Articoli filtrati per data: Venerdì, 09 Marzo 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

La rubrica tutta “viestana” dedicata al grande e intenso significato delle fotografie, pezzi della nostra memoria, torna su OndaRadio per ricordarci del piccolo paradiso in cui fortunatamente viviamo e che purtroppo molto spesso rischiamo di trascurare.

“Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata”.

Albert Einstein

Per contribuire alla crescita di questa rubrica inviate anche voi le fotografie del nostro stupendo paese all’indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alessia Campaniello

«La messa non si paga. Se vuoi fare un’offerta falla, ma non si paga». Papa Francesco, nell’aula delle udienze in Vaticano, solleva lo sguardo dal discorso preparato e parla a braccio rivolgendosi ai fedeli. L’argomento della sua catechesi è la preghiera eucaristica, cuore della messa, che accompagna la consacrazione del pane e del vino. È l’occasione per ricordare che non può esistere un «tariffario» per i sacramenti e che neanche la messa in suffragio dei propri cari defunti può essere «pagata».

«Nessuno e niente è dimenticato nella preghiera eucaristica, ma ogni cosa è ricondotta a Dio - ha detto Bergoglio - Nessuno è dimenticato. E se io ho qualche persona, parenti, amici, che sono nel bisogno o sono passati da questo mondo all’altro, posso nominarli in quel momento, interiormente e in silenzio o fare scrivere che il nome sia detto. “Padre, quanto devo pagare perché il mio nome venga detto lì?”- “Niente”. Capito questo? Niente! La messa non si paga. La messa - ha ribadito Francesco - è il sacrificio di Cristo, che è gratuito. La redenzione è gratuita. Se tu vuoi fare un’offerta falla, ma non si paga. Questo è importante capirlo».

Già altre volte il Pontefice argentino aveva preso le distanze dai «tariffari» legati alla celebrazione dei sacramenti come battesimi e matrimoni, o delle esequie. Ieri ha ripetuto la sua contrarietà specificando in particolare le messe di suffragio, che quotidianamente i sacerdoti celebrano pregando per le anime dei defunti.
L’offerta per la messa è contemplata dal Codice di Diritto canonico, che al numero 945 recita: «Secondo l’uso approvato della Chiesa, è lecito ad ogni sacerdote che celebra la messa, ricevere l’offerta data affinché applichi la messa secondo una determinata intenzione». Ma subito dopo precisa: «È vivamente raccomandato ai sacerdoti di celebrare la messa per le intenzioni dei fedeli, soprattutto dei poveri, anche senza ricevere alcuna offerta».
Risulta pertanto evidente che non di «tariffa» o «pagamento» si tratta, bensì di offerta, che in quanto tale è libera e soprattutto non richiesta a chi avesse difficoltà a versarla, come aveva già chiarito nel 2014 l’allora presidente della Cei Angelo Bagnasco: «I sacramenti non sono pagati in nessun modo. Le offerte che i fedeli intendono dare in forma libera sono un modo per contribuire alla necessità materiali della Chiesa».

È vero che esistono delle indicazioni di massima, ma queste vengono dalle singole diocesi o dalle singole conferenze episcopali regionali, come quella piemontese, che nell’ormai lontano dicembre 2001, aveva stabilito un’offerta di 10 euro per la messa di suffragio sottolineando che non era lecito chiedere somme superiori. Un’indicazione simile, anche come cifra, è stata proposta tre anni fa dalla conferenza episcopale umbra. Recentemente anche i vescovi della regione ecclesiastica lombarda hanno stabilito che l’offerta raccomandata sia di 10 euro, specificando che comunque si accolga ciò che i fedeli sono in grado di donare.
Offerte diversificate sono invece previste nei santuari. In uno dei più frequentati, quello del Santo di Padova, dedicato a sant’Antonio, per la memoria dei defunti c’è anche la possibilità della «messa perpetua» la cui offerta suggerita è di 20 euro, (il defunto, insieme a molti altri, viene ricordato ogni giorno per tutto un anno nelle intenzioni del prete celebrante), mentre attorno ai 400 euro si aggira l’offerta suggerita per la messa cosiddetta «gregoriana»: in questo caso i parenti del defunto scelgono un sacerdote che per un mese intero celebra quotidianamente una messa in memoria del loro caro, nominandolo durante il rito.

Un discorso diverso riguarda le celebrazioni dei sacramenti. Nella stragrande maggioranza dei casi i «tariffari» non esistono o non esistono più e il sacerdote accetta una busta con del denaro al termine del rito senza averne in alcun modo concordato prima l’ammontare. E se capita di trovarsi di fronte a persone che sono in grado di offrire poco o nulla, accade anche che vi sia chi non lascia alcuna offerta pur avendo a possibilità di farlo.

andrea tornielli
città del vaticano

 

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA
GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!

Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !

La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------

Pubblicato in Società

Loredana Capone: “Fiere e co- branding per promuovere la Puglia nel mondo”

Anche quest’anno la Puglia è dal 7 all’11marzo a Berlino con un suo stand all'ITB, una tra le fiere più importanti al mondo per quanto riguarda il comparto turistico, con diecimila espositori provenienti da 180 Paesi. Con Pugliapromozione oltre 30 aziende turistiche pugliesi che svolgono i loro incontri B2B e B2C nell’area Enit e nello stand Puglia dove immagini accattivanti, l’angolo cooking show e l’area social accolgono professionisti del settore ma anche il pubblico che desidera scoprire la Puglia. L'International Tourism Bourse rappresenta un importante punto di incontro tra domanda e offerta turistica; quindi per gli operatori pugliesi un'occasione per stabilire contatti, instaurare relazioni e presentare i propri prodotti. Nella prima giornata, durante la visita del Sindaco di Berlino, Michael Muller, allo stand Italia, Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo dell’Enit ha parlato del Sud come strategico per il futuro del turismo in Italia ed in particolare sulla Puglia ha detto che “rappresenta il picco del turismo nel Mezzogiorno; è la regione che ha fatto meglio, che é cresciuta di più negli ultimi anni. La sua presenza in Fiera è una presenza importante e noi siamo con la Puglia!”
La presenza della Puglia a Berlino ha avuto ieri sera, giovedì 8 marzo, nella sala del Ku'damm Karree di Charlottenburg, a Berlino il suo momento clou con un fuori fiera di eccezione. Oltre 500 persone hanno affollato la prima preview europea di VIVA!, il Festival alla seconda edizione in Valle d’Itria dal 4 all’8 luglio 2018, per un evento che nasce dalla sinergia tra la società pugliese Turné e Club To Club, e grazie al sostegno di Audi - anche quest’anno Official partner di VIVA!, insieme a Puglia Promozione, Regione Puglia, Puglia Sounds e ad altri prestigiosi partner.
“La valle d’Itria è uno dei territori della Puglia che ha già un suo modello di offerta turistica molto avanzato – commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone – Puntiamo anche con i nuovi bandi al binomio cultura/turismo in tutti i territori della Puglia: Festival, mostre di arte diffuse, eventi sportivi e quest’anno in particolare eventi dedicati al Cibo, abbinati ad una migliore capacità di accoglienza per fare della Puglia una delle “destinazioni” più visitate tutto l’anno. Ed in effetti sono i grandi eventi di respiro internazionale che diventano l’occasione in più per fare un viaggio in Puglia. Per questo la scelta della Regione di realizzare co-branding con grandi eventi, sportivi o culturali, e di promuovere la Puglia all’estero anche attraverso manifestazioni di richiamo è una scelta strategica”.
L’evento al Ku'damm Karree è stato preceduto dalla presentazione ufficiale alla stampa tedesca di VIVA! presso l’Audi City Berlin, nel centro della capitale tedesca: organizzato in collaborazione con Audi e Puglia Promozione, l’evento è stato arricchito dalle degustazioni di prodotti tipici del territorio a cura di Chef Almo e Cantine San Marzano e dalla selezione musicale curata da Nicola Conte.(comun.)

Pubblicato in Turismo

Secondo i dati sulle vaccinazioni obbligatorie a disposizione del Dipartimento Salute della Regione, aggiornati al 28 febbraio, in Puglia il 93-95% dei 200mila bambini nella fascia d'età 0-6 anni ha fatto il vaccino esavalente, mentre il 90-92% ha fatto anche quello contro il morbillo. Chi non è in grado di dimostrare di essere in regola con le vaccinazioni entro domani, sabato 10 marzo, secondo la normativa nazionale potrebbe non essere più ammesso a scuola. In Puglia a correre questo rischio, sempre secondo i dati aggiornati al 28 febbraio,sono circa 5.000 bambini ma, spiega il direttore del Dipartimento Salute, Giancarlo Ruscitti, "il provveditore e il dirigente scolastico dovranno decidere, caso per caso, perché di questi cinquemila bambini c'è una quota che non può fare la vaccinazione: possono essere immunodepressi o fare terapie di un certo tipo in cui la vaccinazione è sconsigliata - evidenzia - quindi va fatta una analisi su quanti di questi cinquemila nessuno vaccinerebbe perché è un rischio per loro".

