Articoli filtrati per data: Lunedì, 03 Settembre 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

Riprendono alla grande le attività musicali dell’associazione NUOVA DIAPASON di Vieste, associazione culturale e musicale attiva sul territorio da oltre 21 anni e che vede alla direzione artistica i Maestri Maria Candelma e Pietro Loconte. L’inaugurazione del nuovo anno accademico è affidato al concerto “DUET, l’amore nonostante tutto”. Un viaggio attraverso le varie forme dell’amore tra musica e parole che vedrà l’esibizione di due giovanissimi talenti, il sassofonista Raffaele Manuel Padula e la pianista Virginia Corricelli, quest’ultima, uno dei fiori all’occhiello dell’associazione musicale Nuova Diapason, iscritta al terzo anno accademico presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia, sez. staccata di Rodi G.co

Durante la serata ci sarà l’inaugurazione del nuovo anno accademico con apertura dei corsi lunedì 1 ottobre e la presentazione dei vari corsi.

Vi aspettiamo numerosi quindi VENERDI 7 SETTEMBRE alle ore 20.30 presso l’auditorium San Giovanni di Vieste.

Per info: 338-3590820 _ www.nuovadiapason.it

Pubblicato in Spettacolo

"Mi ricandido alla presidenza della Regione e spero di poter fare le primarie il prima possibile.
    Una parte della componente renziana del Pd è contro di me quindi è importante capire subito, attraverso le primarie, chi sarà il candidato del centrosinistra. Se sarò io, per concludere il mandato con il sostegno necessario, se sarà un'altra persona per darle il tempo di fare la campagna elettorale e di farsi conoscere. Mi auguro che le primarie possano essere già a novembre". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, conversando con l'ANSA. Le elezioni regionali in Puglia sono in programma nel 2020.

Pubblicato in Politica

Le venti squadre che parteciperanno alla terza edizione di “Migliorarsi a piccoli passi”, la grande manifestazione di piazza rivolta ai bambini di Capitanata, si stanno formando. I bimbi di età compresa tra i 6 e i 10 anni e i team di professionisti (composti ciascuno da parrucchiere, fotografo, visagista e costumista) stanno scegliendo il loro trend e si preparano ad invadere Manfredonia. Sarà infatti la città sipontina ad ospitare quest’anno la giornata dedicata al “bello”.  La data fissata è il 16 settembre.

In programma giochi, set fotografici e tanto altro per una domenica all’insegna del divertimento grazie alla presenza del comico e cantante foggiano Santino Caravella che spiegherà, attraverso un momento di spettacolo, l’importanza di nutrirsi in modo salutare. La tematica si allargherà con l’intervento del noto chef orsarese Peppe Zullo. 

Pubblicato in Manifestazioni

Del concorso straordinario per i docenti precari delle scuole medie e superiori, riservato ai soli “abilitati” si occuperà la Consulta. Il Consiglio di Stato ha infatti rinviato alla Corte Costituzionale la norma attuativa in materia della cosiddetta legge sulla Buona Scuola. In attesa della decisione, il Consiglio di Stato non ha sospeso il concorso, che interessa migliaia di candidati, ma ha ammesso con riserva i candidati appartenenti alle categorie escluse.

La decisione con cui la sesta sezione del Consiglio di Stato ha rimesso alla Consulta la questione di legittimità costituzionale riguarda nello specifico l’art. 17 comma 2 lett. b) e comma 3 del decreto legislativo 59/2017, attuativo della legge sulla “Buona Scuola”, norma volta al riordino del sistema di reclutamento degli insegnanti delle scuole secondarie (medie e superiori). Questi commi dispongono – in via transitoria e in deroga al principio per il quale al concorso per l’insegnamento possono accedere tutti i laureati che hanno conseguito un certo numero di crediti qualificanti – un concorso straordinario riservato ai soli “abilitati” (cioè a chi è in possesso, oltre che della laurea, anche del titolo necessario nel sistema previgente).

