Articoli filtrati per data: Lunedì, 06 Agosto 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

“I russi, gli americani,…”. Iniziava così una famosa canzone di Lucio Dalla, cittadino onorario del Gargano intero. Oggi però la buonanima, se avesse voluto riferirsi al nostro Promontorio avrebbe dovuto aggiungerci “i cinesi”. E sì perché fonti ben accreditate danno ormai per certo lo sbarco di imprenditori asiatici sul Gargano per rilevare un’importante struttura turistica.

Le trattative sarebbero ormai a buon punto tanto che sarebbe stato già siglato un primo atto di compromesso. Probabilmente alla fine di questa stagione turistica ci sarebbe il passaggio di consegne.

Non si sa esattamente dove sia ubicata la struttura che passerebbe sotto il controllo degli asiatici, forse sulla litoranea fra Vieste e Peschici. Ma qualcuno sostiene che potrebbe una struttura di valenza internazionale in una baia di Peschici, con una consistente e variegata ricettività.

Pubblicato in Turismo

Il fascino del Pizzomunno e delle sue spiagge incanta anche i vip internazionali. Ieri Tina Kunakey, top model internazionale, attuale compagna dell’attore francese Vincent Cassel, è stata a Vieste per realizzare uno “shooting” fotografico per una nota griffe di costumi da bagno. Varie le location scelte per gli scatti: dal centro storico alla spiaggia di Pizzomunno.

Tina Kunakey, il cui vero nome è Tina Kunakey Di Vita è una modella francese, nata da padre francese di origine togolese e madre francese di origine siciliana. E’ apparsa anche sul palco di Sanremo nell’edizione 2017.

A breve ci sarà il matrimonio con Vincent Cassel, fino a qualche anno fa legata all’attrice italiana Monica Bellucci. Cassel è più grande della top model di 30 anni.

Pubblicato in In primo piano

Rimini e l'Emilia Romagna sono in cima alla classifica con poco più di 23 milioni di presenze registrate, tallonate però da vicino dal Veneto, che con “sole” cinque spiagge è a quota 22,2 milioni di turisti. Ma non va sottovalutato il contributo numerico offerto dalle destinazioni balneari del Sud conosciute in tutto il mondo, come Sorrento, Ischia, Forio, Vieste, Arzachena, né quello delle “piccole” cittadine, come la toscana Castiglione della Pescaia e le friulane Lignano e Grado, che con meno di 10 mila abitanti ciascuna contribuiscono alla bilancia commerciale con oltre 6 milioni di presenze. 

Mentre fervono i preparativi in vista del primo “G20 delle Spiagge italiane (G20s)”, il summit del turismo balneare in programma dal 5 al 7 settembre a Bibione, le 20 destinazioni del mare si prendono reciprocamente le misure sui dati degli afflussi turistici relativi al 2016, in base ai quali i partecipanti sono stati selezionati.

Per individuare infatti le località balneari invitate all'evento ci si è basati su un criterio quantitativo: il numero di presenze dei turisti negli esercizi ricettivi delle spiagge italiane. Per dare un'idea dell'impatto che queste mete hanno sul sistema turistico nazionale basti pensare che nell'anno in questione i 20 partecipanti hanno registrato oltre 60 milioni di turisti, circa il 15% delle presenze complessive del Paese. Ecco perché toccherà a loro disegnare il futuro del turismo balneare in Italia nei tre giorni di eventi e incontri in programma a Bibione. Durante il summit sindaci, assessori regionali, tecnici, studiosi, operatori del settore e decision makerssi confronteranno su una serie di problematiche comuni a tutte le coste italiane: dalle problematiche ambientali alla necessità di innovare infrastrutture e prodotti turistici, dalla gestione delle spiagge all'ampio tema dei servizi pubblici, con particolare riguardo alla raccolta dei rifiuti, alla sicurezza e ai servizi sanitari.

