Ogni giorno è utile quindi per conoscere il nome di chi è chiamato a raccogliere l’eredità di mons. Michele Castoro, spentosi dopo una lunga malattia il 5 maggio scorso e unanimemente compianto dai fedeli. Da circa sei mesi l’arcidiocesi non ha il proprio pastore è ed retta da un amministratore apostolico, mons. Luigi Renna, vescovo della vicina diocesi di Ce­rignola - Ascoli Satriano. Dopo la morte di Castoro, come prevede la procedura canonica, ci sono state le consultazioni da parte del nunzio apostolico in Italia con l’arcivescovo metropolita di Foggia - Bovino, con gli altri vescovi pugliesi e con membri del clero e dei fedeli laici. “La tema” dei candidati formata dalla nunziatura, dopo il vaglio della con­gregazione dei vescovi, è arrivata al Papa per la decisione finale e la nomina. Notevoli sono le qualità di un candidato all’episcopato: trentacinque anni, sacerdote da almeno cin­que, eminente per fede salda, buoni costumi, pietà, zelo per le anime, saggezza, prudenza e virtù umane, e inoltre dotato di tutte le altre qualità che lo rendono adatto a compiere l’ufficio. Deve aver conseguito la laurea dot­torale o almeno la licenza in Sacra Scrittura, teologia o diritto. Questa in sintesi la pro­cedura ordinaria prevista. Ma, soprattutto dal 2013 con Papa Francesco, accade non di rado che sia il Papa da solo a fare la scelta del nuovo vescovo, saltando la procedura e l’istruttoria effettuata dalla nunziatura e dal­la congregazione dei vescovi.

Ciò che può essere successo anche in questa occasione. Per quanto riguarda il nome, già da varie settimane ci sono state voci che identificavano in questo o in quello il nuovo probabile pastore. Sono stati fatti cosi i nomi dell’attuale vescovo di Sora - Cassino - Aquino - Pontecorvo mons. Gerardo Antonazzo, pugliese di Supersano (Lecce) del vescovo di Cassano allo Ionio, mons. Francesco Savino, anche lui pugliese, di Bitonto. Ai nominativi di questi due vescovi e di altri vescovi attualmente a capo di diocesi si sono aggiunte indiscrezioni sulla possibile pro­mozione alla sede episcopale di Manfredonia di un sacerdote. Tra i nomi che si sono rincorsi anzitutto quello di don Carmine Arice, nato nel 1964 proprio a Manfredonia ma vissuto da sempre in Piemonte, attualmente “padre generale” della congregazione religiosa “Società dei sacerdoti di San Giu­seppe Benedetto Cottolengo”. Don Arice è direttore dell’Ufficio nazionale per la pa­storale della salute della Conferenza epi­scopale italiana dal 2012 e membro della Pontificia commissione per le attività del settore sanitario delle persone giuridiche pubbliche della Chiesa dal 2016.

Se non sarà don Carmine Arice ad essere individuato come nuovo arcivescovo di Manfredonia - Vieste - San Giovanni Rotondo (tra l’altro va considerato che è stato eletto su­periore dei “Cottolonghini” solo l’anno scor­so), potrebbe essere comunque sempre un sacerdote, e sempre proprio un religioso a capo di una congregazione religiosa, il pre­scelto da Papa Francesco.

Se, come tutto fa sembrare, la nomina papale per la sede cattedrale di Manfredonia cadrà su un sacerdote, l’eletto dovrà prima dell’insediamento nell’arcidiocesi ricevere la consacrazione episcopale. Ciò che potrebbe avvenire tra novembre e dicembre se non addirittura il 6 gennaio a San Pietro con consacrante principale lo stesso Papa Fran­cesco. Intanto nell’arcidiocesi si continua nella preghiera “pro eligendo episcopo”, per­ché il nuovo pastore “possa amare e go­vernare questa Chiesa secondo il Tuo cuore di Padre e sappia ascoltare e comprendere le attese e i bisogni di tutti i suoi figli”.