Pubblicato in Sanità

Armi abbandonate nelle campagne del Gargano. Nelle vicinanze della strada che da Vieste porta a Mattinata, in località "Ponte", i Carabinieri Cacciatori degli Squadroni "Calabria" e "Sicilia" nel corso di un servizio di perlustrazione e ricognizione del territorio hanno ritrovato due pistole semiautomatiche, nascoste tra la vegetazione.
Le armi, due Beretta semiautomatiche, una cal. 9x17 e una 7,65, entrambe con i serbatoi pieni di munizioni, ed entrambe con un colpo già caricato in canna e con i numeri di matricola abrasi, sono state trovate sotto un cespuglio a poca distanza dalla sede stradale.
Le circostanze dell'occultamento, il fatto che fossero entrambe pronte a fare fuoco e, soprattutto, le ottime condizioni di conservazione fanno pensare alla possibilità che fossero state momentaneamente nascoste, molto recentemente, da qualcuno che aveva intenzione di usarle proprio in quel luogo. Non si esclude, al momento, l'ipotesi che il rinvenimento abbia scongiurato un agguato.
Le pistole verranno ora inviate al RIS di Roma per gli accertamenti finalizzati a verificare se siano già state utilizzate in qualche occasione.

Pubblicato in Cronaca

Vendesi avviata attività di Bar, pasticceria, gelateria. L’attività è sul centralissimo lungomare Europa, forte passaggio, vista porto turistico, ampio locale con affitto basso, con tavoli esterni e tutto a norma di legge.

Info: 328/9786607

Pubblicato in Avvisi

Ristorante storico, ubicato in zona di passeggio turistico, in via della Repubblica, di fronte al Porto Nuovo. Affarone.

Info: 366/8963360

Pubblicato in Avvisi

Un evento fortemente voluto da Area Nuova ed organizzato con il contributo dei rappresentanti

Lunedì 12 Marzo, alle 15,30 presso l’Aula IV del Dipartimento di Giuriprudenza, gli studenti dell’Università di Foggia potranno incontrare Fiammetta Borsellino, figlia del magistrato Paolo Borsellino, ucciso dalla mafia siciliana a Palermo nel luglio del 1992.
L’evento fa parte di una serie di incontri che vedono protagonista Fiammetta Borsellino a Foggia ed è stato fortemente voluto dai rappresentanti dell’Associazione Studentesca Area Nuova.
Gli incontri, che si svolgeranno tra il 12 e il 13 Marzo, sono organizzati, oltre che dall’Associazione Studentesca Area Nuova, dall’Università di Foggia, dall’Unione Giuristi Cattolici Italiani, dall’Arcidiocesi di Foggia Bovino, dal Liceo Lanza e dalla Libreria Ubik.

“Per noi è un grande onore poter organizzare questo incontro all’interno dell’Università di Foggia.” – hanno dichiarato i rappresentanti di Area Nuova – “Come rappresentanti degli studenti abbiamo fortemente voluto che Fiammetta Borsellino portasse questa testimonianza nel luogo in cui si formano le menti dei professionisti del domani. La cultura della legalità deve partire da noi ed il messaggio che la figlia di un personaggio così importante per la storia d’Italia può dare è assolutamente importante.”
“Siamo certi che gli studenti parteciperanno numerosi” – hanno concluso i rappresentanti di Area Nuova – “non solo per ascoltare Fiammetta Borsellino ma anche per lanciare un forte segnale ad un territorio troppo spesso dilaniato dall’illegalità.”

L’incontro, intitolato “Paolo Borsellino, mio padre”, permetterà a Fiammetta Borsellino di dialogare con i presenti ed è aperto a tutti gli studenti UniFg. Sarà moderato dal rappresentante di Area Nuova Angelo Tosches e sarà arricchito dall’intervento del presidente della sottoscrizione di Foggia dell’Associazione Nazionale Magistrati Antonio Buccaro. E’ possibile reperire tutte le informazioni contattando i rappresentanti di Area Nuova responsabili dell’evento: Angelo Tosches, Michele Quatraro, Giuseppe Lauriola e Vanessa Malya

Pubblicato in Società

“Un Artista straordinario, un orgoglio della nostra terra pugliese, segnatamente garganica e montanara, scomparso nello sgomento di tutta la nostra comunità. Con Peppino Principe se ne va un Maestro vero di musica, un precursore, colui che ha avuto il merito di "sdoganare" la fisarmonica e portarla nei conservatori. Vincitore di tutti i premi più prestigiosi a livello mondiale, ha insegnato una nuova interpretazione di questo strumento dopo l’incontro scintillante con la musica jazz. Che la terra gli sia lieve”. Lo dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta.

Pubblicato in Personaggi
Pagina 1 di 3

Ondaradio consiglia...

Reporter della tua città

09 Dicembre 2018 - 10:30:01

IL LIBRO DELLE FESTE/ Tanineidi. Vieste, i viestani, le storie, le tradizioni in versi, di Gaetano Dellisanti – IMPERDIBILE -

Gaetano Dellisanti ha messo a disposizione di intere generazioni e di molte altre che verranno un patrimonio inestimabile, fotografando in modo mirabile un periodo della nostra…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005