Il Consiglio di Stato nell’ordinanza depositata oggi osserva che nel periodo dal ’90 al 2017, ovvero quando l’abilitazione era requisito per partecipare ai concorsi, averla conseguita o meno è dipeso da un complesso di circostanze casuali, non dipendenti dalla diligenza o dal merito dell’interessato, cosicché, il mantenere la riserva agli abilitati costituirebbe un’irragionevole disparità di trattamento rispetto ai laureati.

(ansa)

Pubblicato in Società

È il campano Alfonso Manso, generale di brigata, il nuovo comandante della Legione Puglia dei Carabinieri. Succede dopo tre anni al generale Giovanni Cataldo, trasferito a Palermo a comando della Legione Sicilia.
    La cerimonia di avvicendamento si è tenuta nella caserma "Chiaffredo Bergia" di Bari, alla presenza del comandante Interregionale Carabinieri "Ogaden", il generale di Corpo d'Armata Vittorio Tomasone, e di altre autorità civili e militari, tra le quali il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.
    Nei tre anni di attività, quale comandante della Legione Puglia,il generale Cataldo ha puntato sulla intensificazione dell'attività di prevenzione a tutela della sicurezza dei cittadini, attraverso un significativo incremento dei servizi esterni e degli interventi straordinari di controllo del territorio.
    Raccoglie oggi il testimone il generale Manzo, proveniente dal Comando della Legione Allievi Carabinieri di Roma, dove dal 2016 ha ricoperto l'incarico di Comandante.

Pubblicato in Società

Incredibile la storia di Jauns River, di origine polacca, gira il mondo in bici ad 80 anni. Ieri è stato a Peschici, ospite dell’Hotel D’Amato. Omaggiato e salutato anche dal sindaco Tavaglione.

La storia di Janus è davvero incredibile. Lui parla 20 lingue, è in viaggio da 16 anni, ha visitato ben 152 Paesi, ed ha già percorso oltre 300 mila chilometri. Vive grazie alla generosità di chi lo riconosce e lo aiuta con un pranzo o un alloggio, per il resto gli bastano 3 euro al giorno. Negli ultimi 4 anni ha attraversato la Russia, l’Australia e il Sud America.

“Non aspiro né cerco nessun record – dice Janus – il mio Guiness sono le persone che incontro e i tutti i paesi che mi accolgono. Voglio fare qualcosa che resti nella storia del Mondo, – parlo 20 lingue e ho avuto relazioni con oltre 660 donne”.

A 28 Janus anni ha lasciato la Polonia per sfuggire al regime comunista. Arrivato in Egitto ha ottenuto il passaporto italiano e nel 1978 si è trasferito a Roma proprio quando si stava insediando come Papa Karol Woityla. Ha lavorato nel mondo dello spettacolo, ha fatto l’agente nel calcio e nel teatro per tanti anni, poi ha scelto una notte di partire per il suo viaggio come giro del Mondo. Adesso è dalle nostre parti, lui farà le varie Regioni, oggi sarà a Vieste. Il suo giro d’Italia conterà alla fine 12 mila chilometri, la previsione è di terminarlo per il 2019. “Il mio giro non è quello dei ciclisti professionisti che ne fanno circa 2000 km in Italia. Il mio è lento ma molto lungo. Dopo farò l’ultima sfida: mi aspetta l’Australia. Ma questo l’ho calcolato verso i novant’anni se la salute continuerà ad assistermi”.

Pubblicato in Personaggi
Lunedì, 03 Settembre 2018 09:52

Nuova vita per il Trabucco di Rodi Garganico

Il trabucco di Rodi Garganico risorgerà dalle ceneri dell'incendio che lo ha distrutto poco più di due anni fa. A rendere possibile la ricostruzione di una testimonianza della memoria collettiva e delle pratiche di pesca, l'attività sinergia di Parco Nazionale del Gargano, Regione Puglia e Comune di Rodi, grazie a cui sono state messe in campo le necessarie risorse e competenze tecniche.

