Articoli filtrati per data: Lunedì, 10 Aprile 2017 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

Nella galleria di immagini montate da Antonio Abatantuono, le scene più significative della "Passione di Cristo"

Pubblicato in Società

Nobiletti: “L'Amministrazione comunale ci ha creduto fin dall'inizio anche perché parte del programma elettorale del movimento ‘ViesteSeiTu’” ---

“Non poteva che essere così…. la “Mezza dei Trabucchi” è stato un grande successo sia dal punto di vista tecnico che di partecipazione”, ha dichiarato soddisfatto l’assessore comunale allo Sport Dario Carlino.    
A ventiquattr’ore di distanza sono molto positive le valutazioni organizzative sulla “Mezza dei Trabucchi”, la gara podistica che in una cornice naturale davvero speciale per questo inizio di primavera, si è svolta ieri, domenica delle Palme. La prima edizione ha visto in prima fila l'Amministrazione comunale coadiuvata dalle associazioni “Vieste Runners, “Motoclub Gargano”, “Protezione Civile Pegaso” e  gli "Angeli Rossi" di Peschici, coordinate dalla Questura di Foggia e dalla Polizia Stradale di Vieste. L’evento ha potuto fruire anche dell’impegno degli uomini della Polizia Municipale, del personale comunale addetto alla manutenzione e di quello dell’ASE per la pulizia delle strade dai rifiuti.
"Bellissima manifestazione, un ottimo punto di partenza per mettere in cantiere la seconda edizione. – ha evidenziato Carlino - Quando si mettono in atto sinergie soggetti che hanno uno stesso obiettivo, i risultati sono sempre eccezionali. Come il contributo dell'associazione ‘La rinascita dei Trabucchi storici’ che ha omaggiato i vincitori con tre splendide opere d'arte realizzate a mano da artigiani locali“.
Un altro dato importantissimo è stata la partecipazione davvero numerosa. "Come prima edizione – ha sottolineato il sindaco Giuseppe Nobiletti - avere oltre 400 partecipanti non può far altro che rendere orgogliosa l'Amministrazione comunale che ci ha creduto fin dall'inizio, mettendo in pratica, tra le altre cose, anche uno dei punti del programma elettorale elaborato per lo sport dal movimento ‘ViesteSeiTu’”.
Ottima anche l'organizzazione messa in atto dalla "Vieste Runners" con il presidente, Silvio Masanotti ed i suoi collaboratori. Da ringraziare anche i numerosi sponsor che hanno reso possibile il realizzarsi dell'evento: il consorzio “Gargano Mare”, l'”Hotel i Melograni”, la “Massaia”, il supermercato “Olmo”, il Centro Vacanze Pugnochiuso, i produttori di olio e l'associazione APA Gargano, le aziende vinicole del territorio e tutti quelli che con il loro contributo hanno reso possibile la manifestazione.  

Pubblicato in Sport

L’ASD Nuova Gioventù Vieste - MILAN ACADEMY è felice di ufficializzare l’entusiasmante impresa sportiva compiuta dal gruppo dei giovanissimi 2002/2003 che riescono ad aggiudicarsi il Campionato Provinciale di Categoria “Gir. A”; parlando di numeri i ragazzi di Mr. Lapomarda e Mr. Munno hanno totalizzato 20 vittorie, subendo solo due sconfitte, realizzando ben 108 goal (solo venti i goal subiti nella stagione). Il sigillo alla vittoria è arrivato domenica con un rombante 8-0 in casa dell’Apricena.

Grandissima soddisfazione per tutta la società che ha lavorato in maniera sinergica per programmare e sostenere il lungo campionato dei giovani campioncini viestani; un risultato che evidenzia l’ottimo lavoro svolto dai due allenatori sia dal punto di vista tecnico/tattico sia dal punto di vista della crescita personale del gruppo. Mr. Lapomarda e Mr. Munno hanno saputo tirare fuori il meglio da questi ragazzi, hanno lavorato duramente e la qualità dei principi calcistici adottati hanno portato ad un grandioso risultato. COMPLIMENTI!!!

