Articoli filtrati per data: Lunedì, 01 Ottobre 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

Era il 3 ottobre 1998 quando negli abissi delle Isole Tremiti veniva calata la statua di Padre Pio, la statua marina più imponente del mondo. A distanza di ben venti anni nelle acque dell'isola di Capraia è stato celebrato il ventennale. Una cerimonia sobria voluta dal Comitato promotore presieduto dall'infaticabile Matteo Iacovelli che con la collaborazione fattiva della Lega Navale di Peschici, ha coinvolto le comunità di Tremiti, Vieste e Peschici. Complice una bella giornata di fine estate, la giornata è trascorsa nel migliore dei modi con i sub del Marlin Tremiti che hanno posizionato nei pressi della statua, a 13 metri di profondità, una lapide di pietra offerta dal Comune di Apricena, la santa messa sulla nave della LNA officiata da Padre Massimo e la consegna delle pergamene a chi ha contribuito all'evento. Presenti il sindaco dellìarcipelago, Antonio Fentini, e il sindaco di venti anni fa, Antonio Greco, oltre al vice presidente della Provincia di Foggia, Rosario Cusmai, e al presidente della Lega Navale di Peschici, Sergio Afferrante.

Pubblicato in Società

Regione Puglia, Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia e Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio hanno rinnovato il Protocollo di collaborazione, firmato oggi da Sebastiano Leo – Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia, da Anna Cammalleri - Direttore Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia e da Giovanna Boggio Robutti Direttore Generale della FEduF, nell’ambito della conferenza spettacolo “Fate il vostro gioco”. Il Protocollo nel corso dell’ultimo triennio ha permesso alle iniziative di educazione finanziaria promosse dalla Fondazione di raggiungere 88 scuole e 7500 studenti di 302 differenti classi.

Già da tempo sosteniamo, in sinergia con l’USR Puglia, l’importanza dell’educazione finanziaria nelle scuole. L’obiettivo è promuovere progetti che sviluppino negli studenti e anche negli adulti l’interesse per le tematiche dell’economia e della finanza e pongano le condizioni per sviluppare conoscenza e comprensione della nozione di “denaro”, del suo ruolo e della necessità di gestirlo responsabilmente al fine di affrontare consapevolmente il proprio futuro economico” ha dichiarato l’Assessore regionale Sebastiano Leo.

Ed è proprio dalla firma del Protocollo che nasce la prima occasione di incontro, in apertura del nuovo anno scolastico, con i ragazzi delle scuole superiori di Lecce grazie alla conferenza – spettacolo “Fate il nostro gioco”, realizzata con la collaborazione con Banca Popolare Pugliese. L’iniziativa, che apre anche il fitto calendario di eventi del Mese dell’Educazione finanziaria promosso dal Comitato Nazionale per l’Educazione Finanziaria, sarà il primo di numerosi appuntamenti dedicati agli studenti e agli insegnanti in diverse province pugliesi (programma su www.economiascuola.it).

“La relazione tra educazione finanziaria e stabilità economica è molto e stretta - commenta Giovanna Boggio Robutti - e l’acquisizione delle competenze necessarie non può più avvenire esclusivamente in famiglia, come è sempre avvenuto in passato. Il consolidamento della cultura economica è oggi un presupposto irrinunciabile per una maggiore inclusione sociale e lavorativa che deve necessariamente partire dai banchi della scuola”.

I dati che riguardano i nostri ragazzi, alla luce delle rilevazioni PISA – OCSE sul livello di financial literacy, non sono però incoraggianti: gli studenti italiani hanno punteggi significativamente inferiori rispetto ai loro compagni di altri 15 Paesi del mondo ed è quindi necessario mettere a loro disposizione strumenti idonei al potenziamento delle competenze economico-finanziarie di base.