I lavori di ripristino avranno un costo complessivo di 50.000 euro, resi disponibili dalla Regione Puglia e dal Parco Nazionale del Gargano che si occuperà della complessiva gestione dell'intervento, e termineranno entro la metà di settembre. La sostenibilità ambientale dell'opera è garantita dall'uso prevalente di legno e altro materiale naturale. Parte così, da Rodi Garganico, il piano per la conoscenza, la valorizzazione e il recupero dei trabucchi oggetto di una specifica legge regionale (n. 2 del 27/01/2015) con cui si prevede lo stanziamento di 800.000 euro destinati al riconoscimento delle strutture storiche disseminate lungo la costa di Rodi Garganico, Peschici e Vieste quali 'beni patrimoniali di grande valenza identitaria e paesaggistica da salvaguardare, valorizzare, recuperare o ripristinare'.

Ancora oggi questi giganti che sorgono sulle punte estreme della costa garganica sono strumenti di pesca utilizzati per intercettare e catturare, restando a terra, i branchi di pesci che si spostano dalle foci dei laghi Varano e Lesina alle grotte e alle insenature naturali delle falesie rocciose, a sud di Capo Vieste dove depongono le uova.

Il fatto che l'attività si svolga interamente da terra rende questa particolarissima tecnica ancor più compatibile con l’ambiente, rispetto a quella svolta a mare. Tant'è che è intento del Parco Nazionale del Gargano, in accordo con la Regione Puglia, promuovere la formazione di trabuccolanti, maestranze specializzate nella manutenzione anche straordinaria di queste belle e potenti macchine, capaci di proiettare le reti fino a 30 metri dalla costa e di raccogliere quintali di pesce con un'unica pescata.

Ecco perché i trabucchi sono straordinari testimoni della storia e dell’economia del passato, frutto dell'ingegnosità delle comunità garganiche, diventati suggestivi elementi del paesaggio che meritano di essere annoverati tra le strutture architettoniche, storiche e tradizionali e di essere tutelati e valorizzati dal Parco Nazionale del Gargano.

Pubblicato in Ambiente

La conferenza stampa di presentazione dell’evento si terrà oggi, 3 Settembre, alle ore 19 presso il Castello di Monte Sant’Angelo (Largo Roberto il Guiscardo, 2), grazie all’ospitalità ed il supporto forniti dalla Coop. Ecogargano in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Alla conferenza presenzieranno lo staff dell'Asd "Piloti Sipontini" (che cura l'organizzazione della manifestazione sportiva), i rappresentanti delle Istituzioni ed alcuni dei team in gara. 

Sabato e domenica, a sfidarsi sul filo dei secondi, tra prove speciali e diversi tipi di tracciati (nel classico” triangolo Manfredonia, Monte Sant’Angelo e Mattinata), ci saranno i migliori equipaggi ed autoveicoli sportivi in circolazione. 

La tappa garganica sarà una delle quattro della Coppa Italia 4^ Zona (si prevede un incremento ulteriore delle iscrizioni rispetto anche agli ultimi anni) ed in concomitanza ci sarà anche la competizione delle auto che hanno fatto la storia di questo sport con la versione Classic” della competizione.

Pubblicato in Manifestazioni
 
Dalle ore 19.30 di oggi, lunedì 3 settembre, la galleria di Monte Saraceno sulla strada Manfredonia-Mattinata verrà nuovamente chiusa tutte le notti di lunedì, martedì, mercoledì e giovedì su venerdì nella fascia compresa tra le 19.30 e le 7.30 del giorno successivo (con riapertura, quindi, a partire dalle ore 7.30 del venerdì e per tutti i fine settimana);
 
Dalle ore 7.30 di lunedì 17 settembre in poi, infine, le attività lavorative riprenderanno H24 fino all’ultimazione dell’intervento prevista entro i primi mesi del 2019.
 
