Articoli filtrati per data: Martedì, 08 Maggio 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

Nel corso della 31esima edizione la Regione Puglia protagonista con un omaggio ad Aldo Moro, focus su Alessandro Leogrande, installazione di Dario Curatolo sul sistema delle biblioteche di comunità, un progetto sull’Albania dei giovani scrittori, 24 editori e un ricco programma di iniziative e presentazioni.

La Regione Puglia protagonista al Salone internazionale del Libro di Torino, che inaugura mercoledì 9 maggio con un tributo ad Aldo Moro dell’attore Fabrizio Gifuni e arricchisce il 12 maggio con un ricordo di Alessandro Leogrande, lo scrittore tarantino recentemente scomparso.

Sono loro i «Grandissimi di Puglia» sui quali si accendono i riflettori della 31a edizione del prestigioso appuntamento del Lingotto, dove la Regione Puglia è presente anche con l’installazione «Library in motion» di Dario Curatolo dedicata al sistema delle biblioteche di comunità, un progetto sull’Albania dei giovani scrittori, uno stand riservato a venticinque editori pugliesi e una serie di importanti iniziative e appuntamenti di richiamo.

«Quest’anno la Puglia è davvero la protagonista del Salone del libro - il commento del Presidente Michele Emiliano - con i grandissimi e la presenza importante del nostro variegato e sempre molto attivo comparto dell’editoria. Sono particolarmente orgoglioso del fatto che quest’anno l’evento inaugurale, dedicato ad Aldo Moro, sia organizzato grazie ad una virtuosa collaborazione tra il Salone e la Regione Puglia e sono onorato di ricordare Alessandro Leogrande, un grandissimo della nostra terra andato via troppo presto. E che celebriamo guardando avanti con la presentazione del libro nel quale è raccolto il suo fondamentale lavoro dedicato a Taranto, la sua città».

«Moro e Leogrande - aggiunge l’assessore Loredana Capone - sono due immense idealità che il destino ha voluto sottrarci quando avrebbero potuto dare ancora tanto alla loro regione e al Paese. E un modo per onorare la loro memoria è l’impegno con cui la Regione ha affrontato il tema dell’infrastrutturazione culturale per affrancarsi da un gap insostenibile nei confronti del Nord Italia. Per questo portiamo a Torino i risultati del programma Community Library: 123 tra biblioteche civiche, scolastiche, universitarie, finanziate con un investimento di 120 milioni di euro».