“L’USR Puglia è da sempre attenta ai temi dell’educazione finanziaria, avendo già da diverso tempo stretto rapporti per implementare la cultura economica e finanziaria con tutte le realtà che operano in questo settore. Da parte delle scuole pugliesi, del resto, la risposta ai vari corsi di formazione proposti su questi temi è sempre stata di notevole interesse e partecipazione” ha commentato Anna Cammalleri, Direttore Generale USR Puglia

La conferenza – spettacolo “Fate il nostro gioco” ha proprio questo obiettivo e illustra ai ragazzi, con una modalità particolarmente coinvolgente, le regole matematiche applicate alle varie forme di scommesse e al gioco d’azzardo, svelandone i lati nascosti, le scarse possibilità di successo e gli alti rischi di perdite finanziarie, con lo scopo di prevenire la diffusione di questo pericoloso fenomeno tra i giovani.

“Con queste iniziative – sottolinea il Direttore Generale di Banca Popolare Pugliese, Mauro Buscicchio – intendiamo contribuire alla formazione di una cittadinanza più attiva e informata grazie ad un nuovo fronte di alfabetizzazione economico finanziaria destinato alle nuove generazioni, affinché le stesse affrontino con consapevolezza le scelte per il proprio futuro”.

Pubblicato in Società

L’Istituto Comprensivo di Vieste è stato selezionato per la partecipazione al primo Seminario Nazionale di "Cittadinanza e Costituzione", promosso dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del MIUR, che si è svolto a Firenze il 27 e 28 settembre 2018.

Il Dirigente Scolastico prof. Pietro Loconte, in rappresentanza dell’Istituzione scolastica, ha portato in Toscana l’esperienza realizzata nell’anno scolastico 2017/18 con il progetto di educazione ambientale “Un’avventura con le Giacche Verdi”.

L’obiettivo è stato quello di sensibilizzare bambini ed adulti alla tutela della natura e alla salvaguardia della biodiversità e di promuovere lo sviluppo sostenibile, con lo scopo di far acquisire agli alunni corretti comportamenti sociali, motivandoli al rispetto dell’ambiente attraverso l’apprendimento esperienziale (Experiential Learning).

Il progetto è stato svolto in collaborazione con le “Giacche Verdi Puglia Onlus – Gruppo Gargano” e ha visto partecipi gli alunni delle classi 3^ C/D della scuola primaria “Gianni Rodari”, guidati dalle insegnanti Cirillo B., Cirillo M.F., De Nittis M.C., Di Bari V., Lombardi D., Petrone A ed è stato selezionato dall’USR PUGLIA. Si inserisce nell’orizzonte culturale delle competenze-chiave europee e dei saperi di base esplicitati nelle Indicazioni Nazionali del 2012, che riservano una particolare attenzione a "Cittadinanza e Costituzione", richiamando la necessità di attuare percorsi educativi che mirino alla costruzione del senso di legalità e allo sviluppo di un’etica della responsabilità.

In coerenza con le tematiche affrontate nelle due giornate a Firenze, l’Istituto Comprensivo continuerà a promuovere azioni finalizzate all’acquisizione consapevole delle competenze di Cittadinanza a partire dalla vita scolastica fino all’agire responsabile nella comunità civile.

