Stavolta sembra che ci siamo. E’ stata necessaria la minaccia di sanzioni comunitarie a danno del Comune di Lesina, della Provincia di Foggia e della Regione Puglia perché quest’ultima a febbraio disponesse lo stanziamento di 560mila euro per la rimozione di ciò che resta della carcassa dell’Eden V la nave che nel 1988 s’incagliò sull’arenile di Lesina. ‘Eden V’ è l’ultimo dei tanti nomi assunti da un cargo di tremila tonnellate fabbricato in Giappone nel 1968 e dalla storia desolante: faceva la spola tra porti del Mediterraneo trasportando clandestinamente armi e rifiuti pericolosi. Quando naufragò sul litorale di Lesina la nave era salpata da Beirut o da Tripoli, doveva aveva scaricato legname, e da lì era diretta a Ploce, un porto croato. Al momento del naufragio batteva bandiera maltese, ma poi risultò che i documenti erano falsi. Il comandante, un libanese, si dileguò subito dopo essere stato interrogato... La nave trasportava fusti contenenti materiale radioattivo. Ventitré di quei barili, per un totale di due tonnellate di materiale, ancora nel 2009, erano sparpagliati sulla spiaggia nel raggio di tre chilometri (si ritiene che il ben più consistente resto di quel carico sia stato liberato in mare dall’equipaggio). Non reclamata da nessuno, la Eden V rimase lì. Che fare? Il danno ambientale era enorme. Ci furono alcuni tentativi di rimozione promossi da privati; nessuno di essi andò a buon fine. Servivano risorse e mezzi imponenti per smantellare quella che in breve tempo era diventata una carcassa. Cominciò il rimpallo delle competenze. Stante la situazione di stallo, nel 2005 il Ministero dell’Ambiente provò a minimizzare il problema dichiarando in risposta da un’interrogazione parlamentare che non esisteva alcun rischio ambientale e che il relitto non costituiva alcun pericolo. Si sollevò un vespaio al quale si cercò di rimediare l’anno dopo avviando una gara d’appalto per la demolizione. Una ditta vinse la gara e cominciò il lavoro, che però dovette interrompere nel 2007 essendosi scoperto che mancava l’autorizzazione allo smaltimento dei rifiuti. In qualche modo, tuttavia, la rimozione continuò. A fine marzo del 2014 dell’Eden V restava solo il fondo dello scavo. Saranno sufficienti quei 560mila euro a liberare la spiaggia di Lesina di quella specie di ecomostro? E se sì, in quanto tempo? Eppure alla fine qualcuno avrà a dispiacersi della rimozione di ciò che resta dell’Eden V. Mai relitto si era prestato meglio allo scatto fotografico. Sono milioni i fotogrammi che ritraggono l’agonia di quel cargo, passato dalla sua scomoda interezza a gradi di ‘scomposizione’ progressivi che l’hanno reso sempre più inquietante, eppure a suo modo fascinoso. Alcuni di questi fotogrammi sono anche stati premiati. Arte e relitto possono andare d’accordo.

Pubblicato in Ambiente

E’ invasione di meduse nei nostri mari. «Negli ultimi 10 anni gli avvistamenti di questi organismi gelatinosi lungo le coste sono aumentati addirittura di dieci volte», afferma Angela Santucci, biologa marina ricercatrice dell’Istituto di Scienze Marine del Cnr di Lesina.
Misteriose, maestose e affascinanti, le meduse sono quasi sempre temute dai bagnanti, a torto o a ragione. La maggior parte è innocua o tutt'al più punge e sono in genere le «nostrane», mentre le meduse «forestiere», cioè quelle tropicali o sub tropicali arrivate da noi attraverso il canale di Suez, sono pericolose e possono sino a provocare la morte. Per frenare il fenomeno, la biologa suggerisce di vestire i panni di «sentinella delle meduse», segnalandone l’avvistamento ad associazioni ambientaliste e dall’altro, «visto che sono ricche di proteine, amminoacidi essenziali, sostanze antiossidanti e collagene, preziosi per la dieta umana, potrebbero diventare una gustosa risorsa alimentare.