L’intervento – del valore complessivo di circa 5 milioni di euro – consiste nella installazione di Panelli a Messaggio Variabile, colonnine SOS ed impianto di illuminazione d’emergenza, oltre che nella sostituzione di vecchie lampade con altre di nuova generazione (Led) e di nuovo sistema di ventilazione; l’adeguamento degli impianti consente inoltre il conseguimento del risparmio energetico.
 
Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800.841.148.
 
Pubblicato in In primo piano

Con un sentito “grazie a tutti” Don Alessandro Rocchetti ha salutato i suoi fedeli. Il giovane sacerdote sarà trasferito a Molfetta, dove ricoprirà il servizio di Padre Spirituale presso il Pontificio Seminario Regionale Pugliese. Il sacerdote, originario di Vieste e sipontino d’azione, ha rappresentato sicuramente uno dei maggiori e più consapevoli spettatori del cambiamento di Manfredonia. Una città allargatasi ben oltre il perimetro di quelle che un tempo i manfredoniani consideravano periferie, diventando una delle più estese città italiane tra quelle non capoluogo.

Don Alessandro Rocchetti ha rappresentato un vero e proprio “aggregatore”,  in un lembo della città da molti neanche conosciuto. Un sacerdote di periferia che ha saputo sempre mettere al primo posto le esigenze di dialogo e ascolto di un quartiere, quello dei “Nuovi Comparti”, abitato soprattutto da giovani famiglie e ragazzi. E’ emersa la grande capacità di un sacerdote di periferia che ha saputo coinvolgere tanti giovani che, in quella comunità che si raccoglieva in un grande garage prima della costruzione della parrocchia, hanno trovato un punto di riferimento.

In un periodo storico complesso come quello vissuto dalle generazioni più giovani, Don Alessandro ha saputo accogliere l’invito del compianto vescovo Michele Castoro, che volle fortemente un giovane sacerdote per quel “pezzo” di città che aveva bisogno di sentirsi parte di Manfredonia, parte di un sistema che potesse includere tutti i quartieri e non creare periferie lontane.

Don Alessandro Rocchetti, padre fondatore della parrocchia “San Pio”, ha avuto indubbiamente la capacità di riuscire ad essere un riferimento per la “sua” gente; le parrocchie non bastano, occorre renderle fruibili, attrattive, capaci di comunicare, soprattutto ai giovani, soprattutto nelle periferie.

La diocesi garganica di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo mai come in questi anni si è resa protagonista della crescita di tanti sacerdoti giovanissimi, per anni guidati dal vescovo Michele Castoro. Tanti giovani sacerdoti che hanno saputo portare nuova linfa e nuovo fermento tra tanti giovani della terra garganica. Di giovani, di famiglie, di una chiesa che in tempi difficili come questi arrivi lì dove le politiche sociali ed il welfere non arrivano, ha parlato nel suo discorso alla gente sipontina l’amministratore apostolico Luigi Renna, al termine della lunga processione del 31 agosto:“La chiesa si faccia sempre attenta ascoltatrice delle esigenze delle famiglie e dei giovani”, ha sottolineato.

Don Alessandro Rocchetti ha indubbiamente trasformato quello che sarebbe diventato un dormitorio residenziale, le cui richieste spesso sono rimaste inascoltate dalla politica locale, in un quartiere vivo, in una comunità. Sarà per questo, per il forte legame che intercorre tra quelle nuove aree di insediamento e la parrocchia, che oggi in molti preferiscono parlare di “Quartiere San Pio” anziché di “Nuovi Comparti”, sottolineando un legame che rimarrà fortissimo.

“Grazie Don Alessandro: abbiamo bisogno di sacerdoti come lei…”

Giovanni Gatta

manfredonianews.it

Pubblicato in Personaggi
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

Ristorante Il Capriccio

Reporter della tua città

06 Novembre 2018 - 17:00:33

Reporter della Tua Città/ Ogni civiltà ha la spazzatura che si merita

I limiti della foto: il non poter fornire immagini più nitide della spazzatura.

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005