Articoli filtrati per data: Giovedì, 03 Maggio 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

Prima una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e poi la sottoscrizione del “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”. E’ stato scandito da questi due atti il pomeriggio a Vieste, di giovedì scorso 3 maggio, del Prefetto di Foggia Massimo Mariani. Con il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti ed i rappresentanti della Forze dell’Ordine provinciali il Prefetto ha fatto il punto sulla situazione in città dopo il susseguirsi di eventi criminosi. Nella sala consiliare, alla presenza di una folta rappresentanza della locale Associazione Antiracket, del presidente onorario della FAI Tano Grasso e di esponenti delle varie associazioni cittadine che si sono riunite in gruppo sotto la sigla “Uniti per Vieste” per promuovere iniziative a sostegno della legalità, si è svolta la seconda parte della manifestazione. Dal primo cittadino di Vieste e dal rappresentante del Governo è stato sottoscritto il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”, predisposto dal Ministero dell’Interno ed approvato dall’Amministrazione comunale con una delibera di Giunta del 27 aprile scorso che consentirà di accedere ai finanziamenti disponibili per l’installazione di sistemi di videosorveglianza in zone sensibili della città, quale misura, tra le altre, della strategia di contrasto al crimine organizzato e di rafforzamento della sicurezza cittadina. Nel suo intervento il Prefetto Mariani ha ribadito che la Stato farà sentire forte e continua la presenza su questo territorio, come evidenziato dall’efficace operazione svoltasi nella mattinata nel centro storico di Vieste. Nel contempo ha auspicato che la popolazione continui ad essere vicina alle forze ordine ed operosa in iniziative di sensibilizzazione sociale a sostegno della legalità. Il sindaco Nobiletti ha sottolineato l’impegno continuo dell’Amministrazione comunale, sin dal suo insediamento, nel contrasto ai fenomeni di illegalità e nel sollecitare iniziative e presìdi per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica. Qui di seguito il report video della sottoscrizione del “Patto”.

Pubblicato in Politica

Torna anche quest'anno l'appuntamento con la Festa Patronale a Cagnano Varano, che dall'8 al 10 maggio, con eventi collaterali a partire dal 5, celebra i suoi Santi patroni Michele e Cataldo.
Quest'anno come da tradizione, è la musica la protagonista del Gran Finale del 10 maggio con il concerto della band "Le Vibrazioni" reduce dell'ultimo Festival di Sanremo e del Concertone del Primo Maggio di Roma.
Il Comitato Feste, composto dal Comune, da alcune associazioni e dalle parrocchie cagnanesi anche quest’anno ha deciso di finanziare la Festa attraverso una lotteria autorizzata dal Monopolio di Stato che vede come primo premio una settimana di soggiorno benessere a Ischia.
L'8 maggio sempre in piazza Giannone ci sarà il concerto di Daniele De Martino e Tony Capone, mentre la serata del 9 maggio come da tradizione sarà dedicata alla musica classica e alla lirica.
Invariata la scansione degli appuntamenti religiosi: martedì 8 maggio nel pomeriggio si terrà il tradizionale pellegrinaggio alla Grotta - Santuario di San Michele - a pochi km dal comune garganico - e il 10 mattina la tradizionale processione dei due Santi per le vie del paese.
Quest'anno il programma si arricchisce di alcuni appuntamenti collaterali: sabato 5 maggio presso la Chiesa Madre alle 19.45 si terrà il concerto di organo del maestro Francesco Scarcella; il 6 maggio alla Grotta di San Michele ci sarà la benedizione degli animali a cura dell'Associazione Lilly e il Vagabondo (sulla scia della tradizionale fiera del bestiame); il 7 maggio sera la cover band ufficiale dei Nomadi The Gordons aletterà la serata insieme al gruppo Time Music per una raccolta fondi a favore dell'A.G.A.P.E.. Da non perdere, inoltre, nel pomeriggio del 9 maggio il tradizionale appuntamento con I Giochi Cagnanesi, in cui l'ASD Atletico Cagnano rievocherà i giochi tradizionali.
"Anche quest'anno - commenta il presidente del Comitato Giuseppe Sanzone - abbiamo voluto finanziare la festa attraverso la lotteria, i cui biglietti non solo permettono ai cittadini di partecipare a un'estrazione a premi finanziando i festeggiamenti, ma lo stesso biglietto ha il valore di ricevuta che permette di tracciare i proventi della raccolta, in totale trasparenza. Ringraziamo tutte le persone che stanno dando un contributo alla realizzazione della Festa".
Nel frattempo, ogni sera alle 19 in Chiesa Madre si tiene la novena per la preparazione liturgica e spirituale alla celebrazione dei Santi.