Pubblicato in Ambiente

Appuntamento a Lesina il 9 Marzo per i pensionati della CNA per partecipare ad una importante iniziativa di approfondimento sul tema della dieta mediterranea, patrimonio immateriale dell’umanità. L’argomento verrà trattato da punti di vista differenti visto che “la dieta mediterranea” non riguarda solo il comportamento alimentare ma costituisce nel suo insieme lo stile di vita quotidiano della persona. In modo particolare il dott. Matteo Marolla, specialista in scienza dell’alimentazione, e la dottoressa Valeria Lipartiti tratteranno il tema dello stile alimentare per la prevenzione dei disturbi metabolici nella terza età.
Recuperare le tradizioni alimentari della nostra terra quindi è una sfida importante non solo per conservare e trasferire alle nuove generazioni la gastronomia popolare che tanto fa ricca la Capitanata ma anche per tenere sotto controllo le malattie moderne collegate ad una alimentazione disequilibrata. Sulla gastronomia popolare relazionerà la professoressa Grazia Galante, autrice di diverse pubblicazioni sulla cultura alimentare della Capitanata. Non una semplice elencazione di ricette ma la scoperta di come il territorio forma il gusto di una popolazione abituata a vivere tra terra ed acqua. Scopriremo così vere perle della gastronomia, povera nelle materie prime ma ricca di sapienza nella preparazione. Nell’anno del cibo italiano sarà la dottoressa Sabrina Pupillo a presentare i prodotti alimentari del Gargano che nascono dalla sapiente manipolazione dei frutti della nostra terra. L’olio, le arance, il grano, i legumi, le erbe da orto, i pesci delle lagune che costituiscono le materie prime da cui prendono forma eccellenze gastronomiche tanto apprezzate dai turisti. Proprio ai turisti, e tra questi gli anziani, si rivolge l’intervento di Domenico Antonacci, guida esperta del territorio, che presenterà gli ambienti del Gargano attrezzati per una fruizione sicura. Un turismo slow, sostenibile non solo per l’ambiente ma anche per i fruitori, è la proposta degli operatori organizzati nella rete “I laghi di Puglia” rivolta a chi vuole vivere momenti di tranquillità in ambienti sicuri. Vivere la terza età con lo spirito attivo, alla ricerca di nuovi momenti di socializzazione, è la sfida che lancia
CNA PENSIONATI ai propri associati che in provincia di Foggia hanno ormai da tempo superato la soglia mille. L’invecchiamento attivo deve essere una nuova opportunità per vivere in modo non problematico l’insorgere della terza età. In quest’ottica CNA PENSIONATI vuole integrare i servizi tradizionali che eroga ai soci con nuovi servizi finalizzati a valorizzare il saper fare di cui gli anziani sono portatori ed al tempo stesso proponendosi di aggregare la domanda di consumo di questa parte di popolazione.

Su questi temi interverrà Beatrice Tragni, segretaria nazionale di CNA PENSIONATI, che si tratterrà a Lesina anche la giornata di domenica insieme con una delegazione di CNA Puglia per sperimentare direttamente la proposta di fruizione sostenibile del territorio dei Laghi.

Dott. Antonio Trombetta
direttore provinciale

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------

Informazione pubblicitaria/ Festa della donna: I FIORI da regalare a tutte le donne sono alla GARGANICA

Mimose, certo, ma non solo! Per la festa della donna il regalo più bello da fare e ricevere è sicuramente un bouquet di splendidi fiori: attenzione però a quelli che regalerete! Ogni fiore ha un significato preciso e potreste fare terribili gaffe se non sceglierete i fiori giusti!
Per questo LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!
Perché LEI è così affascinante. È un’avventura che richiede coraggio, una sfida che non annoia mai. Se Dio non avesse fatto la donna, non avrebbe fatto il fiore.

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Società

C’è un progetto di fattibilià, ci sono i soldi stanziati dalla Regione Puglia (ben 560mila euro), c’è anche una delibera della giunta comunale di Lesina che perfeziona l’iter burocratico: insomma sembra esserci tutto quel che serve per avviare i lavori di rimozione dei resti del relitto della nave «Eden V», arenatasi nel dicembre del 1988 sulle coste di Lesina. E’ quando si evince dal contenuto di una recente delibera della giunta del Comune di Lesina che «prende atto dell’approvazione, in sede di conferenza preliminare dei servizi, del progetto di fattibilità tecnica ed economica per la rimozione del relitto della nave Eden V, avente importo complessivo di 560mila euro».
Nello stesso documento varato dagli amministratori del paese, la giunta «prende atto della concessione del finanziamento regionale di 560mila euro; autorizza il sindaco di Lesina, Pasquale Tucci, alla sottoscrizione del disciplinare regolante il predetto finanziamento; nomina l’ingegner Paola Stornelli (responsabile del settore lavori pubblici-patrimonio-difesa del suolo e ambiente del Comune di Lesina, ndc) quale responsabile unico del procedimento per l’intervento di rimozione del relitto della nave Eden V». Sottolineando fra le altre cose che nel giugno del 2016 «il ministero dell’ambiente ha anche sollecitato il Comune di Lesina, la Regione Puglia e la Provincia di Foggia, all’adozione di misure idonee a scongiurare il rischio di una sanzione comunitaria da parte dell’Unione europea che sulla questione ha aperto un apposito fascicolo». Il rischio è che «qualora dovessero perdurare i ritardi nella rimozione del relitto, il tutto porterebbe all’attivazione di una procedura per l’applicazione della sanzione comunitaria» a carico degli enti inadempienti.
Ecco perché subito dopo quella sollecitazione, il Comune di Lesina si è attivato ed ha convocato un tavolo tecnico, con rappresentanti della Regione Puglia e della Capitaneria di porto, conclusosi con l’impegno del Comune a predisporre un progetto di fattibilità per la rimozione del relitto.