La società vuole omaggiare anche chi lavora dietro le quinte, come il sempre presente ed efficiente Francesco Dell’Aquila (Segretario), l’instancabile Tonino Ragni (Team manager) ed infine il magnifico Doctor Antonio Vaira (medico sociale, ma anche telecronista ufficiale della società). Un grande grazie va a tutti i genitori dei ragazzi che hanno saputo partecipare attivamente a questo percorso calcistico.

Infine ci sono loro, i protagonisti del terreno di gioco. A voi va il nostro più grande elogio per quello che avete dimostrato dentro e fuori dal campo; ricordandovi che il calcio è divertimento, passione, competizione, sacrificio e impegno ma anche lealtà, rispetto ed educazione Vi vogliamo ringraziare tutti:

DELLA MALVA Antonio, GENTILE Fabio, GENTILE Raffaele, GUERRA Diego, GUERRA Riccardo, LAPOMARDA Giuseppe, MONACIS Joele, NOBILETTI Flavio, POPA Petru, PUZZOLANTE Luca, PUPILLO Gabriele, RINALDI Daniele, SCIRPOLI Carlo, SICURO Samuele, TANTIMONACO E milio, VARIO Giuseppe, VESCERA Giambattista, VESPA Francesco, TROIA Moreno, TROTTA Andrea.

Il PRESIDENTE

Mialn Academy Scuola Calcio – A.S.D. Nuova Gioventù Vieste

Carmine PROTANO

Pubblicato in Sport

I servizi sanitari digitali offerti dalla Regione Puglia confluiscono nel nuovo portale internet salute.puglia.it. Le funzionalità sono state illustrate a Bari in conferenza stampa dal direttore del Dipartimento regionale Politiche della salute e benessere sociale, Giancarlo Ruscitti. Tramite il sito si avrà accesso - è emerso nell’incontro - alle informazioni istituzionale del Servizio sanitario regionale ed ai servizi digitali quali la prenotazione e la disdetta delle prestazioni, il pagamento del ticket, i referti online, la scelta e la revoca del medico di famiglia, il fascicolo sanitario elettronico (Fse), i tempi di attesa ai Pronto soccorso in real time, il controllo delle esenzioni ed il diario delle vaccinazioni,. «La gestione dei propri diventa elemento - ha sottolineato Ruscitti - di conoscenza del proprio stato di salute, anche per quei professionisti che di volta in volta il cittadino autorizzerà». Al Fascicolo sanitario, in particolare, si potrà accedere in maniera riservata consentendo la consultazione dei dati contenuti nel fascicolo anche al medico. Al portale si affianca - è stato spiegato nell’incontro -un’applicazione per cellulari disponibile per sistemi Android, Ios e Windows, con la quale è possibile ottenere la localizzazione di tutte le strutture sanitarie regionali (ospedali, pronto soccorso, continuità assistenziale, punti di primo intervento, farmacie, centro unico prenotazioni), informazioni dalle singole Asl, ed altri servizi che saranno man mano implementati. Puglia Salute ospita inoltre i siti istituzionali di tutte le Aziende pubbliche e gli enti del sistema sanitario regionale. A maggio si terranno una serie d’incontri sul territorio delle diverse province per presentare il portale, che intanto è on line e fruibile.