Veneto. Con 22,2 milioni di turisti le cinque spiagge venete di BibioneCavallino TreportiJesoloCaorleChioggia rappresentano da sole il 37% delle presenze dei 20 partecipanti al summit. Un dato notevole, soprattutto se rapportato con le dimensioni medio-piccole dei cinque comuni in questione. Si va dagli oltre 6 milioni di turisti di Cavallino Treporti ai 5,3 milioni di Jesolo e Bibione, che con soli 11.930 residenti (comune di San Michele al Tagliamento) è tra le spiagge con un indice più alto di turisti per abitante. Al risultato su base regionale contribuiscono poi anche le spiagge di Caorle (4,2 milioni di presenze) e Chioggia (1,3 milioni).

Emilia Romagna.  Rimini, per dimensioni l'unica vera e propria città invitata al G20, si conferma la destinazione balneare più gettonata con 7 milioni di presenze. Non a caso, a livello nazionale, è dietro solo a grandi città quali Roma, Milano, Venezia e Firenze. Altre sei spiagge che parteciperanno al summit contribuiscono a far arrivare l'Emilia Romagna a quota 23 milioni di turisti: Riccione(3,5 milioni), Cesenatico(2,9 milioni), Bellaria-Igea Marina(2,1 milioni), Comacchio(2 milioni), Cervia(3,4 milioni), Cattolica(1,8 milioni).

Friuli Venezia Giulia. Le due località balneari friulane, 15 mila abitanti in due, insieme raccolgono oltre 4,7 milioni di presenze: 1,2 milioni per Grado, 3,5 milioni per Lignano, che è anche la destinazione mare con una maggiore pressione turistica (503 mila presenze ogni 1.000 abitanti).

Campania. Un apporto importante, con oltre 5 milioni di presenze, viene poi da Sorrento(2,4 milioni), Forio(1,3 milioni) e Ischia(1,3 milioni).

Le altre regioni. Nella top 20 delle spiagge rientrano infine la pugliese Vieste (1,9 milioni di presenze), la toscanaCastiglione della Pescaia (1,4 milioni) e la sarda Arzachena(1,1 milioni).

Pubblicato in Turismo

dodici migranti, tutti braccianti agricoli, sono morti, e altri tre sono rimasti feriti, in un incidente stradale avvenuto sulla strada statale 16, al bivio per Ripalta, nel Foggiano, ai confini con Termoli. Il violento impatto frontale è avvenuto tra un furgone con targa bulgara carico di uomini di originari dell'Africa, braccianti agricoli che tornavano dal lavoro nei campi, e un tir carico di farinacei. I braccianti morti nell'incidente stavano tornando dai campi dopo aver raccolto pomodori. I tre feriti sono stati ricoverati nell'ospedale di San Severo. Le modalità e le circostanze dell'incidente sono le stesse dello scontro avvenuto sabato scorso sulla strada provinciale 105 tra Ascoli Satriano e Castelluccio dei Sauri, in cui hanno perso la vita quattro braccianti agricoli extracomunitari ed altri quattro sono rimasti feriti.

Pubblicato in Cronaca

Rimini e Riccione confermano la loro fama di campionesse di accoglienza per i turisti in Italia. Tra i servizi per i quali le due località della costa emiliano-romagnola raggiungono livelli di eccellenza c’è anche la rete mobile più performante tra quelle delle località preferite dai turisti. A rilevarlo è l’ultimo studio di SosTariffe.it, che ha preso in considerazione, grazie all’app Open Signal Maps, la copertura 2G, 3G e 4G, la velocità di connessione e i tempi di latenza media dei quattro principali operatori italiani (Tim, Vodafone, H3g e Wind) nelle località estive più gettonate di quest’estate, individuate dal report “Summer Vacation Value” di TripAdvisor (L’isola d’Elba in Toscana, Ugento, Porto Cesareo e Vieste in Puglia, Rimini e Riccione in Emilia Romagna, Ischia in Campania, Ricadi in Calabria, San Vito lo Capo in Sicilia e Villasimius in Sardegna).

Rimini ha conquistato la prima posizione per la velocità di download in 2G, 3G e 4G: in media tutti e quattro i provider raggiungono 25 Megabit per secondo (Mbps), spiega SosTariffe.it, ma la navigazione può raggiungere picchi fino a 44,4 Mbps. Quanto ai tempi di upload, superano i 9 Mbps.

