Articoli filtrati per data: Sabato, 09 Febbraio 2019 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano
Sabato, 09 Febbraio 2019 10:15

Oggi la giornata di raccolta del farmaco

La raccolta avverrà in 104 Province, nelle oltre 4.500 farmacie che aderiscono all’iniziativa e ne espongono la locandina, sarà possibile, grazie alle indicazioni del farmacista e all’assistenza di circa 20.000 volontari, acquistare uno o più medicinali da banco da donare alle persone indigenti. I farmaci acquistati saranno consegnati direttamente agli oltre 1.700 enti assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus. Nell’edizione 2018 sono state raccolte 376.692 confezioni di farmaci, per un controvalore economico pari a 2.642.519 euro. Ne hanno beneficiato oltre 539.000 persone assistite dagli enti convenzionati.


A Vieste ha aderito alla Giornata di raccolta del farmaco la Farmacia San Giorgio, via D. Alighieri, 135/141.

Pubblicato in Società
Sabato, 09 Febbraio 2019 09:48

Bari/ Allarme rosso per la super marijuana

Il nome in codice è “bob special” ovvero marijuana geneticamente modificata, che produce effetti al­lucinogeni dieci volte superiori al­la sostanza classica. Il suo consu­mo è ormai diffuso tra i giovani della “Bari bene”, che affollano le vie della movida del centro città, come ha documentato l’indagine della Squadra Mobile che ha fatto finire in carcere otto persone.

Enorme il flusso di sostanze stupefacenti spacciate quotidia­namente. Allarme del procurato­re della Repubblica, Giuseppe Volpe.

Pubblicato in Società

 Domani, domenica 10 febbraio, alle 0re 16 presso, la Parrocchia S. Maria delle Grazie ci sarà una conferenza del prof. Michele Illiceto sui temi dell'affettività e dell'amore. L'incontro è aperto a tutti, in modo particolare alle famiglie, ai giovani, ai fidanzati, a chi svolge compiti educativi.

don Celestino Iervolino

Pubblicato in Avvisi
Identificato dai Carabinieri di Peschici il presunto autore delle opere – il Comune avvia il procedimento di ripristino.Il Comune di Peschici, a seguito del sequestro preventivo, avvia nei confronti dell'autore il procedimento di ripristino dello stato dei luoghi.
L’abuso consiste nella esecuzione di una strada che dal costone scende „a mezza costa” sino quasi a raggiungere l’arenile per una lunghezza totale di mt. 135 e larghezza media di mt. 3,30 che per un suo lungo tratto partendo da monte, risulta finita con pavimentazione in c.l.s. Solo il tratto finale della stessa strada è rimasto senza pavimentazione. Per la realizzazione della suddetta strada sono state operate lavorazioni di sbancamento in roccia e terreno, riporti e formazione di muri controterra. In prossimità della curva a gomito sono inoltre stati eseguiti n.11 scalini in c.s.l., e, lungo quasi tutto il percorso della strada sono stati eseguiti dei cordoli in c.s.l. lato mare, con sovrastante staccionata in legno."Il Comune comunica l'avvio del "procedimento per l’adozione del provvedimento amministrativo per la rimessa in ripristino dei luoghi, inerente le opere edilizie, eseguite in maniera del tutto abusiva”.La Consigliera Regionale Rosa Barone e l’On. Carla Giuliano (Movimento 5 Stelle) dichiarano: “Seguiremo con la massima attenzione il prosieguo del procedimento amministrativo e di quello penale”.Il Comitato WWF Foggia preannuncia la propria costituzione di parte civile nell’eventuale processo penale.
 
 
 
Pubblicato in Notizie

Tempo di derby per San Severo e Atletico Vieste. Le uniche due squadre a rappresentare la nostra Provincia nel massimo campionato dilettantistico regionale si affronteranno domani pomeriggio, con calcio d'inizio previsto per le ore 15.00, al "Ricciardelli" nel 22° turno del campionato di Eccellenza pugliese.

Per i giallogranata sarà l'esordio in panchina del nuovo tecnico Claudio Pirone, in passato con varie esperienze anche nei professionisti, subentrato in settimana all'esonerato Fabio Prosperi dopo il pari esterno di domenica scorsa sul campo della Vigor Trani. Garganici reduci invece dalla sconfitta interna col Mesagne e a caccia dunque di tre punti fondamentali per continuare la rincorsa ai play-off.

