Articoli filtrati per data: Sabato, 15 Aprile 2017 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

Dopo tanto soffrire, finalmente la Bisanum Viaggi Vieste può pronunciare la tanto agognata parola SALVEZZA! La permanenza in serie C Silver è giunta con la vittoria nella triplice sfida con la Valle D'Itria Martina Franca, squadra dotata di ottime individualità e che ha venduto cara la pelle nella “bella” giocata al PalaOmnisport di Vieste il sabato di Pasqua. La sconfitta non equivale alla retrocessione per gli ospiti, che arriverà solo qualora dovessero avverarsi una lunga serie di variabili.

Le due squadre arrivavano alla palla a due sul punteggio di 1-1 deciso dal fattore campo (vittoria viestana in gara-1 disputata una settimana fa, e pareggio martinese nel ritorno di mercoledì in casa propria) e con gare decise sempre a pochi secondi dalla sirena finale, a dimostrazione dell'assoluto equilibrio tra le due formazioni.

Pronti-via e Dragna partiva fortissimo con due triple e un sottomano, il tutto mentre doveva fare a sportellate con il mastodontico Krolo che sotto canestro faceva valere il suo fisico; con 8 punti personali nel solo primo quarto, Simeoli tentava l'allungo ma gli ospiti trovavano il canestro sia dalla media che dalla lunga distanza, limitando ad un solo punto (20-19) il distacco a fine primo periodo grazie alla bomba di Leonzio a 5 secondi dalla prima sirena.

Gatta faceva balzare in piedi il pubblico viestano con una tripla tripla nei primi 2 minuti della seconda frazione ma gli faceva replica il solito Leonzio (a fine gara risulterà il miglio realizzatore del match con 24 punti) che annullava il tentativo di fuga viestano (36-35 a -3:14 dall'intervallo). Le due squadre andavano negli spogliatoi per l'intervallo lungo sul 40-40.

Con l'avvicinarsi del verdetto finale saliva la tensione in campo ma persisteva l'equilibrio sul tabellone, coi canestri di Gatta e Bertone da una parte, e dell'immancabile Leonzio dall'altra (suo il canestro sulla sirena, una invenzione in mezzo alla difesa viestana chiusa a riccio nell'area pitturata).

Col tabellone che indicava 57 punti a favore dei locali e 55 per gli ospiti, iniziava il quarto ed ultimo periodo della stagione cestistica delle due formazioni in campo: lo sbloccava Kapitanov (che toglieva lo 0 dal suo tabellino nel match) con due penetrazioni concluse con altrettanti canestri in appoggio; Krolo cercava di tenere in partita i suoi ma i 7 punti di Paggi e i 2 liberi di Simeoli portavano la Bisanum Viaggi al +13 (72-59), massimo vantaggio a metà frazione. A creare ulteriori grattacapi all'irrefrenabile coach Terruli arrivava anche il quinto fallo del play Larizza che era costretto a lasciare l'incontro. Alla combinazione 2+1 di Krolo faceva replica la tripla di Kapitanov prima che il parziale di 6-0 a favore degli ospiti riportasse il distacco ad una sola cifra (75-68 a -3:20). Simeoli e Krolo non fallivano i liberi e Leonzio metteva a segno la sua sesta tripla serale riducendo a 4 punti il distacco dai viestani a 69 secondi dalla fine, ma l'uscita per 5 falli dell'altro play martinese Lasorte spianava la strada ai pardoni di casa. Il match si chiudeva con l'1 su 2 dai liberi di Kapitanov e Simeoli per il Vieste, e di Argento per il Martina Franca, e col punteggio finale di 79-74. All'azzeramento del cronometro, il PalaOmnisport diventava il salone della festa a cui partecipavano i giocatori, lo staff tecnico, i dirigenti e i tifosi, non tantissimi a dir la verità, i veri assenti in questa fase così delicata della stagione.

