L'assise, nella scorsa seduta, ha approvato all'unanimità un ordine del giorno che impegna il sindaco Franco Landella e la giunta comunale ad incontrare i vertici Anas sì da scongiurare il prolungamento della chiusura parziale della galleria di Monte Saraceno durante il periodo estivo, onde evitare gravi perdite economiche per gli operatori turistici del Gargano e per le numerose famiglie impegnate nel comparto e disservizi per i residenti".
"Si chiede, inoltre - scrivono ancora i consiglieri-, di estendere il provvedimento a tutti i Comuni della Capitanata affinchè il territorio provinciale possa presentarsi compatto rispetto a questa istanza, richiedendo urgentemente un incontro a Roma con Anas e Ministero Trasporti e Infrastrutture".

Pubblicato in Società

Il lavoro del Governo regionale pugliese sul dossier Aeroporto “Gino Lisa” sta intensificandosi in ogni direzione per conseguire un obiettivo fondamentale nel sistema integrato degli aeroporti pugliesi.
A Bruxelles è maturato un passaggio cruciale, con la valutazione di piena compatibilità con la normativa comunitaria delle azioni elaborate e programmate dalla Regione Puglia sull’aeroporto di Foggia: dall’investimento di 14 milioni di euro (già disponibili nel bilancio regionale) per allungarne la pista, alla gestione inquadrata nell’ambito del Servizio di interesse economico generale, passando per la concentrazione nello scalo delle funzioni di Centro strategico per la Protezione civile.
E’ quanto emerso nel corso dell’incontro che si è svolto a Bruxelles, tra l’assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione, Raffaele Piemontese, e Giorgio Perini, responsabile degli Aiuti di Stato per la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione europea.
“E’ un risultato molto incoraggiante, frutto di un lavoro costante, silenzioso e pragmatico, che mette il vento in poppa alle diverse azioni che la Regione Puglia ha messo in campo per potenziare l’aeroporto di Foggia e renderne sostenibile la futura gestione economica e operativa”, ha dichiarato Piemontese con riferimento alla questione dell’impiego del cento per cento di risorse pubbliche da destinare sia all’allungamento della pista di volo, sia per costituire un centro strategico e polo logistico della Protezione Civile, sia per soddisfare le esigenze di connettività dei passeggeri della provincia di Foggia, che per il generale funzionamento futuro dello scalo.

All’incontro, negli uffici di Rue du Marteau, a cui Piemontese ha partecipato su mandato del presidente Michele Emiliano e d'intesa con il vicepresidente e assessore regionale ai Trasporti Antonio Nunziante e il collega Leo Di Gioia, erano presenti anche il vicepresidente di Aeroporti di Puglia SpA, Antonio Vasile, il direttore progetti speciali e la responsabile dell'Ufficio legale della società di gestione degli scali pugliesi, Patrizio Summa e Raffaella Calasso.
“Torniamo al lavoro sul ‘Gino Lisa’ confortati al massimo livello possibile - ha proseguito l’assessore regionale al Bilancio e Programmazione - intorno a una questione complessa che, finalmente, siamo riusciti a sbrogliare con il coraggio delle scelte nette e l’intelligenza di visione con cui il presidente Michele Emiliano ha sostenuto un investimento strategico per la Puglia intera”.

Alle buone notizie sul fronte delle regole comunitarie che sovrintendono il delicato settore del trasporto aereo, si aggiunge anche la ripresa dell’iter, in seno al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, riguardante la compatibilità urbanistica delle opere di allungamento della pista.
Come aveva prospettato la Regione Puglia e su sollecitazione dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, il Provveditorato alle Opere Pubbliche per la Puglia ha aperto un nuovo procedimento per l’accertamento della compatibilità urbanistica.
Serratissimo l’iter semplificato disposto dal dirigente del Provveditorato, Tommaso Colabufo, facendo tesoro degli indirizzi che Regione Puglia e AdP avevano manifestato, decidendo di non ricorrere contro l’archiviazione del 24 gennaio scorso in modo da “salvare” i pareri che erano già stati espressi e non impantanarsi in contenziosi davanti al TAR.
Utilizzando il modello semplificato di conferenza di servizi introdotto nel 2016, il Provveditorato ha disposto, infatti, che gli uffici dei vari enti invitati alla conferenza trasmettano le rispettive determinazioni esclusivamente attraverso posta elettronica certificata entro il 26 giugno prossimo, fissando al successivo 6 luglio la data di un’eventuale riunione.

