Articoli filtrati per data: Giovedì, 07 Febbraio 2019 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

Greenreport.it ha  dato conto di  uno studiosull’ingestione di microplastiche da parte dei lanzardo o sgombro cavallo o cavalle (Scomber colias) nelle acque costiere delle isole Canarie e alcuni nostri lettori e Lucrezia Cilenti,  del Centro di Lesina dell’Istituto per le risorse biologiche e le biotecnologie marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Irbim – Cnr), ci hanno fatto notare che un team di ricercatori italiani ha pubblicato recentemente su Environmental Science and Pollution Research l’importante studio “Marine litter in stomach content of small pelagic fishes from the Adriatic Sea: sardines (Sardina pilchardus) and anchovies (Engraulis encrasicolus)”, che si occupa dello stesso argomento in maniera forse più ampia e che riguarda le acciughe e le sardine dell’Adriatico.

Il team di cui fa parte la Cilenti, composto anche da Monia Renzi del Biocenter  Research Center di Orbetello, comprende anche Antonietta Specchiulli e Cristina Manzo (Irbim – Cnr); Andrea Blašković (Biocenter  Research Center);  Giorgio Mancinelli (Irbim – Cnr,Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell’università del Salento e CoNISMa, Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare), spiega che «Questo studio indaga i rifiuti marini e le microplastiche nei contenuti dello stomaco delle due specie commerciali più importanti dell’Adriatico, le sardine (Sardina pilchardus) e le acciughe (Engraulis encrasicolus) raccolte tra giugno 2013 e maggio 2014. Principali caratteristiche dei rifiuti marini e degli oggetti in plastica (cioè numero, dimensione, forma e colore) sono stati determinati. In particolare, abbiamo mirato a (1) valutare le differenze di contenuto, forma e colore tra le specie considerate relative alla loro strategia di alimentazione; (2) valutare le relazioni tra i dati biometrici, il sesso e i rifiuti registrati caratteristiche secondo la specie; (3) valutare l’influenza della stagionalità sui rifiuti marini e sulle microplastiche ingerite da sardine e acciughe».

Dopo aver ricordato che  «Negli ultimi 50 anni la produzione di materiale plastico ha registrato un  forte aumento raggiungendo i 311 milioni di tonnellate annue nel 2014. Studi di previsione a lungo termine suggeriscono che nel 2050 la produzione annua sarà compresa tra gli 850 milioni di tonnellate e i 1124 milioni di tonnellate», avverte: «A causa del suo ampio uso, della scarsa biodegradabilità e degli input crescenti, un’enorme quantità di plastica si sta accumulando negli ambienti marini portando ad una crescente preoccupazione per la conservazione dell’ecosistema marino. Infatti, la “Marine litter” (rifiuto marino) è stata introdotta dalla Marine Strategy Framework Directive (MSFD – Directive 2008/56/EC) come uno degli 11 descrittori per definire lo stato di qualità ambientale degli ecosistemi marini e mirare al raggiungimento del “buono stato ambientale” entro il 2020».

Il team di ricercatori italiani sottolinea che «L’allarme maggiore viene generato dall’accumulo di grandi quantità di piccoli pezzi di plastica (<5 mm di diametro), noti come microplastiche, negli organismi marini. Le  microplastiche potrebbero rappresentare una minaccia per l’integrità degli ecosistemi marini e per la loro conservazione, dettata dalla  loro capacità di assorbire le sostanze chimiche inquinanti dall’acqua e di rilasciarle poi nell’ambiente. Inoltre, possono rappresentare un vettore per la diffusione di microrganismi alieni. Recenti studi hanno dimostrato che le microplastiche vengono ingerite da un gran numero di organismi marini, penetrando nella rete trofica marina influenzando le abitudini alimentari, la riproduzione e la respirazione delle specie. Le Microplastiche sono state trovate nel sistema digestivo di varie specie di pesci, compresi i pesci pelagici di piccola taglia».

Lo studio evidenzia che «Le sardine e le acciughe svolgono un ruolo ecologico chiave negli ecosistemi costieri, trasferendo energia dal plancton a livelli trofici più elevati fino a noi attraverso la dieta. I dati ottenuti in questo studio hanno evidenziato che oltre il 90% delle sardine e delle acciughe analizzate ha ingerito i rifiuti marini. La frazione microplastica è rappresentata da percentuali che vanno dal 18% nelle acciughe al 33% nelle sardine rispetto alla marine litter ingerita».