Pubblicato in Società
Lunedì, 01 Ottobre 2018 14:53

Sostenibilità della pesca a Manfredonia

Firmato il progetto pilota, della durata di 12 mesi, al quale concorreranno vari soggetti, senza prescindere dal coinvolgimento attivo degli operatori.   E’ stata sottoscritta venerdì scorso, 28 settembre 2018, la convenzione tra il Ministero delle Politiche agricole e forestali e il Comune di Manfredonia per l’attuazione del progetto ‘Iniziativa pilota per l’attuazione di percorsi innovativi finalizzati a promuovere la sostenibilità ambientale, economica e sociale della pesca nel compartimento marittimo di Manfredonia’. Il progetto era stato preparato con delibera di Giunta del 31 gennaio 2017 e il Ministero, accogliendo la proposta dell’Amministrazione comunale, aveva trasmesso una proposta di convenzione. E’ iniziata, così, una serie di corrispondenze per definire chiaramente “il ruolo del Comune di Manfredonia e le attività da porre in essere al fine di conseguire efficacemente gli obiettivi progettuali”. La proposta progettuale, definita su richiesta della Direzione generale della Pesca marittima e dell’Acquacoltura del Mi.P.A.A.F., è tesa ad “avviare un’iniziativa pilota, per la durata massima di 12 mesi, attraverso cui poter sviluppare percorsi innovativi per la promozione di una pesca sostenibile, attraverso il coinvolgimento delle marinerie”, scrive il dirigente delegato, l’ingegnere Antonello Antonicelli, avvalendosi del fatto che la marineria di Manfredonia vanta già “precedenti e consolidate esperienze di progettazione finalizzate alla salvaguardia degli equilibri ambientali, che hanno visto un’ampia partecipazione della categoria”. “La nuova politica comunitaria si pone l’obiettivo dell’utilizzo sostenibile e duraturo delle risorse marine, raggiungibile attraverso iniziative volte a sviluppare o introdurre nuove conoscenze tecniche e organizzative in grado di contribuire a ridurre l’impatto delle attività della pesca sull’ambiente. Per fare ciò è necessario attuare un programma strategico di sviluppo che tenga in considerazione diversi elementi e che abbia quale punto di arrivo la tutela e la conservazione della biodiversità e degli ecosistemi acquatici, in giusto equilibrio con la necessità di garantire la redditività ed il mantenimento di competenze professionali proprie delle imprese di pesca”. “Nella Puglia, Manfredonia presenta ad oggi una delle flotte pescherecce più grandi dell’Adriatico, caratterizzata da un’ampia composizione del naviglio e da una diversificata composizione dei sistemi di pesca: elementi che permettono di sperimentare percorsi condivisi che portino alla definizione di protocolli codificati”, si legge nel progetto di fattibilità tecnica ed economica approntato dal dirigente Antonicelli. “In quanto programma articolato, esso non può prescindere dal coinvolgimento dei diversi attori che concorrono a definire lo scenario di riferimento; e questo partendo da quanti conoscono, nel dettaglio, la singola realtà territoriale, passando per quanti effettuano studi e ricerche nel settore della pesca e dell’acquacoltura, fino ad arrivare a strutture formative e agli stessi pescatori”. “Il Comune di Manfredonia – aggiunge il sindaco, Angelo Riccardi - svolge un ruolo centrale nel progetto, per assicurare il coordinamento delle iniziative ed il pieno coinvolgimento degli operatori della pesca riuniti nell’Osservatorio della Pesca”. Tutte le iniziative di carattere innovativo e sperimentale previste necessitano dell’attività di campo con il coinvolgimento ed il consenso degli operatori che, preventivamente formati ed informati, dovranno rispettare i protocolli attuativi previsti. Il progetto, che si articolerà su 12 mesi, prevede lo svolgimento delle seguenti azioni: 1. Analisi del contesto ambientale e socioeconomico di riferimento; 2. Individuazione di misure idonee, finalizzate a determinare una maggiore selettività degli attrezzi utilizzati nella marineria di Manfredonia; 3. Formulazione di un set di indicatori specifici per la marineria di Manfredonia, per valutare l’efficacia di gestione della pesca e l’impatto sulle risorse; 4. Definizione di misure organizzative e gestionali che permettano di ridurre gli impatti, anche in un’ottica di utilizzo degli “scarti” in linea con i principi propri di un’economia circolare; 5. Verifica quali-quantitativa degli scarti di pesca e dei rigetti al fine di concorrere ad un loro contenimento per la conservazione delle risorse che non hanno interesse commerciale ed eventuale utilizzo; 6. Definizione di elementi di diversificazione delle attività di pesca finalizzati ad un contenimento degli sforzi di pesca; 7. Azioni di comunicazione e pubblicità dell’iniziativa; 8. Coordinamento. Tutte le fasi progettuali vedranno momenti di confronto ed incontri formativi e informativi in modo da garantire il pieno coinvolgimento degli operatori e creare una cultura che miri ad uno sfruttamento sostenibile e duraturo delle risorse. “L’Amministrazione comunale – commenta l’assessora alle Attività produttive, Innocenza Starace – riconosce, attraverso le azioni messe in campo, l’importanza economica e sociale della marineria sipontina. Ringrazio, quindi, l’assessora Zammarano per il lavoro svolto e, convinta della necessità di un’unità con tutta la marineria, mi farò promotrice del risultato condiviso con tutti i partner del progetto ottenuto”.   Matteo FidanzaUfficio Stampa - Città di Manfredonia (FG)Tel: 0884.519345   Fax: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.       I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del d. lgs.196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l'indirizzo email che verrà immediatamente rimosso, ex art. 130 d. lgs. 196/03. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

