Articoli filtrati per data: Venerdì, 13 Aprile 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

La salute prima di tutto, i Socialisti di Vieste con questo comunicato vogliono far sentire la propria indignazione relativo al Piano di riordino sanitario della nostra Regione sostenuto da quel che resta del Centro Sinistra e delle politiche del Presidente Assessore alla Sanità Emiliano, e cosa più grave che lo stesso si affanna a rassicurare i cittadini che nulla cambierà in termini di assistenza in caso di emergenza- urgenza.
La verità è che dal primo maggio, in 39 comuni pugliesi senza i Ppi destinati allo smantellamento, i cittadini non avranno più un presidio fisso al quale rivolgersi in caso di necessità e tra questi rientra anche quello di Vieste.
Non possiamo rimanere indifferenti a tale privazione ridimensionando un pezzo vitale dei servizi sanitari della nostra comunità.
Non si può gestire la sanità con la calcolatrice alla mano, Emiliano, piuttosto tuteli la salute dei pugliesi che vivono in paesi distanti dai presidi ospedalieri e con gravi problemi di viabilità , non meno importante i milioni di ospiti che sceglieranno la nostra città Vieste per le loro vacanze.
Ci opporremo senza se e senza ma alla chiusura dei Ppi che devono restare attivi per garantire ai cittadini un primo intervento rapido, che in alcuni casi può salvare la vita.

Coordinamento Partito Socialista Vieste

Pubblicato in Sanità

Il Comune di Vieste ha attivato le funzioni di Sportello Unico per le Attività Produttive, mediante avvalimento dello strumento di gestione della CCIAA di Foggia, nel rispetto dell’art. 4, comma 10 e 12 del D.P.R. 160/2010.
Le Segnalazioni Certificate di Inizio Attività e le Istanze, pertanto, potranno essere inoltrate esclusivamente attraverso il portale http://impresainungiorno.gov.it, utilizzando il banner (SUAP - UNA SOLUZIONE IN COMUNE) pubblicato sulla home page del sito istituzionale del Comune di Vieste.
Per la registrazione sarà sufficiente seguire i passaggi proposti, selezionando in alto a destra “ACCEDI AI SERVIZI”, scegliendo la voce “REGISTRATI” e poi “PROSEGUI” per continuare con la registrazione di un nuovo utente.
L'invio di pratiche, utilizzando il vecchio portale o attraverso la Posta Elettronica Certificata, non sarà più consentito.
Le Segnalazioni Certificate di Inizio Attività e le Istanze così trasmesse saranno dunque rifiutate e la ricevuta generata automaticamente dal gestore della casella non produrrà alcun effetto amministrativo ai fini dello svolgimento dell'attività di impresa.

Pubblicato in Avvisi

Via dei Mille
(già via Giordani)

Ricorda i 1076 volontari che parteciparono alla spedizione guidata da Giuseppe Garibaldi per spodestare dall’Italia meridionale il governo borbonico. Essi salparono da Quarto, presso Genova, il 5 maggio 1860 con due piccole navi (Piemonte e Lombardo) e sbarcarono a Marsala (11 maggio). Giuseppe Garibaldi dopo essersi proclamato Dittatore di tutta la Sicilia, in pochi giorni riuscì a conquistare Calatafimi e Palermo e, aiutato dai picciotti, sconfisse l’esercito borbonico prima a Milazzo poi a Messina. Il 19 agosto attraversò lo Stretto e marciò trionfante per tutta la Calabria fino Napoli dove giunse il 7 settembre. La battaglia decisiva venne combattuta sul Volturno (1- 2 ottobre) e l’esercito borbonico fu costretto a riparare nelle fortezze di Capua e di Gaeta. Qui vi intervenne anche l’esercito piemontesi inviato da Cavour, per impedire alle Camicie Rosse di proseguire verso Roma. Garibaldi, dopo aver incontrato il re Vittorio II a Teano (26 ottobre) salutandolo con il titolo di Re d’Italia, sciolse i Mille e si ritirò a Caprera.

LA CITTA’ VISIBILE
L’Odonomastica di Vieste, dall’Era Antica ad Epoca Contemporanea
MATTEO SIENA