Pubblicato in Economia

Il provveditorato alle Opere pubbliche regionale sta acquisendo i pareri sull’allungamento della pista del Gino Lisa, emessi da tutte le amministrazioni (Soprintendenza, Ufficio regionale tratturi, Camera di commercio e altri) coinvolte nel procedimento. Pareri già raccolti dalla conferenza di servizi nel 2013 in quattro sedute, conferenza poi non chiusa a causa dei ricorsi presentati dai proprietari dei suoli. Ora i pareri sono stati nuovamente richiesti, secondo la linea imposta da Enac e Aeroporti di Puglia. Il Comune di Foggia voleva invece la revoca dell’archiviazione per non perde¬re altro tempo. Aeroporti di Puglia sicura: “si chiude il 26 giugno”.

Pubblicato in Economia

Fervono i preparativi per la trentesima edizione della Targa di Capitanata, gara di regolarità per auto storiche a calendario Asi, in programma dal 25 al 27 maggio prossimi ed organizzata dall’Automotoclub Dauno di Foggia.
La manifestazione automobilistica prenderà il via venerdì 25 maggio alle ore 16 da Piazza Cesare Battisti di Foggia nel primo pomeriggio. Lasciata la città, le auto storiche, ne sono previste una sessantina provenienti dalle regioni limitrofe ma anche dal nord Italia, si dirigeranno verso Manfredonia: dopo la disputa di alcune prove di precisione la carovana automobilistica farà una prima sosta per fare visita al Museo dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa. Quindi le old cars riprenderanno la marcia attraversando il centro di Manfredonia per proseguire in direzione Mattinata e concludere la giornata, dopo altre prove di precisione disseminate sul percorso, al Pizzomunno di Vieste.
La giornata di sabato, con partenza e arrivo a Vieste, sarà impegnativa dal punto di vista tecnico agonistico ma altrettanto interessante e spettacolare sotto l’aspetto turistico culturale. La Targa di Capitanata infatti, da quando è stata trasformata in gara di regolarità per auto storiche vuole essere oltre che competizione sportiva anche manifestazione promotrice del territorio dal punto di vista storico, culturale, paesaggistico. In tal senso i partecipanti, tra una prova e l’altra di precisione a bordo delle loro auto storiche, faranno anche visita ad alcune significative realtà. Sabato lasciata Vieste di buon’ora si dirigeranno verso Pugnochiuso per poi transitare da Mattinata e salire a Monte Sant’ Angelo; da qui le auto storiche raggiungeranno l’Abbazia di Santa Maria di Pulsano. Successivamente percorreranno la sempre spettacolare strada collinare della Foresta Umbra per poi giungere nel pomeriggio a Peschici sede di un riordino durante il quale gli equipaggi avranno modo di fare una visita al rinomato centro storico. Nel tardo pomeriggio le auto storiche faranno ritorno a Vieste e per la gioia degli appassionati daranno vita ad un momento espositivo presso la Marina Piccola. Notevole e di interesse assoluto il parco macchine; vanno segnalate una Balilla MM, una Jaguar XK 140, una OM Mille Miglia, una Maserati Daddario, una Ferrari Dino GTS 246, alcune MG A e B e Porsche 356. Ci sarà, al seguito, anche un Pullman storico.
Domenica mattina, con le auto storiche lasciate a riposo, i partecipanti in chiave turistica, saranno coinvolti in una spettacolare gita in barca alla scoperta delle Grotte del Gargano. Al rientro è prevista cerimonia di premiazione a cui farà seguito il pranzo di commiato.

Tra le numerose iniziative rivolte alla celebrazione del trentennale va segnalato l’annullo filatelico di Poste Italiane. Il gazebo delle Poste Italiane, predisposto per le operazioni dell’annullo, sarà sistemato in Piazza Cesare Battisti alla partenza da Foggia venerdì 25 maggio e sarà operativo dalla tarda mattinata.