Francesco Bisceglia

Pubblicato in Società

La task for­ce annunciata dal Ministero delle Politiche Agricole inizia a dare i suoi frutti. La Direzione generale della pesca marittima e dell’acquacoltura, in collaborazione con il Reparto Pesca Marittima del Corpo delle Capitanerie di Porto, ha infatti stilato la seconda gra­duatoria parziale dei soggetti ri­chiedenti ammessi all’aiuto pub­blico relativo all’arresto tempora­neo delle attività di pesca del 2016 e nell’elenco c’è ovviamente Man­fredonia. Con il decreto dirigen­ziale 21460, pubblicato lo scorso lunedì 28 ottobre, il Mipaaft si as­sume l’impegno complessivo di 3.326.770,60 euro (costituito al 50% da finanziamenti comunitari e fondi nazionali) come aiuto pub­blico a valere sui fondi FEAMP (Fondo europeo per gli affari ma­rittimi e la pesca). L’obiettivo del ministro Gian Marco Centinaio è quello di provvedere entro la fine di novembre alla liquidazione del­le pratiche del fermo pesca bio­logico relative al 2016, per poi pro­cedere con l’adozione della gra­duatoria e iniziare i pagamenti dell’arresto temporaneo del 2017. «Avevamo promesso risposte concrete ed efficaci alle marinerie nazionali e ci auguriamo che que­sto rappresenti solo il primo passo di un cambio di rotta radicale - commenta il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate, esponente M5S della Commissione Agricol­tura alla Camera - La differenza col passato la dimostreremo con i fatti e, pertanto, non posso che plaudire al lavoro condotto sinora dal Ministero delle Politiche Agri­cole e dalla Direzione generale della pesca marittima. L’auspicio è che, entro fine novembre, si con­cluda l’iter di pagamento del fer­mo pesca 2016 per passare quanto prima alle domande del 2017. Da parte nostra - conclude Giuseppe L’Abbate (M5S) - vi è tutta la vo­lontà di ridare slancio alla pesca italiana e, infatti, siamo al lavoro sulla mia proposta di legge per il riordino e la semplificazione nor­mativa del settore ittico e in ma­teria di politiche sociali nel set­tore della pesca professionale». Per le domande non ricevibili e non ammissibili, il Ministero del­le Politiche Agricole sta predispo­nendo le relative comunicazioni di avvio del procedimento di ar­chiviazione mentre per le istanze non riportate nelle graduatorie, l’iter istruttorio è da intendersi in corso di perfezionamento. I 159.891,50 euro giunti sul territo­rio regionale pugliese si vanno a sommare alla cifra erogata il 31 maggio scorso, pari a 1.158.874,10 euro per 298 domande accolte re­lative a 5 marinerie pugliesi.

Pubblicato in Economia

Dal Comune di Manfredonia sono state approvate le misure dell’imposta di soggiorno per persona e per pernottamento, tenuto conto delle classificazioni stabilite dalla normativa vigente e precisamente:

TARIFFA PER PERSONA PER OGNI PERNOTTAMENTO

Alberghi 4 stelle € 2,00

Alberghi 3 stelle € 1,80

Alberghi 2 stelle e 1 stella - Affittacamere €1,50 e Bed & breakfast € 1,50

Residenze Turistico Alberghiere - Country house - Agriturismi – Ostelli – case vacenze – campeggi e villaggi turistici € 1,00

Pubblicato in Turismo

L’Ambito Territoriale dei Comuni di Manfredonia, Monte Sant’Angelo, Mattinata e Zapponeta rende noto che sarà attivato il servizio di Telesoccorso/Teleassistenza, rivolto agli anziani e a coloro i quali sono in condizione di non autosufficienza. Il Telesoccorso è un servizio, attivo 24 ore su 24, che prevede la fornitura, a domicilio, di un’apparecchiatura, collegata alla Centrale operativa attraverso la linea telefonica fissa, in grado di trasmettere il segnale di allarme e consentire la comunicazione tra gli operatori addetti e l’utente. La segnalazione dell’allarme avviene schiacciando un pulsante di un piccolo telecomando, in dotazione dell’utente, di facile e pratico utilizzo. La domanda per accedere al servizio, a firma dell’interessato o suo familiare, compilata su apposito modulo disponibile presso gli uffici di Segretariato Sociale dislocati in ogni Comune dell'Ambito, dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 29 ottobre 2018.

Pubblicato in Sanità

Storia, cultura e passione. E' condensato negli elementi della sua denominazione, il significato della manifestazione in cui, a Manfredonia, vengono coniugate (per la seconda volta in meno di un mese) la promozione turistica con l'amore per le auto d'epoca.

Domenica 21 ottobre il "Club X1\9 Italia", rappresentato in veste di organizzatori da Pasquale e Daniela Mercaldi di Foggia - con la collaborazione del Comune di Manfredonia, dell'Agenzia del Turismo, delle Associazioni "Club auto e moto storiche sipontino " e "Vespisti Sipontini" - propone un evento dal forte appeal promozionale del territorio di Manfredonia con una prospettiva accattivante: quella di un viaggio slow a bordo di auto d'epoca tra le bellezze ed il patrimonio storico-artistico-culturale, a cui prenderanno parte una trentina di equipaggi provenienti da Campania, Abruzzo, Umbria, Lazio e tutta la Puglia.