Pubblicato in Cultura

Tralasciando le frasi già fatte, ovvero quelle che mettono in risalto l’indole e la musicalità del verso, tipica risonanza nei poeti dialettali, credo sia opportuno tracciare una linea diversa nel trattare la poesia di questo autore, analizzando nelle sue composizioni, i temi, il linguaggio e le finalità e sottolineando l’aspetto umano e sociale che in esso si riscontra.
Infatti l’analisi sulla sua poetica, vista come l’orizzonte sul quale il poeta si affaccia nel descrivere fatti e personaggi del suo borgo natio nascondono tutta la problematica esistenziale della gente, nonché il quotidiano visto come linfa vitale che propone al poeta DelliSanti lo stimolo che gli permette di descrivere tutto ciò che colpisce la sua attenzione calibrando, attraverso il dialetto, i versi che hanno dato vita ad una miriade irripetibile dei luoghi e degli abitanti di Vieste. Inoltre è opportuno visionare la trasfigurazione poetica dei luoghi e delle persone e sperare che la trasfigurazione in versi non ne abbia sbiadito il colore. Ma ciò non è avvenuto ed appare intimamente connessa al pensiero dell’autore, ovvero alle sue posizioni filosofiche, alla propria concezione dell’uomo e della società nonché alle esperienze di vita che lo hanno condotto a comporre versi.
Caratteristica essenziale riguarda il linguaggio, in questo caso quello dialettale, con uno sguardo a brani di particolare suggestione. Questi non mancano ed hanno un doppio svincolo, nel senso che mentre in un primo momento sorridiamo nella esposizione poetica di qualche personaggio, quando ci ripensiamo diventiamo seri, poiché riflettiamo sulla situazione sociale del personaggio descritto e ne restiamo dispiaciuti. Infatti, la maggior parte della gente descritta e trattata poeticamente non appartiene al ceto alto della città, bensì a quello basso; ovvero a gente che al mattino deve darsi da fare per sfamare la propria famiglia. Tutto ciò fa della poetica di Gaetano DelliSanti uno scrigno irripetibile di suggestioni e di emozioni mai sopite.

Raffaele Pennelli

Pubblicato in Cultura

Il gup del Tribunale di Bari Alessandra Susca ha condannato 35 imputati a pene comprese fra i 20 anni e i 10 mesi di reclusione e ne ha assolti due al termine del processo nei confronti del clan Parisi e di alcuni imprenditori, su decine di episodi di estorsione ai cantieri edili, fatti - secondo l'accusa - imponendo guardianie e carichi di merci da fornitori amici.
Al boss del quartiere Japigia di Bari, Savinuccio Parisi, il giudice ha inflitto la pena di 10 anni di reclusione. La condanna più alta, a 20 anni di reclusione, è per il fratello del capo clan, Michele Parisi, detto "Gelatina". Tra i 37 imputati c'erano anche due imprenditori, accusati di concorso esterno in associazione mafiosa, Francesco Latorre (condannato a 4 anni e 6 mesi) e Filippo Serino (assolto). Altri cinque imprenditori sono attualmente a processo con rito ordinario per gli stessi fatti. In quel processo è imputato anche il figlio cantante del boss, Tommy Parisi.

Pubblicato in Cronaca

E’ di ieri la notizia che il Commissario agli usi civici di Bari ha finalmente emesso la sentenza sulla controversia che vede contrapposti il Comune di Lesina, il Comune di Sannicandro Garganico e varie società private sulla definizione dei confini del Feudo di Lesina e dell’Università di Sannicandro Garganico, che ha preso avvio dagli atti prodotti per l’eversione della Feudalità da Biase Zurlo agli inizi dell’800. Una sentenza storica che da ragione alle tesi del Comune di Lesina e che può finalmente dare avvio ad una gestione legittima di un territorio, quello dell’Istmo Schiapparo/Torre Mileto, che nel corso degli anni è stato interessato da un fenomeno di abusivismo che ha distrutto l’ambiente ed il paesaggio e bloccato lo sviluppo turistico della zona.
Oltre 2000 costruzioni abusive, infatti, non sono un buon biglietto da visita per il marketing territoriale e soprattutto per garantire un livello di qualità della vita accettabile da parte di un mercato turistico che è sempre più esigente.
Proprio la vertenza giudiziaria in corso ha bloccato la conclusione dell’iter per l’approvazione del PIRT Schiapparo/Torre Mileto predisposto dalla società privata proprietaria dei suoli.
Il PIRT proposto riguarda una buona parte dell’area interessata dagli interventi abusivi, il recupero e la sanatoria di una parte dei fabbricati edificati abusivamente e l’abbattimento di tutti gli altri, oltre agli interventi di riqualificazione e di infrastrutturazione dell’area.
Grazie al PIRT l’insediamento di Torre Mileto potrà finalmente diventare un vero villaggio turistico.
CNA, che aveva scritto al Presidente della Repubblica per sollecitare l’adozione della sentenza, esprime compiacimento per la chiusura del giudizio. La situazione di chiarezza consentirà al Comune di Lesina ed alla Regione di chiudere gli atti amministrativi per l’approvazione del PIRT, ed ai privati di dar corso agli investimenti necessari per la riqualificazione dell’area.
Investimenti di cui il territorio ha estremamente bisogno.
La crisi dell’edilizia che interessa i Comuni di Lesina, Sannicandro Garganico, Apricena può trovare qui una prima risposta non solo nell’attività di infrastrutturazione ma soprattutto in quella di recupero e qualificazione ambientale dei fabbricati ( Valutiamo in 100 milioni di euro gli interventi necessari ).
Ci auguriamo che nessuno si frapponga a questo processo in nome di stantii interessi e che la classe politica locale si mostri finalmente capace di assumersi la responsabilità di chiudere una vertenza che, semmai ha avuto un senso agli inizi,oggi appare anacronistica e dannosa per gli interessi dei Comuni e delle popolazioni amministrate.