Pubblicato in Manifestazioni
Lunedì, 21 Maggio 2018 08:53

Gargano e Daunia, si riprova a fare sistema

È promossa da Gargano e Daunia l’iniziativa gratuita che si svolgerà nella Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte a Foggia il 22 maggio, con inizio alle ore 16,30. “Quale brand territoriale per la provincia di Foggia?” è il tema dell’incontro che mira a realizzare una rete che allacci aziende, albergatori e strutture turistiche della provincia di Foggia con un unico obiettivo: promuovere e mantenere viva l’identità della nostra terra, punto di riferimento dell’industria turistica e agroalimentare del Sud Italia.
Gargano e Daunia, progetto concepito da Rete del Mediterraneo e realizzato dall’azienda Intuizioni Creative di Foggia e implementato con CDP Service di San Severo, è l’unico brand che si occupa di fare formazione sul territorio con strumenti tecnologici avanzati, come un sito e un’app, ideati per migliorare l’esperienza di viaggio dei turisti intenzionati a intraprendere un itinerario attraverso le vie della conoscenza della nostra terra e delle sue invidiabili bellezze artistiche e naturali, con la possibilità di prenotare e contattare le strutture ricettive della provincia di Foggia. La vera innovazione sta nell’organizzazione che il modello rappresenta e che integra esperienze turistiche (con l’apporto delle guide turistiche), ristoratori e albergatori: il modello non solo è supportato da strumenti digitali di nuova generazione ma in particolare dalla formazione che la Rete dà ai portatori d’interesse.
Numerosi gli ospiti che parteciperanno all’appuntamento moderato da Filippo Santigliano, responsabile della Redazione foggiana della Gazzetta del Mezzogiorno. Interverranno Angelo Presenza dell’Università del Molise; Enzo Dota, Delegato Regionale AssoretiPMI Puglia e Presidente della Rete del Mediterraneo; Daniele Giannetta, Direttore di Esercizio delle Ferrovie del Gargano; Costanzo Dragano, presidente Assoalbergatori; Marino Masiero, responsabile società di gestione del Porto Turistico di Rodi Garganico; Augusto De Benedictis, Direttore Generale Bcc di San Giovanni Rotondo.
Molte aziende del territorio tra cui Ferrovie del Gargano e Rete del Mediterraneo identificano il brand Gargano e Daunia come l’unico per promuovere e valorizzare al meglio la propria terra; difatti sono già numerose le aziende che hanno esposto tale brand su manifesti pubblicitari e roll-up. Quest’anno, la parola d’ordine è consapevolezza del Brand. Mentre nelle altre provincie pugliesi, sussiste una consapevolezza del Brand territoriale (si pensi al Salento) che garantisce sempre più risultati positivi, non è possibile dire lo stesso per la provincia di Foggia. Si brama, dunque, a quella coscienza che molti attori territoriali stanno suscitando grazie alla diffusione del Brand “Gargano e Daunia” nei propri punti vendita. Il brand, per essere riconosciuto tale, deve addentrarsi nel campo visivo del turista ma prima ancora, di colui che abita e risiede nel territorio.

Una mission possibile grazie a player come, appunto, Ferrovie del Gargano che sta investendo sia all’interno della provincia e sia all’esterno.
Non è tutto. Il progetto Gargano e Daunia punta in alto: dopo l’accordo e l’intesa con Ferrovie del Gargano ambisce a conferire maggiore visibilità al territorio tramite una nuova release dell’App per dispositivi mobili e del sito internet entro il 2019.

