Articoli filtrati per data: Martedì, 01 Maggio 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

“Se la gioventù le negherà il consenso anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo” -------

E’ con le parole di Paolo Borsellino che vogliamo fare alcune considerazioni sugli ultimi accadimenti che hanno colpito la nostra città.

Vieste bella e dannata , centro e periferia del Mondo al tempo stesso, interessata da fenomeni di degrado, marginalità, disagio sociale, omertà, insicurezza che negli ultimi anni sembrano aver messo in atto un’escalation di violenza senza tregua, impavida ed inarrestabile, è davvero una città perduta, ormai senza speranza?

Sempre più spesso ci siamo trovati negli ultimi anni a dover spiegare ai nostri figli i motivi che hanno insanguinato le vie della nostra città.

Abbiamo inventato storie, a volte fantasiose e nel frattempo i nostri figli sono cresciuti ed è arrivato il momento di sollevare la questione, di rispondere ai loro mille “perché” e di parlare di che cosa sia la mafia anzi la mafiosità!

E’ necessario farlo da genitori, da cittadini affinché i nostri figli, i figli di questa città, non si abituino a convivere gomito a gomito con ciò che normale non è, lecito non è, dignitoso non è, onesto non è, con ciò che è solo “una montagna di merda!”

Perché è la “mafiosità” che rende possibile la mafia.

E’ la cultura della non scelta, della palude, è l’illusione del guadagno facile, a buon mercato, senza impegno e sacrificio, sono quegli atteggiamenti , anche piccoli, di prevaricazione, di intimidazione, di violenza e di omertà che alimentano la mafiosità.

La mafiosità è una cultura pervasiva, che sa approfittare dei vantaggi ed evitare gli svantaggi, è propria del comportamento di chi “non cerca grane” e “si fa i fatti propri”, che sacrifica il proprio senso civico e il reclamo di giustizia ad un più comodo “non vedo, non sento, non parlo”.

In questa città dalla bellezza struggente si uccide ad ogni ora del giorno, in barba al più elementare “codice d’onore”- saltato ormai anche quello – e si continua a non vedere, a non sentire, a non sapere. Sembra regnare come assisa sul più gradasso dei troni, l’indifferenza.

Ciò avviene in tanti “normali” episodi di vita quotidiana: in strada, a scuola, sul lavoro, a casa e in famiglia.

Bene! Anzi male …malissimo!

E’ arrivato il momento di agire e di reagire, di far sentire la voce della parte migliore della società viestana. Abbiamo il dovere di scegliere da che parte stare, come abbiamo il sacrosanto diritto di vivere in una città sana e di non essere costretti ad abbandonarla, pur amandola alla follia, perché il sopruso e l’intimidazione hanno avuto la meglio.

Abbiamo il dovere di comportarci con coraggio, di dare vita e forza a quell’insieme che costituisce la dimensione identitaria di un popolo, affinché chi è stato colpito da accadimenti mafiosi non si senta solo.

Abbiamo il dovere di irrorare di nuova linfa le radici dell’antimafia sociale, di credere alla forza del gruppo, di avere un orizzonte comune, un reciproco senso delle cose.

Abbiamo il dovere di essere insieme nel fare le scelte, confrontarsi, rincuorarsi, sostenersi nel portarle avanti e nell’essere coerenti, non solo nell’eccezionalità degli eventi ma soprattutto nella normalità della vita quotidiana.

Insieme si propongono e si “contagiano” comportamenti più coraggiosi, insieme si riesce ad essere forti e dare maggiore solidità e continuità alle proprie azioni. Insieme si fanno progetti, ci si propone e ci si espone, insieme si diventa parte attiva del movimento dell’antimafia sociale.

Insieme si vince la mafiosità.

Insieme.

 

Associazione ViviVieste

Associazione La Rinascita dei Trabucchi Storici

Associazione Nazionale Bersaglieri

Associazione Serenata alla Tarantella

Associazione musicale Nuova Diapason

Associazione musicale Blumoon

Associazione Motoclub Gargano

Arruska Esperienze Garganiche

FAI associazione antiracket Vieste

Ondaradio

Il Faro

Sunshine basket Vieste

Atletico Vieste

L. N. I. sez. Vieste

Fever Dance Academy

Società di Storia Patria sez. Gargano

WWF Italia sez. Vieste

Avventure nel mondo sez. Vieste

Gargano Segreto ed oltre

Gruppo Giovani Parrocchia Gesù Buon Pastore

Pizzeche e Muzzeche

Confraternita Santissima Trinità

Gargano TV

ASD Giovani Vieste

Kick boxing e K 1 style Team Manzari

ASD Nuova Gioventù Vieste

Associazione Bandistica Città di Vieste “Gerolamo Cariglia”

Associazione sportiva Arca Vieste

Scuola nuoto Shark Vieste

Associazione Officina delle arti

Amici del cineteatro “Adriatico”