Pubblicato in Sanità
Lunedì, 10 Aprile 2017 15:28

Carpino/ Cento Anni di Azione Cattolica

“...Chi è più importante, chi siede a tavola o chi serve? Io sto in mezzo a voi come un servo” (Lc. 22,26). In questo brano del Vangelo può essere riassunto ciò che è lo spirito che 100 anni fa vide la nascita dell'ACI, cioè quello del servizio agli altri e per gli altri, attraverso la Chiesa. Quest'anno dunque, come è noto, l'A.C. festeggia in Italia i suoi 100 anni dalla sua fondazione avvenuta in piena Guerra Mondiale (la prima grande guerra così definita) dove, guarda caso, anche quest'anno si fa memoria del secolo trascorso dalla tremenda disfatta dell'Esercito Italiano a Caporetto.
L'Azione Cattolica, come si sa, è regolata da uno Statuto, dal Regolamento attuativo e dal Progetto formativo per gli stili e modelli educativi. Ed è proprio l'articolo 1 dello Statuto che sottolinea la natura stessa di questa aggregazione, ed infatti così recita: “L'A.C.I. è un'Associazione di laici che si impegnano liberamente, in forma comunitaria ed organica ed in diretta collaborazione con i Pastori, per la realizzazione del fine generale apostolico della Chiesa”, e quindi dello spirito missionario di Essa tra la gente ed in mezzo alla gente ovunque.
A Carpino la nascita dell'A.C. la si può riportare dall'immediato dopo guerra (in questo caso quello della seconda Guerra Mondiale), e quindi intorno agli anni ’46-‘47 che ha coinciso, e non è stato solo un caso, con l'apertura dell'Istituto delle Suore “Discepole Gesù Eucaristico” e, con loro, i vari Parroci che si sono succeduti e i tanti catechisti e soprattutto catechiste ed educatori, sia religiosi che laici. Come si può immaginare, tante erano le attività e le iniziative educative, culturali e comunitarie che si svolgevano per bambini, giovani, donne, uomini; nessuno veniva escluso e tutti venivano chiamati a partecipare a questa nuova e fervente esperienza ecclesiale che non si limitava più al solo ascolto della messa domenicale. Anche a Carpino furono organizzati i gruppi dei cosiddetti “Beniamini” dell'A.C. (che oggi possono essere identificati nell'A.C.R.). Essi erano bambini e ragazzi, distinti per età scolastica, in linea di massima, che frequentavano la catechesi (anche per la preparazione alla prima comunione ed alla cresima) e definiti Le Fiamme Bianche, Verdi e Rosse. Questi bimbi erano seguiti dalle loro rispettive catechiste. Per i giovani e gli adulti le lezioni della catechesi (tale parola, come i meno giovani ricorderanno, in quel tempo, neanche tanto lontano, era conosciuta come “catechismo”) venivano tenute, con appuntamenti settimanali, in genere, dal Parroco, dalle Suore ed altri collaboratori (come si noterà anche dalle due foto d'epoca). Il Giovedì pomeriggio era dedicato alla catechesi o, in questo caso, adunanza, per le donne, mentre la domenica pomeriggio si teneva quella del gruppo uomini. Sia il gruppo uomini che quello delle donne avevano poi un'organizzazione interna, che faceva riferimento sempre al Parroco, ed ogni singolo, o piccoli gruppi, era responsabile di un settore della vita della società civile locale di cui si interessava e di cui relazionava periodicamente sia al Parroco e sia alla Comunità di cui faceva parte. Era insomma tale organizzazione una sorta di ciò che può essere oggi paragonato al “Consiglio Pastorale Parrocchiale”. Per ragazzi ed adulti, nel Salone Parrocchiale della Chiesa Madre di San Nicola in Myra, si tenevano anche cineforum con proiezioni di film, molti sulla vita dei santi, e di diapositive; teatro, preparato e recitato dagli stessi tesserati dell'AC con la “regia” dei loro responsabili; ed inoltre ci si poteva dedicare anche alle letture di riviste e periodici della ricca Biblioteca parrocchiale, a vari giochi (biliardo, calcio balilla, flipper, dama, monopoli, ecc.) e all’apprendimento del suono di strumenti musicali.
Oltre alle Suore “Discepole Gesù Eucaristico”, di cui si è accennato, il loro Istituto fu chiuso negli anni '90, dopo oltre 50 anni di permanenza e di fattiva presenza missionaria (sono state sostituite dalle Suore “Ancelle del Sacro Cuore di Gesù – sotto la protezione di San Giuseppe”, del Guatemala e con la casa Madre che ha sede a Bologna), non si può non ricordare i vari Parroci e Arcipreti che hanno coltivato e contribuito a far nascere e crescere l'AC a Carpino, prendendo in considerazione quelli che si sono succeduti dagli anni '40: don Domenico De Simio da Vieste, Padre Luigi Maria Missana – Salesiano - da Fagagna nella provincia di Udine, don Agostino Rinaldi da Monte Sant'Angelo (molti gli riconoscevano la sua “ortodossia”, non solo per l’esperienza e la direzione dell’A.C.), don Aldo Panella-Rodi Garganico (Parroci a San Nicola); don Antonio Sacco-Carpino, don Francesco Gramazio-Carpino, don Antonio Criscuoli-Cagnano Varano (Parroci a San Cirillo); don Celestino Jervolino-Vieste e l'attuale don Tonino Di Maggio-San Giovanni R.do (questi ultimi due alla Parrocchia nel frattempo unificata di San Nicola-San Cirillo).
Attualmente l'unica realtà che è rimasta a Carpino riconducibile alla esperienza dell'Azione Cattolica è quella dell'A.C.R. (Azione Cattolica Ragazzi) seguita dalle Catechiste, dalle Suore “Ancelle del Sacro Cuore di Gesù” e dal Parroco don Tonino. Oltre alla consueta catechesi ed altre iniziative varie, durante l'Anno Pastorale, anche in ordine alla preparazione alla prima Comunione ed alla Cresima, vanno ricordati gli appuntamenti annuali interparrocchiali ed intergarganici della Marcia della Pace del 25 Aprile, che si svolge, come si ricorderà, ogni anno in un paese diverso della nostra Diocesi, l'”Estate Ragazzi” (ma che si svolge anche a livello locale-parrocchiale) e il Campo-Scuola. Per gli Adulti, dall’avvento di don Jervolino, ogni Lunedì sera c'è la Catechesi, con la lettura e riflessione personale sulla Parola della Domenica successiva a cui segue la lezione conclusiva del Parroco.