Sarà, dunque, un’inaugurazione davvero particolare, quella del Salone torinese, che mercoledì 9 maggio, proprio nel giorno in cui ricorre il quarantennale dell’assassinio del grande statista salentino, la Regione Puglia apre «Con il vostro irridente silenzio», studio in forma di lettura dalle lettere e dal memoriale della prigionia dello statista salentino rapito e assassinato dalle Brigate Rosse. Protagonista nelle Officine Grandi Riparazioni di Torino (ore 21.15), Fabrizio Gifuni, che ha anche selezionato i testi e curato la drammaturgia con Christian Raimo per la consulenza storica di Francesco Biscione e Miguel Gotor La sonorizzazione è di Gup Alcaro. Nella prima giornata del Salone, del quale - tra l’altro - è Direttore Editoriale lo scrittore barese Nicola Lagioia, la Regione Puglia sarà presente nello Spazio Eventi con «Raccontare il Sud», una riflessione sull’editoria nel Mezzogiorno d’Italia alla quale parteciperanno il Presidente Michele Emiliano, l’Assessore Loredana Capone e il critico letterario, teatrale e cinematografico Goffredo Fofi. Altri appuntamenti curati nella stessa giornata dalla Regione Puglia, l’evento del Consiglio Regionale della Puglia con la presentazione del libro di Domenica Gattulli e Paola Silvestri «L’acquedotto pubblico pugliese nel servizio idrico integrato. Riflessioni storico-giuridiche» (ore 12.30, Sala Avorio), il «Festival delle donne e dei saperi di genere» (ore 15.30, Sala Editori), un ulteriore omaggio ad Aldo Moro e i misteri che ancora rimangono irrisolti sui cinquantacinque giorni di prigionia dell’ex segretario della Dc (ore 17, Sala Rossa) e un incontro con cinque giovani autori albanesi, Saimir Muzhaka, Manjola Nasi, Eris Rusi, Elona Culiq e Belfjore Qose, che raccontano se stessi, la loro scrittura e il proprio Paese visto da una nuova prospettiva (ore 20.30, Salone Off).
È, invece, in programma sabato 12 maggio (Sala Blu, ore 18.30), il ricordo di Alessandro Leogrande, che vede Regione Puglia e Salone del libro curatori con l’editore Feltrinelli dell’incontro di presentazione del libro postumo dello scrittore tarantino, «Dalle macerie. Cronache sul fronte meridionale», in uscita giovedì 10 maggio, del quale parleranno, con Goffredo Fofi (autore della prefazione), Roberto Saviano, Giuseppe Catozzella, Gianluca Foglia, Salvatore Romeo e Nadia Terranova.
Tra le altre iniziative targate Puglia, la presentazione del libro di Marcello Introna, «Il castigo di Dio», in collaborazione con i Presìdi del Libro (12 maggio), e gli eventi dei Dialoghi di Trani e della Fondazione di Vagno, il primo dedicato a Dacia Maraini (11 maggio), il secondo ad Alessandro Leogrande (14 maggio).
Ricca la presenza degli editori pugliesi nello stand del Padiglione 2, dove tra presentazioni e incontri porteranno le loro proposte e la loro storia Adda Editore, Cacucci Editore, Claudio Grenzi Editore, Progedit, Schena, Edizioni Giuseppe Laterza, Giacovelli Editore, Giazira Scritture, Stilo Editrice, Falvision Editore, Di Marsico Libri, Csa Editrice, Besa, Edizioni dal Sud, Kurumuny, Les Flâneurs Edizioni, Editrice Rotas, Ofelia Editrice, Edipuglia, Gelsorosso, Il Grillo Editore, Nowhere Books, Pietre Vive Editore e Pensa Multimedia.

La presenza della Regione Puglia alla 31edizione del Salone internazionale del Libro di Torino è organizzata da Assessorato alle Industrie Turistiche e Culturali della Regione Puglia, Sezione Economia della Cultura e Teatro Pubblico Pugliese.

Pubblicato in Cultura

Dopo anni di oscurantismo ambientale, e non solo, dopo un lavoro di squadra e di collaborazione, su Peschici finalmente ritorna a sventolare la Bandiera Blu.

Sono state 368 le spiagge premiate per qualità, sostenibilità e servizi: Peschici è ancora una volta uno dei mari più belli d'Italia!

Questo splendido risultato mi obbliga a ringraziare prima di tutto i cittadini peschiciani, gli operatori commerciali, gli operatori turistici, l'Ufficio Tecnico Comunale, gli amministratori, la società Ecogreen, che ha sostenuto l'idea della raccolta differenziata e quanti continueranno a lavorare per ottenere i migliori risultati ambientali.
Sono davvero soddisfatto ed orgoglioso! Continuiamo su questa strada.

Viva Peschici!

Francesco Tavaglione
SINDACO DI PESCHICI

Pubblicato in Turismo

Cosa c'è meglio di una domenica di primavera per immergersi negli ambienti naturali del Parco Nazionale del Gargano?
L'occasione è il secondo appuntamento delle Peregrinazioni botaniche nel Gargano, il corso di botanica itinerante per conoscere i valori botanici e naturalistici del Parco Nazionale del Gargano.

Domenica 13 maggio, con gli studiosi della Schola Botanica Garganica, si appronfondirà da vicino il tema delle formazioni vegetali che fisionomicamente si riconoscono come “prati”, cioè suoli inerbiti, appunto, di piante erbacee, le cosiddette praterie xeriche.
Nel Gargano sono conosciuti come "prati-pascoli". L'approccio didattico sarà finalizzato alla comprensione degli aspetti floristici e dinamici di queste formazioni, che nel Gargano svolgono un importante ruolo per la conservazione della biodiversità sul piano vegetazionale, paesaggistico, nonché economica (allevamenti); luoghi dove regnano le vacche podoliche, dunque, e che in queste settimane si colorano grazie alle tante fioriture primaverili.

Per iscrizioni e informazioni rivolgersi al numero 3931753151.