Associazione Angeli H

Confraternita di S. Antonio

Confraternita di S. Giorgio

Nonni Vigili

Associazione Seconda Stella a destra

Associazione Vieste Runner

Proloco Vieste

Associazione Le comari contente

Associazione Punto d’arte

Associazione Il trabucco   garganico

Associazione Amici del Ballo

Associazione Arma Aeronautica Jacotenente Vieste

A S D Boot Camp Experience Vieste Italy

Centro Cinofilo Gargano

SCISAR delegazione Puglia nord

Lega nazionale per la difesa del cane Vieste sez. Ortanova

Pubblicato in Società

Vicenda vaccini, il tempo è scaduto: entro ieri 30 aprile, infatti, i dirigenti scolastici dovevano trasmettere la documentazione fornita da genitori, tutori o affidatari per gli obblighi, vaccinali alle Asl. Si tratta di adempimenti fondamentali, visto che per i servizi educativi all’infanzia e per le scuole dell’infanzia ( 0 - 6 anni) la presentazione della documentazione rappresenta un requisito fondamentale per l’accesso nelle strutture (comprese quelle private non paritarie). Nel frattempo il panorama nazionale della copertura vaccinale ha segnato un netto miglioramento in quasi tutte le regioni italiane: nella maggior parte di esse, 11 su 21, è stato raggiunto l’obiettivo di immunizzare almeno il 95 % dei nuovi nati con il vaccino esavalente quello cioè che protegge contro malattie gravissime come polio, difterite e tetano.

Pubblicato in Sanità

Michael è il Festival del patrimonio culturale, spirituale, naturale, enogastronomico e si terrà da venerdì 4 a sabato 12 maggio, a Monte S. Angelo. «Un evento per celebrare l’8 maggio, la Festa di San Michele Arcangelo e i nostri due Siti Unesco, le tracce longobarde del santuario e le faggete vetuste della Foresta Umbra», spiega il sindaco, Pierpaolo D’arienzo. In programma convegni, dibattiti e presentazioni con la rete dei Longobardi in Italia, con la Sacra ét San Michele in Piemonte, con i Siti UNESCO di Puglia e Basilicata, con Bari e San Giovanni Rotondo per rete dei grandi Santuari di Puglia. Ricco anche il programma degli eventi: un’opera lirica in forma ridotta scritta dal Maestro Peppino Principe, una rievocazione storica, un docufilm, un’opera musicale moderna e gli eventi collaterali dedicati ai percorsi enogastronomici e turistici.
«Monte Sant’Angelo è un borgo unico, ricco di storia e di fascino, circondato da un paesaggio meraviglioso. E siamo molto soddisfatti che abbia organizzato questo festival che sicuramente valorizza e promuove a livello nazionale ed internazionale le sue bellezze - commenta l’Assessore all’Industria Turistica e culturale della Regione Puglia, Loredana Capone - Con un programma veramente ricco e interessante Monte Sant’Angelo celebra la Festa di San Michele Arcangelo e riunisce, con la rete dei longobardi, Nord e Sud. Non solo; con la rete dei siti UNESCO mette insieme Puglia e Basilicata e con la rete dei grandi santuari di Puglia si collega anche a Bari e San Giovanni Rotondo. Il festival Michael si muove sulla strada giusta della creazione di un prodotto turistico, che mette insieme più territori della Puglia seguendo il filo della cultura e della storia e naturalmente dell’enogastronomia. Gli ingredienti ci sono tutti per far conoscere questo meraviglioso borgo dell’entroterra pugliese, intercettando le scelte dei viaggiatori che sempre più desiderano fare una esperienza di viaggio slow in luoghi meno battuti dal turismo di massa. E’ quindi molto importante questo festival che rende merito al Gargano, che di fatto é fra le più antiche destinazioni turistiche della Puglia».
Per Claudio Costanzucci, Presidente dell’Ente Parco Nazionale dèi Gargano «I due Siti UNESCO di Monte Sant’Angelo sono un vanto per tutto il territorio. Questi riconoscimenti, culturale e naturalistico, ci spingono a promuovere questa città meravigliosa e iniziative come questa. Infatti, è importante sostenere questi grandi centri turistici, spirituali, culturali, poiché rappresentano i motori per promuovere la destinazione Gargano in tutta la sua totalità». Dal 4 al 12 maggio, quindi, Monte Sant’Angelo sarà palcoscenico di uria serie di eventi che vedono nelle reti a livello regionale, nazionale e internazionale la Città dell’Arcangelo Michele protagonista. Nella “Città dei due Siti UNESCO”, infatti, arriveranno: venerdì 4 maggio i comuni della rete dei Longobardi in Italia (Brescia, Spoleto, Cividale, Benevento, Castelseprio, Campello sul Clitunno); lunedì 7 la società mediterranea di metrologia numismatica e alcuni membri della Società Numismatica Italiana e dell’Accademia italiana di studi numismatici si incontreranno per il convegno “I Longobardi in Italia: i luoghi delle monete”; mercoledì i sindaci dei comuni di Avigliana e Sant’Ambrogio di Torino, sede della Sacra di San Michele in Piemonte; giovedì 10 i sindaci di Andria, Alberobello e Matera - insieme alle Regioni Puglia e Basilicata - per la rete dei Siti UNESCO; sabato 12 i sindaci di Bari e San Giovanni Rotondo per la rete dei grandi Santuari di Puglia.

Pubblicato in Manifestazioni

Ondaradio consiglia...

OLMO generico

Reporter della tua città

13 Agosto 2018 - 11:37:59

Reporter della Tua Città/ E’ vero i soldi non puzzano, ma le piazze e strade occupati da pizzerie o ristoranti?

Egregio Vigile sanitario che dovresti vigilare anche per le strade.. Egregio Medico Sanitario, Egregia ASL, Egregio vigile normale, Egregio Assessore alla Sanità, Egregi…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005