Si conclude l'annata più travagliata nella storia della Bisanum Viaggi Sunshine Basket Vieste, iniziata storta con il grave infortunio di Cirovic che ha lasciato i suoi senza un lungo titolare, e passata per i temporanei forfait di vari giocatori.

Ma è stata soprattutto la stagione dello scempio generale nella gestione dei giocatori extracomunitari, il cui tesseramento veniva accettato dalla Federazione senza considerare che l'assenza di un contratto di lavoro li avrebbe trasformati in breve tempo in tanti clandestini; scempio proseguito con la notifica delle infrazioni a macchia di leopardo, creando vantaggi e svantaggi tra le società senza una logica.

Col successo nei play-out, la squadra del presidente Pasquale Vieste accantona definitivamente questo campionato e può iniziare a pianificare già la prossima stagione, partendo dalla scelta di quali giocatori confermare per poi andare alla ricerca di quelli da inserire nel roaster del prossimo anno, con un occhio ben attento al budget che avrà a disposizione.


Bisanum Viaggi Sunshine Basket Vieste – Valle D'itria Martina Franca 79-74 (20-19; 20-21; 17-15; 22-19)

Bisanum Viaggi Sunshine Basket Vieste: Gatta 11, Paggi 13, Simeoli 17, Dragna 20, Kapitanov 8, Lauriola 2, Bertona 8, Hoxha, Ragno, Zinto. Coach Francesco Desantis

Valle D'itria Martina Franca: Larizza 4, Krolo 16, Leonzio 24, Lasorte 10, Argento 14, Cassano 2, Valentini 4, Caroli, Terruli, Matic. Coach Domenico Terruli

 

Pubblicato in Sport

Prendiamo tutto quello che di buono ci dona la vita e rendiamolo agli altri. Questa Pasqua un pensiero particolare lo rivolgiamo ai nostri sindaci, ai sindaci del Gargano: basta piangersi addosso, basta pensare solo al proprio campanile, pianificate, organizzatevi ...carissimi, insomma, sedetevi. Sarebbe ora. La lingua e i denti a volte litigano con la bocca, ma ciò non impedisce che continuino a rimanere insieme. Ogni SEPARAZIONE ci fa pregustare la MORTE – ci ricorda Arthur Schopenhauer – come ogni RIUNIONE ci fa pregustare la RESURREZIONE...

Pubblicato in Società

Per innamorarsi ancora di Vieste. Carpenter:

birre artigianali e vini, luogo di aperitivi straordinariamente delicati: due sentimenti, due caratteri, con dentro tutte le bellezze e le contraddizioni della nostra terra. Carpetenter Whine bar - bistrot, heppy haour

.....tutti i giorni PER TUTTA L'ESTATE!!!

Carpenter Whini Bar...una questione di anima

LARGO SEGGIO

CENTRO STORICO - VIESTE -

Info: 320/6989512

Pubblicato in Avvisi

È stata una grande festa di paese la gara di scioglilingua francesi e tedeschi che si è svolta a San Leonardo di Cutro. L’evento è stato organizzato in occasione del secondo compleanno dell’ostello Bella Calabria realizzato grazie al sostegno di Fondazione con il Sud.

Martedì 11 aprile il ridente paesino è stato letteralmente invaso da centinaia di giovani. Eccellente il sostegno fornito dalla locale associazione Radici. A collaborare nell’organizzazione dell’evento, a fianco dell’associazione Amici del tedesco, anche il comune di Cutro. Tutti i partecipanti sono rimasti colpiti dall’accoglienza fornita dal paese, dalla pulizia e sono letteralmente presi dalla gola visto che il paese ha offerto nella pausa pomeridiana deliziosi dolci tipici.

In tre postazioni si sono svolte le gare degli scioglilingua per le diverse categorie. Ad ogni postazione un presidente. La gara degli scioglilingua tedeschi, categoria scuola media è stata presieduta da

Gerdis Thiede, del Goethe Institut di Roma, la categoria scioglilingua tedeschi scuole superiori è stata presieduta da Tatjana Olivieri-Schenke, dell’Ambasciata della Repubblica federale di Germania; la competizione degli scioglilingua francesi è stata presieduta dal console onorario francese Francesco Mollo.