Il Comitato Feste è costituito dalle parrocchie Santa Maria della Pietà e San Francesco e dalle associazioni: Azione Cattolica, Associazione Cuochi Gargano e Capitanata, Federcasalinghe, Le Gemme del Gargano, La Montagna del Sole, Muzia, Schiamazzi, Time Music.

Pubblicato in Manifestazioni

Ancora prima che spuntasse l'alba il centro storico di Vieste è stato letteralmente cinto d'assedio, da terra dai Carabinieri della locale Tenenza, da quelli della Compagnia di Manfredonia, dai "Cacciatori" degli Squadroni Eliportati di Calabria, Sicilia e Sardegna, delle Compagnie di Intervento Operativo, delle Squadre di Supporto all'Arma Territoriale e dalle unità del Nucleo Cinofili di Modugno, e dall'aria da un elicottero del 6° Elinucleo di Bari-Palese.
E' così iniziato un servizio straordinario di controllo del territorio disposto, in accordo con la Procura della Repubblica di Foggia, dal Comando Provinciale dei Carabinieri, che aveva pianificato un serrato controllo delle abitazioni del nucleo storico della città, teatro la scorsa settimana dell'ennesimo omicidio riconducibile alla guerra tra gruppi criminali che la sta insanguinando.
Numerose sono state le perquisizioni operate, impedendo che nessuno potesse entrare né uscire senza essere controllato.
E proprio nel corso di una di queste, a casa di un noto pregiudicato, ritenuto "vicino" al gruppo criminale facente capo a Marco Raduano, sono stati trovati, nonostante fossero stati ben nascosti, e sequestrati: cinque pistole, di vario tipo e calibro, con relativo numeroso munizionamento; un fucile cal. 12 con caricamento a pompa, con relativo numeroso munizionamento; un fucile mitragliatore d'assalto mod. AK 74, cal. 5,56x45, completo di silenziatore e con relativo numeroso munizionamento; un inibitore di trasmissioni radio tipo "jammer"; diversi chilogrammi di hashisc e marijuana; un chilogrammo circa di cocaina; una bomba artigianale del peso di due chilogrammi circa.
E' quindi finito in manette per la detenzione di tutto il materiale sequestrato Giovanni Surano, 34enne, pregiudicato del posto, già individuato tra i soggetti vicini a Marco Raduano, tuttora ristretto in carcere a seguito della dimostrata indifferenza agli obblighi impostigli con la sottoposizione alla misura della sorveglianza speciale di p.s..
Surano, al termine delle operazioni, è stato condotto presso il carcere di Foggia, a disposizione della locale Procura della Repubblica.

Pubblicato in Cronaca

Il festival nazionale di Legambiente sulle questioni meridionali e la qualità culturale dei territori torna dal 25 al 29 luglio, e con alcuni eventi particolari, si allungherà fino al 5 agosto per chiudere con un evento speciale.

Al centro della XIV edizione di FestambienteSud la Questione Meridionale riletta alla luce della forte transizione geopolitica di un mondo in subbuglio e della fase di forte cambiamento politico, economico e sociale che sta vivendo l’Italia.

Garantita alta qualità artistica e musicale grazie alla direzione di Paolo Fresu e una serie di novità che rinnovano la formula del festival e che presto renderemo note.

Dalla prossima settimana su www.festambientesud.it i primi aggiornamenti sul programma.

Il festival è sostenuto dall'assessorato all'industria turistica e culturale della Regione Puglia, nell'ambito dell'avviso triennale per lo spettacolo dal vivo (fondi di coesione) e gode del partenariato di enti locali e soggetti privati.