Michele Toriaco

 

 

--------------------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Buone notizie sul fronte ambientale dalla Regione Puglia per il Parco Nazionale del Gargano. La Regione ha, infatti, stanziato ben 560 mila euro per rimuovere il relitto della nave "Eden V" che si trova arenata di fronte al Bosco Isola di Lesina ormai da oltre un ventennio. Altri 100 mila euro, invece, saranno destinati sempre al Comune di Lesina per la pulizia dei 20 chilometri di litorale in prossimità del Bosco Isola.

Pubblicato in Ambiente

La Festa della Paranza, in programma a lesina per il 5 di Novembre ospiterà nella mattinata un convegno che si preannuncia molto importante per il settore della pesca.
Infatti il convegno si terrà a pochi giorni di distanza dall’approvazione in consiglio regionale del disegno di legge sulla ‘Pianificazione e sviluppo della pesca e dell'acquacoltura regionale'.
La Regione Puglia infatti, pur ospitando sul suo territorio il sistema lacustre più importante del mediterraneo meridionale, ( il Lesina e Varano) non si è mai dotata di una legge quadro sulla pesca limitandosi a regolamentare la pesca nella acque interne con ordinanze presidenziali e delibere di Giunta.
La carenza legislativa ha di fatto lasciato lo sfruttamento delle risorse in uno stato di anarchia che ha impoverito il territorio e sta portando alla scomparsa il mestiere del pescartore.
Il disegno di legge non risolve da solo queste questioni ma per lo meno traccia una linea di responsabilità che deve concludersi con l’adozione di regolamenti specifici per i due laghi. Va dato merito all’Assessore di Gioia di aver riproposto alla Regione Puglia il tema della pesca e della valorizzazione dei Laghi. Di questo territorio non si parlava più ormai dagli anni 80 del secolo trascorso.
Non c’è sviluppo senza regole e non c’è sviluppo senza certezza dei diritti e dei doveri. Per questo il richiamo alla legalità nel dibattito programmato per giovedi.
C’è anche chi sollecita una attenzione particolare alle specificità della categoria. Ridotta ormai al lumicino con poche famiglie che tramandano per generazioni il mestiere non può reggere la concorrenza che nel sistema della pesca è ormai di natura globale.
Il pescatore di lago deve essere considerato per quello che è: il primo se non unico presidio della qualità ambientale del patrimonio lacustre.
Una figura complessa che ha bisogno di percorsi formativi specifici con una regolamentazione nell’accesso alla professione.
La regione deve impegnarsi nella definizione di un percorso formativo che qualifichi la figura del pescatore che è chiamato ad attuare una pesca sostenibile capace di rispettare gli animali protetti come l’anguilla e soprattutto gli habitat caratteristici.
Come si vede le questioni sul tappeto sono tante e c’è da lavorare soprattutto per la valorizzazione di una risorsa specifica della Capitanata. Dall’Assessore di Gioia ci aspettiamo una forte accelerazione in questo senso.
Il Direttore provinciale