Il gruppo più numeroso è stato quello degli alunni di Vieste, in cento si sono presentati all’appello ed hanno conquistato i primi posti nelle competizioni di lingua tedesca riservate alla scuola media. Presente anche un gruppo di 23 alunni del liceo linguistico Cotta di Legnago. I Veneti sono riusciti a conquistare il secondo posto, nella categoria scioglilingua tedeschi scuole superiori. A precederli gli alunni del liceo linguistico Gravina di Crotone che hanno alzato al cielo la coppa del primo posto.

Per gli scioglilingua francesi il primo posto, categoria scuole superiori è stato conquistato dagli alunni di Cosenza. Nella categoria scuole medie, hanno vinto gli alunni della scuola media Anna Frank di Crotone. Presenti anche otto alunni egiziani dell’Istituto alberghiero IPSSAR di Le Castella. Gli egiziani oltre che a partecipare alla gara hanno anche offerto un saggio di danza. Molti si sono lasciati coinvolgere e così tra tarantella calabrese e danze egiziane la gara ha assunto le sembianze di una competizione internazionale.

Alla manifestazione è intervenuto anche il sindaco di Cutro, Salvatore Divuono, con lui la vice sindaco, Anna Battaglia l’assessore al turismo Emilio Colosimo e l’ufficiale di governo di San Leonardo di Cutro Domenico Lanatà.

In contemporanea per le vie del paese stand e musica popolare con il musicista Pierluigi Virelli e mostra fotografica Mammalia Calabra. Alle 18.30, durante la premiazione, l’associazione Amici del tedesco, ha conferito il premio diffusione della lingua tedesca a Francesco Vignis, responsabile comunicazione del comune di Crotone. A seguire, cena con piatti tipici locali organizzata dall’associazione Radici. Al termine tutti concordi nel dire che la festa è riuscita, l’evento va ripetuto l’anno prossimo.

Pubblicato in Società

Sostanziale stabilità, con picchi di soddisfazione elevati. E’ questo il sentiment di buona parte degli operatori del turismo nella Regione Puglia, rilevato dal monitoraggio dell’Osservatorio Regionale del Turismo e riferito al periodo del turismo pasquale. “Gli operatori indicano per la Pasqua 2017 un andamento di sostanziale stabilità rispetto ai già buoni risultati del 2016 che aveva registrato per Pasqua un incremento del 20% delle presenze; nel report vengono indicate anche le previsioni estive per Area territoriale” si legge nel resoconto delle valutazioni raccolte. L’indagine ha coinvolto circa 5mila strutture ricettive con un sondaggio on line: alle domande sottoposte dall’Osservatorio hanno risposto 506 strutture ricettive (circa il 10% del totale), un campione rappresentativo.

Pubblicato in Turismo

Decima vittoria consecutiva per il Foggia di mister Stroppa che supera allo Zaccheria la Reggina per 1-0. Il gol vittoria arriva con Loiacono al 55' con un ottimo colpo di testa su assist di Mazzeo. I satanelli ora, complice il pareggio del Lecce a Matera, vedono la serie B sempre più vicina.

Pubblicato in Sport

Nell'ambito di un'operazione denominata 'Carne no-strana', i carabinieri forestali di Foggia hanno scoperto un giro di macellazione clandestina che ha portato al sequestro e distruzione di numerose carcasse di ovini e caprini macellati e di 15 capi di agnelli privi del marchio di tracciabilità e pronti alla macellazione. Una persona è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Foggia. I carabinieri forestali hanno inoltre controllato 105 macellerie nei principali centri della provincia (Foggia, San severo, Lucera, Cerignola, San Giovanni Rotondo e Manfredonia), riscontrando irregolarità nel 40% dei casi; elevate 35 sanzioni amministrative per un importo complessivo di 65 mila euro e sequestrati 20 chili circa di carne. Tra le infrazioni più diffuse la mancata esposizione delle indicazioni obbligatorie relative alla provenienza delle carni bovine, la mancanza di sistemi di tracciabilità dei prodotti esposti in vendita e omissioni o indicazioni errate nelle etichettature.

