Articoli filtrati per data: Sabato, 05 Maggio 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

A detta della Regione Puglia le procedure per il Red (reddito di dignità) vanno a gonfie vele. Anzi, meglio delle altre amministrazioni territoriali italiane dove il numero di pratiche da trattare è inferiore. Ma la realtà è un'altra visto che per le domande del 2017 (nonostante i bandi fossero già stati aperti il 2 settembre del 2016) gli ultimi pagamenti risalgono a dicembre scorso. Con tanto di proteste ai Comuni e ai Caf. Ovvero i titoli di i pagamento per il bimestre gennaio-febbraio 2018 sono ancora un miraggio per centinaia di famiglie al di sotto di un reddito Isee — Indicatore della situazione economica equivalente — da 3 mila euro all'anno. «Il ritardo — spiega Anna Maria Candela dirigente della Regione settore Wefare — è comunque inferiore agli standard dei provvedimento di cassa integrazione. Ci sono difficoltà, ma la procedura è quasi ultimata. Credo che la prossima settimana la situazione dovrebbe sbloccarsi». Il punto è che nella Puglia dell'assistenza alle famiglie in difficoltà gli standard sono stati elevati (più sostegno economico a chi ne ha bisogno) ma, come al solito, procedure e strumenti organizzativi non riescono a viaggiare al ritmo necessario. E certa mente non per caso. Michele Emiliano, che ha sbandierato il successo dell'iniziativa, deve fare i conti con pagamenti che nella migliore delle ipotesi arrivano con quattro mesi di ritardo. Anche i tempi di ammissione sono lunghi e comunque non inferiori ai sei mesi. «È una situazione difficile — chiarisce Antonella Morga, segretaria regionale della Cgil Puglia—perché per le famiglie in difficoltà il tempo di pagamento è tutto. Purtroppo, a livello regionale notiamo che la struttura è limitata a soli due funzionari e un dirigente. C'è anche la questione di una giunta regionale che viaggia a scartamento ridotto e che vede continue voci di rimpasti. Infine, c'è un problema di piattaforma informatica. InnovaPuglia, che gestisce le pratiche, è ancora impantanata in promesse di assunzioni». «Avevamo avvisato per tempo Emiliano sull'allarme occupazionale in InnovaPuglia — aggiunge Nuccio Di Mundo, Rsu Uilm Uil — e purtroppo dei 60 contratti interinali che seguivano la piattaforma sono stati rimpiazzati con soli 10 contratti a tempo determinato. In attesa di ristabilire i livelli occupazionali il lavoro residuo è stato distribuito tra tutti i dipendenti con evidenti disagi e ritardi». Nel 2017 (dati della Regione) sono state presentate complessivamente 47.000 domande di cui 19.000 ritenute ammissibili a beneficio (il 63% di domande ammesse a ; Sia+Red e il 37% delle domande ammesse a Red). I cittadini che effettivamente usufruiscono degli assegni sono 11.500. E per il 2018? In linea teorica la domanda per il nuo¬vo bando di Red è stata aperta dal 1 dicembre del 2017. Nel si¬stema regionale risultano 50 mila domande di cui 40 mila per il Rei (misura statale che viaggia spedita perché gestita dall’Inps) e 10 mila per il Red. «Siamo pronti a licenziarle — conclude Candela — le domande sono state elaborate, ma attendiamo per incrociare i dati con gli aventi diritto al Rei». Ciò significa che nella migliore delle ipotesi il via libera non arriverà prima dell’estate. Perché il pagamento reale del Red (l’indennità varia dai 200 ai 600 euro mensili e assorbe e integra il Sia nazionale) parte dalla sottoscrizione dei contratti di tirocinio e fino a 12 mesi. In questo discorso l’ira dei cittadini si scarica sui Comuni che sono il front-office con il pubblico. «Le problematiche ci sono — conclude Pasquale Chieco, sindaco di Ruvo e delegato Anci Puglia al welfare — e sono dovute anche alla sovrapposizione degli strumenti statali e regionali. Un conflitto di procedure che genera l‘irritazione degli utenti».

Vito Fatiguso
corrieremezzogiorno

Pubblicato in Società
Sabato, 05 Maggio 2018 11:04

E' deceduto Mons. Michele Castoro

Mons. Michele Castoro non ce l'ha fatta. Dopo aver lottato contro la sua malattia per oltre un anno, all'1:50 della notte scorsa ha lasciato la vita terrena. L'Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo era ricoverato da qualche giorno nell'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza dove, fino alle 12 di oggi, sarà esposta la salma nella camera ardente che sarà allestita nella Cappella Grande dell'ospedale.