Pubblicato in Ambiente

È stato firmato questa mattina a Bari tra Regione Puglia e Sistema delle Università Pugliesi l’accordo “Per lo svolgimento dell’attività di ricerca nell’ambito della tutela e valorizzazione paesaggistica”. A sottoscriverlo l’assessore alla Pianificazione Territoriale, Alfonso Pisicchio, e il rettore dell’Università di Bari, Antonio Uricchio.

L’accordo, della durata di 24 mesi e della dotazione finanziaria di 20mila euro, è un ulteriore tassello per l’elaborazione in corso del disegno di legge sulla Bellezza.

La collaborazione tra le Università pugliesi e la Regione Puglia si concretizzerà nell’attività di ricerca finalizzata complessivamente a diversi aspetti:

- porre al centro delle riflessioni la necessità di avere cura dei luoghi e dei paesaggi e non solo dei singoli oggetti edilizi, laddove la dimensione “culturale” delle operazioni si leghi al riconoscimento del valore artistico e/o del suo essere testimonianza preziosa e irrinunciabile, sia in termini di “civilizzazione” che in termini di “identità condivisa”;

- raccogliere buone pratiche inerenti a interventi di riqualificazione/rigenerazione in cui lo spazio pubblico sia stato assunto come fattore ordinatore dell’organizzazione insediativa;

- mettere in evidenza la dimensione sociale, etica e culturale degli spazi di relazione sperimentati nella progettazione urbana e territoriale;  

- prospettare soluzioni di recupero della città ad una fruibilità collettiva, senza barriere, in cui lo spazio pubblico sia nuovamente inclusivo ed ospitale, riconquistato per una mobilità sostenibile, luogo di incontri e di relazioni;

- illustrare l’arte del “fare città” e del “fare paesaggio” attraverso progetti di qualità ancorati alla storia dei luoghi, gestiti in maniera concorsuale ampia e trasparente, capaci di rafforzare il senso di appartenenza ai luoghi delle comunità insediate;

- prospettare soluzioni tese ad eliminare e/o riconvertire i “detrattori di bellezza (manufatti decontestualizzati, aree dismesse, luoghi di degrado e di abbandono, luoghi residuali e privi di senso, e la stessa colonizzazione degli spazi urbani da parte dei mezzi motorizzati)” in opportunità di qualificazione estetica della città e del territorio;

- argomentare sulla fattibilità economica e sulle convenienze economiche e sociali delle operazioni tese a riconquistare la bellezza degli ambienti urbani e del paesaggio.

“Ringrazio vivamente il rettore Uricchio e le Università pugliesi – commenta l’assessore Pisicchio - per aver deciso di collaborare con noi in questo percorso di approfondimento sull’identità paesaggistica e culturale del nostro territorio. Con le esperienze qualificate messe a disposizione del mondo accademico riusciremo ad analizzare sotto il profilo antropologico e umanistico tutte le potenzialità di una legge sulla Bellezza in Puglia. Ma non solo. Nei prossimi giorni sigleremo analogo accordo di collaborazione con il Politecnico di Bari che ci darà una mano sugli aspetti più tecnici e normativi, raccordando il tema della bellezza alle norme vigenti come ad esempio il Piano Casa, il Piano Paesaggistico Territoriale e la Rigenerazione Urbana”.

“Il Sistema Universitario Pugliese – commenta il rettore Uricchio - ha aderito con entusiasmo alla sollecitazione dell’assessore Pisicchio per definire gli strumenti di regolamentazione in materia di ambiente e paesaggio e in più generale di bellezza dei luoghi urbani e rurali. Il nostro impegno scientifico dei diversi ambiti del sapere sarà al servizio della Regione per definire gli strumenti normativi, per poterli anche adeguare a una visione più ampia del concetto di natura, ambiente e paesaggio, ma anche sotto l’aspetto della tutela e della valorizzazione. L’idea di bellezza consentirà anche di guardare in modo non solo oggettivo, ma anche soggettivo, al tema del benessere dell’individuo, dei soggetti animali e vegetali. Ci auguriamo che l’articolato normativo sia sottoposto a breve agli organi regionali preposti”.

