Articoli filtrati per data: Mercoledì, 16 Maggio 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

“Ho appena ricevuto riscontro dall’Anas in merito al completamento dei lavori della Galleria Monte Saraceno e solo ora comprendo le ragioni per le quali mi sono state fornite, nella mia prima richiesta, informazioni incomplete: in serbo, infatti, c’è una vera e propria ‘batosta’ per la nostra comunità con orari di chiusura della Galleria che non possono non compromettere l’indotto economico legato al turismo”. Lo rende noto il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta. “Infatti –aggiunge- come già sapevamo, a giugno sarà disposta la chiusura totale della Galleria dal lunedì al sabato (tranne il 2 giugno, quando resterà aperta in via eccezionale anche il sabato). Nei mesi di luglio e agosto e nella prima settimana di settembre, invece, sarà chiusa dal lunedì al venerdì dalle ore 19.30 alle 7.30 e resterà aperta tutto il giorno solo nei weekend. Sono a dir poco amareggiato, perché ciò significa che nessun turista o cittadino potrà recarsi a Mattinata o Vieste impiegando minor tempo e correndo meno rischi grazie alla Galleria per cenare o comunque per trascorrere il tardo pomeriggio in tali località. Il tutto in piena stagione estiva...! Tutti saranno costretti a percorrere la vecchia strada con un allungamento dei tempi di percorrenza ed in condizioni di sicurezza assolutamente scarse. Come mai questi interventi non sono stati avviati lo scorso autunno? Perché ridursi ad effettuarli durante la stagione estiva? Si rendono conto del gravissimo danno che produrranno a tutto l’indotto economico, posto che Mattinata e Vieste sono due mete molto appetibili dal punto di vista turistico? Hanno tenuto conto delle esigenze degli esercizi commerciali, ristoranti, alberghi ed attività che patiranno le conseguenze di questa assurda programmazione? Mi auguro –conclude Gatta- che si vogliano prendere le redini di questa incresciosa situazione e porvi urgente rimedio, modificando questa assurda programmazione, a tutela dei nostri operatori ma anche a tutela dell’incolumità di tutti i cittadini”.

Pubblicato in Ambiente

Il Direttore del Dipartimento Politiche della salute e del benessere sociale della Regione Puglia Giancarlo Ruscitti ha incontrato il presidente dell’Anci Puglia Domenico Vitto per proseguire il confronto e individuare soluzione operative capaci di prevenire i reiterati fenomeni delle aggressioni ai medici della continuità assistenziale.

La Regione Puglia ha chiesto al Presidente di Anci Puglia di sensibilizzare i primi cittadini dei comuni pugliesi affinché si possano individuare luoghi nei quali collocare le sedi di continuità assistenziale, caratterizzati dalla presenza di altre sedi istituzionali, con particolare riferimento ai comandi o sedi di polizia municipale, così da scongiurare l’isolamento fisico dei medici che rischia di favorire comportamenti aggressivi. In questo modo invece si aumenterebbe decisamente la sicurezza del medico.

Il Presidente dell’Anci Puglia Domenico Vitto, condividendo la necessità di porre in essere ogni sforzo per contrastare il clima di insicurezza nel quale si trova ad operare il personale sanitario, anche alla luce degli ultimi episodi di violenza, ha assicurato il massimo impegno della Associazione nella direzione auspicata dalla Regione.

Si tratta di un passo importante per garantire la sicurezza delle sedi, che a sua volta è parte del più complessivo disegno di messa in sicurezza delle attività di continuità assistenziale secondo quanto concordato negli incontri con i Prefetti, con i quali è già stato concordata la necessità di dotare i presidi di videosorveglianza. Un percorso avviato quindi anche su sollecitazione delle organizzazioni sindacali dei medici, e per quanto di specifica competenza delle amministrazioni comunali.

All’incontro ha partecipato anche il Dirigente regionale della Sezione Strategie e Governo dell’Offerta Giovanni Campobasso.