Squadre separate in classifica da dodici punti (Vieste 6° con 32, San Severo terzultimo con 20). Un San Severo lontano parente però di quello visto all'andata e decisamente uscito rinforzato dalla sessione dicembrina di calcio mercato: alla corte del presidente Dino Marino sono infatti giunti innesti di spessore come Cirigliano, Cordisco, De Iudicibus, De Vivo, Dell'Aquila, Dinielli, Florio, Leuci, Prete, Rubino e Stranieri. Idem per il Vieste che ha mantenuto tutti i suoi pezzi pregiati e si è rafforzato con gli arrivi dei giovani Mejri, Lioce e Albano oltre che l'arrivo anche dell'attaccante Molenda.

Nel match d'andata disputato sul Gargano l'Atletico si impose con un netto 3-0 grazie alla doppietta di De Vita e al gol di Gogovski. Nell'ultimo precedente di campionato disputato al "Ricciardelli" furono i giallogranata ad imporsi 2-0 grazie alla doppietta dell'argentino Galetti.

A dirigere l'incontro sarà il sig. Andrea Salanitro della sezione di Bari coadiuvato dagli assistenti Ivan Alexandrovic Denisov e Leonardo Grimaldi della medesima sezione.

 

LA 22° GIORNATA

Alto Tavoliere - Atletico Vieste -
Mesagne 2011 - Barletta 1922 -
Alto Salento - Brindisi -
Casarano - Corato 1946 -
Fortis Altamura - Gallipoli 1909 -
Terlizzi - Molfetta -
Unione Bisceglie - Otranto -
Molfetta 1917 - Vigor Trani  

 

 LA CLASSIFICA

Casarano 49

Brindisi 40

Barletta 39

F.Altamura 35

Gallipoli 33

A.Vieste 32

V.Trani 30

Otranto 29

Molfetta Calcio 29

Corato 26

Terlizzi 23

Mesagne 22

U.C. Bisceglie 20

Alto Tavoliere 20

Alto Salento 15

Molfetta Sp. 11

Ignazio Silvestri

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pizze a chilometro zero? si distinguono al Ristorante Pizzeria Bella Napoli a Vieste di fronte al faro.

La semplicità dei sapori.

Alla Bella Napoli i piatti per fare gol non hanno bisogno di tanti passaggi.

La genuinità e la qualità dei prodotti contadini da sempre utilizzati sono il segno distintivo del Ristorante pizzeria Bella Napoli.

Anche quando la tua squadra non fa gol. …alla Bella Napoli la pizza è sempre tonda.

Ti aspettiamo questa sera.

Bella Napoli – Di fronte al Faro – Viete -

-------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Sport

Promuovere un turismo di qualità e destagionalizzare, raccontando storia, tradizioni e tipicità del paese dell’amore. Sono le finalità di Terrarancia, l’evento in programma a Vico del Gargano dal 14 al 17 febbraio che, quest’anno, ruoterà sul tema “Amore di Cioccolato”.

La seconda edizione della manifestazione è organizzata da Regione Puglia, Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia, Parco Nazionale del Gargano, Comune di Vico del Gargano, in collaborazione con Di terra di mare, RedHot e Asernet, con il patrocinio di Symbola e Puglia Promozione e con la partecipazione del Consorzio di tutela dell’arancia e del limone del Gargano IGP.

“L’anno scorso Terrarancia ha portato risultati eccellenti. Vogliamo continuare ad investire, con l’impegno di tutti, alzando l’asticella della qualità, valorizzando i nostri prodotti e facendo scoprire a tutti Vico, che possiede uno dei centri storici più belli e ampi del Gargano” ha dichiarato il sindaco di Vico del Gargano Michele Sementino, che ha portato i saluti dell’assessore con delega alla promozione del territorio Raffaele Sciscio.

Dal 14 al 17 febbraio la cittadina garganica, già contraddistinta dalla bandiera arancione – è uno dei Borghi più Belli d’Italia – si vestirà a festa per celebrare San Valentino.