Pubblicato in Manifestazioni

In una affollata assemblea di artigiani Antonio Trombetta, direttore provinciale di CNA Foggia, ha ripercorso i contenuti della legge regionale n° 24 del 5 agosto 2013, che reca norme per lo sviluppo, la promozione e la tutela dell’artigianato pugliese" e del relativo regolamento attuativo n° 3 che è stato approvato il 4 febbraio 2015.
Il tema dell'incontro è quello degli incentivi e degli adempimenti necessari per ottenere il riconoscimento di Maestro Artigiano e della Bottega scuola.
“Entrambi questi temi sono molto cari agli Artigiani che dedicano la propria vita a coltivare un mestiere che spesso è l'espressione di un “saper fare” di qualità. Avere il riconoscimento di formatore e quindi molto apprezzato soprattutto se unito alla possibilità di trasmettere nella bottega il valore di cui si è portatori” dice Michele Pupillo, presidente provinciale di CNA.
La figura del maestro artigiano e l’istituzione delle botteghe scuola è stata introdotta in Puglia dalla legge regionale numero 31 del 2012 in attuazione delle norme in materia di formazione e lavoro ed apprendistato.
Sostanzialmente tale norma per le imprese artigiane del settore tradizionale ed artistico annuncia agevolazioni per l'assunzione gli apprendisti che potrà completare il percorso formativo presso le stesse aziende a condizione della assistenza dei requisiti legati ai locali è alla presenza di un maestro artigiano.
L’artigianato ritorna ad essere luogo dove si insegna un mestiere sia attraverso la pratica ma anche attraverso la teoria che potrà però svolgersi direttamente in azienda.
Nel 2015 con delibera di giunta regionale numero 408 si approvano le linee guida per ottenere sìa il riconoscimento di maestro artigiano che l'autorizzazione all'esercizio della Bottega scuola. Ma per entrambi si rinvia alle norme di dettaglio che dovrebbero essere contenuti in “ emanandi “ bandi di cui però si è perso ogni traccia.
E così dopo 6 anni dalla legge regionale che doveva sostenere l'occupazione dei giovani nelle aziende artigiane in Puglia è ancora un nulla di fatto.
Ma non è l'unica inadempienza denunciata da CNA Foggia.
Nel regolamento attuativo della legge 24, la regione evidenziava la necessità, al fine di sostenere e valorizzare l’artigianato artistico e tradizionale, di predisporre un Programma organico di sostegno al settore che sviluppasse l’attuazione di politiche di tutela dei requisiti di professionalità e di origine delle produzioni anche nei confronti di eventuali tentativi di imitazione; valorizzazione delle produzioni di eccellenza, sia sul mercato interno che su quello internazionale, attraverso il marchio “Eccellenza artigiana - Made in Italy”; la qualificazione delle lavorazioni artigianali, sotto il profilo stilistico, tecnologico, dei materiali e dei processi utilizzati; ampliamento dei mercati attraverso politiche di visibilità dei prodotti dell’artigianato; salvaguardia di quei mestieri artigianali a rischio di estinzione che, perpetuando nel tempo le antiche tecniche di lavorazione, costituiscono una preziosa testimonianza storica e culturale, da tramandare alle future generazioni; il sostegno ad una formazione professionale specifica, che possa agevolare il ricambio generazionale; la tutela dei requisiti di professionalità vigilando sul rispetto delle norme vigenti in materia di lavoro e di contribuzione fiscale e previdenziale.
Si è proseguito invece nella più completa assenza di politiche di sostegno all’artigianato artistico e tradizionale tanto amato ma al contempo mai così tradito.
Alla Regione CNA Foggia chiede:
che venga predisposto il Programma organico delle politiche a sostegno dell’artigianato artistico e tradizionale;
che vengano emanati gli avvisi per il riconoscimento del titolo di Maestro artigiano e di Bottega scuola.

Pubblicato in Economia

Si svolge a Bari il 4 maggio 2018, presso il Padiglione 152 della Fiera del Levante, una giornata informativa sull’e-commerce dedicata alla presentazione del più grande marketplace online e mobile al mondo, finalizzata a spiegarne il funzionamento alle aziende pugliesi.
La conferenza, organizzata dalla Sezione Competitività e Ricerca dei sistemi produttivi e dalla Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia, in collaborazione con Puglia Sviluppo, ARTI Puglia e Alibaba Group, patrocinata dall'Ordine dei dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bari, ha come obiettivo presentare alle aziende pugliesi le nuove possibilità offerte dall’e-commerce in tema di esportazioni, in particolare verso il mercato cinese, in modo da poter cogliere al meglio le opportunità di business conoscendone le modalità di accesso.

Pubblicato in Economia

Avendo notizia di un probabile passaggio di mezzi trasportanti i menzionati prodotti, gli operatori hanno effettuato un capillare controllo del territorio nella tratta garganica compresa tra i centri cittadini di Vieste, Mattinata e Manfredonia.
Nella nottata del 25 aprile scorso, in agro di Vieste, zona “Baia dei Campi”, gli agenti hanno intercettato e bloccato un’autovettura all’interno della quale venivano rinvenuti 350 ricci di mare, per un peso complessivo di 20 kg. Il prodotto ittico veniva sottoposto a sequestro amministrativo, essendo vietata la pesca per un numero superiore a 50 unità.
Il veterinario responsabile territoriale dell’area “SIAV/B” Distretto di Manfredonia, intervenuto in reperibilità, dopo aver identificato, specificando la qualità del pescato che risultava vivo, ne disponeva la distruzione mediante rigetto in mare.
Il conducente dell’auto, che non era in possesso di alcuna autorizzazione di pesca professionale, è stato sanzionato per un importo di Euro 4.000,00.