I ricercatori concludono: «L’attuale conoscenza sulla presenza di microplastiche negli ambienti e cicli correlati attraverso la rete trofica e, di conseguenza sulla salute umana, devono essere implementati per valutare meglio le abitudini alimentari delle specie marine e gestire meglio gli ambienti costieri. Sono quindi necessarie ulteriori valutazioni per capire come la contaminazione da microplastica dei pesci potrebbe influenzare la salute umana attraverso il transfert delle tossine (Santillo et al., 2017). Infine, i risultati presentati in questo studio potrebbero essere considerati come analisi preliminare sui livelli registrati in queste specie e su alcuni fattori che potrebbero essere correlati ai livelli osservati. Anche se alcuni aspetti potrebbero essere di qualche preoccupazione per la salute, anche perché queste due specie spesso si consumavano senza essere state eviscerate, i risultati presentati sono limitati geograficamente e potrebbero non rappresentare realisticamente l’assunzione umana da parte della popolazione italiana. Ulteriori studi dovrebbero essere eseguiti con questo scopo specifico per raccogliere campioni che potrebbero essere considerati più rappresentativi per la valutazione dell’esposizione umana attraverso la dieta. Un possibile suggerimento per ridurre l’assunzione di rifiuti plastici da parte degli esseri umani è quello di eviscerare gli organismi prima del consumo».

Pubblicato in Notizie

BIT si conferma l’appuntamento più gettonato per gli operatori della filiera turistica pugliese. Lo dimostra il folto gruppo di operatori turistici che partecipano a Milano all’edizione 2019. Qualche numero: 44 le postazioni riservate agli operatori turistici pugliesi all’interno dello spazio Puglia, 61 gli espositori pugliesi e 19 le aggregazioni di impresa che si presentano in maniera congiunta negli appuntamenti nazionali ed internazionali, 80 ed oltre, le attività turistiche esperienziali che saranno presentate ad operatori del trade e della stampa presenti alla kermesse milanese.

Sono rappresentate tutte le aree territoriali all’interno dello spazio destinato alla promozione turistica pugliese. Su un’area di circa 300 mq (Padiglione/Hall: 3) sono articolate attività di degustazione di prodotti enogastronomici e laboratori a vista di pasta fresca, che richiamano gli itinerari del territorio, in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia. Un’area business dedicata alle aziende: gli operatori nella 3 giorni di manifestazione gestiscono un’agenda di appuntamenti prefissati mediante il sistema di matching organizzato da Fiera Milano. Un’area conferenze in cui sono presentati i principali progetti e attività innovative in tema di tourism experience in ben 40 appuntamenti: i Comuni pugliesi sano protagonisti con lo straordinario lavoro di accoglienza, di turisti e viaggiatori, che stanno svolgendo affiancando la Regione Puglia.

“Perché la Puglia? Il Gusto di una terra aperta tutto l’anno” è il tema della conferenza stampa che si tiene il 10 febbraio alle 14.00, suite 3, con Loredana Capone, assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Roberta Garibaldi, docente Università di Bergamo, esperta di turismo enogastronomico, Peppone Calabrese, gastronomo e conduttore di Linea Verde, Silvia Martinez, business development manager Europe (Italy and Spain)- Expedia, Luca Scandale, responsabile del Piano Strategico del Turismo Puglia365; modera Rocky Malatesta, consulente di Pugliapromozione per lo sviluppo dei Prodotti Turistici.

In occasione della fiera, inoltre, lunedì 11 a partire dalle ore 19 una serata dedicata al progetto “Double your Journey in Italy”: Regione Puglia e Regione Lombardia incontreranno, in un evento riservato, giornalisti e buyer, provenienti principalmente dal nord America. La brillante performance della Chef Antonella Ricci accompagnerà gli ospiti in un gustoso e insolito percorso enogastronomico alternando piatti pugliesi e lombardi.

Pubblicato in Turismo
Giovedì, 07 Febbraio 2019 14:36

Bari/ A 8 anni a scuola in limousine, proteste

"Cara Preside, oggi una limousine lunga 5 metri attendeva una bimba di 8 anni e solo alcuni dei suoi compagni di classe all'uscita dalla 'sua' scuola pubblica, accanto al pulmino pubblico pagato dal Comune. Stasera toccherà a noi famiglie circostanziare il significato di quella bravata, riportando i nostri figli alla realtà. Tanto già lottiamo con il mito dei calciatori e dei ballerini di Amici, adesso dobbiamo solo aggiungere il mito della limousine per il compleanno di 8 anni". Sono alcune frasi che una mamma scrive su Fb rivolgendosi alla preside della scuola, alle porte di Bari, frequentata dai suoi figli. Tra i commenti c'è chi scrive di essere dispiaciuto "per la bimba vittima innocente di un cattivo insegnamento"; ma anche chi si domanda: "Se un genitore può permettersi di regalare un giorno così al suo bambino deve essere messo alla gogna?". L'episodio ricorda quello della bambina di Altamura (Bari) che per la sua prima comunione arrivò in chiesa a bordo di una carrozza trainata da cavalli bianchi.

Pubblicato in Società

Con l’avvento della Finappula del Gruppo Gelsomino il Marina di Manfredonia ha ritrovato la speranza di una nuova stagione.