Una manifestazione nazionale - giunta alla sua 14^ edizione - che è molto più di una semplice gita fuori porta d'inizio autunno e di un nutrito e qualificato raduno di appassionati. I partecipanti saranno guidati alla scoperta di tesori quali l'Abbazia di San Leonardo, gli Ipogei Capparelli ed il Parco archeologico di Siponto, oltre che del "Marina del Gargano" (luogo di partenza del tour) e delle immancabili tipicità dell'enogastronomia locale.

Un'ennesima occasione che conferma la predisposizione di Manfredonia ad essere attrattiva ed accogliente durante tutto l'arco dell'anno e del crescente interesse turistico da parte di nuovi target di ospiti. Per i residenti, l'opportunità di ammirare da vicino auto (di pregevole livello estetico) che hanno fatto la storia del made in Italy famoso in tutto il mondo e salutare l'allegra carovana che attraverserà festosamente la città.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

ore 8.30 incontro c/o Porto Turistico "Marina del Gargano"

ore 9.30 partenza per Abbazia di San Leonardo            

ore 11 partenza per Ipogei Capparelli

ore 12.30 partenza per Basilica di Siponto

a seguire pranzo conviviale c\o "Ristorante Reginella" -"Marina del Gargano"

Pubblicato in Manifestazioni

La Triennale di Milano in collaborazione con il MiBACT, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, ha bandito la sesta edizione del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana, evento con cadenza triennale che intende promuovere e riflettere sulle nuove e più interessanti opere e sui protagonisti che le hanno rese possibili. La Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana punta alla promozione pubblica dell’architettura contemporanea come costruttrice di qualità ambientale e civile, e insieme guarda all’architettura come prodotto di un dialogo vitale tra progettista, committenza e impresa. Il progetto realizzato nel Parco archeologico Santa Maria di Siponto (Manfredonia), facente parte del Polo Museale della Puglia, “Dove l’arte ricostruisce il tempo” di Edoardo Tresoldi è stato selezionato come vincitore del Premio Speciale alla Committenza per il Premio Medaglia d’Oro all’architettura Italiana 2018 della Triennale di Milano.

Pubblicato in Cultura

MuseiinVersi” è lo spazio del Museo dedicato alla presentazione e alla conversazione su tesi e pubblicazioni. Un nuovo spazio finalizzato ad aprire ulteriormente il museo al territorio ed alla comunità e dove far percepire l’INVERSA visione dell’istituzione MUSEO, non più luogo dove ammirare, in religioso silenzio e in ambiente stantio, solo opere d’arte ben conservate. Con questa operazione si vuole avvicinare il fruitore ad una piattaforma dalla quale emerga una caleidoscopica e inebriante mescolanza di sensazioni ed emozioni tali da produrre nel visitatore interesse, piacere e stimoli creativi capaci di alimentarsi e svilupparsi in un ambiente culturalmente dinamico e brioso

In questa occasione dialogheremo sul testo del filosofo Michele Illiceto “Padri, madri e figli nella società liquida – Antropologia dei legami familiari” edito da Andrea Pacilli. Il testo indica la strada per uscire dalla crisi della genitorialità che è anche crisi di adultità. Rivisitando la figura della madre come colei che lascia il figlio senza trattenerlo, e del padre come colui che lo lascia andare via senza smettere di amarlo, l’autore presenta il figlio come dono e sorpresa. Ma tutto ciò esige adulti che sappiano essere custodi e mai padroni.

Il prof. Michele Illiceto, autore di diverse pubblicazioni, è docente di storia della Filosofia moderna e contemporanea presso la facoltà Teologica Pugliese di Bari e presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Giovanni Paolo II” di Foggia ed insegna presso il Liceo Classico “A. Moro” di Manfredonia.

Saranno presenti l'autore del libro, Michele Illiceto, che dialogherà con il nuovo primario di Neuropsichiatria Infantile degli Ospedali Riuniti di Foggia, Anna Nunzia Polito, il direttore del Museo Nazionale, Alfredo de Biase, i giornalisti ed il pubblico presente in sala.   Vi aspettiamo al Museo.

Ingresso libero.

Orari di apertura

Castello svevo angioino di Manfredonia                                       Parco Archeologico di Siponto

12 ottobre dalle ore 08:30 alle ore 23:00                                         dalle ore 9:00 alle ore 18.00

(ultimo ingresso alle 22.00)                                                              (ultimo ingresso alle 17:30)      

Pubblicato in Cultura

 Il Miele di Fiori di Ferula di “Mieli Papagna” di Manfredonia, conquista un prestigioso riconoscimento al Concorso Nazionale “Grandi Mieli d’Italia “. La storica azienda apistica “Mieli Papagna” ha conseguito il premio di “Due Gocce d’Oro” al Concorso Nazionale “Grandi Mieli d’Italia Tre Gocce d’Oro 2018” promosso dall’Osservatorio Nazionale Miele, che per la prima volta ha attribuito un riconoscimento così elevato a questa varietà di miele, classificatosi oggi tra i migliori d’Italia.