Pubblicato in Turismo

Sarà la CNA di Foggia ad ospitare presso la propria sede il seminario di presentazione della convenzione
siglata a livello nazionale tra CNA e AIRbnb per la promozione del turismo esperenziale.
Gli operatori del turismo esperenziale incontreranno il 18 Maggio alle ore 18 ,00 presso la sede della CNA
Pasquale Ribezzo, direttore regionale di CNA eCaterina Manzi, Market Manager Airbnb Italia e
responsabile del programma esperienze.
CNA Turismo, dopo l’interessante esperienza della promozione del territorio e delle imprese attraverso i
week end di “365 in Puglia” prosegue la sua attività per strutturare e consolidare una proposta turistica
centrata sulla fruizione sostenibile del territorio ed in cui un ruolo centrale spetta alle imprese agricole ed
artigiane che operano nei settori del tradizionale e dell’artistico.
Sono centinaia le imprese del settore alimentare, della lavorazione del legno e del ferro, della tessitura e
dell’intreccio, della lavorazione del cuoio e della costruzione di strumenti musicali che costituiscono la
filiera dell’artigianato legato al turismo e che saranno invitate a diventare “host di esperienze” di Airbnb.
Le imprese di CNA, una volta completato l’iter che le riconoscerà “host”, potranno farsi conoscere dagli
oltre 300 milioni di membri della community del portale (7,8 milioni di viaggiatori lo scorso anno).
Le “esperienze” di Airbnb, infatti, sono attività offerte da imprese e persone residenti, non
necessariamente legate al soggiorno. La base comune viene da un nuovo modo di viaggiare che sta
affermandosi: esperienziale, appunto. Un tipo di vacanza dove il viaggiatore è alla ricerca di qualcosa in
più di qualche foto ricordo: le emozioni di un’esperienza unica, legata alle tradizioni locali, e un bagaglio
culturale arricchito.
Il turismo esperienziale è un mercato che oggi in Europa vale oltre 40 miliardi di euro ( fonte Wit 2016) e
un turista su tre (il 33%) vuole essere protagonista del proprio viaggio. Un business enorme,specialmente
per il turismo del Gargano e dei Monti Dauni, territori ricchi non solo di beni ambientali, paesaggistici e
architettonici ma anche di una cultura materiale ed una tradizione di fruizione del territorio che possono
costituire gli elementi fondanti di una nuova offerta turistica.
“L’accordo CNA ed Airbnb rappresenta un impegno mirato alla promozione delle eccellenze del nostro
territorio come volano dell'offerta turistica.. La Cna rappresenta centinaia di artigiani e di imprenditori
piccoli e medi che contribuiscono profondamente alla caratterizzazione di un territorio e che possono
trasformare la visita e il viaggio una vera e propria esperienza da non dimenticare. Le nostre imprese
impegnate nella produzione di eccellenze agroalimentari e di lavorazioni artigianali tipiche, dal legno alla
pelletteria, dalla ceramica al ferro battuto, che compongono un autentico patrimonio culturale immateriale
del nostro Paese hanno la possibilità concreta di sperimentare nuove economie che possono consentire
di integrare il reddito dell’azienda” ha dichiarato Matteo Caldarella, portavoce provinciale di CNA Turismo
di Foggia. Mentre, Michele Pupillo, Presidente provinciale della CNA, ha tenuto ad evidenziare che “CNA
è la prima associazione di artigiani e piccoli imprenditori con la quale AIRbnb ha deciso di lavorare in Italia
con l’obiettivo di rilanciare su scala globale i propri associati pur permettendo loro di mantenere una scala
autentica e locale”.

Pubblicato in Turismo

Tra Ferrovie del Gargano e MarinoBus. Previsti benefici per le due imprese e per i viaggiatori non solo pugliesi.

Ferrovie del Gargano s.r.l., attualmente la realtà più significativa della Provincia di Foggia in ordine al trasporto pubblico, e Marino s.r.l., azienda pugliese di trasporto passeggeri su gomma anche a livello internazionale, annunciano di aver siglato un accordo commerciale per la condivisione, la valorizzazione e lo sviluppo delle rispettive reti di collegamenti a lunga distanza.