Pubblicato in Cronaca

Il patrimonio culturale e paesaggistico di Manfredonia, tra i più apprezzati nel sud Italia, sarà fruibile anche durante le festività pasquali e nei successivi 'ponti' del 25 aprile e dell'1 maggio, proponendo aperture straordinarie dei suoi siti simbolo.
Il Parco archeologico delle 'Due Basiliche' di Siponto con l'opera di Edoardo Tresoldi e la Basilica di Santa Maria Maggiore, e gli Ipogei Capparelli, luoghi dove si incontrano arte e archeologia, storia e mito, potranno così essere ammirati in tutta la loro bellezza. Il Parco archeologico delle 'Due Basiliche' di Siponto sarà visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. Gli Ipogei Capparelli potranno essere ammirati invece nei giorni 16, 17, 23, 25 e 30 aprile e 1 maggio dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18.

Pubblicato in Turismo

Sono trascorsi ormai circa quattro mesi da quando il 20 dicembre fu l'ultima volta accompagnato dalla madre a un autobus che lo avrebbe portato probabilmenta a Foggia.
E' a Foggia infatti,riferisce il padre, che si perdono le notizie su Michele,quando il 6 Gennaio tramite il suo bancomat fece l'ultima sua operazione per prelevare probabilmente di una pensione di cui usufuiva.
Nonostante le ricerche e aver verificato in tutti i posti dove poteva recarsi come,Foggia,Milano,Germania e un paese della provincia di Avellino,purtroppo i risultati al momento non hanno dato nessun riscontro .
Le ricerche continuano e continueranno e la speranza è quella di poter trovare Michele .
Vani sono pure stati le ricerche alla "Caritas di Foggia" e gli appelli della trasmissione televisiva " Chi l'ha visto"
I genitori assicurano che Michele era partito liberamente senza aver litigato con i medesimi e questo indurebbe a ben sperare.
L'augurio di tutti noi è ,in prossimità della Pasqua quello di trovare al più presto Michele,perchè la speranza è l'ultima a morire e i genitori possano riabbracciare Michele.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cronaca

La Città di Rodi Garganico vive il tipico fervore dei momenti elettorali. Le elezioni sono un importante passaggio della democrazia, e vanno sentite da tutti con grande senso di responsabilità. Come cittadini e come cristiani ci sentiamo profondamente interessati al bene comune e pertanto non possiamo esimerci dall'offrire il nostro contributo. A SCANSO DI EQUIVOCI, VA CHIARITO CHE LA PARROCCHIA CHIESA MADRE SAN NICOLA DI MIRA COME TALE, NEL SUO MINISTRO E NELLE SUE ESPRESSIONI RAPPRESENTATIVE, NON HA PROPRI CANDIDATI E NON FA CAMPAGNA ELETTORALE.INCORAGGIA TUTTAVIA I CRISTIANI A ESPRIMERE IL PROPRIO IMPEGNO FACENDO SCELTE CHE POSSONO ESSERE ANCHE LEGITTIMAMENTE DIVERSIFICATE, MA SEMPRE NELLA COERENZA CON I VALORI PROFESSATI SECONDO I PRINCIPI DELLA RETTA RAGIONE E DEL MESSAGGIO EVANGELICO. Come Parroco, propongo alcune brevi riflessioni, nella speranza che possano essere di aiuto ad affrontare con maggiore consapevolezza la circostanza elettorale. La prima riguarda proprio la responsabilità di esercitare il nostro diritto-dovere di elettori. Non abbiamo il diritto di lamentarci di eventuali problemi della Città, se non facciamo la nostra parte per assicurarle una classe politica adeguata.E' importante, da questo punto di vista, che le scelte siano operate tenendo conto delle qualità personali dei candidati, dei programmi e dei valori espressi dalle
rispettive liste ed alleanze, guardando non a interessi particolari, ma al bene comune. La politica richiede un grande impegno morale. Se a tutti è richiesta coerenza di vita, a maggior ragione si deve chiederla a chi si candida alla guida della comunità. Nella competizione elettorale, poi, si auspica quel garbo e quel rispetto delle persone e della verità che mai fanno degenerare i rapporti tra i concorrenti e i loro sostenitori.