Sommersa dai debiti della gestione “Rotice”, che al 6 settembre 2018 ha lasciato una eredità di 14 milioni di perdite e 37 milioni di debiti, la Gespo srl a breve chiuderà l’intera debitoria con i fondi che i f.lli Gelsomino hanno previsto di immettere nelle casse della società, pari a 8,5 milioni. Tanto è scritto nel verbale di assemblea dei soci del 29 dicembre 2018 dove solo la Finappula ha dichiarato la disponibilità ad immettere denaro, mentre Gianni ed Antonio Rotice non intendono versare neanche un euro.

Gli 8,5 milioni che affluiranno nelle casse della Gesposrl saranno utili a chiudere anche la debitoria con il Demanio che ha preso atto dell’attuale situazione revocando ogni paventata nefasta iniziativa,al contrario di quanto falsamente dichiarato da Rotice. E’ bene ricordare che la Gespo srl aveva accumulato con la gestione Rotice srl 1,5 milioni di debito con il Demanio!!!

Anche il Tribunale di Foggia è vicino al Marina del Gargano poiché, esaminate le prospettive evidenziate nella richiesta di proroga del concordato, ha concesso ulteriori 60 giorni per mettere a punto la procedura di ristrutturazione del debito.

Le lungaggini delle definizioni sono normali in operazioni complesse, soprattutto quando c’è chi rema contro, come nel Marina del Gargano, dove proprio Rotice Gianni con inconsistenti ed infruttuose, ma fastidiose e improvvide iniziative giudiziarie sta ostacolando la realizzazione del piano al fine di determinare il fallimento della Gesposrl utile a bloccare le iniziative della nuova governance che sta scoprendo utili elementi di responsabilità nella passata gestione; cioè si vuol capire come, nonostante il contributo pubblico di 20 milioni, siano stati accumulati 37 milioni di debiti e taluni soci, in primis Gianni Rotice, siano proprietari di locali e posti barca nel marina, che invece ha bisogno della vicinanza e del contributo disinteressato di tutti, delle istituzioni, del territorio, dei cittadini, di gente capace di gestirla. L’addebito di speculazione, forse, deve essere rivolto da Gianni Rotice a se stesso più che a chi a tutt’oggi ha previsto un investimento di 8,5 milioni di euro e in pochi mesi non ha compiuto alcuna operazione imprenditoriale, aumentando le finanze a disposizione del Marina per contribuire a pagare i debiti.

La speculazione, dovrebbe sapere Gianni Rotice è l’attitudine ad investire nulla ed a beneficiare di molto. E’ tutto ciò che è successo in marina, dove Mucafer e Moteroc sono fallite e gli altri soci sono proprietari di locali e posti barca.

L’appello dunque è a tutti i manfredoniani, che stiano vicino al nostro marina finalmente libero dalla speculazione, poiché tutt’insieme è possibile continuare a goderne della bellezza e dei meravigliosi tramonti che ci regala.

La dissennata diffusione di ingiustificati allarmismi con strumentale distorsione della realtà, dimenticando di essere il protagonista del recente passato di incapacità e dilettantismo gestionale con accumulo di un enorme debito, non fa onore a chi ricopre apicali cariche istituzionali della provincia di Foggia. In questo momento costui dovrebbe fare il mea culpa di aver lasciato la guida del marina per la costatazione della propria incapacità di dare al territorio una struttura finanziaria solida e duratura.

Stiano sereni i manfredoniani, ce la faremo, tutt’insieme ce la faremo.