Pubblicato in Ambiente

Stanziati 560mila euro per la ri­mozione del relitto (quel che resta) della "Eden V" la nave arenatasi sulla costa di Lesina nel 1988. Li ha messi a disposizione la Regione Puglia e sono stati destinati al Comune del centro lagunare dopo una serie di incontri con tanto di progetto per la rimozione dello scalo ormai declassificato a “rifiuto”. Era il 16 dicembre 1988 quando, alle ore 16.25, la nave venne avvistata da un elicot­tero della Guardia costiera in­cagliata lungo le coste di Ma­rina di Lesina. Seguirono contatti radio tra la Capita­neria di porto di Manfredonia e il comandante della Eden V, il libanese Hamad Bedaran, che non aveva lanciato il ma­yday rifiutando ogni forma di assistenza e sostenendo che non correva pericolo e che di lì a poco avrebbe disincagliato il mercantile. L'ufficiale, prima di sparire nel nulla, venne interrogato dal sostituto procura­tore Eugenio Villante della Procura di Lucera, al quale dichiarò che la nave era salpata da Beirut dove aveva scaricato legname, e da lì aveva pun­tato a Porto Tolero, in Jugoslavia, per caricarvi una partita di ferro. Tesi che cozzava con alcune, secondo le quali la nave effettuava traffici tra le varie sponde del Mediterraneo. Le circostanze del naufragio non sono state mai chiarite. Nel 2006 si è conclusa una gara d'appalto per la rimozione del relitto, ma la demolizione è stata interrotta nel 2007, poiché l'azienda incaricata non aveva avuto le autorizzazioni per il consenso dello smaltimento dei rifiuti. È uno dei relitti più discussi del Mediterraneo in quanto si trova in un tratto di zona di rilievo internazionale vincolato dalla Convenzione di Ramsar, all'in­terno del Parco nazionale del Gargano.

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Un ristoratore di 39 anni, Luigi Di Palma, con precedenti penali, di Lesina, è stato arrestato dai carabinieri del comando provinciale di Foggia in collaborazione con i 'Cacciatori di Calabria' che recentemente sono stati inviati come rinforzo a Foggia e in provincia dopo l'agguato avvenuto il 9 agosto scorso a San Marco in Lamis in cui sono morte quattro persone e dopo i numerosi gravi fatti di sangue che si sono verificati in provincia nell'ambito della guerra tra clan. Nel corso di una perquisizione all'interno di un garage di sua proprietà in via Pineta di Levante sono state trovate due uniformi complete tipo arma dei carabinieri; 7 pettorine blu riportanti la scritta "carabinieri", in tutto simili a quelle in dotazione ai reparti investigativi, una paletta con la scritta vigili urbani di San Severo, due ordigni esplosivi di tipo artigianale, due pistole automatiche e involucri contenenti cocaina e marijuana

Pubblicato in Cronaca

Oltre mille portate tra bruschette, primi, cartocci e dolci: salicornia, datterini, cozze, cime di rapa, con accostamenti sorprendenti, e l'immancabile paranza conquistano i visitatori dell'ottava edizione di Lagoloso Estate a Marina di Lesina, nella prima settimana di agosto. All'opera, un esercito di cuochi da tutta la provincia capitanati in cucina dallo chef Cesare Di Nauta. Affollati, come ogni anno, gli stand delle degustazioni lungo il viale Centrale. La formula dell'evento enogastronomico organizzato dall'associazione I Custodi degli Antichi Sapori e dall'Associazione Cuochi Gargano e Capitanata si rivela ancora una volta vincente.
Interessanti spunti sono arrivati dal convegno inaugurale sul tema "Gusto 4.0: filiera lagunare e innovazione". A fare gli onori di casa il presidente dell'Associazione Cuochi Gargano e Capitanata, Mario Falco: "Abbiamo bisogno di raccontarci, lo facciamo attraverso la ristorazione. Come ogni anno siamo felici di comunicare il territorio, perché c'è bisogno di farlo conoscere a tutti". Dall'assessore al Turismo del Comune di Lesina, che ha patrocinato l'evento, Antonio Lombardi, è partito l'appello ai più alti livelli istituzionali, per sostenere la promozione del territorio della Laguna e della sua Marina."Abbiamo bisogno dell'aiuto vero dei politici, perché siamo deboli in quest'area del nord del Gargano, nonostante si contino le presenze turistiche più numerose". Raffaele D'Adamo, responsabile del CNR-ISMAR UOS Lesina, ha illustrato le attività e gli studi della locale sezione dell'Istituto di Scienze Marine a partire dal 1968, e ha fornito i dati relativi al comparto della pesca in Laguna.
Appassionato l'intervento di Pascal Barbato (Fulgaro Panificatori): "Scelgo sempre il territorio e chi condivide con me l'amore per il territorio. È fondamentale per me guardare in faccia i produttori, riconoscermi nella stessa eticità che ci costringe la mattina ad alzarci". Il deputato Angelo Cera e il consigliere regionale Napoleone Cera hanno rinnovato l'impegno, ai rispettivi livelli, per la salvaguardia e la promozione del territorio.
Particolarmente apprezzati i prodotti dell'azienda di Luigi Turco e i dolci tipici preparati dall'Associazione I Buonissimi di Poggio Imperiale. "Lagoloso cresce ogni anno di più in termini di qualità e spessore - ha commentato Patrizia Di Nauta dell'Associazione I Custodi degli Antichi Sapori - Quest'anno abbiamo scelto di valorizzare ulteriormente i prodotti delle aziende locali che hanno collaborato con noi. Abbiamo bisogno del sostegno sempre più convinto di tutti, delle istituzioni in primis, che ci incoraggino ad andare avanti perché è importante lavorare insieme ad un unico obiettivo: la valorizzazione del territorio e dei nostri straordinari prodotti".