Pubblicato in Sanità

Il prossimo anno scolastico comincerà giovedì 20 settembre 2018 per terminare, dopo 200 giorni di lezione, il 12 giugno dell’anno successivo. Per le scuole dell’infanzia, invece, il termine delle attività è fissato per il 29 giugno 2019.
Lo ha deciso la Giunta regionale ricordando che in base all’autonomia scolastica ogni istituto può disporre adattamenti al calendario stabilito purchè, naturalmente, resti invariato il numero dei 200 giorni .

Per tutti, oltre che oltre che per le Festività Nazionali, le lezioni saranno sospese:

• 2 e 3 novembre 2018;

• Vacanze natalizie dal 24 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019;

• Vacanze pasquali dal 18 aprile al 23 aprile 2019;

• 24 aprile 2019;

• Ricorrenza del Santo Patrono ( che non dovrà essere recuperata in caso coincida con un giorno in cui non si effettuano lezioni)

Pubblicato in Società

Una parola: vergogna... semplicemente vergogna e questa volta rivolta solo a coloro che speriamo siano ignoranti delle loro responsabilità.

Prodotto prodigioso la spazzatura: basta non fare nulla e si riproduce da sé.
(Pino Caruso)

 

Per contribuire alla crescita di questa rubrica inviate anche voi le fotografie del nostro stupendo paese all’indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alessia Campaniello

La frutta e le occasioni che aspettavi: tanti differenti prodotti: dalla frutta di stagione, alle verdure, patate, carote, legumi ecc. a prezzi all’ingrosso.

Scegli il MITO: Giorgio Frutta e fai GOL!!

LA ConVENIEnza da GIORGIO FRUTTA è certa!!

........ti aspettiamo al MERCATINO adiacente il CAMPO SPORTIVO

Pubblicato in Avvisi

I primi aumenti, quasi impercettibili, sono scattati già dall’inizio del 2018. È alla fine dell’anno, invece, che è previsto l’arrivo della stangata con l’incremento tariffario pari al 7 per cento. «E saranno aumenti con effetto retroattivo - lancia l’allarme Raffaele Toritto, presidente provinciale dell’Unione nazionale amministratori di immobili (Unai) - Significa che a settembre-ottobre i condomini si troveranno a pagare i rincari tariffari per tutto il 2018». Al momento del conguaglio, dunque, bisognerà saldare tutto. Così in Puglia l’acqua diventa più salata. A pesare in bolletta saranno non soltanto i rincari del prezzo dell’acqua, pari al 7 per cento, ma anche la rimodulazione delle fasce di consumo. L’aggravio riguarda il cosiddetto “consumo agevolato”: il quantitativo pari oggi a 200 litri al giorno scende a 150 litri, con una conseguente impennata dei costi a carico degli utenti.
«Nel corso dell’open day a cui ci hanno convocato mesi fa come amministratori di condominio hanno pubblicizzato gli investimenti per il miglioramento del servizio. Ma era più un “closed day”, perché i rappresentanti dell’Acquedotto pugliese, pur facendoci parlare, avevano già stabilito tutto - prosegue il presidente di Unai - Serve invece un confronto vero con le associazioni di categoria, prima di prendere certe decisioni». E le decisioni, stando a quanto scrivono in una nota congiunta le associazioni di amministratori di condominio Alac, Ami, Arco, Anapi, Help! Condominio e Unai, vanno verso nuove imposte. «Sul risparmio idrico e sull’installazione di autoclavi siamo d’accordo, non possiamo far altro che farle installare - prosegue Toritto - Ma i costi maggiori devono essere assolutamente comunicati. L’ente deve far sapere dell’aumento del 7 per cento a fronte di una riduzione della pressione e di una restrizione
della fascia agevolata. E non può mettere noi amministratori nelle condizioni di doverlo fare».
Il problema, reclamano le associazioni (che hanno annunciato per domani una conferenza stampa di denuncia sul comportamento di Acquedotto pugliese), è molto più ampio e riguarda complessivamente tutto il servizio: «Pressioni inadeguate, tanto da lasciare a secco migliaia di abitazioni, distacchi indiscriminati nonostante le centinaia di forniture promiscue fra utenze abitative e non abitative, impossibilità di pagamenti parziali e totale disinteresse verso il sottoutente moroso», dicono Vito Lucente (Ami), Mauro Simone (Alac), Francesco Schena (Arco), Isidoro Tricarico (Help! Condominio e Raffaele Toritto (Unai). Uno degli aspetti al centro delle polemiche è proprio l’emergenza morosità. «Aqp non accetta pagamenti parziali - spiega ancora il presidente di Unai - Se per esempio la bolletta ammonta a 1.000 euro, ma noi abbiamo riscosso soltanto 800 euro, Acquedotto procede al distacco, danneggiando i condomini virtuosi». E questo avviene «nonostante Aqp abbia il deposito cauzionale chiesto agli utenti da qualche anno per far fronte a casi di morosità», aggiungono le associazioni degli amministratori. Che chiedono anche per ciascun condomino la possibilità di staccarsi dal montante del palazzo e avere una lettura personalizzata. «Bisognerebbe smetterla di fare conguagli fattura su fattura, perché generano incomprensioni di calcolo e difficile attribuzione al condomino interessato. Sarebbe più idoneo attivare la lettura dei contatori per utenti reali e non generica dei condomini, con l’installazione di contatori di nuova tecnologia»