Manfredonia, 7 febbraio 2019

Firmato Damiano Gelsomino

Componente CDA Gespo srl

Pubblicato in Turismo

E' nato (amministrativamente) da poco meno di due mesi, ma “Manfredonia in Rete” corre già a grandi passi verso il futuro. Dopo la formale costituzione dello scorso dicembre, il Contratto di Rete degli operatori turistico-commerciali (ospitalità, servizi, stabilimenti balneari, ristoranti, bar, pizzerie) - che vede come capofila il Gal DaunOfantino -, ha presentato ufficialmente al territorio la sua mission ed il programma delle attività. Pianificazione, confronto e collaborazione sono le parole cardine che contraddistingueranno l’azione di “Manfredonia in Rete”, il cui scopo è quello di mettere attorno allo stesso tavolo e far parlare un unica lingua operatori ed imprenditori. Unire le forze per lo sviluppo del territorio e portare con compattezza le problematicità nelle sedi opportune al fine di trovare quelle soluzioni definitive attese da tempo. Dunque, l’incontro pubblico è stato utile per presentare il Contratto di Rete al territorio, iniziando la fase di interlocuzione, e soprattutto per illustrare nel dettaglio il cronoprogramma di interventi ed attività che caratterizzeranno la sua azione. "Questo è davvero un importante momento - spiega Michele d'Errico. Presidente del Gal DaunOfantino -.  Va dato merito agli operatori per la convinzione dimostrata nel perseguire questo risultato. Seppur vero che la città vive un momento storico difficile, è altrettanto necessario concentrarsi e lavorare sulle sue potenzialità, accantonando le lamentele ed il dito puntato contro gli altri. E' il momento di agire, i protagonisti e gli attori del cambiamento di un territorio sono gli imprenditori e cittadini. Mettersi insieme è un'opportunità per tutti ed il Contratto di rete degli operatori è un primo concreto segnale in questa direzione". Gli aderenti al Contratto di Rete sono: Gal DaunOfantino, Ristorante Coppola Rossa, Gelati Tommasino, Ristorante Locanda degli Svevi   Bramanthe, Opificio Birraio, Bicchieri e Taglieri, Lido Aurora, Ristorante Bacco-Tabacco e Venere, Le Querce di Mamre, RegioHotel Manfredi, Lido Salpi, Panzerotto d’oro, Q Bar, In Piazzetta, Bar Stella, B&B La Maison, Lido La Sirenetta, Residence Porta del Sole, Caffè Aulisa, Calamarando, Osteria Boccolicchio, Camping Tellina,  Ecologika 2000, Gelaterie Bianca Lancia. A sostenere "Manfredonia in Rete" anche il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi ed il Presidente di Camera di Commercio di Foggia Fabio Porreca. "Accolgo e saluto con grande piacere la nascita di un'aggregazione di operatori di una filiera importante come quella turistica, asset economico e di sviluppo che l'Amministrazione comunale ha deciso di rilanciare con lungimiranza politica da più di un lustro - dichiara il sindaco Riccardi-.  L'entrata in operatività del Contratto di Rete è un risultato concreto per tutta la città che, oltre alla promozione e valorizzazione territoriale, inizia a crescere nell'offerta al turista e nella qualità dei servizi e nella consapevolezza delle sue potenzialità in questo settore. A tutti gli operatori i più fervidi e sinceri auguri di buon lavoro".

"Quella intrapresa è sicuramente la direzione giusta, un possibile modello di riferimento per il tessuto imprenditoriale locale, in particolar modo per quello turistico. Mi complimento con il Gal DaunOfantino che si è fatto promotore del progetto, puntando su una forma giuridico-amministrativa innovativa ed agile che semplifica l'attività degli operatori. La Camera di Commercio di Foggia - aggiunge il Presidente Porreca – ritiene i contratti di rete uno strumento fondamentale per la crescita del sistema economico, per questo saprà essere al fianco del nuovo soggetto nell'interesse generale delle imprese e del territorio di Capitanata”. A presentare la strategia di "Manfredonia in Rete" è stato Michele De Meo, manager ed esperto di marketing turistico. Le imprese aderenti intendono realizzare, mediante la messa in comune di risorse umane, tecniche e professionali, un comune progetto per lo sviluppo e il consolidamento della propria presenza nel mercato turistico nazionale e internazionale attraverso il coordinamento organizzativo dell’azione di marketing, promozione, commercializzazione e di vendita di nuovi prodotti e servizi turistici e la formazione professionale. Poste in essere anche campagne di sensibilizzazione (come la pulizia delle spiagge, adotta un monumento e\o un'aiuola) che vedranno il coinvolgimento della cittadinanza al fine di migliorare la qualità urbana e soprattutto aumentare la consapevolezza della bellezza e del rispetto, aspetti fondamentali per una destinazione turistica. Interessante anche il concept del logo, che ha come base la lettera “M” di Manfredonia. La lettera è accentuata da pallini rappresentanti le singole realtà imprenditoriali che sono connesse da segmenti tra di loro “in rete”. La forma dei cerchi disposti in griglia rievoca la disposizione dei torrioni del castello della città sipontina, connessi tra di loro da cinte murarie, così come per le mura difensive della città che connettevano, nel passato, i torrioni ancora presenti sul nostro territorio. Per "Manfredonia in Rete" è già tempo di un primo importante banco di prova. Martedì 12 febbraio, assieme al Gal DaunOfantino ed il Comune di Manfredonia, alla Bit di Milano ed in collaborazione con Regione Puglia e PugliaPromozione, sarà presentata  "GUSTA(R)TE MANFREDONIA – WEEKEND DI PRIMAVERA IN PUGLIA", iniziativa che attraverso la proposizione di menù enogastronomici della tradizione locale a prezzo convenzionato e la visita guidata gratuita al patrimonio storico-culturale, si propone di aumentare l'appeal della città ed il numero delle presenze in un periodo destagionalizzato. Il primo passo di un percorso lungo ed ambizioso, da fare tutti, assieme.