Dal mese di giugno 2018 l’accordo consentirà, infatti, di ampliare la rete di destinazioni e fermate che quotidianamente collegheranno il Gargano con molte altre città italiane ed europee, offrendo un servizio sempre più attento alle esigenze dei viaggiatori. “Con questo nuovo accordo confermiamo la volontà di unire le nostre forze a quelle di altre società che, come noi, ottengono i propri risultati aziendali senza venire mai meno ai valori di qualità, tradizione, sviluppo e territorialità che le contraddistinguono. Con MarinoBus creiamo una sinergia, in un settore peraltro molto frammentato, finalizzata all’incremento della competitività mediante l’ampliamento delle destinazioni raggiunte e l’innovazione dell’offerta di servizio pubblico, come già resa verso l’aeroporto di Roma-Fiumicino”, spiega Vincenzo Scarcia Germano, Presidente di Ferrovie del Gargano.

Percorso aziendale condiviso con la MarinoBus. “In un mercato dei trasporti sempre più dinamico e concorrenziale diventa fondamentale compiere le giuste scelte strategiche per affrontare al meglio le nuove e complesse sfide poste agli operatori del settore. Per vincerle, la nostra azienda è da tempo determinata a selezionare partnership qualificate e così incrementare costantemente la soddisfazione dei propri passeggeri. In questo senso, siamo lieti del nuovo accordo con Ferrovie del Gargano proprio perché è una realtà cui ci lega una comune visione del business e del modo con cui operare sul mercato”, aggiunge Gerardo Marino, Amministratore Unico di MarinoBus.

L’accordo tra le due storiche realtà imprenditoriali pugliesi è stata già oggetto di una breve cerimonia di presentazione che – oltre alla presenza dei vertici di Ferrovie del Gargano e MarinoBus – ha registrato la partecipazione di Gianni Rotice, Presidente dell’Associazione Industriali di Capitanata, che ha voluto testimoniare il proprio sostegno all’iniziativa.

Ferrovie del Gargano
Con sede legale e Direzione Generale a Bari e sedi operative a San Severo e Foggia, le Ferrovie del Gargano rappresentano oggi la realtà più significativa della Provincia di Foggia in ordine al trasporto pubblico, grazie a tre tipologie di servizio per un tale di circa 14 milioni di chilometri l’anno: Ferroviario, Automobilistico regionale e Automobilistico statale.
L’offerta comprende: 2 linee ferroviarie locali, 4 autolinee di interesse nazionale, 18 autolinee di interesse regionale, 47 autolinee di interesse della Provincia di Foggia, 2 servizi di trasporti urbano (autonomamente o in partnership, nei comuni di San Servero e Manfredonia), 6 licenze di noleggio da rimessa per autobus con conducente e, persino, 1 agenzia di viaggi.
Maggiori informazioni su www.ferroviedelgargano.com

MarinoBus
Marino Srl, con sede ad Altamura (BA) è attiva da 60 anni nel settore del trasporto su gomma ed è oggi – con il brand MarinoBus - una realtà di riferimento a livello nazionale, la cui crescita è costantemente orientata all’alta qualità del servizio in linea con i migliori standard internazionali.
Nata originariamente come operatore al servizio del territorio pugliese e lucano, negli anni si è prima consolidata in numerose aree della nostra Penisola e ha poi proposto i suoi servizi anche oltreconfine.
MarinoBus, con oltre 6.000 collegamenti, oggi serve infatti più di 200 destinazioni - tra cui Zurigo, Francoforte, Colonia, Stoccarda, Lussemburgo, Grenoble e Lione - grazie a 150 autisti, 170 automezzi di proprietà e 3.000 biglietterie convenzionate.
Maggiori informazioni su www.marinobus.it