CHIEDO UN'ATTENZIONE PARTICOLARE NEI CONFRONTI DELLA
MIA PERSONA E DI QUELLA DELLA COMUNITÀ PARROCCHIALE CHE RAPPRESENTO CHE
NON SIANO IN ALCUN MODO COINVOLTE IN QUESTA CAMPAGNA ELETTORALE,
DIVERSAMENTE I RESPONSABILI DI TALI SCORRETTEZZE RISPONDERANNO DELLE
LORO AZIONI NELLE SEDI OPPORTUNE. Non indugio sugli aspetti
programmatici che costituiscono motivo di confronto tra i
candidati.Desidero tuttavia sottolineare alcune esigenze più
significative, alle quali il mio ruolo di Parroco mi rende
particolarmente sensibile. Non possiamo dimenticare che viviamo in una
Città turistica e quindi la nostra Città deve essere sempre più pronta
ad accogliere chi viene in vacanza. Occorre fare di essa un luogo di
cultura e di confronto.Bisogna quindi fare una politica a sostegno della
produzione e del lavoro, specie per una più adeguata valorizzazione del
turismo e dell'artigianato, come anche di una politica a sostegno della
famiglia, per contrastare la tendenza allo spopolamento e, in ogni caso,
per sostenere i valori fondamentali dell'unità dei nuclei familiari e
dell'accoglienza generosa della vita. Faccio per questo un caldo appello
a quanti prenderanno prossimamente in mano le sorti della cosa pubblica
.IN PARTICOLARE MI FACCIO VOCE DEI PIÙ DEBOLI, DI QUANTI SONO
QUOTIDIANAMENTE ALLE PORTE DELLE NOSTRE STRUTTURE CARITATIVE ALLA
RICERCA DI ACCOGLIENZA, DI ASCOLTO, DI UN AIUTO CHE NON SI LIMITI AL
SOSTEGNO IMMEDIATO, MA OFFRA SOLUZIONI PERMANENTI. La Città di Rodi
Garganico deve spiccare per il suo senso di accoglienza e di
solidarietà. Se occorre dare grande attenzione all'ambiente, ancor più
la si deve alle persone. Gli anziani crescono nel numero e nelle
esigenze: è segno di civiltà una speciale premura verso di loro. Agli
immigrati, spesso tra noi presenti nel ruolo di badanti, occorre far
sentire il calore di una piena accoglienza. Tra le persone mi si
consenta di additare anche i giovani, alla cui condizione occorre dare,
da parte ecclesiale come da parte civile, la massima attenzione. AUSPICO
CHE LA COMPETIZIONE ELETTORALE NON DIVIDA E NON INASPRISCA GLI ANIMI, MA
PORTI AD UN CONFRONTO SERENO, CHE LASCI SPAZIO AD OGNI POSSIBILE
COLLABORAZIONE PER IL BENE COMUNE. SU TUTTI INVOCO LA BENEDIZIONE DI DIO
E A TUTTI PORGO I PIÙ CORDIALI AUGURI PER LA PASQUA .

 

IL PARROCO

DON MICHELE PIO CARDONE

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

Reporter della tua città

29 Settembre 2017 - 08:50:45

Reporter della Tua Città/ Rimborsi Tarsu: “restituite immediatamente (con interessi e rivalutazione) quanto dovuto alle casse del Comune di Vieste”

"Avevano “convinto” i viestani che il previgente regolamento comunale delle tariffe Tarsu era illegittimo, che gli alberghi e i villaggi turistici dovevano pagare “la tassa dei…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Lungomare Europa - Marina di Vieste - Lotto 24 - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 705248 - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005