Pubblicato in Turismo

Il programma della giornata, molto ricco e stimolante, prevede:

Un Convegno a tema “BereSano & Moderato” che vedrà gli interventi del dott. Michele Mancini il quale illustrerà gli effetti dell’alcol sul corpo umano e un’informativa della Polstrada sull’alcol test per favorire azioni responsabili e prevenire la guida in stato di ebbrezza;

È annunciato anche un Master sull’arte della molecular mixology, la creazione di cocktail molecolari, questi strani drink che sono delle bevande ottenute trasformando la struttura molecolare degli alimenti, senza però utilizzare sostanze chimiche;

Ma il cuore della manifestazione è dato dal 4° Concorso riservato agli studenti interni del secondo anno e del triennio finale di Sala e Vendita che saranno valutati nelle loro performance da giudici dell’A.I.B.E.S. (Associazione Italiana Barmen e Sostenitori).

La cittadinanza è invitata

Pubblicato in Avvisi

La piscina coperta comunale, l’infrastruttura non ultimata situata nell’area del parcheggio del lungomare Europa, sembra aver trovato uno sbocco per il suo completamento. Al protocollo del Comune è arrivata la proposta dell’azienda “Emmegi Costruzioni” di Volturino per una manifestazione d’interesse che con un progetto finanza è finalizzata al completamento ed alla gestione della piscina coperta comunale. Abbiamo chiesto al sindaco Giuseppe Nobiletti indicazioni a riguardo. Qui di seguito il report video dell’intervista.

Pubblicato in Politica

Il Direttore Generale Vito Piazzolla, affiancato dal Di­rettore Sanitario Alessandro Scelzi e dal Direttore Ammin­istrativo Ivan Viggiano, ha in­contrato le organizzazioni sin­dacali confederali Cgil, Cisl e Uil per illustrare il “Program­ma Operativo Aziendale per l’Abbattimento delle Liste d’Attesa”. Un momento di confronto e di partecipazione finalizzato ad assicurare prestazioni sani­tarie sempre più aderenti ai bi­sogni clinici specifici delle co­munità locali. All’incontro erano presenti anche i dirigenti aziendali Lu­ciano D’Amito (responsabile delle Cure Primarie del Dis­tretto Socio-Sanitario di Fog­gia), Tommaso Petrosillo (dei Servizi Informativi) e Rachele Cristino (dell’URP). Il programma è stato elabo­rato da un gruppo di lavoro is­tituito dal Direttore Generale che ha anche preso parte agli incontri intercorsi con le orga­nizzazioni sindacali recepen­done istanze e suggerimenti. Il lavoro di riorganizzazi­one è stato impegnativo in quanto è partito dall’anali­si dei tempi di attesa regis­trati nelle varie discipline, in ogni comune e in ogni ambula­torio dell’intero territorio pro­vinciale. Sono state analizzate, in pratica, tutte le 4.854 ore già assegnate ai 55 medici special­isti di 38 diverse discipline, dis­tribuiti tra i 57 poliambulato­ri, i 27 Consultori Familiari e le 3 Case circondariali della pro­vincia di Foggia. Successivamente, si è prov­veduto a pianificare una serie di attività finalizzate al raggi­ungimento del miglior equilib­rio possibile tra la domanda e l’offerta delle prestazioni spe­cialistiche. Per ottenere ciò, il pro­gramma prevede: la riorganizzazione della specialisti­ca ambulatoriale attraverso la ridistribuzione delle prestazi­oni sul territorio in base all’ef­fettivo fabbisogno locale (sec­ondo il modello organizzativo e di funzionamento dei Presi­di Territoriali di Assistenza); il potenziamento degli organici; l’implementazione delle tecnol­ogie in uso agli specialisti am­bulatoriali e degli strumenti in­formatici. Previste, inoltre, azioni specifiche per le attività di screening e il monitoraggio costante del le liste d’attesa al fine di intervenire, se necessa­rio, con una pronta rimodulazi­one delle azioni. Tra gli interventi più com­plessi c’è l’implementazione e la riorganizzazione dell’offer­ta sanitaria territoriale, frut­to di un lungo e approfondito studio sui dati epidemiologici, sulla composizione demografi­ca e sullo stato di salute della popolazione. Sono, infatti, circa un migli­aio le ore di specialistica ambu­latoriale assegnate ai vari po­liambulatori e Presidi Territo­riali di Assistenza da dicem­bre, di cui circa 900 a tempo indeterminato, per un costo com­plessivo di 1.700.000 euro. “Un lavoro di riorganiz­zazione - ha spiegato il Diret­tore Generale Vito Piazzolla - che mira ad assicurare ad ogni cittadino prestazioni sanita­rie più aderenti ai bisogni cli­nici rilevati a seguito degli stu­di e delle analisi epidemiolog­iche da noi effettuati. Il tutto, nel rispetto del diritto alla tu­tela della salute e del princip­io di equità all’accesso del­le prestazioni. Si tratta di una ragguardevole implementazi­one dell’offerta sanitaria ter­ritoriale che assume un’im­portanza ancora maggiore in considerazione del particolare periodo di ristrettezze econo­miche che stiamo attraversan­do. Ci auguriamo che ques­ta riorganizzazione, oltre ad aumentare il numero delle prestazioni maggiormente uti­li alla popolazione, ne elevi so­prattutto la qualità”. La riorganizzazione pun­ta a implementare, in parti­colare, l’offerta nelle branche connesse al contrasto delle malattie croniche quali cardi­ologia, pneumologia, endocri­nologia, diabetologia, oculisti­ca, neurologia, fisiatria, geri­atria éd ortopedia per rispon­dere più adeguatamente ai bi­sogni delle persone fragili e af­fette da tali patologie, in forte aumento anche per effetto del crescente invecchiamento del­la popolazione. L’attività di riorganizzazi­one, inoltre, è stata affiancata a nuove procedure di migliora­mento e monitoraggio costan­te dell’appropriatezza prescrit­tiva da parte dei medici con cui si è realizzata una profic­ua collaborazione, indispens­abile per affrontare e combat­tere l’annosa questione dell’ab­battimento delle liste d’attesa. “Si tratta di avviare un vero e proprio cambiamento cul­turale - ha aggiunto Piazzol­la - che deve interessare tutte le componenti del sistema. Ini­ziative che richiedono il coin­volgimento di Medici di Medici­na Generale, Pediatri di Lib­era Scelta, medici specialisti e di tutti gli altri portatori di in­teressi come associazioni dei pazienti, sindacati. Si tratta di percorsi di condivisione attra­verso i quali è possibile perve­nire al governo di questa com­plessa materia ed elevare il liv­ello di appropriatezza prescrit­tiva”. Tra sei mesi la Direzione procederà ad una verifica del­la nuova organizzazione attra­verso l’analisi degli indici che hanno determinato le scelte aziendali e, qualora dovesse­ro emergere alcune criticità, si procederà alla rimodulazione dell’offerta in modo da render­la sempre più aderente alla ne­cessità proprio della popolazi­one residente. Al termine dell’incontro, la Direzione Generale e le Organizzazioni sono ac­cordati sulle modalità con cui il gruppo di lavoro aziendale e le parti sociali si confronteranno, di volta in volta, sui singoli pro­cessi avviati.