Pubblicato in Economia

Intervenendo a Studio 9 Tv di Lucera, l'assessore al Bilancio della Regione Puglia, Raffaele Piemontese, è tornato sulla vicenda dell'aeroporto Gino Lisa di Foggia. "Tutto tace? Meglio, lavoriamo di più senza l'assillo dei giornalisti. La Regione Puglia di Emiliano, di Di Gioia e del sottoscritto non è vero che ha abbandonato la vertenza. Stiamo sempre sul pezzo.Dobbiamo utilizzare i 14 milioni necessari per l'allungamento della pista. I soldi ci sono, sono stanziati esclusivamente per lo scalo foggiano. Per utilizzare queste risorse è necessario rispettare le regole imposte dalla commissione europea. Investiremo il 100% di fondi pubblici, utilizzando il Gino Lisa anche come base logistica della Protezione civile. La Regione investirà un altro milione e mezzo di euro per pagare le spese. Preferiamo i fatti agli annunci. Ci riuniamo settimanalmente sia a Bari che a Foggia con i vertici di Aeroporti di Puglia, lo facciamo senza clamore mediatico, usciremo allo scoperto solo a fatti compiuti"

Pubblicato in Economia

Per la prima volta in Foggia, artisti selezionati per capacità, talento e professionalità tratteranno il tema pane con le proprie originali , uniche opere d’arte pittoriche e scultoree.
Parliamo della collettiva d’arte pittorica e scultorea “Pane Amore e...” . Un titolo che rimanda al famoso film del neorealismo italiano degli anni 60, “molto femminile”, come ha commentato il giornalista Antonio del Vecchio.
Gli artisti racconteranno con la propria opera la vita, la storia, le emozioni legate al tema del pane. La stessa locandina che accompagna l‘evento si presenta con i colori del grano, del cereale che colora di oro la terra di Capitanata quando la primavera lascia il posto all’estate.
La curatrice, d.ssa Anna PIANO, ha scelto, ad un tema così familiare, un percorso originale ed esclusivo. Ella infatti dichiara:
«Nell’invito agli artisti, sin dal mese di gennaio, di creare e realizzare un’ opera inedita per l’esposizione, ho proposto il rispetto dei canoni dell’arte di Papa Francesco. Una sfida ed un impegno a cui gli artisti risponderanno senza deluderci».
Il papa tratta dell’arte con la consueta forza e chiarezza che lo distingue: Essa non deve scartare niente e nessuno. Egli ci insegna:
«Il ruolo dell’artista è contrastare la cultura dello scarto. Questa società ha preso l’abitudine, dopo l’usa e getta delle cose, di usare e scartare anche le persone, così come butta via le loro illusioni e i loro sogni. Tutto quello che non è utile si getta, anche gli esseri umani, quelli più fragili, quelli più deboli. Questa cultura dello scarto, dell’esclusione, che è un modello falso di società, rischia di contagiare tutti, di rendere schiavi i nostri cuori e di prevaricare i diritti e la dignità».
Una filosofia d’arte di estrema contemporaneità quella del recupero, dell’assemblare, che gli artisti andranno ad interpretare senza abbandonare la bellezza dell’arte figurativa.
La curatrice di maturata esperienza ha già affrontato nelle sue numerose mostre d’arte il tema pane, organizzando la collettiva d’arte nel cuore del suo amato Gargano, Cagnano Varano: “Pane Amore e Fantasia”, dove ha ottenuto un notevole successo. L’ultimo presso l’Ordine dei Medici in Foggia: “Gran’Art”.
Durante la mostra, la Sala Multimediale diverrà una Galleria d'Arte che ospiterà incontri culturali con ospiti prestigiosi e attivi nel mondo culturale, tutti proseliti al tema del Pane.

La mostra d’arte sarà inaugurata il giorno 22 maggio alle ore 18, nella Sala Multimediale dello storico Palazzo Dogana, collocato proprio al centro di Foggia in p.zza XX Settembre .
La mostra ha il patrocinio e la collaborazione di numerose associazioni e istituzioni attive nel territorio: la Provincia di Foggia che accoglierà nei propri locali la Collettiva, il Comune di Foggia, i Poeti del Gargano, l’a.p.s. Casa Nostra, l’a.p.s Gocce di Pensiero, l’a.p.s. Ecstrarte, la Fidapa bwp italy sez. Foggia Capitanata.
Anna Piano ritiene che la collaborazione sia un elemento necessario e vincente per raggiungere successi e soprattutto per assicurare, o quanto meno promuovere, quella crescita culturale che può essere concime per una sperata evoluzione economica del nostro territorio.
Gli artisti hanno accolto l’invito e si sono impegnati con spirito di volontà ed abnegazione professionale.
Gli artisti selezionati sono espressione di particolare talento ed esperienza nel mondo dell'Arte.
Saranno in mostra le opere degli artisti:
Anna LARATRO, Roky MARCHESE, Michela CASSA, Giuseppe SANTAMARIA, Edda FERRERO, Mariarosa MEOLA, Lella PAGANO, Bea SOLIMINE, Herman ARIOSTINO, Francesco LICURSI, Michela NARDELLA, Patrizia AFFATATO, Anna RICCO, Silvano DICAROLO, Annarita DE MARTINO, Ennio RUTIGLIANO, Anna PIANO.