Pubblicato in Società

Intervenendo a Studio 9 Tv di Lucera, l'assessore al Bilancio della Regione Puglia, Raffaele Piemontese, è tornato sulla vicenda dell'aeroporto Gino Lisa di Foggia. "Tutto tace? Meglio, lavoriamo di più senza l'assillo dei giornalisti. La Regione Puglia di Emiliano, di Di Gioia e del sottoscritto non è vero che ha abbandonato la vertenza. Stiamo sempre sul pezzo.Dobbiamo utilizzare i 14 milioni necessari per l'allungamento della pista. I soldi ci sono, sono stanziati esclusivamente per lo scalo foggiano. Per utilizzare queste risorse è necessario rispettare le regole imposte dalla commissione europea. Investiremo il 100% di fondi pubblici, utilizzando il Gino Lisa anche come base logistica della Protezione civile. La Regione investirà un altro milione e mezzo di euro per pagare le spese. Preferiamo i fatti agli annunci. Ci riuniamo settimanalmente sia a Bari che a Foggia con i vertici di Aeroporti di Puglia, lo facciamo senza clamore mediatico, usciremo allo scoperto solo a fatti compiuti"

Pubblicato in Economia
Mercoledì, 16 Maggio 2018 08:46

Vico / Una Cappuccili sveglia il paese

Era nell’aria, si sentiva qua e là della partecipazione di una Cappuccilli, notissima famiglia vichese di magistrati, avvocati, alti ufficiali dei Carabinieri, pronta a scendere nella competizione elettorale del 10 giugno per il rinnovo dell’Amministrazione comunale. Angela Cappuccilli ha scelto di far parte della squadra del giovane Daniele Cusmai per la lista “ Cusmai Sindaco “. Moglie del giornalista Rai Aldo Giorgio Salvatori, mamma di Francesca, Angela ha le idee chiare sul paese:”... appartengo ad una famiglia che ha ben salde le radici da molti lustri in Gargano. Per queste ragioni mi sento parte della comunità di Vico e ne osservo da decenni problemi, contraddizioni e volontà di cambiamento. Vico del Gargano ha bisogno urgente di un progetto di rilancio su scala nazionale (e non solo) dell'agricoltura che, nonostante le grandi potenzialità, si dibatte da decenni in uno stato di patologica emarginazione rispetto ad altri comparti geografici. Un salto qualitativo del turismo sull'asse Vico-San Menaio-Calenella. Non si può continuare a favorire forme di turismo che esplodono solo tra la fine di luglio e la metà di agosto e trascurano le potenzialità di un territorio che consentirebbe vacanze all'insegna del mare, del verde delle pinete e dell'aria pura per quasi otto mesi all'anno. Non sfugge infatti a nessuno che diversi turisti, quasi tutti stranieri, trovino forti difficoltà ad approvvigionarsi e a fruire di servizi essenziali nei mesi di maggio, giugno, settembre, ottobre, nei quali con una dotazione adeguata di infrastrutture e servizi si potrebbe garantire l'afflusso di un numero maggiore di visitatori con i conseguenti benefici economici e sociali per la popolazione residente. Il primo biglietto da visita di una comunità è il decoro dei suoi spazi pubblici. Da anni chi giunge per la prima