Pubblicato in Sanità

Nel massimo campionato femminile continua la fuga della Virtus San Severo che vince senza problemi con la Just dance Cagnano, non molla l’Olimpia Volley PF Apricena, che vince con l’Anspi per 3 a 0, 30 i punti per la Virtus e 26 per l’Olimpia e domenica 10 sarà scontro diretto tra le prime due in classifica al Pal Franchino di Apricena alle ore 11.00. Avanza ancora l’Atletico Vico che, vincendo per 3 a 0 in casa, consolida il suo terzo posto con ben 20 punti. Paga dazio in casa la Real Gargano Estate I. V. Vieste, perdendo per 3 a 1 con la Play Volley Ischitella, che raggiunge 18 punti e tallona il Vico; ferme in classifica tutte le altre squadre. Nell’Open maschile la capolista Blu Lucera-Favi Costruzioni vince in casa per 3 a 0 e totalizza 23 punti; vittoriosa anche l’OV Pf Apricena per 3 a 0 a S. Nicandro con la Just Dance Cagano ed insegue il Lucera con 22 punti. Necessita il T.B. per determinare la vincente a San Severo tra Virtus e Anspi S. Nicandro, parte bene la formazione ospite, vincendo il primo set, ma il san Severo recupera al 2^; si porta ancora in vantaggio per 2 a 1 l’Anspi, ma la Virtus recupera ancora una volta portandosi su l 2 pari e aggiudicandosi l’ultimo set per 15 a 10 incamera due dei tre punti in palio, lasciandone uno al San Nicandro. Il prossimo turno vede a Lucera lo scontro tra la prima in classifica e la terza, ovvero Blu Lucera-Favi Costruzioni e Virtus San Severo, alle 19.oo di sabato presso il palazzetto in via Canova. L’Apricena cercherà di tornare indenne dalla trasferta di San Marco nella speranza di un passo falso della capolista; derby infine a San Nicandro tra Just Dance Cagnano e Anspi S. Nicandro. Partiti i campionati under 16, nella femminile parte sparato il Vieste che nel primo concentramento di San Nicandro batte per 2 a 0 sia i padroni di casa che il M.S. Angelo e si porta in testa alla classifica, nel la terza gara vince l’Anspi per 2 a 0 con il M.S. Angelo che ospiterà giovedì 14 il prossimo concentramento. Nella prima giornata Under M.le il M.S.Angelo vince per 3 a 0 con il San Marco, ha riposato l’Anspi. Prossimo turno Sammarco vs S.Nicandro.


