare in modi più civili e positivi. Le persone non sono dei giocattoli, hanno dei sentimenti, non c'è bisogno sempre di ridursi ad essere infantili per essere considerati.
Non lamentiamoci se poi persone particolarmente sensibili non resistono a questo e concludono la loro vita in modo estremo, ognuno deve assumersi le proprie responsabilità.
Spero che questo venga letto da tanta gente e che le ''vittime'' non si sentano soli perché qualcuno li supporta e vive ciò che anche loro provano. Non è il Pizzomunno a renderci ricchi, ma la solidarietà e il rispetto.

via mail

A causa del maltempo, è stato rinviato al 27 giugno prossimo lo shooting fotografico "Tribute to Dolce e Gabbana” previsto per il 14 giugno a Vieste.

Il programma della manifestazione, che si ispira agli spot pubblicitari di Dolce e Gabbana, è rimasto invariato: si terranno alcuni scatti fotografici nelle ore mattutine (dalle 10.00 alle 12.30) presso il White Hotel (via Italia 2, località Sant’Andrea – Vieste) e nel pomeriggio (dalle 17.00 alle 19.00) nella zona portuale e sul lungomare.

Un tributo a Dolce & Gabbana sulle spiagge di Vieste. Un inno al made in Italy e alla valorizzazione dei colori e dei talenti nazionali”, sottolinea ancora una volta Max Arcano, direttore della Comunicazione della “Telemasud Artstudios”, che organizza la manifestazione. “Abbiamo deciso di metterci in gioco per fare un omaggio alla genialità e alla creatività della moda italiana. A tal proposito, abbiamo scelto due stilisti italiani per eccellenza. Dolce e Stefano Gabbana, dal 2013 in poi, hanno dato vita, con i loro spot e campagne pubblicitarie, ad una visione strabiliante ed immaginifica dello Stivale, sottolineando, in particolar modo, la bellezza del Meridione con il suo mare, la sua pasta, i gelati artigianali, le raffigurazioni sacre, le tradizioni, ma anche la natura rigogliosa e il suo “potere” bucolico. Per questo abbiamo pensato di realizzare uno shooting professionale che potesse raccontare qualcosa di importante: in chiave “reportage fashion street” e “beach wear”, un gruppo di fotografi professionisti (Massimo Ruvio, Mario Vitolo, Fernando Vecchini, Luigi Carbonaro, Marco De Leo, Daniela Citto, Checco De Tullio) scatteranno istantanee alle modelle che interpreteranno lo spot, sullo sfondo dello splendido mare di Vieste e di alcuni degli scorci più belli del Gargano. Non solo. Le modelle cercheranno di coinvolgere la gente del posto a diventare protagonista dello shooting fotografico, invitando bagnanti, pescatori, bambini, passanti, a partecipare come modelli allo spot pubblicitario. Non si tratterà, quindi, di una copia della campagna pubblicitaria dei due stilisti internazionali, ma piuttosto di una nostra interpretazione, sempre con l’obiettivo di celebrare l’originalità e il fascino della cultura italiana, attraverso le bellezze del Gargano e della sua gente”.

Protagoniste dello spot saranno le modelle Loredana Stefhanie Evangelista, Silvia Paola Possidente, Mariamichela Sarcinelli, Melissa Salvemini, Mircea Moldovan, Silvana Sibilano, tutte professioniste, coadiuvate dai fashion designer Luciano Lapadula, storico della moda e Magda Palazzi dell’atelier “Miss Monroe Clothing”, oltre che dalla stylist Letizia Piarulli. Ad occuparsi del make-up delle modelle sarà l’Accademia del Trucco di Foggia, mentre delle acconciature l’hair styling Mirella Fusaro.

 “Giocheremo con i meravigliosi colori della natura, sull’incantevole Gargano, nella piccola cittadina di Vieste, valorizzando le tradizioni, il mare e le attività del posto attraverso l’estemporaneità degli abiti, dei trucchi, degli stili. Cercheremo di catturare attimi speciali con le nostre immagini, promuovendo il territorio italiano e la sua bellezza, attraverso l’esaltazione della creatività che ci ha sempre distinto in tutto il Mondo – conclude Arcano - . Ringrazio per la collaborazione tutti i protagonisti di questo shooting fotografico: in particolar modo Marco Carmassi, special guest, fotografo free lance di “National Geographic”. Ma ringrazio anche Vito Luisi, che sarà insieme a me, il fotografo ufficiale della manifestazione; grazie anche a Mary Littlebells, fashion and travels blogger, per la preziosa collaborazione”.

Pubblicato in Società

Partirà domani, 15 giugno, e terminerà il 30 settembre il servizio di elisoccorso giornaliero (HEMS), in orario diurno H12, per l’Area Gargano con sede nel Comune di Vieste, integrato nel servizio di emergenza sanitaria “118”. Sarà inoltre attivato il servizio di elisoccorso giornaliero (HEMS), in orario notturno H12, con sede nel Comune di Foggia, integrato nel servizio di emergenza sanitaria “118”. Il servizio sarà svolto da Alidaunia srl, azienda leader nel settore, già titolare dell’attività di elisoccorso (HEMS) in provincia di Foggia. Il servizio sarà inaugurato questa mattina alle ore 11, nella sede dell'Elisoccorso di Vieste presso il Centro Omnisport in località “Coppitella”. Previsti gli interventi del sindaco del centro garganico, avv. Giuseppe Nobiletti, del direttore generale dell'Asl Foggia, dott. Vito Piazzolla, e dell'amministratore unico di Alidaunia, avv. Roberto Pucillo.

 In buona sostanza in coincidenza della stagione estiva, a seguito di avviso pubblico di gara, è stato esteso il servizio di elisoccorso provinciale con l’apertura di una nuova base in località Vieste e con l’estensione anche al notturno delle attività svolte presso la base di Foggia. I servizi sopra descritti includono per ciascuna sede, la fornitura di elicottero, attrezzature sanitarie, personale navigante e tecnico, personale medico – sanitario (nello specifico anestesisti, rianimatori ed infermieri esperti in area critica) per lo svolgimento del servizio HEMS (Helicopter Emergency Medical Service) ovvero il servizio di emergenza medica con elicottero che include: soccorsi primari, trasporti secondari urgenti, soccorsi medici extra ospedalieri, attività di eliambulanza e tutto ciò che attiene l’emergenza sanitaria con lo scopo di fornire i trasferimenti necessari nel più breve tempo possibile.

 A tal fine verrà impiegato presso la base H12 diurna di Vieste un elicottero AW109 mentre presso la base H24 di Foggia sarà impiegato il nuovissimo e ultra tecnologico AW169 entrambi della casa costruttrice Leonardo HD.

Pubblicato in Sanità

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005