volta a San Menaio e Vico viene negativamente colpito dalla presenza diffusa lungo le strade, nei canali di scolo, nei giardini pubblici e sulle spiagge dei cumuli di spazzatura che, spesso, giacciono non raccolti per mesi e mesi. E' lecito da parte dei cittadini aspettarsi un servizio migliore vista l'entità della tassa sui rifiuti che ad essi viene richiesta. Aumentare le occasioni di fruizione culturale da parte della popolazione con proposte di incontro con esponenti qualificati del mondo dell'editoria, del giornalismo e dello spettacolo utilizzando al meglio le strutture allo scopo preposte che si trovano a Vico come l'Anfiteatro e il Castello della Bella. Tutto questo porterebbe inevitabilmente ad aprire opportunità di lavoro soprattutto per i giovani, arginando o almeno mitigando, la insostenibile emorragia di ragazzi costretti ad andare a cercare il lavoro altrove. Per me il Comune deve essere una casa al servizio del cittadino. Il Sindaco, gli Assessori, i Consiglieri eletti sono e devono rimanere cittadini tra i cittadini. Ogni risorsa dovrà essere a beneficio dell'intera comunità e non di pochi privilegiati. Bisogna lavorare tutti perché il Municipio diventi una "casa" dalle mure trasparenti e non il palazzo dei misteri.”

Michele Angelicchio

Pubblicato in Personaggi

Per grazia di Dio di re Carlo.
Io Antonio Belli milite del Regio Consiglio e Presidente e governatore della Regia dogana di Puglia e Doganella d’Abruzzo per tutti ed altri.
Delegati il Sindaco, gli eletti e con ogni altro a chi spetta l’amministrazione di questa terra d’Ischitella come segno per potere eseguire da noi colla dovuta esattezza ,quanto ci sta commesso ed incaricata dal Sig. Consigliere Presidente Governatore generale della Regia dogana di Foggia e bisogna sapere se l’I.ll.re possessore di questa terra d’Ischitella possegga nel ristretto e tenimento beni burgonsatici ed in che quantità e se gli porta alcun peso annuale coll’Università di questa predetta terra e se siano soggettati al catasto che però col presente ne dicemmo e ordinammo a doverne formare vera e distinta e legale fede con giuramento e sotto pena di falso e quella robborata col solito suggello dobbiate eseguire nelle nostre mani per poter fu per l’uso corrispondente generale eseguendo se avete cara la predetta legge ; e fatto pena di ducati 1000 al fisco regio del presente. Ischitella lì 30/1/1760.
Saverio dell’Acqua Presidente Regio della regia dogana di Foggia.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Ondaradio consiglia...

Osteria degli Archi

Reporter della tua città

23 Maggio 2018 - 09:23:01

Reporter della Tua Città/ A Vieste un palo dell'illuminazione pubblica aspetta da una settimana per essere rimosso.

Un palo dell'illuminazione pubblica in via Ferdinando Magellano è da una settimana che sta per cadere, cosa si aspetta a provvedere prima che cadendo possa procurare seri danni ?…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005