Nr. Giorno Squadra Ospitante        Squadra Ospitata Ris. Parziali
37 Dom. 03-02-2019 OLIMPIA V. PF APRICENA ANSPI S.T. D. S. NICANDRO 3-0 25/7-11-10
38 Dom. 03-02-2019 RGE I. VOLLEY VIESTE PLAY VOLLEY ISCHITELLA 1-3 13/25-25/19-23/25-21/25
39 Dom. 03-02-2019 ATLETICO VICO SAMMARCO PALLAVOLO 3-0 25/16-20-17
40 Dom. 03-02-2019 VIRTUS SAN SEVERO JUST DANCE CAGNANO 3-0 25/18-11-14

Classifica: 1) Virtus San Severo p. 30; 2) OV Pieffe Apricena p. 26; ; 3) Atletico Vico p. 20; 4) Play Volley Ischitella p. 18; 5) RGE Ipssar V. Vieste e Just Dance Cagnano p. 10; 7) Anspi S.T. D. S. Nicandro p. 6; 8) Sammarco Pallavolo p. 0.

Prossima giornata, 11^ , 09-10 Febbraio 2019:

Nr. Giorno Ora Squadra Ospitante        Squadra Ospitata
41 Dom. 10-02-2019 11.00 OLIMPIA V. PF APRICENA VIRTUS SAN SEVERO
42* Dom. 10-02-2019 11.00 JUST DANCE CAGNANO ATLETICO VICO*
43 Sab. 09-02-2019 18.00 PLAY VOLLEY ISCHITELLA SAMMARCO PALLAVOLO
44 Dom. 10-02-2019 11.00 RGE I. VOLLEY VIESTE ANSPI S.T. D. S. NICANDRO

* La gara nr. 42 si gioca a S. Nicandro, palestra Ist. Compr. Mons. D’Alessandro in Via dei Sanniti

Open Maschile, risultati 10^ giornata , 02-03 Febbraio 2019:

Nr. Giorno Squadra Ospitante        Squadra Ospitata Ris. Parziali
84 Sab. 02-02-2019 VIRTUS SAN SEVERO ANSPI S.T.D. S. NICANDRO 3-2 20/25-25/17-22/25-25/22-15/10
85 Sab. 02-02-2019 B. LUCERA-FAVI COSTRUZIONI ATLETICO VICO 3-0 25/17.12.15
86* Sab. 02-02-2019 JUST DANCE CAGNANO OLIMPIA V. PF APRICENA 0-3 20-21-23/25
HA RIPOSATO SAMMARCO PALLAVOLO

Classifica: 1) Blu Lucera – Favi Costruzioni p. 23; 2) OV Pieffe Apricena p. 22; 3) Virtus San Severo p. 20; 4) Atletico Vico p. 12; 5) Just Dance Cagnano p. 8; 6) Anspi ST. D. S. Nicandro p. 4; 7) Sammarco Pallavolo p. 1.

Prossima giornata, 11^ , 09-10 Febbraio 2019:

Nr Giorno Ora Squadra Ospitante        Squadra Ospitata
87 Dom. 10-02-2019 19.00 ANSPI S.T.   S. NICANDRO JUST DANCE CAGNANO
88 Dom. 10-02-2019 18.00 SAMMARCO PALLAVOLO OLIMPIA V. PF APRICENA
89 Sab. 09-02-2019 19.00 B. LUCERA-FAVI COSTRUZIONI VIRTUS SAN SEVERO
RIPOSA ATLETICO VICO

Under 16 F.le, risultati primo concentramento di S. Nicandro martedì 05-02-2019:

Nr. Data Squadra Ospitante Squadra Ospite Ris. Parziali
127 Mart. 05-02-19 ASNPI S. T. S.NICANDRO RGE IPSSAR VOLLEY VIESTE 0-2 17-12/25
128 " RGE I. VOLLEY VIESTE NEW V. M.S.ANGELO 2-0 25/3-10
129 " NEW V. M.S.ANGELO ANSPI S.T. S. NICANDRO 0-2 10-9/25

Classifica: 1^ Real Gargano Estate Ipssar Volley Vieste p. 6; Anspi S.Teresa D. S. Nicandro p. 3; New Volley M.S. Angelo p. 0.