Pubblicato in Manifestazioni

E' stato inaugurato ieri mattina sul lungolago di Lesina il primo mercatino del pesce a chilometro zero. I pescatori del piccolo centro lagunare, di rientro dalla famosa pesca con la paranza, potranno effettuare la vendita diretta dei prodotti della piccola pesca. Il Comune di Lesina ha realizzato questa opera pubblica con il progetto di rigenerazione urbana. Il mercatino del pesce è stato dedicato al sindaco pescatore di Pollica, Angelo Vassallo, barbaramente ucciso la sera del 5 settembre del 2010 mentre rincasava a bordo della sua auto. A Lesina, ieri, è giunto il fratello, Dario, presidente dell'omonima Fondazione, per l'inaugurazione. Insieme a lui, il sindaco di Lesina, Pasquale Tucci, il presidente del CNA Foggia, Tonino Trombetta, il presidente del Parco del Gargano, Stefano Pecorella e il vice presidente della Provincia, Rosario Cusmai. "Con l'intitolazione al sindaco pescatore Angelo Vassallo - ha affermato il primo cittadino di Lesina - vogliamo continuare a sostenere le sue idee e le scelte di un'economia sostenibile, basata sulla conoscenza e le risorse lagunari. Con Angelo Vassallo - aggiunge Tucci - vogliamo continuare a crescere, imparando a condividere tante idee per diffondere maggiore consapevolezza sui temi della legalità, dell'ambiente, ma soprattutto vogliamo, nel suo ricordo, iniziando da Lesina, contaminare la cultura sana dell'intera comunità costiera del Gargano".

Dopo Peschici arriva il sigillo della Fondazione Vassallo anche ai comuni di Zapponeta e Lesina, da oggi "Borghi di pescatori", nel segno di Angelo Vassallo, il sindaco-pescatore di Pollica (Sa). Angelo Vassallo fu assassinato nel Cilento il 5 settembre 2010. Accompagnato dal vive presidente della Provincia, Rosario Cusmai, Dario Vassallo, fratello di Angelo e presidente della Fondazione, ha trascorso il fine settimana in Capitanata. Prima a Zapponeta dove ha incontrato il sindaco e la giunta, poi a Lesina per l'inaugurazione del mercatino del pesce. Vassallo su Zapponeta: "Una bella realtà, un'amministrazione giovane composta da ragazzi poco più che ventenni e dove il sindaco ha solo 46 anni e tanta voglia di cambiare in meglio il paese. Ho notato che tutti gli amministratori di Zapponeta si impegnano per uscire dal deficit di bilancio e per risollevare il piccolo centro rivierasco ispirandosi ai valori di Angelo". Vassallo su Lesina: "Un'esperienza emozionante. Dedicare il mercatino del pesce al sindaco pescatore è il massimo. Mi fa molto piacere che la Puglia si ricorda di Angelo Vassallo". Ma la visita in Capitanata del presidente della Fondazione è servita soprattutto per promuovere il No al prossimo referendum costituzionale. "Votiamo No perchè la nuova riforma impoverisce i territori che con la vittoria del Si si allontanerebbero definitivamente da Roma dove si accentuerebbero tutti i poteri". E dalla provincia di Foggia Vassallo candida Michele Emiliano leader nazionale del centrosinistra. "Emiliano è la persona giusta per guidare il Paese. E' un magistrato che da sempre mette al primo posto la legalità". La sfida a Renzi? "E' la sfida alla malapolitica che si associa con alcuni personaggi che con la legalità non hanno nulla a che vedere".

Saverio Serlenga

Pubblicato in Economia
Pagina 1 di 2

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005