Mimmo Delle Fave

Pubblicato in Società

Questa mattina alle 11.26, un terremoto di magnitudo 2.4 è stato localizzato sulla ‘Costa Garganica’ dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. L’epicentro in mare. Peschici e Vieste i comuni più vicini al luogo del sisma.“

Pubblicato in Ambiente

Il maestro Trivento ha preso parte all’evento dapprima come relatore, parlando della figura del pizzaiolo nel contesto attuale ed in futuro e dei prodotti utilizzati in pizzeria, e poi partecipando alla gara di cucina. E, nonostante non fosse alle prese con la pizza e la pala, “oggetti” che fanno parte del suo quotidiano, Trivento ha preso parte alla gara ottenendo un terzo posto – e confrontandosi con chef e altri docenti dell’istituto
alberghiero – con degli spaghetti creati dallo stesso pizzaiolo sanseverese. “Lo spaghetto era a base di gamberi, pomodorini, olive di Gaeta e lime” ha spiegato il maestro. Il tutto, perfettamente combinato, ha reso quello che era un piatto semplice, un vero e proprio capolavoro, capace di far arrivare Trivento sul
podio e portare a casa l’ennesimo risultato che testimonia, ancora una volta, l’eccellenza della cucina di “Pizza Incoronazione” e la capacità del maestro Trivento nel saper realizzare piatti “lontano” da pale e forni a legna.