2^ Concentramento a M. S. Angelo:                                 

Nr. Data Ore Squadra Ospitante Squadra Ospite
130 Giov. 14-02-19 17.00 NEW VOLLEY M.S.ANGELO ANSPI S.T.D. S. NICANDRO
131 " 18.30 ANSPI S.T.D. S. NICANDRO RGE IPSSAR VOLLEY VIESTE
132 " 20.00 RGE I. VOLLEY VIESTE NEW V. M.S.ANGELO

Under 16 M.le, risultato 1^ Giornata

Nr. Data Squadra Ospitante Squadra Ospite Ris Parziali
121 Merc. 06-02-19 NEW VOLLEY M.S.ANGELO SAMMARCO PALLAVOLO  3-0 25/14-13-17
    Ha riposato ANSPI S. NICANDRO  

Classifica: 1^ New Volley M.S. Angelo p. 3; Sammarco Pallavolo e Anspi S. Nicandro p. 0.

Prossimo turno, 2^ Giornata:

Nr. Data Ore Indirizo Squadra Ospitante Squadra Ospite
122 Lun. 11-02-19 18.00 Pal. Ist.Sup. P. Giannone SAMMARCO PALLAVOLO ANSPI S.T.D. S. NICANDRO
      Riposa MONTE SANT'ANGELO  

-------------------------------------------------

Pubblicato in Sport

Dal 14 al 17 febbraio 2019 torna Terrarancia a Vico del Gargano, l’evento che raccon­ta storia, tradizioni e tipicità del paese dell’amore.“Amore di cioccolato” è il tema della sec­onda edizione della manifes­tazione - organizzata da Regi­one Puglia, Assessorato all’Ag­ricoltura della Regione Pug­lia, Parco Nazionale del Gar­gano, Comune di Vico del Gar­gano, in collaborazione con Di terra di mare, RedHot e Asernet, con il patrocinio di Symbola e Puglia Promozione e con la partecipazione del Consorzio di tutela dell’arancia e del limone del Gargano IGP - che lega gli agrumi al cioccolato e sarà pre­sentata a Foggia venerdì 8 feb­braio alle ore 10.00 nella Sala della Ruota di Palazzo Dogana. All’incontro interverranno il sindaco di Vico del Gargano Michele Sementino, l’assessore con delega alla promozione del territorio Raffaele Sciscio, l’as­sessore con delega alle attività culturali Rita Selvaggio, il con­sigliere con delega a eventi e manifestazioni Vincenzo Azzarone, l’ideatrice dell’evento Es­ter Fracasso e la project man­ager Maria Pia Liguori.

Come sempre, in occasi­one dei festeggiamenti del san­to patrono, Vico del Garga­no - cittadina che rientra tra I Borghi più Belli d’Italia e sorge su un promontorio roccioso tra il mare e la Foresta Umbra - si vestirà a festa. Dal 14 al 17 febbraio a col­orare Vico saranno gli agrumi che, da tradizione, vengono uti­lizzati per realizzare gli orna­menti della statua di San Val­entino e per decorare la Chie­sa Matrice, il centro storico di origine medievale, le vecchie case “a pujedd” (a schiera con scala esterna), archi, porto­ni e vicoli. A partire dal “Vico­lo del Bacio”, stretta e pittoresca stradina simbolo del paese dell’amore, dove gli innamora­ti si promettono amore eterno.

«Sono innamorato del mio paese e delle sue tradizioni, vera ricchezza per tutti noi», afferma il Sindaco Michele Sementino, che aggiunge: «L’an­no scorso, a conclu­sione della prima edizione, ho promes­so che avrei fatto di tutto perché ques­ta manifestazione si ripetesse negli anni facendo innamora­re sempre più per­sone di Vico. Ed eccoci qui, la promessa è stata mantenuta. Vogliamo far conoscere la ma­gia e la storia di questo luogo a tutti e crediamo che “Terraran­cia” sia lo strumento giusto per farlo».

«La seconda edizione dell’evento è un segnale di con­tinuità, all’insegna della valo­rizzazione e della promozione del territorio. “Terrarancia” ha la forza di portare Vico, e quin­di il Gargano, fuori dai confini provinciali e regionali, facen­do conoscere la storia, le tra­dizioni e il fascino di luoghi autentici. Un evento unico ca­pace di promuovere turismo, enogastronomia e cultura», di­chiara l’assessore con delega alla promozione del territorio Raffaele Sciscio. Terrarancia nasce dalla leggenda legata a San Valentino - patrono da ben 401 anni della cittadina garganica (da quando nel 1618 i vichesi lo sostituiro­no a San Norberto) che prote­gge non solo gli innamorati ma anche gli agrumi - secondo cui mangiando le arance di Vico del Gargano o bevendone il succo, ci sia la possibilità di coronare il proprio sogno d’amore.

Pubblicato in Manifestazioni
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

Ristorante Il Capriccio

Reporter della tua città

16 Febbraio 2019 - 10:50:57

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Santi e Nobili di Nicola Parisi. Le vicende di S. Valentino a Santo Patrono di Vico del Gargano

Con solenne Festa Liturgica il 14 febbraio prossimo, Vico del Gargano si appresta a chiudere la celebrazione giubilare dei 400 anni di san Valentino prete e martire. Durante…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005