“Quest’anno festeggiamo i 401 anni del patrono che dal 1618 sostituisce San Norberto che si festeggiava in estate, il 6 giugno, insieme alla Madonna del Rifugio. Ma visto che spesso durante l’inverno i raccolti venivano danneggiati dagli agenti atmosferici, i cittadini di Vico chiesero di poter cambiare il santo protettore”, ha spiegato l’assessore con delega alle attività culturali Rita Selvaggio.

Ed infatti a Vico del Gargano San Valentino, prima di essere il protettore degli innamorati, è il protettore delle arance, vera ricchezza di questa terra. Gli agrumeti del Gargano sono tra i più antichi d’Italia, si estendono su un’area di circa 800-1000 ettari circoscritti nei territori di Vico del Gargano, Ischitella e Rodi e simboleggiano da sempre l’identità storica e culturale del Gargano settentrionale.

“Gli abitanti di Vico tengono davvero molto a San Valentino e questa festività, che lega gli agrumi all’amore, risuona ancora di più con Terrarancia”, ha affermato il consigliere con delega a eventi e manifestazioni Vincenzo Azzarone.

Dal 14 al 17 febbraio Vico del Gargano attende turisti e visitatori con un ricco programma di eventi.

Giovedì 14, giorno di San Valentino, alle 18.30 in Largo San Domenico ci sarà l’inaugurazione ufficiale di Terrarancia, in presenza delle autorità e di Santino Caravella, intervenuto in conferenza stampa perché, ha detto, “dobbiamo cercare insieme di promuovere il più possibile la nostra terra”.

Tutti i giorni sarà allestito il mercatino con artigiani, produttori e cibi di strada in Largo San Domenico, piazza Fuori Porta, Piazza Castello e Palazzo della Bella.

Le stanze di Palazzo della Bella ospiteranno anche le masterclass a cura di pasticceri e panificatori. A lavorare il cioccolato abbinandolo alle arance in tanti modi diversi saranno: Luigi Giannotti di Bovino, Michele di Maria di Vico del Gargano, Ciro Chiazzolino di Lucera, Pascal Barbato di San Marco in Lamis, Andrea Barile di Foggia. Enzo Scivetti, esperto di analisi sensoriale e tecniche di assaggio, curerà i momenti dedicati alla degustazione di distillati in abbinamento al cioccolato e ai sigari, mentre l’Associazione Vitivinicola Dauna curerà la degustazione del Nero di Troia.

Durante la conferenza di presentazione il pastry chef Ciro Chiazzolino ha mostrato tre sculture di arance e cioccolato, un piccolo assaggio di quello che sarà possibile vedere ed assaggiare a Vico durante Terrarancia.

A coordinare le masterclass, insieme alle organizzatrici dell’evento, è stata Ilenia Diana di Onlyfood. “Diamo valore alla rete, quella vera, tra professionisti, che permette di creare eventi che funzionino”, ha detto la project manager Maria Pia Liguori.

Terrarancia unisce enogastronomia, turismo e cultura. “La cultura e le tradizioni del posto”, ha spiegato l’ideatrice dell’evento Ester Fracasso che ha aggiunto: “abbiamo coinvolto, come sempre, gli abitanti, le associazioni del posto, i produttori e gli artigiani di questo bellissimo borgo dove le tradizioni si conservano. A Vico, infatti, sono presenti ancora tessitrici e liutai, figure che in altri luoghi stanno sparendo”.

Ci saranno laboratori dedicati ai bambini con racconti animati a base di arance, cioccolato e altri ingredienti, a cura della dottoressa Antonella Scillitani.

La musica percorrerà i vicoli del borgo e non mancheranno performance itineranti di artisti di strada.

L’evento si concluderà con la sfilata artistica a cura di Matilde Di Pumpo e con il ‘Premio Terrarancia 2019’.

Durante i tre giorni sarà inoltre possibile: prenotare visite guidate ai siti di interesse culturale di Vico del Gargano (info 0884.994666 o 324.8820065) e visitare la mostra fotografica “Dolce Gargano” a cura dell’artista Matilde Di Pumpo (presso il Palazzo della Bella).