Pubblicato in Turismo

Con una recentissima ordinanza pubblicata lo scorso 26 aprile, la Corte di Cassazione ha riconosciuto il diritto degli operai del settore agricolo a tempo determinato a vedersi ricalcolata l’indennità di disoccupazione agricola attraverso l’utilizzo del salario medio convenzionale.
La vicenda nasce da una vertenza di lavoro agiata dalla Uila di Brindisi e di Lecce, che avevano visto gli organi giurisdizionali delle due province salentine pronunciarsi in maniera contrastante con due orientamenti distinti, uno favorevole e l’altro contrario alle istanze dei lavoratori agricoli impiegati con contratti a tempo determinato. «Ora - sottolineano in una nota congiunta i segretari provinciali dei lavoratori agricoli della Uil di Brindisi Gino Vizzino e di Lecce Mauro Fioretti - la suprema Corte di Cassazione ha voluto prendere posizione in maniera chiara e definitiva affermando che “il riferimento al salario medio convenzionale continua ad operare per gli operai agricoli a tempo determinato” accogliendo la tesi sindacale sostenuta dall’avvocato Cosimo Summa».
«L’individuazione di regole diverse per la contribuzione dovuta dal datore di lavoro e per la contribuzione da valorizzare per la misura delle prestazioni spettanti ai lavoratori, specie quanto alle prestazioni temporanee - spiega il legale - trova fondamento nelle basi del sistema previdenziale, di tutele del singolo lavoratore e di solidarietà di ciascun lavoratore nei confronti degli altri. Inoltre l’avvocato Cosimo Summa - lo stesso istituto previdenziale, davanti al supremo collegio - ha voluto cambiare la propria linea difensiva, condividendo in tutto e per tutto le argomentazioni che noi avevamo addotto». Fondamentale per i sindacalisti della Uila il riconoscimento al salario medio convenzionale che si basa sul contratto e sulla media delle retribuzioni rilevate anno per anno e provincia per provincia e non su quello cosiddetto «di piazza» che non garantiscono la parte debole del rapporto di lavoro.

Pubblicato in Economia

A.S.E. – l’organizzazione che si occupa della raccolta rifiuti a Manfredonia e Vieste - riparte dal giovane professionista Fabio Diomede. L’assemblea ordinaria dei soci ho nominato il nuovo amministratore unico. “Il sottoscritto ed il primo cittadino di Vieste, Giuseppe Nobiletti, hanno nominato il 38enne Diomede, Dottore Commercialista e Revisore Legale iscritto all’ordine di Bari, che vanta un curriculum di spessore nella gestione tecnica ed amministrativa di importanti aziende”, ha dichiarato a caldo il Sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi.
Il nuovo A.U., a cui vanno i miei ringraziamenti – ha sottolineato Riccardi nei suoi saluti - per aver accettato l’incarico in così breve tempo, sarà operativo sin da subito ed i primi obiettivi sono quelli dell’ottimizzazione del servizio di raccolta differenziata porta a porta ed un piano per la puntuale pulizia del centro urbano di Manfredonia, “Allo stesso tempo, ne sono certo, il dott. Diomede saprà preventivamente far fronte anche alla complessa organizzazione della raccolta rifiuti e nettezza urbana di Vieste, che si appresta a vivere una nuova stagione da Capitale del turismo di Puglia con diversi milioni di persone in arrivo, assicurando il miglior servizio per l’accoglienza degli ospiti e la vivibilità dei residenti. Indubbiamente, anche Vieste, al più presto dovrà passare dal sistema di raccolta stradale dei rifiuti a quello porta a porta, con il conseguente ottimizzazione dei costi di smaltimento e l’adeguamento alle più moderne normative vigenti in materia”.

Pubblicato in Ambiente

Grande emozione, la scorsa settimana, nel padovano, per un prestigioso elogio riconosciuto ad un giovane viestano. È consuetudine da alcuni anni che il comune di Grantorto (Padova) scelga tra i residenti e non, cittadini meritevoli che si son distinti nell’ambito dei Diritti Umani.
Ed è stato proprio in occasione della ricorrenza del proclama della giornata di “Gioventù per Diritti Umani” che il Comune di Grantorto nella persona del sindaco Dott. Luciano Gavin ha riconosciuto a Edoardo Lo Russo, una particolare menzione per essersi distinto nell’aver diffuso la conoscenza e l’approfondimento dei diritti umani. La città di Vieste non conosce confini, per le sue preziose gemme.