Due notti dopo, nei pressi della galleria di Monte Saraceno di Mattinata, gli stessi gli stessi agenti hanno proceduto al controllo di un’altra autovettura con due persone a bordo. All’interno del veicolo, adagiati in un retino in plastica, sono stati rinvenuti otto chili di datteri di mare (Litophaga litophaga), la cui pesca è tassativamente vietata dalla legge italiana dal 1998, da quella comunitaria dal 2006.

Per prelevare i datteri è necessario frantumare la roccia in cui il bivalve scava dei fori dove vive nascosto. Lo strato superficiale degli scogli sommersi, delle falesie degradanti nelle profondità del mare, viene distrutto a martellate o con pinze marine o addirittura esplosivi, provocando una desertificazione delle scogliere sommerse. In questo caso la distruzione di flora e fauna marina risulta essere ancora più grave, in quanto praticata all’interno di un Parco Nazionale protetto quale è quello del Gargano. Pertanto, si è proceduto al sequestro penale dei datteri e dell’attrezzatura utilizzata per rompere la roccia ed estrarre i molluschi.

I datteri sono stati inviati, su disposizione del veterinario, presso l’Istituto Zooprofilattico di Foggia per essere sottoposto a campionatura per una ricerca scientifica. Il conducente, che dichiarava di essere lui l’artefice della pesca subacquea vietata, è stato deferito all’A.G. per deturpamento di bellezze naturali (scogliera, costa e falesie marine) pesca e trasporto di specie ittiche protette.

Pubblicato in Cronaca

Tra una battuta divertente del conduttore Antonio Stornaiolo e un pezzo fumante di focaccia è stata presentata a Bari la seconda edizione di "Carosello", evento organizzato dallo Spi Cgil Puglia che porta il Sindacato dei pensionati nelle piazze con spettacoli, incontri, dibattiti.
La prima e più importante novità di questa edizione è il numero degli appuntamenti passato da sei a tredici per un tour che farà arrivare la carovana dello Spi nel Salento come sul Gargano. Si va da Lecce a Vieste, passando dalla Terra di Bari fino ad arrivare in Capitanata, per un impegno in calendario da maggio a luglio. "Carosello" 2018, dopo la presentazione barese, si sposterà a Brindisi il 10 maggio per poi toccare Taranto (12 maggio), Massafra (18 maggio), Lecce (19 maggio), Cerignola (24 maggio), Molfetta (25 maggio), Trani (26 maggio), Poggiardo (2 giugno), Manfredonia (5 giugno), Andria (8 giugno), Bari (15 giugno), Francavilla Fontana (30 giugno) e concludersi a Vieste (11 luglio).
"Dopo il successo dello scorso anno – afferma il segretario generale pugliese Gianni Forte - abbiamo deciso di raddoppiare le tappe della manifestazione perché abbiamo avvertito che c'è negli anziani, nei pensionati e nelle loro famiglie il bisogno di essere ascoltati, di uscire dalla solitudine in cui spesso è vissuta questa fase della vita. Stare nel Sindacato dei pensionati della Cgil per noi vuol dire recuperare energie e, come recita il claim della nostra campagna sociale "Vitamina Spi", si tratta del miglior rimedio contro la sindrome dell'inutilità”. Per quest'edizione di "Carosello" è stato scelto il tema della sanità. I momenti di riflessione affronteranno la questione delle liste di attesa, la chiusura dei Punti di Primo Intervento, l'organizzazione dei presidi territoriali di assistenza. Una condizione quella della sanità regionale molto "sofferta" dagli anziani, soprattutto se affetti da più patologie croniche con necessità di diversi interventi di cura.