Don Michele Castoro era nato ad Altamura 66 anni fa. Ordinato sacerdote il 6 agosto 1977, nella diocesi di Altamura ha svolto i seguenti incarichi: segretario del vescovo, direttore spirituale del Seminario minore diocesano, collaboratore nella parrocchia della Cattedrale di Altamura, insegnante di Religione nel liceo classico statale e assistente della F.U.C.I. Assunto al servizio della Santa Sede presso la Congregazione per i Vescovi nel 1985, ne è divenuto capo ufficio nel 1996. Ha svolto inoltre il servizio di archivista e poi sostituto della segreteria del Collegio Cardinalizio. Il 14 maggio 2005 Papa Benedetto XVi lo eleggeva Vescovo di Oria fino a 15 luglio 2009 quando veniva promosso ad Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo. Nonostante i dolori della malattia, lo scorso 19 marzo ha accolto e accompagnato Papa Francesco nella visita alle spoglie di San Pio.

I funerali si svolgeranno alle ore 16 del 7 maggio a San Giovanni Rotondo. In precedenza, la salma sarà esposta fino al mezzogiorno di oggi nella Cappella Grande dell'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, successivamente sarà allestita una nuova camera ardente presso la Cattedrale di Manfredonia dalle 16 di oggi fino alle 13 del giorno 7, prima del ritorno a San Giovanni Rotondo per l'ultimo saluto.

Amato ed apprezzato dall'intera comunità religiosa garganica, mons. Castoro lascia un vuoto incolmabile nella collettività che ha guidato in questi anni.

In allegato pubblichiamo il comunicato stampa con cui l'Arcidiocesi ha annunciato la dipartita di don Michele Castoro.

Pubblicato in Cronaca

L’invito di don Antonio non è solo quello di partecipare alla S. Messa delle 11, tutte le domeniche, ma anche alle Confessioni.

“Domenica prossima 6 maggio, alle ore 10,00 tra gli alti faggi e gli schivi caprioli, in uno scenario che forse meglio di qualsiasi altro esprime l’armonia del creato, vi aspetto per la suggestiva VIA LUCIS”.

don Antonio

346/8080951

Pubblicato in Avvisi
Sabato, 05 Maggio 2018 10:53

Il 5 maggio...a Peschici, con la Banda!

L'appuntamento è fissato alle ore 20.00 di stasera, sabato 5 maggio 2018, per il Gran Concerto, "Note di Primavera", della Banda Musicale "Città di Peschici", diretta magistralmente dal Maestro Mario Racioppa.

Sul Palcoscenico dell'Auditorium "Paolo Granieri" suoneranno piccoli e giovani musicisti, che si alterneranno in performance di vario genere e stile, per soddisfare tutti i gusti dello spettatore.

Peschici c'è.

Pubblicato in Manifestazioni

Insieme per dare più qualità e servizi ai viaggiatori. Nasce con questi presupposti l'Ati tra Ferrovie del Gargano e Marino Bus, le due aziende leader del trasporto su gomma. Dal 1° giugno, biglietto unico e possibilità di partire dal Gargano, San Severo, Termoli, Foggia, Manfredonia, Apricena e San Giovanni Rotondo per raggiungere Firenze, Empoli, Livorno, Pisa, Mantova, Verona, Trento, Bolzano, Cremona, Brescia, Bergamo, Orio al Serio, Mestre, Treviso, Pordenone, Udine, La Spezia, Genova, Torino, Ferrara, Padova e Vicenza.
L'intesa è tata siglata in un incontro svoltosi presso la direzione foggiana di Ferrovie del Gargano alla presenza del dott. Vincenzo Germano Scarcia, presidente di Ferrovie del Gargano, e del dott. Gerardo Marino, legale rappresentante della Soc. Marino.
Insieme le due aziende puntano a migliorare i servizi dalla Puglia verso il Nord Italia e presto anche in Europa allineandosi alle nuove esigenze del trasporto su gomma.

Pubblicato in Economia

Domenica 6 maggio, a partire dalle ore 18 00, presso il piazzale della Villa Comunale di Vieste avrà luogo una manifestazione di carattere politico promossa dal Coordinamento cittadino della LEGA. I temi proposti saranno il Tesseramento, che quest’ anno verrà effettuato in modalità online, e le questioni calde di interesse locale: Legalità e Sicurezza, Lavoro e Occupazione, la paventata chiusura dei Punti di Primo Intervento. Militanti e coordinatori saranno a disposizione per fornire delucidazioni e materiale informativo. E’ prevista la partecipazione di altre componenti del Centro Destra. E’ il momento di dare un segnale forte ed una risposta chiara ai problemi che attanagliano la nostra comunità con i fatti e con la forza dell’informazione. La cittadinanza è invitata a partecipare.