Pubblicato in Ambiente

Ieri sera, 30 settembre 2018, nella parrocchia Gesù Buon Pastore si è tenuto un Concerto intitolato Regina Pacis Voluto dal Parroco Don Tonino Baldi e da tutta la comunità parrocchiale per aprire i festeggiamenti in onore della Madonna del Rosario.        

   Il concerto organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Gargano Music” di Vieste con la direzione artistica del M° Andrea Vescera è stata già protagonista in altri eventi importanti nel cartellone Vieste d’estate 2018

                  

Hanno eseguito il concerto:

Giuseppe M° Fabrizio Pianoforte - Violino M° Lorenzo Ciuffreda

Tromba M°Andrea Vescera - Soprano M°Rosalba Iula

Tutti diplomati nel Conservatorio U. Giordano di Foggia con una grande esperienza concertistica e collaborazione con varie Orchestre e direttori e cantanti importanti.

Pubblicato in Manifestazioni
Lunedì, 01 Ottobre 2018 14:49

Vieste/ OCCHI APERTI ANCHE IN AUTUNNO

Nonostante sia ormai autunno e le temperature si siano abbassate notevolmente rispetto alla stagione estiva, per il Gruppo Operativo Locale delle Giacche Verdi Gruppo Gargano le segnalazioni per incendi dolosi sono in aumento. Solo dal giorno 21 Settembre diversi sono stati gli interventi di spegnimento incendi: il primo giorno d’autunno, ovvero sabato 21 settembre si è intervenuti in Località Marzaniello per lo spegnimento di un incendio che ha interessato circa due ettari di pineta scaturito dall’abbandono di un focolaio acceso per lo smaltimento di rifiuti vegetali a ridosso appunto dell’area boscata; successivamente, e per l’esattezza il girono 26 del mese di Settembre, si è intervenuti per un altro incendio doloso in Località Zagare nel territorio di Mattinata dove da bordo strada era stato appiccato un focolaio che, aiutato dal vento secco e caldo della serata, si è trasformato subito in un incendio che ha interessato parte di bosco: fortunatamente grazie all’intervento degli operatori Arif, dei Vigili del Fuoco e degli operatori delle Giacche Verdi Gruppo Gargano attivati tutti prontamente dalla SOUP di Bari  l’incendio è stato subito domato, circoscritto e spento. In ultimo, sabato 29 settembre, si è intervenuti nello spegnimento di un cumulo di materiali di vario genere in località Salerno in un canale in area boscata facente parte del Parco Nazionale del Gargano: grazie alla rapida segnalazione e al rapido intervento, data la giornata molto ventilata e secca, si evitato il peggio ed evitato di incendiare ulteriore bosco e soprattutto si evitato che le fiamme si propagassero ulteriormente nella vegetazione fitta ed estremamente impervia quale posto scomodo  per operazioni di intervento facili e veloci.

Si chiede a tutti, nonostante conclusi i termini previsti dal Decreto del Presidente della Giunta Regionale nr. 266 del 30 Aprile 2018 il quale prevedeva il divieto assoluto di accendere fuochi  e chiedeva di comunicare l’avvistamento di ogni genere di fumo, di prestare attenzione e coscienza nel momento in cui di decida di appiccare un fuoco anche per il solo smaltimento di rifiuti vegetali in quanto date le particolari giornate secche e ventilate degli ultimi giorni, è molto facile perdere il controllo del focolaio e rischiare di trasformare il tutto in incendi che potrebbero danneggiare il Parco, la flora e la fauna dei nostri boschi e foreste.

Le Giacche Verdi Gargano Gruppo Vieste

Pubblicato in Ambiente

PETIT FUTE' l’autorevole guida francese, ha dedicato quest’anno, la copertina dell’inserto l’ITALIE DU SUD, al meraviglioso scorcio di S. Francesco di Vieste. Conferma la crescente attenzione dei francesi al nostro sud e in particolare al nostro Gargano, che li vede sempre più numerosi in giro lungo le vie della nostra cittadina.