Pubblicato in Personaggi

Alla vigilia della Giornata mondiale della talassemia, nasce in Puglia la Rete per la talassemia con l'obiettivo di assicurare standard di cure e accesso all'assistenza omogenei su tutto il territorio regionale.
L'annuncio è stato dato al Policlinico di Bari in occasione di un convegno in cui sono stati presentati gli strumenti applicativi della Rete, cioè il Piano diagnostico terapeutico (Pdt) e il Percorso diagnostico terapeutico assistenziale (Pdta) della talassemia in Puglia, che definiscono il processo assistenziale dei soggetti affetti da questa patologia. Sono intervenuti il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il presidente nazionale Unione talassemici e drepanocitici, Valentino Orlandi, il direttore del Dipartimento regionale Politiche per la Salute, Giancarlo Ruscitti, e il commissario straordinario Aress Puglia, Giovanni Gorgoni. In Italia ci sono circa 7.000 soggetti affetti da talassemia. Una patologia che è molto diffusa e radicata, soprattutto in Sicilia, Sardegna e Puglia.

Pubblicato in Sanità

Sarà sepolto oggi ad Altamura, dove era nato il 14 gennaio del 1952, monsignor Michele Castoro, deceduto lo scorso 5 maggio 2018 all’età di 66 anni dopo una lunga malattia presso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, di cui era presidente. Ieri alle ore 16 si sono svolti i funerali a San Giovanni Rotondo presso la chiesa di san Pio da Pietrelcina, officiati dal segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin. La salma è arrivata in città alle ore 13 proveniente da Manfredonia, presso la cui cattedrale è stata esposta dalle ore 16 di sabato 5 maggio e fino all’una di ieri. “Un pastore degno della chiesa di san Pio” lo ha ricordato nell’omelia Parolin, che ha presieduto alla funzione religiosa, a nome del Pontefice. Pontefice accolto in città non più tardi di cinquanta giorni fa (lo scorso 17 marzo) proprio dallo stesso Castoro. La venuta di Parolin viene ritenuta dal mondo religioso alla stregua di un gesto di grande attenzione del Santo Padre per la diocesi di Manfredonia – Vieste - San Giovanni Rotondo privata della sua guida dopo la morte del suo“pastore”. Ieri la chiesa di San Pio da Pietrelcina era stracolma in ogni ordine di posto. Centinaia i fedeli, oltre a decine di vescovi e sacerdoti, accorsi a rendere l’ultimo omaggio ad un uomo che, con il suo sorriso, ha conquistato tutti. Numerosi anche sindaci della Capitanata, tutti bardati con la fascia tricolore ed i rappresentanti regionali. Non sono mancati momenti di autentica commozione, quando è stata ricordata la bontà di Castoro. Numerosi gli applausi dai banchi a salutare gli interventi in ricordo dell’amato monsignore. Toccante il saluto finale sulla bara dei numerosi religiosi presenti e la lettura della lettera della nipote di Castoro. Passaggio chiave della cerimonia la lettura, da parte di don Stefano Mazzone, vicario generale di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, del testamento spirituale di Castoro datato 2 maggio scorso, nel quale il vescovo indica Altamura come luogo di sepoltura nella nuda terra tra i comuni mortali, raccomanda una lapide sobria - data nascita, vescovo e data di morte - e soprattutto autorizza i medici, qualora qualche suo organo dovesse risultare ancora intatto, all’espianto pur di aiutare chi ne ha bisogno. Dopo la cerimonia eucaristica la bara con sopra un bastone del buon pastore, il libro sacro ed un mazzo di fiori contenente la salma del vescovo morto lo scorso 5 maggio, è partita alla volta di Altamura, in provincia di Bari, dove oggi alle ore 16, in cattedrale monsignor Giovanni Ricchiuti celebrerà la messa esequiale prima della sepoltura. Castoro sarà inoltre ricordato anche ad Oria, nel brindisino, dove è stato vescovo dal 2005 al 2009: infatti monsignor Vincenzo Pisanello lo ricorderà in una messa che celebrerà, con il presbiterio e l’intera comunità diocesana, lunedì 14 maggio, nel tredicesimo anniversario dell’elezione di Castoro a vescovo di Oria, alle 20.30, nel santuario di San Cosimo alla Macchia in Oria.

Francesco Trotta

Pubblicato in Personaggi
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

Lucatelli arredamento

Reporter della tua città

23 Maggio 2018 - 09:23:01

Reporter della Tua Città/ A Vieste un palo dell'illuminazione pubblica aspetta da una settimana per essere rimosso.

Un palo dell'illuminazione pubblica in via Ferdinando Magellano è da una settimana che sta per cadere, cosa si aspetta a provvedere prima che cadendo possa procurare seri danni ?…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005