A raccontare Terrarancia sui social saranno Andrea e Valentina de La cucina del fuorisede accompagnati da altri blogger: Valentina Previdi (da Piacenza), Profumo di cannella e cioccolato, che da sempre ha nel sangue l’amore per i dolci e la cucina; Alessandro Pomponi e Valentina Morena (da Roma), alias Vale Ale -Two Cookies in the world, compagni nel blog e nella vita. “Non a caso abbiamo scelto questi blogger, avremo una coppia e ben tre donne che portano il nome del santo patrono”, ha spiegato Andrea Pietrocola.

www.facebook.com/terrarancia

Pubblicato in Manifestazioni

400 anni San Valentino e i marchesi Spinelli un legame divino con Vico del Gargano

Con solenne Festa Liturgica  il 14 febbraio prossimo, Vico del Gargano si appresta a chiudere la celebrazione giubilare dei 400 anni di san Valentino prete e martire.   Durante questo anno, attraverso le diverse espressioni della ricerca storica, dell’arte, del teatro, della musica e senza mai perdere di vista gli orizzonti della Fede,  abbiamo cercato di  scoprire e far conoscere all’uomo contemporaneo, le ragioni che hanno portato gli uomini dell’epoca a scegliere il prete e martire romano Valentino come Santo Protettore. 
Tra storia e leggenda sappiamo che Vico aveva originariamente eletto a suo patrono San Norberto la cui “protezione” sul bene della città fu però ritenuta inefficace.  La rivoluzione della coltura agrumaria, oramai largamente affermata, aveva altresì generato nuovo benessere per gli abitanti ancorché scontasse le difficoltà climatiche degli inverni rigidi che si susseguivano: la così detta piccola glaciazione che interessò l’Europa a partire dalla fine del ’500  e durata fino al XIX secolo. 
Le stesse necessità erano avvertite da tutti gli strati della popolazione, siano essi i proprietari ovvero coloro che vi lavorano come salariati. Gli stessi signori feudali della famiglia Spinelli, insediatisi di recente con il matrimonio fra don Troiano, principe dell’Oliveto e duca di Aquara, e Maria Caracciolo, marchesa di Vico, che portava in dote alla famiglia la nostra terra, avevano  interessi nell’economia del territorio. 
Ancora una volta leggenda e storia s’incrociano nel trasmetterci come si arrivò a scegliere il Santo che, assicurasse sicuro patrocinio alla comunità. Al di là della veridicità del viaggio a Roma dove scegliere un nuovo protettore e dell’incipit casuale nelle catacombe, resta chiara la volontà di un popolo, espressa negli atti del Consiglio Decurionale, accompagnata dalla decisione di don Troiano Spinelli di donare il busto reliquiario di San Valentino, originariamente custodito dalla famiglia nella cappella del castello. Il decreto dell’Arcivescovo Annibale Ginnasio del 10 febbraio 1618 e l’atto notarile rogato il 14 febbraio 1618 dal notaio Alessandro de Pascarellis nella Chiesa  Madre di Vico fra i rappresentanti del Capitolo e i rappresentanti dell’Università, suggellano tali volontà. 
Santi e Nobili  -San Valentino e i marchesi Spinelli  un legame divino con Vico del Gargano-   vuole essere un tributo di riconoscenza al Santo Patrono, per chiudere questo Anno Centenario e di far conoscere come gli abitanti di Vico del secolo XVII, interessati in quel preciso periodo storico da cambiamenti umani e della natura, affrontarono gli eventi volgendo il loro sguardo verso il trascendente e vedendo “con gli occhi della  Fede” come autentico punto di riferimento il Divino.  Scoprire questa testimonianza ha grande valore, sia per noi oggi, sia, in particolare, per i giovani ai quali appartiene e da cui dipende il futuro. 

NICOLA PARISI

MERCOLEDI’ 13 FEBBRAIO SALA CONSILIARE – ORE 18,00 -

Pubblicato in Cultura

Ondaradio consiglia...

Reporter della tua città

16 Febbraio 2019 - 10:50:57

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Santi e Nobili di Nicola Parisi. Le vicende di S. Valentino a Santo Patrono di Vico del Gargano

Con solenne Festa Liturgica il 14 febbraio prossimo, Vico del Gargano si appresta a chiudere la celebrazione giubilare dei 400 anni di san Valentino prete e martire. Durante…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005