Pubblicato in Ambiente

L’educazione alimentare dei bambini è il primo passo fondamentale per la prevenzione e la cura di malattie e per contribuire al mantenimento di un ottimale stato di salute in età adulta. Il progetto "Crescere sani con gusto", realizzato dall'Agenzia del Turismo in collaborazione con il Centro Commerciale Gargano e con il patrocinio del Comune di Manfredonia,  vedrà coinvolti gli alunni della città di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni per approfondire i principi dell’educazione alimentare.

 "Il progetto - spiega il presidente dell'Agenzia del Turismo Saverio Mazzone - si pone come obiettivo quello di far conoscere ai bambini l’importanza dell’alimentazione, sviluppando un comportamento responsabile nella scelta dei cibi. E, in questa edizione, sarà riservata un’attenzione particolare ai prodotti locali, coerentemente con gli obiettivi dell’Agenzia, sempre tesa alla promozione del territorio".

 A tutti gli istituti comprensivi di Manfredonia è stato diramato un invito per trascorrere una mattina tra il 22 ottobre ed il 16 novembre presso il Centro Commerciale Gargano dove le hostess coinvolgeranno i bimbi in attività ludiche, mentre la dottoressa Sara Delle Rose, specializzata in igiene e sicurezza alimentare, educherà i bambini a leggere le etichette dei prodotti e ad individuare i cibi genuini. 

Presso il centro commerciale i piccoli alunni troveranno, inoltre, una riproduzione tridimensionale della 'piramide alimentare' che insegna cosa e in che quantità mangiare per un’alimentazione bilanciata e sana.

 A tutti gli scolari sarà fornito come strumento di lavoro un opuscolo, i cui contenuti sono curati dalla giornalista Maria Teresa Valente che già nel 2008 e nel 2009 aveva realizzato il progetto 'Crescere sani con gusto' con il quotidiano d'informazione locale Manfredonia.net. L'opuscolo sarà la base da cui i bambini potranno partire per sviluppare, con insegnanti e genitori, un percorso che li conduca verso l’acquisizione di un atteggiamento più consapevole e responsabile nei confronti dell’alimentazione.

"Sono felice che il centro possa ospitare i bambini per un progetto in cui credo molto, perché sono convinto che salute ed alimentazione siano un binomio inscindibile", è il commento di Claudio Casalino, direttore del Centro Commerciale Gargano.

L’importanza dell’educazione alimentare è stata evidenziata anche dalla riforma dell'istruzione scolastica del 2015 che prevede appunto che gli insegnanti indirizzino gli studenti, e per mezzo di essi le famiglie, allo sviluppo di comportamenti ispirati ad uno stile di vita sano, con particolare riferimento all’alimentazione.

 "Un progetto che pone le basi per un approccio più corretto nei confronti dell'alimentazione, perché, come si dice, 'la salute vien mangiando'", spiega il sindaco Angelo Riccardi che si è detto lieto dell'iniziativa e sicuro che possa portare risultati interessanti.

Pubblicato in Società

Una ta­sk force per accelerare le pro­cedure di liquidazione delle pratiche del fermo pesca tem­poraneo obbligatorio. L’obiet­tivo è quello di assicurare entro la fine di novembre la liquidazione delle pratiche re­lative al 2016, per poi pro­cedere con l’adozione della graduatoria e iniziare i pa­gamenti dell’arresto tempo­raneo del 2017. Ad annunciare la task force costituita dalla Direzione generale della pesca marittima e dell’acquacoltura, in colla­borazione con il Reparto pe­sca marittima del Corpo delle Capitanerie di Porto, è il mi­nistro delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del tu­rismo Gian Marco Centi­naio. «Non possiamo che espri­mere tutta la nostra soddi­sfazione per questo cambio di rotta in confronto al passato mirato a dare risposte con­crete ed efficaci, in tempi im­mediati - commenta il de­putato pugliese Giuseppe L’Abbate, esponente M5S del­la Commissione agricoltura della Camera Condividia­mo anche la decisione di chie­dere garanzie per il budget complessivo previsto nel Fon­do europeo per gli affari ma­rittimi e della pesca. Nel frat­tempo, in sede parlamentare, è nostra intenzione iniziare presto il percorso della mia proposta di legge per il rior­dino e la semplificazione nor­mativa del settore ittico e in materia di politiche sociali nel settore della pesca pro­fessionale. Disposizioni che si arenarono nella scorsa Le­gislatura trovando il favore di un solo ramo del Parlamento e che - conclude L’Abbate - gli operatori attendono da tempo affinché si ridia slan­cio alla pesca italiana».

Pubblicato in Economia

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005