Maria Lucia Zito, Coordinatrice LEGA Vieste
Direttivo cittadino LEGA

Pubblicato in Politica

Ricevuto nello stesso luogo e giorno.
Gio Batta Rosa alias Curatolo di questa terra d’Ischitella dice essere uomo di campagna d’età sua di anni quaranta circa come testimone con giuramento per interesse disparatamente sopra il presente interesse del presente.
Inteso se esso testimone sa se in questa terra d’Ischitella fosse stato formato il catasto generale delle istruzioni del Supremo Tribunale della Regia Camera e se sia stato pubblicato ed eseguito sino al presente giorno e non essendosi eseguito per colpa di chi e per quale causa detto Sig .re la verità che io so sopra quanto mi si domanda e come se non erro verso l’anno 1748 in 1749 fu pubblicato in questa terra d’Ischitella mia patria il catasto generale che era stato fatto con essersi cominciato ad eseguire col catastuolo che fu formato a tenore del catasto predetto il quale mi ricordo che mi ricordo che si continuò uno o due anni appresso, ma poi si desistette di far qui il predetto catasto e da governanti pro tempore di questa Università o si è formato da essi stessi una tassa volgarmente detta a battaglione con caricarsi rispettivamente nei pesi ai cittadini come meglio loro è piaciuto ,senza che alcuno mai ne sia stato inteso ,e pure hanno eletto i deputati i quali tra di loro senza nemmeno sentire i cittadini predetti hanno formato detta tassa a battaglione ,la quale irremissibilmente poi è stata esatta e nonostante che di ciò i medesimi cittadini se ne fossero intesi gravati ; ed in ogni anno coi governatori di questa Università se ne fossero lamentati ,come ho fatto anch’io particolarmente in tempo dell’elezione del Sindaco ,pretendendo che si fosse eseguito il catasto ,pure per essere stati i sindaci pro tempore e gli altri eletti per lo più benestanti a quelli rendeva conto che si fosse fatta detta tassa a battaglione e non si fosse-Continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

"L'ondata di maltempo dello scorso febbraio ha provocato danni ingentissimi alle aziende agricole pugliesi ed in particolare a quelle situate in Capitanata, tanto da spingere la Giunta del Comune di Cerignola a richiedere con delibera l'intervento della Regione Puglia. Volendo realmente sostenere un settore già duramente provato dalla crisi, che sta attraversando un ulteriore momento difficile, ritengo imprescindibile la formulazione, da parte della Giunta regionale, della richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale al Ministero delle Politiche Agricole". Così il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta. "Una procedura -aggiunge- necessaria affinché i nostri agricoltori possano essere ristorati per i danni subiti e accedere a tutti i benefici previsti dalla normativa. Le avverse condizioni meteo, come si ricorderà, hanno in molti casi messo in ginocchio i produttori, specie quelli di olio e di frutta. Chiedo al presidente Emiliano -conclude Gatta- di raccogliere il grido di dolore dei nostri agricoltori e avviare subito le procedure per la verifica e la quantificazione dei danni, perché si possa speditamente trasmettere al Ministero la richiesta".

Pubblicato in Politica

per lo più persone benestanti i quali rendeva conto, che si fosse fatta detta tassa a battaglione e non si fosse eseguito il catasto per avere la libertà di caricare le loro partite come meglio gli è piaciuto ,non sono state mai intese le premure dei poveri cittadini così che essendo venuto nel mese di Novembre dell’anno 1767 in questa predetta terra d’Ischitella l’Ill.re Marchese di Giuliano figlio dell’odierno Principe dell’Ill.re Principe della medesima ,io con vari altri miei paesani determinammo di far capo da detto ill.re Marchese per ottenere che si fosse venuto a catasto e poco tempo la di lui venuta mi unii con un’altra quarantina di persone mie paesane ed in una mattina di giorno festivo che non mi ricordo di preciso per la lunghezza del tempo che aspettavamo che il medesimo fosse uscito dalla chiesa sotto il titolo di San Michele ove si era conferito per ascoltare la santa messa nel quale atto tutti uniti lo pregammo a volersi compiacere a farci a vivere a catasto ed esso ill.re Marchese sentendo tali premure fece atto colla mano di volerci consolare ,onde ciascuno di noi se andò via per fatti suoi ,ma ciò non si è veduto alcun esito di tal promesso ,atteso tuttavia si vive colla tassa a volgarmente detta a battaglione nella quale vengono sempre gravati i poveri n’è altro di questo io so ed è la verità di detta causa.
Inteso dai consiliari questi signori quanto si è deposto lo deporre Pasquale de angelis Francesco di Monte ,Berardino Fontanarosa Francesco de angelis Gio B.tta Rosa,Michele de Angelis e altri.
per segno di croce

Dell’Acqua Presidente.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Ondaradio consiglia...

Lucatelli arredamento

Reporter della tua città

13 Agosto 2018 - 11:37:59

Reporter della Tua Città/ E’ vero i soldi non puzzano, ma le piazze e strade occupati da pizzerie o ristoranti?

Egregio Vigile sanitario che dovresti vigilare anche per le strade.. Egregio Medico Sanitario, Egregia ASL, Egregio vigile normale, Egregio Assessore alla Sanità, Egregi…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005