I tempi di latenza (ovvero, in gergo tecnico, il lasso temporale necessario per il passaggio dei dati dal dispositivo al server e ritorno) sono i più bassi, dunque i più efficienti: 63 millisecondi, l’ideale per una videochiamata di buona resa con Skype o per un’esperienza ottimale di gioco con un videogame online. Subito sotto sui due scalini successivi del podio si sono piazzati Riccione e Ischia.

A seguire nella classifica stilata da SosTariffe.it si piazzano l’Isola D’Elba, seguita da vicino da Porto Cesareo in Puglia: nel primo caso la velocità di download si attesta intorno ai 16,50 Mbps, mentre con il 4G si arriva a 26 Mbps. Nel caso della “Perla dello jonio” la media della velocità raggiunta da tutti gli operatori è circa 15,56 Mbps, e di 5,34 in upload con tempi di latenza di 98 millisecondi. In 4G si possono inoltre raggiungere i 27,74 Mbps in download.

Continuando a scorrere vero il basso la classifica, è il turno di Vieste, nel nord della Puglia, dove la velocità di download media in 2G, 3G e 4G si aggira intorno ai 13,75 Mbps (con l’Lte si arriva a 17Mbps). “A Vieste tuttavia – spiega SosTariffe.it – il vero incubo sono i tempi lunghissimi di latenza: circa 136 ms, i più lunghi di tutte le località considerate: ciò significa che effettuare una videochiamata con trasmissione dati rapida e in sincrono audio-video, è praticamente un’impresa”.

Le prestazioni delle reti mobili vanno poi a scadere man mano che si scorre il resto della classifica, con Ugento, dove l’upload in 4G è il più lento tra le località campione, e a chiudere il ranking Ricadi, San Vito Lo Capo e Villasimius, dove non sono disponibili connessioni 4G.

Pubblicato in Società

E’ stato pubblicato l’Avviso per l’assegnazione del beneficio relativo all’assegnazione dei contributi regionali relativi alla fornitura gratuita, o semigratuita, dei libri di testo per l’anno scolastico 2018/2019.
Per accedere al beneficio,  l’indicatore della Situazione Economica Equivalente (il cosiddetto ISEE) del richiedente, in corso di validità, non potrà essere superiore ad € 10.632,94.  E, come per lo scorso anno, all’istanza dovranno essere allegati gli scontrini di acquisto dei libri con attestazione del fornitore a conferma che trattasi di spesa relativa a fornitura di libri di testo.
Da quest’anno le domande dovranno essere inoltrate esclusivamente per via telematica, attraverso apposita procedura on-line, presso la scuola di appartenenza in grado di fornire tutte le informazioni in merito.
 Le domande potranno essere inoltrate dalle ore 10:00 del 20.08.2019 alle ore 14:00 del 20.09.2018. Oltre tale termine non saranno accettate o prese in considerazione.

Pubblicato in Avvisi

Al tramonto e dopo L'APERITIVO LETTERARIO, questa sera approda sulla banchina del CAPRICCIO con tanto "Giass" e allegria,....un vero tuffo negli anni 30... da non perdere!!!

Pre/after dinner!!!

 

 

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico - Vieste –
tel 0884 707899 –
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Avvisi

Dopo il successo delle prime tappe e la pausa del week end, Gargano in Folk torna a rallegrare le piazze dei comuni garganici. L’evento, organizzato dal Parco Nazionale del Gargano, porta in tour la tradizione popolare con alcuni dei gruppi più rappresentativi di questo territorio. Nelle piazze di Mattinata, Vico del Gargano, Peschici e San Marco in Lamis il pubblico ha risposto con grande entusiasmo ed apprezzamento alle serate animate da gruppi consolidati come i Rione Junno, i Sud Folk, Le Mulieres Garganiche, ma anche a quelle condotte con maestria dalle nuove generazioni di suonatori come I Frizzicaroli, gruppo composto da oltre 50 allievi dell’Istituto comprensivo ‘Dante-Galiani’ di San Giovanni Rotondo.

 Gli appuntamenti di Gargano in Folk riprenderanno questa sera proprio a San Giovanni Rotondo quando ad esibirsi, nell’ambito della Notte Bianca (Piazza dei Martiri, ore 24.00), saranno i Tarantula Garganica, protagonisti anche della serata di domani 8 agosto, in programma a Rignano Garganico in Largo Portagrande, alle 20.30.