Pubblicato in Turismo

Il corallo nero delle Isole Tremiti sarà presto protagonista sugli schermi del National Geographic. Si sono infatti appena concluse le riprese nelle acque dell’Area marina protetta alle isole Tremiti. I primi esemplari furono scoperti dalla Marlin Tremiti Diving Center di Adelmo Sorci. A partire da tali segnalazioni, un team di ricerca del Dipartimento di biologia dell’Università di Bari (Unità locale di ricerca del Consorzio nazionale in­teruniversitario per le scienze del mare) ha avviato un progetto di esplorazione mirato alla ricerca e allo studio di una vera e propria foresta di coralli neri che si sospetta essere presente sui fondali dell’arcipelago, ancora poco esplorati. Il progetto è stato finanziato dal Parco Nazionale del Gargano e da Na­tional Geographic, sotto la responsabilità scientifica di Giovanni Chimienti, assegnista di ricerca coordinato da Francesco Mastrototaro. Chimienti, infatti, si è aggiudicato in un finanziamento internazionale di National Geographic per giovani ricercatori che avessero un ambizioso progetto di esplorazione, divenendo così un National Geographic Explorer.Il progetto prevede l’esplorazione dei fondali dell’arcipelago tremitese a partire dai 50 metri di profondità, e fino a circa 150 metri, mediante l’uso di un veicolo filoguidato chiamato Rov (Remotely operated vehicle). Il “Rov” permette così di osservare il fondale senza limiti di tempo, consentendo anche misurazioni biometriche (altezza e larghezza delle colonie dei coralli) grazie a un sistema di riferimento laser. Tale ricerca darà la possibilità di indagare in maniera non di­struttiva questo nuovo e fragile habitat ma­rino appena, scoperto. Il progetto prevede, inoltre, la realizzazione di un do­cumentario, con la regia di Flavio Oliva, che racconterà dettagli e i risultati di questo studio. La presenza di una foresta di corallo nero rappresenta un ritrovamento di notevole importanza non soltanto dal punto di vista scientifico. In­fatti, si tratta di un habitat marino di grande pregio eco­logico e conservazionistico, che ospita una notevole bio­diversità, nonché un habitat elettivo per la riproduzione di numerose specie anche di interesse commerciale. Tuttavia, le foreste di corallo nero sono ormai una vera rarità in Mediterraneo, poiché minacciate pesante­mente da una serie di impatti antropici tra pesca e scarichi urbani. Il team che ha operato alle Tremiti era composto da Giovanni Chimienti, Francesco Mastrototaro, Gianluca Saccotelli, Marco D’Onghia, Flavio Oliva, Elisabetta Carfagna, Arcangelo Acquafredda e Claudia Nanula. Hanno collaborato anche Adelmo Sorci e gli operatori della Marlin Tremiti.

Pubblicato in Ambiente

Arriva la piattaforma Sisten per tenere sotto controllo le nuove aperture di cantieri edili a Foggia e in provincia. Il protocollo d’intesa è stato fir­mato all’Asl dagli enti di vi­gilanza Spesal e Ispettorato provinciale del lavoro, presen­ti anche l’associazione dei co­struttori edili Ance e i sin­dacati dei lavoratori. La piat­taforma sarà gestita dall’Asl, messa a disposizione dalla Cas­sa edile e dal Formedil (ente scuola edile). Il protocollo ob­bliga le imprese a inviare agli organi di controllo tutte le no­tifiche via web, non saranno più ammessi documenti in for­mato cartaceo.

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

BELLA NAPOLI

Reporter della tua città

11 Ottobre 2018 - 10:26:20

Reporter della Tua Città / La meraviglia del cerro ultra centenario… che più sà e più tace, più tace e più sa.

La sua romantica autorevolezza giganteggia lunga la strada dei tre confini o del “compromesso”, nei pressi di coppa Fusillo. Sulla via del pellegrinaggio a S. Michele. Ghiande…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005