Pubblicato in Personaggi

Dopo la Borsa del turismo di Milano, l'arcipelago pugliese, si ritrova tra la realtà del Comune commissariato e il sogno di valorizzare il proprio territorio, anche con un piccolo omaggio... Boom di turisti nel week end e corse raddoppiate per il ponte di Pasqua, le Isole Tremiti nonostante non abbiano fondi comunali a disposizione per promuoversi, lo fanno con iniziative private e attraverso i social, per cercare di far conoscere le esperienze che si possono vivere nell'arcipelago e che si trasformano in emozioni grazie al sapore di autenticità che ancora caratterizza questi luoghi. In occasione della Borsa Internazionale del Turismo di Milano, che ha visto oltre 50mila visitatori, seppur il Comune delle Isole Tremiti è commissariato, fino alle prossime elezioni amministrative dell'11 giugno, i proprietari di diverse strutture ricettive isolane hanno sponsorizzato una brochure distribuita in Fiera, insieme a un piccolo omaggio per i turisti: un "Santino" di Padre Pio, con la foto della statua immersa che si trova proprio nelle splendide acque Tremitesi, di fronte l'isola di Caprara. Mare cristallino, grotte, un abbazia Benedettina millenaria, passeggiate in pineta o in bici, oltre a mangiare a bordo di una barca e all'esplorazione di magnifici fondali, questo e altro si può fare alle Tremiti. Lo sanno anche il Presidente della Regione Emiliano, e la giornalista e conduttrice di "Calcissimo" Federica Di Bartolomeo, che durante la Fiera Bit hanno posato in foto per aiutare il piccolo arcipelago a mettersi in evidenza. Le Tremiti, che fanno parte della provincia di Foggia e andrebbero valorizzate per dare ulteriore lustro anche a tutto il Gargano, a seguito della Fiera "Bit", tre giornate per gli amanti di viaggi e vacanze, si promuovono anche on-line, tramite il social network facebook alla pagina " I Love Tremiti " (http://mailing2.infomail.it/bump/trampolino/JANZRFL95E6EPXEJHXSW,9KOF1D932NFYJMQYXCP3,2254624958 ) e grazie al nuovo portale turistico web multilingue www.infotremiti.com dove è possibile sfogliare la brochure distribuita alla Bit e trovare aggiornamenti sugli eventi che si svolgono nell’arcipelago, oltre a informazioni utili su come arrivare.

Pubblicato in Turismo

Oltre 400 partecipanti hanno dato vita alla prima edizione della "Mezza maratona dei trabucchi", svolta nella mattinata di ieri a Vieste. Favoriti dalla splendida giornata più estiva che primaverile, i corridori hanno affrontato i 21 km del percorso partendo alle 9 dalla Marina Piccola con giro di boa alla “Chianca”, dopo essere transitati dalla località Molinella, per poi concludere la gara là da dove erano partiti.

Il primo a tagliare il nastro è stato il manfredoniano Dario Santoro, campione italiano di maratona nel 2015, che ha concluso la gara in un’ora, 10 minuti e 24 secondi, staccando di ben otto minuti l’andriese Luca Cannone e di nove Antonio Bocale da Cagnano Varano. Ottimo quinto posto assoluto per il viestano Angelo Cariglia che ha chiuso la sua prova in 1:20:39, preceduto di 22 secondi da Carmine Rendina (quarto).

Tra le donne il successo è andato alla salentina Paola Bernardo che ha chiuso al 26mo posto assoluto in 1:27:03; sul podio anche Daniela Tropiano da Monopoli e Libera Caputo di San Giovanni Rotondo.

Oltre ad Angelo Cariglia, soddisfazioni viestane sono giunte anche da Oana Ungureanu giunta 5 nella categoria Seniores Femminile, e da Nicola Gleeson, salito sul terzo gradino del podio nella categoria giovani.

Ma i complimenti più grandi, la società Vieste Runners se li è meritati per l’organizzazione dell’evento, impeccabile in ogni aspetto. Felice dell’ottima riuscita anche il sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti: “Gli sforzi profusi per ideare e finanziare questa prima edizione della mezza maratona sono stati ampiamente ripagati dall’ottima riuscita della manifestazione e dal ritorno di immagine, oltre che economico, che la Città di Vieste ha ottenuto. Un ringraziamento speciale va a Silvio Masanotti, presidente della Vieste Runners, a tutti i suoi collaboratori, alle forze dell’ordine, agli sponsor e ai tanti volontari che si sono adoperati in questa giornata”. Felici anche i componenti dell’associazione “La rinascita dei trabucchi storici” per la visibilità ottenuta dai giganti della pesca costiera.