 Venerdì 10 agosto sarà la volta del Rione Junno e delle Indie di Quaggiù che suoneranno al Lido del Sole (Parco Atas, ore 21.30). Per il 12 agosto è previsto invece un doppio appuntamento, a Lesina (Piazza Umberto, ore 22.00) con le Mulieres Garganiche e il trombettista Matteo Renzulli, e a Carpino (Piazza del Popolo, ore 22.30) con I Frizzicaroli. Gargano in Folk il 13 agosto toccherà anche Cagnano Varano, che ospiterà i gruppi Rione Junno e Le Indie di Quaggiù (piazza Giannone, dalle 21.00).

 Dopo la pausa di Ferragosto, il tour continuerà tra le vie del borgo antico di Serracapriola, dove giovedì 16 agosto alle 21.00, La Pacchianella e Matteo Renzulli, ex componente del gruppo di Monte Sant’Angelo, si riuniranno condividendo il palco. Le ultime tappe di Gargano in Folk sono in programma il 22 agosto a Sannicandro Garganico con le Mulieres Garganiche (Piazza IV novembre, ore 21.00), il 23 agosto ad Ischitella-Foce Varano con Le Indie di Quaggiù (Piazza del Porto, ore 21.30) e l’8 settembre ad Apricena con La Pacchianella.

Pubblicato in Manifestazioni

Mercoledì prossimo, 8 agosto, si terrà - con partenza da San Severo e arrivo a Foggia - una "marcia dei berretti rossi", come i cappellini che i quattro braccianti agricoli morti nell'incidente stradale avvenuto sabato scorso e i quattro feriti indossavano nei campi per proteggersi dal solleone "mentre raccoglievano i pomodori per avere la vergognosa paga di un euro al quintale". Lo rende noto un comunicato dell'Unione sindacale di Base che ieri sera, domenica, ha tenuto una assemblea, alla quale hanno partecipato centinaia di braccianti delle campagne del Foggiano, nell'ex ghetto di Rignano. E' stato deciso di proclamare uno sciopero per l'intera giornata di mercoledì 8 agosto, in memoria dei quattro compagni di lavoro morti sabato sulla provinciale 105 mentre tornavano dai campi e per rivendicare "diritti e dignità". Lo sciopero sarà accompagnato da una marcia che prenderà il via alle 8 del mattino dall'ex ghetto di Rignano, nel comune di San Severo, e si concluderà davanti alla prefettura di Foggia. I cappellini rossi - si ricorda nel comunicato - erano stati distribuiti ai braccianti nei giorni scorsi da aderenti a USB e Rete Iside "come segno di vicinanza e di solidarietà in un processo di sindacalizzazione che richiama alla memoria le battaglie di Giuseppe Di Vittorio per i diritti dei lavoratori agricoli". "Perché questo erano i quattro nostri compagni morti: lavoratori agricoli, indipendentemente dal colore della pelle", si sottolinea. "È questa la nostra battaglia - ribadisce Aboubakar Soumahoro, del coordinamento lavoratori agricoli USB - la tutela dei lavoratori e la rivendicazione dei loro diritti, negati in Puglia come in Calabria, in Piemonte o nel Lazio. Per questi diritti si batteva Soumaila Sacko, ucciso nella piana di Gioia Tauro il 2 giugno scorso, per questi diritti combattevano i braccianti morti sabato, organizzandosi per sfuggire alla schiavitù del caporalato e alle vessazioni dei cosiddetti imprenditori agricoli". Il 22 settembre proprio a Foggia sarà presentata la piattaforma e il programma di lotta USB sul lavoro agricolo.

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

OLMO generico

Reporter della tua città

21 Ottobre 2018 - 10:33:42

IL LIBRO della SETTIMANA/ Generazione super connessa: “Alziamo gli occhi dai cellulari” – I SUPERCONNESSI – Domenico Barillà -

Finita l’ubriacatura, responsabile di una confusione pedagogica senza precedenti, smaltita in parte la paura che sembra avere paralizzato un’intera generazione di educatori, è…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005