Pubblicato in Economia

Il Premio Poesie di Capitanata si terrà, sabato 12 Maggio , dalle ore 9,30 presso l’Auditorium della Scuola Media “Don Antonio Spalatro”, in Via Giuseppe Verdi, a Vieste. Tutto questo è stato reso possibile, grazie al patrocinio dell’Amministrazione Comunale viestana. Il Premio, inizialmente chiamato di Vieste, ha allargato successivamente i suoi orizzonti, investendo, l’intera Capitanata. La manifestazione vedrà la partecipazione di 7 poeti Viestani, 47 poeti della Capitanata e 6 poeti ospiti che declameranno poesie nei dialetti e italiano dei paesi del Gargano, Tavoliere e Monti Dauni. “Poeti della Capitanata nei dialetti e in italiano, le poesie”entrerà a far parte del patrimonio della Biblioteca Provinciale “Magna Capitana” e della Biblioteca Civica “Minuziano” di San Severo, nonché sarà inserito nell’OPAC del circuito web-sistema internazionale degli autori. La manifestazione verrà filmata dagli organizzatori del Premio Poesie della Capitanata con foto finale di gruppo dei Poeti della Capitanata. L’obiettivo di fondo della manifestazione è non solo di scoprire nuovi talenti in campo, ma anche di coinvolgere le scuole nella lotta per arrestare la perdita da parte della nostra gente, della memoria delle tradizioni e dei dialetti e soprattutto dei valori civili e morali originari. E ciò a seguito dell’omologazione in corso con l’avvento dell’era globale e degli effetti negativi dovuti alla recrudescenza della criminalità di casa nostra.

Pubblicato in Cultura

Con riferimento alle dichiarazioni rilasciate dal Sindaco di Foggia a seguito dell’intervenuta verifica da parte del TAR Puglia della mancata sussistenza delle condizioni per una decisione sull’istanza cautelare richiesta dal Comune - e contestuale richiesta di presentazione di fissazione dell’udienza per la decisione di merito - Aeroporti di Puglia evidenzia che da tempo ha avviato le iniziative utili a favorire la rapida definizione della complessa procedura amministrativa relativa al prolungamento della pista di volo dell’aeroporto Gino Lisa. Si legge così nella nota stampa diramata dalla Società che che gestisce i principali aeroporti della regione. “Aeroporti di Puglia ha attivato: i sopralluoghi tecnici con il Servizio Protezione Civile Regionale e con il Dipartimento Nazionale finalizzati alla definizione dei fabbisogni logistici correlati alla localizzazione della base logistica presso l’Aeroporto di Foggia; lo studio sulla procedura di appalto aggiudicata provvisoriamente a Luglio 2014, al fine di salvaguardare gli investimenti effettuati ed a definire i tempi necessari alla realizzazione dell’opera; lo studio finalizzato all’ottenimento del riconoscimento dell’infrastruttura aeroportuale e delle attività svolte come Servizio di Interesse Economico Generale (SIEG) e, pertanto, senza necessità del cofinanziamento privato, ai sensi degli Orientamenti comunitari in materia di Aiuti di Stato. Tutto ciò al fine della salvaguardia delle attività fino ad oggi svolte per l’appalto dei lavori di prolungamento della pista e per verificare la possibilità di aggiudicare definitivamente e contrattualizzare l’appalto integrato di progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di prolungamento della pista, come primo lotto di un Programma più ampio che comprenderà anche le ulteriori opere specifiche necessarie a soddisfare i fabbisogni operativi e logistici della Protezione Civile.
Per quanto riguarda il procedimento di accertamento della conformità urbanistica del progetto in questione confermando l’interesse alla realizzazione dell’opera, Aeroporti di Puglia il 28 febbraio scorso ha chiesto - e in tempi rapidi ottenuto - che ENAC avviasse le procedure per la nuova convocazione, da parte del Provveditorato alle OO.PP. di Bari, della Conferenza di servizi preordinata alla verifica della compatibilità urbanistica del progetto. In ragione di ciò, tramite i propri consulenti legali, Aeroporti di Puglia ha fornito al Provveditorato alle OO.PP. le informazioni necessarie a supportare la rapida conclusione dell’iter procedurale.
Aeroporti di Puglia ritiene tale procedura quella più rispondente alle esigenze di velocizzare l’iter autorizzativo, come auspicato anche dallo stesso Comune di Foggia. Il nuovo procedimento avviato da Aeroporti di Puglia, infatti, potrà beneficiare sia dell’applicazione della nuova normativa semplificata in materia, sia dell’attività istruttoria e valutativa fin qui svolta da parte di tutte le Amministrazioni e gli Enti partecipanti.
Aeroporti di Puglia ritiene che l’approccio collaborativo ed efficiente assunto possa favorire la positiva conclusione del nuovo procedimento di accertamento della conformità urbanistica e, dunque, portare in tempi ragionevoli alla realizzazione del progetto a cui sta dedicando il massimo impegno”.

Pubblicato in Economia
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

Reporter della tua città

23 Maggio 2018 - 09:23:01

Reporter della Tua Città/ A Vieste un palo dell'illuminazione pubblica aspetta da una settimana per essere rimosso.

Un palo dell'illuminazione pubblica in via Ferdinando Magellano è da una settimana che sta per cadere, cosa si aspetta a provvedere prima che cadendo possa procurare seri danni ?…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005