Durante l’esposizione la galleria accoglierà eventi culturali di diversa natura.

Programma

INAUGURAZIONE: martedì 22 MAGGIO ORE 18

Il taglio del nastro sarà a cura di Rosa d'ONOFRIO, attrice e presidente della FIDAPA BPW Italy, sez. Foggia Capitanata.
La mostra sarà presentata dal giornalista Geppe INSERRA e dal critico d’arte Giuseppe MARRONE.
I Poeti del Gargano leggeranno nei propri dialetti poesie a tema.
La curatrice Anna PIANO concluderà la serata che terminerà con un brindisi augurale.
Il servizio fotografico sarà a cura di Monica CARBOSIERO

PANE AMORE E POESIA - Giovedì 24 MAGGIO ORE 18

Reading di poesie d'autore con i Poeti del Gargano (curatore Franco FERRARA):
Maria Teresa INFANTE - Salvatore DI FLUMERI - Lorenzo MORRA - Antonio MENNITTI - Elia IRMICI
Alcune poesie saranno declamate da Maria GIANPALMO.

Esibizione di Ballo:
Performance di Danzateatro & Flamenco a cura dell'a.c.s.d
Est-Ovest Danza, coreografie Fausta MAIORINO;
con la partecipazione straordinaria della pittrice / danzatrice Anna RICCO.

PANE AMORE E STORIA
LA FAME DI PANE DI CONTADINI E BRACCIANTI
Venerdì 25 MAGGIO ORE 18

Presentazione del libro "Contadini e Braccianti nel Gargano dei Briganti"
Ne parleranno lo storico e giornalista Geppe INSERRA, il giornalista e scrittore Raffaele VESCERA, il coordinatore della rete SPAC (Sistema Produttivo Agro-Alimentare di Capitanata) Michele LAURIOLA
Saranno presenti l'editore Giuseppe TOZZI delle Edizioni del Poggio e l’autore del libro Michele Eugenio DI CARLO.

IL PANE NELL'ALIMENTAZIONE OGGI
Martedì 29 MAGGIO ORE 18

Il Prof. Giuseppe MARUOTTI, Dirigente Medico OO.RR. Foggia, a.c. Università degli Studi di Foggia, Facoltà di Medicina, tratterà e risponderà ad alcune domande sul tema:
Nuove e vecchie pratiche nella coltivazione cerealicola: l'impatto con la salute nell'uomo
La dott.ssa Luana CONCILIO, biologa nutrizionista, tratterà e risponderà ad alcune domande sul tema:
I grani antichi e la loro riscoperta nella società odierna

FINISSAGE - Giovedì 31 MAGGIO ORE 18

L'Avv. Eros NIMO presenterà la neo Aps "CASA NOSTRA".
La performance "PADRE NOSTRO", a cura di ECSTRARTE e GOCCE DI PENSIERO, sarà interpretata da Maria Grazia de ROSA per il testo tratto liberamente da "La leggenda del Pane" di G. Faletti, da Connie ROLLO per il canto, da Maria Grazia IACOBUCCI al flauto, da Alessandro de COSIMO alla chitarra.
Infine, Silvano DICAROLO, performance di musica e canto.