Tra i tanti premi distribuiti ai vari partecipanti, il più gradito è stato probabilmente quello che molti di loro si sono concessi: una tonificante e rinfrescante passeggiata nelle limpide acque del mare viestano.

LINK: Classifica finale completa

 

Pubblicato in Sport

Ha avuto inizio il processo per la causa di Beatificazione di Papa Benedetto XIII, al secolo Vincenzo Maria Orsini (da Gravina in Puglia 1649-1730), il 245° Papa della Chiesa Cattolica, il quale ricoprì la carica di Pietro dal 1724 e fino alla sua morte. Già Cardinale, fu nominato a presiedere, quale Arcivescovo, la Sede Sipontina di Manfredonia dal 1675 al 1680.
Carpino ebbe l'onore di ospitarlo, tra le altre visite, il 22 Ottobre del 1678. Infatti nella sua qualità di Arcivescovo della nostra Diocesi fu presente in tale data per la consacrazione e dedicazione (cioè del “Battesimo”) della Chiesa Madre (XVI sec.), da poco tempo in cui erano terminati i lavori della sua edificazione e costruzione, intitolata a colui che può esserne definito il suo “Padrino” e cioè San Nicola in Myra. Sopra l’altare maggiore, si presume in quello stesso giorno, furono anche poste le reliquie dei SS. Martiri Dionisio e Lelio. A ricordo di tale avvenimento fu apposta nel tempio una lapide (con scritta in latino) tutt'ora esistente e leggibile che così recita: “Nell'Anno del Signore 1678 – il giorno 22 del Mese di Ottobre – questa Basilica in onore di San Nicola – Vescovo e Confessore, con solenne rito consacrò le solite indulgenze concesse e l'anniversario nel giorno 31 Agosto di ogni anno di celebrare istituì – Fr. Vincenzo Maria Romano dell'Ordine dei Predicatori, dal titolo di S. Sisto della S.R.C. Cardinale Presbitero Orsini Arcivescovo – Sipontino nell'Anno IV del suo Pontificato. Questa è la 26^ dedicazione di chiese celebrata dallo stesso eminentissimo Arcivescovo”. Non si sa se le ventisei dedicazioni di chiese si riferiscono a quelle nell’ambito della nostra Diocesi o da quando lo stesso Orsini fu ordinato Vescovo. Restò un mistero invece il fatto che la Chiesa Madre di Carpino, in realtà, sembra che fu consacrata il 31 Agosto 1678 ma che, evidentemente, per volontà dello stesso Cardinal Orsini la ricorrenza doveva essere festeggiata il successivo 22 Ottobre (forse perché quella lapide fu posta ufficialmente, con altra apposita e solenne cerimonia, in quest'ultima data; o perché il 31 Agosto, più probabile dell'anno successivo e in occasione di altra visita - magari in coincidenza con la impartizione delle prime Cresime a Carpino -, furono poste sull'altare maggiore le reliquie dei Santi Martiri Dionisio e Lelio? Non è dato sapere). Risulta, inoltre, che il primo Parroco di Carpino in assoluto e della neo Chiesa di San Nicola, e presente alla cerimonia di consacrazione, fu l'Arciprete don Carlo Fiorisil da Ischitella.
Alcune delle notizie qui riportate è stato possibile ricavarle dal libro del compianto poeta e scrittore Giuseppe d'Addetta, “Carpino” - Ediz. C. Catapano, Lucera 1973, dove si possono trovare approfondite ricerche storiche da lui stesso effettuate e prodotte non solo sulla Chiesa Madre, ma su tutte le chiese e i sacerdoti che sono stati a Carpino.

Mimmo Delle Fave

Pubblicato in Personaggi
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

Reporter della tua città

16 Agosto 2017 - 14:43:49

Reporter della Tua Città/ BANCOMAT SCARICHI CHE FARE?

C’è un fenomeno che puntualmente si verifica ogni anno durante l’alta stagione turistica, quello dell’incapacità dei bancomat e delle loro provviste, di soddisfare il fabbisogno…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Lungomare Europa - Marina di Vieste - Lotto 24 - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 705248 - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005