Il Direttore Prov.
Dott. Antonio Trombetta

Pubblicato in Economia

Nello stesso giorno e nello stesso luogo ricevuto.
Michele Antonio Ottaiano di questa terra d’Ischitella dice essere mastro ferraro di questa terra di anni 64 in codesta come testimone con giuramento nell’interesse di ugualmente di sapere presente in fede di presenza medesima.
Inteso se esso testimone sa se in questa terra d’Ischitella fosse stato formato il catasto generale a tenore delle istruzioni del supremo Ill.mo della Regia Camera e se quello sia stato pubblicato ed eseguito fino al presente giorno e non essendosi eseguito per colpa di chi e per quale causa detto Sig .re la verità che io so sopra di quanto mi domanda e come se non fo errore verso l’anno 1748 in 1749 fu pubblicato n questa terra d’Ischitella mia patria il catasto generale che era stato fatto con essersi cominciato ad eseguire catastuolo che fu formato a tenore del catasto predetto il quale si continuò per uno a due anni appresso ,ma poi si di far più il predetto catastuolo e da governanti protempore di questa Università e si è formato da essi stessi una tassa volgarmente detta a battaglione con caricarsi rispettivamente nei pesi dei cittadini come meglio loro è paruto senza che alcuno mai ne sia stato inteso o pure hanno eletto i deputati quali tra di loro senza nemmeno sentire i cittadini predetti hanno formato detta tassa a battaglione la quale poi indebitamente si è esatta e non ostante che di ciò i medesimi cittadini ne fossero intesi gravati ,ed in ogni anno coi governanti se ne fossero lamentati pretendendo che si fosse eseguito il catasto, pure per essere stati sindaci pro tempore e gli eletti persone benestanti ai quali rendeva conto ,che si fosse fatta la tassa a battaglione e non si fosse eseguito il catasto per avere la libertà- Continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Farà tappa a Foggia il 19 e 20 aprile, in Piazza Giordano, il tour di "Prevenzione possibile. La Salute al Femminile", campagna di informazione dedicata alle donne per portare alla loro attenzione l'importanza di fare prevenzione attraverso piccoli cambiamenti nella vita di ogni giorno, che possono fare la differenza per la loro salute.
Le italiane risultano essere particolarmente esposte ad alcune malattie, prime fra tutte quelle cardiovascolari, loro killer #1 più di qualsiasi altra patologia. Nel nostro Paese, infatti, il 48,4% dei decessi femminili è causato da malattie cardiovascolari, principalmente cerebrovascolari e ischemiche del cuore, mentre il 23,8% da tumori e il 27,8% da altre patologie.
Le donne pugliesi risultano essere particolarmente colpite dalle malattie del sistema circolatorio, con un tasso di mortalità pari a 27,8 decessi ogni 10.000 abitanti1, superiore alla media nazionale.
Sono molto più sedentarie dei loro corregionali uomini (58,1% vs. 32,5%2); in generale in Puglia, oltre il 50% della popolazione non pratica sport .Il 37,6% delle donne pugliesi soffre di obesità e il 37,3% è in sovrappeso. Consumano alcol in misura minore rispetto alla media nazionale ma il 16,4% di esse fuma, soprattutto nella fascia di età 55-64 anni, con una media di 12,7 sigarette al giorno. Il 35% delle donne della Puglia soffre di ipertensione e il 9% è in una condizione di rischio.

Pubblicato in Sanità

Le occasioni che aspettavi: tanti differenti prodotti: dalla frutta di stagione, alle verdure, patate, carote, legumi ecc. a prezzi all’ingrosso.
Scegli il MITO: Giorgio Frutta e fai GOL!!

LA ConVENIEnza da GIORGIO FRUTTA è certa!!

........ti aspettiamo al MERCATINO adiacente il CAMPO SPORTIVO

Pubblicato in Avvisi

L’invito di don Antonio non è solo quello di partecipare alla S. Messa delle 11, tutte le domeniche, ma anche alle Confessioni.

“Domenica prossima 15 aprile, alle ore 10,00 tra gli alti faggi e gli schivi caprioli, in uno scenario che forse meglio di qualsiasi altro esprime l’armonia del creato, vi aspetto per la suggestiva VIA LUCIS”.

 

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Servizi funebri con la massima professionalità.
La Garganica si occupa di tutto l'occorrente per l'allestimento della camera ardente e del funerale.
Funerali completi e servizio lapideo a prezzi concorrenziali, anche con pagamento dilazionato.
Alla Marmeria Garganica in esclusiva vera e propria ARTE FUNERARIA.
Tombe, edicole, cappelle, mausolei, rivestimenti, lapidi, in pietra e ogni altro lavoro: dai pavimenti, capitelli, vasche in pietra, caminetti e tanto altro.
La Marmeria Garganica RECUPERA I TUOI SOGNI!

Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Assistenza telefonica h24: allo 0884/ 701740 - 348/3978495

------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Avvisi
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

Lucatelli arredamento

Reporter della tua città

02 Aprile 2018 - 10:42:24

Vieste/ Foto e Immagini: uno dei nostri mari….d’erba

Ogni filo d’erba sembra contenere una biblioteca dedicata alla meraviglia, al silenzio e alla bontà. P.G.M. Per contribuire alla crescita di questa rubrica inviate anche voi le…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005