Pubblicato in Cultura

La Protezione civile non chiude l’ipotesi di portare i Canadair al Gino Lisa, ma nell’attesa apre a una sperimentazione con i droni che dai primi di luglio sorveglieranno l’area garganica per prevenire gii incendi. La sperimentazione è stata annunciata nel corso di un tavolo tecnico all’Enac. Dopo il sopralluogo di aprile, il dipartimento nazionale scioglie la prima riserva: gli aerei antincendio a Foggia in base alla necessità. A luglio, invece, arriveranno i velivoli senza pilota.. Avranno compiti di monitoraggio dell’area garganica. Previsto un controllo quasi topografico a fini ambientali.

Pubblicato in Ambiente
Giovedì, 10 Maggio 2018 14:10

Truffe agli anziani: presentato NON CI CASCO

Sono circa 800mila, in Puglia, e oltre 160mila in provincia di Foggia, gli ultrasessantacinquenni che rischiano di essere vittime di truffe. E’ quanto emerge dalla capillare campagna informativa e di contrasto contro l’odioso fenomeno messa in campo dallo SPI Cgil, il Sindacato dei Pensionati Italiani. Presentato il manuale antitruffe. “Non ci casco” è un vademecum di autodifesa per contrastare i raggiri che sempre più spesso prendono di mira gli anziani. La prima parte è incentrata sulle truffe ai danni delle persone fisiche. Il manuale spiega come difendersi da borseggi, sedicenti maghi, inganni del porta a porta. Un intero capitolo è incentrato sugli esempi delle truffe più ricorrenti. I truffatori, per carpire la fiducia delle loro vittime designate, si fingono postini, infermieri, preti. Spesso i delinquenti che intendono mettere a segno i loro “colpi” si travestono da agente delle forze dell’ordine, operaio Enel, pompiere. La seconda parte di “Non ci casco” è dedicata alle truffe che utilizzano le nuove tecnologie: gli strumenti più utilizzati sono bancomat, carte di credito, conti correnti postali. Nel novero delle truffe di nuova generazione, poi, ci sono il gioco d’azzardo, il telemarketing, le vendite telefoniche e i prestiti. Una vera e propria rete di trappole da cui, talvolta, è difficile uscirne indenni. I reati crescono molto più delle effettive denunce: molti non denunciano la truffa, per paura o per la vergogna. Gli inganni criminali che colpiscono gli anziani sono sempre più elaborati. I truffatori, per carpire la fiducia delle loro vittime designate, si fingono postini, infermieri, preti, oppure provocano volutamente un incidente automobilistico. Spesso i delinquenti che intendono mettere a segno i loro “colpi” si travestono per impersonare un agente delle forze dell’ordine, un operaio Enel, un pompiere. Nella “top ten” delle truffe più frequenti ci sono anche il finto fioraio che recapita a domicilio una composizione floreale, il falso dipendente dell’Inps, il giovane ben vestito che si presenta come amico di un figlio o di un nipote. E’ per questo motivo che lo Spi Cgil Foggia - in collaborazione con Auser, Federconsumatori, Silp Cgil e Ficiesse (l’Associazione Finanzieri Cittadini e Solidarietà) - ha deciso di intraprendere una campagna d’informazione rivolta in particolare agli over 65, realizzando “Non ci casco”.

Pubblicato in Società

La continua ondata di maltempo di questi giorni, grandinate e piogge eccezionali, in uno alle gelate dello scorso febbraio, che hanno colpito le colture arboree, in particolar modo gli ulivi, stanno letteralmente mettendo in ginocchio i produttori dell’agro della provincia di Foggia, con conseguenze disastrose alle colture in campo (cereali, ortaggi, alberi da frutto, vigneti, oliveti etc.). Confagricoltura chiede alla Regione Puglia di formulare al Ministero delle Politiche Agricole la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale.
"E’ una procedura necessaria al fine di essere riconosciute alle aziende danneggiate i benefici previsti dalla normativa per i danni patiti", fa sapere l'associazione di categoria che aggiunge "affinché questo sia possibile, invitiamo coloro che hanno subito danni ingenti, ad inviare la segnalazione, (la modulistica è disponibile presso tutti gli Uffici di Confagricoltura sul Territorio) all’Ufficio Provinciale Agricoltura e ai Comuni, per attivare immediatamente i sopralluoghi".

Pubblicato in Ambiente
Pagina 1 di 40

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005