Articoli filtrati per data: Sabato, 01 Aprile 2017 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

Da un po’ di giorni a Vieste c’è un folto gruppo di «ambasciatori del vino», ben quindici persone di cui tre donne, che sono diventati sommelier dopo avere seguito un corso professionale di tre anni (per tre livelli di studio) organizzato dall’A.I.S. Puglia, attraverso la Delegazione di Foggia, con la supervisione del referente per il Gargano, Lino Bua.   
Sul Gargano non sono pochi a coltivare la passione dell’enogastronomia, dell’abbinamento del cibo al vino e, più in generale, dell’assaporare un buon calice di vino conoscendone anche i dettagli dei vitigni, della vinificazione e dei relativi processi di lavorazione. Per loro è stato perciò quasi fisiologico rendere professionale questa passione/interesse partecipando ai corsi A.I.S. che da qualche anno si svolgono (finalmente) anche a Vieste (con lezioni presso l’Ipssar «Mattei» ed i ristoranti «Il Capriccio» e «Osteria degli Archi»).
Nel percorso di studio del primo livello si parte dalla conoscenza di base del prodotto vino, della vigna, della vendemmia, per poi passare all‘analisi sensoriale attraverso lo stimolo, la sensazione e la percezione, in aggiunta si sviluppa una disamina generale  degli spumanti, dei vini liquorosi, della birra e dei distillati.
Nel secondo livello si realizza una presentazione delle regioni d’Italia per quanto attiene le principali zone vitivinicole, i vitigni ed i vini con cenni di gastronomia. Il percorso si allarga poi all’Europa per conoscere le principali zone,vitigni e vini, approfondendo i temi sulla Francia per passare poi al resto del mondo (California, Cile, Sud Africa, Australia e Nuova Zelanda).
Nel terzo ed ultimo livello si  affronta la tecnica della degustazione del cibo e, soprattutto, dell'abbinamento cibo-vino, attraverso l'utilizzo di una scheda grafica e di prove pratiche di assaggio di cibi con vini di diverse tipologie.
Al termine dell'intero percorso formativo è previsto un esame di abilitazione, superando il quale si consegue il titolo di sommelier A.I.S.
I supporti didattici (libri di testo, valigetta con i bicchieri e gli attrezzi da degustazione, quaderni per le prove pratiche di degustazione e di abbinamento) permettono ai corsisti di partecipare alle lezioni ed alle numerose prove di degustazione con attenzione e interesse, in modo anche divertente.
L'A.I.S. (Associazione Italiana Sommelier) ha più di mezzo secolo di storia:  è stata fondata nel 1965 e nel 1973 ha ottenuto il riconoscimento giuridico dello Stato. Far parte dell'A.I.S. consente di partecipare alle moltissime attività di enogastronomia che vengono organizzate per i soci: degustazioni guidate, seminari a tema, cene, gite presso aziende vinicole in Italia e nel mondo, congressi e simposi nazionali e internazionali.
Il sommelier è un professionista in grado di effettuare un'analisi organolettica delle bevande al fine di valutarne la tipologia, la qualità, le caratteristiche, le potenzialità di conservazione, soprattutto in funzione del corretto abbinamento vino-cibo. Il sommelier professionista deve conoscere le principali regioni vitivinicole del mondo (enografia) insieme a nozioni normative (enolegislazione), la storia del vino, le tecniche colturali ed enologiche, i vitigni (ampelografia) e i vini; inoltre, non deve trascurare la conoscenza dei distillati, dei liquori, delle birre, dei principali cocktail internazionali, della gastronomia e della cucina.
«Sono davvero soddisfatto per la partecipazione ai corsi organizzati su Vieste — ha tenuto a sottolineate Lino Bua, referente A.I.S. per il Gargano — In questi anni si riscontra una maggiore attenzione alla qualificazione professionale anche in questo ambito. Il riscontro l’abbiamo avuto con le oltre 70 adesioni di corsisti, per i vari livelli del corso. E non si tratta solo di viestani ma anche di appassionati provenienti da Peschici, Mattinata e Monte Sant’Angelo».
Ora si vuole consolidare la partecipazione ai corsi in loco, con l’obiettivo (realistico) di riuscire a creare una delegazione AIS del Gargano con sede a Vieste, a riconoscimento del lavoro di conoscenza e formazione svolto in questi anni.    
Importante: i nuovi corsi AIS riprendono a Vieste ad ottobre. Appassionati, amanti del vino e del buon bere, perché non pensate ad iscrivervi?

Pubblicato in Turismo

....... ad un certo punto una bella insegna in legno Osteria degli Archi .. io con gli amici ci incamminiamo nel vicolo dove alla fine si scorge la meravigliosa scogliera della Ripa e si vede la Spiaggia del Pizzomunno in tutta la sua bellezza... ma il languorino allo stomaco ci richiamava per cui siamo entrati nellOsteria e ci siamo rimasti 2 ore ... che meraviglia .. antipasti di carne e di pesce e di verdure di ogni genere... delle linguine agli scampi freschi che ho mangiato ed altri primi piatti fantastici e dopo averci fatto scegliere i pesci direttamente Michele lo Chef ci ha deliziato con una pescatrice in salsarosa e fantastica.. pensavamo di aver finito .. meglio di così .. invece ci propone un dolce fatto da lui .. un tortino di pere e noci eccezionale .. me lo ricordo ancora.. bè che dire ve lo consiglio davvero almeno una volta a Vieste nel centro storico..

ciao Michele.. e Giovanna a presto!!!!

OSTERIA DEGLI ARCHI

Via Ripe, 2 | Via Pola -

- Vieste -

0884 705199

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Avvisi

Al Consiglio, durato quasi 6 ore, ha partecipato anche il Revisore dei Conti dott. Mario Mavilio che nei giorni precedenti aveva presentato la sua relazione in cui esprimeva parere favorevole.
Al fine di garantire la presenza di esercizi commerciali aperti ai turisti che scelgono di trascorrere le vacanze in bassa stagione, l’Amministrazione ha riformulata la tariffa Cosap aumentando l’importo per chi chiede di occupare il suolo pubblico per pochi mesi, con il beneficio economico che si concretizza a partire dal quarto mese.
E’ stato il capitolo relativo alla raccolta dei rifiuti ad impegnare gran parte la seduta: previsti abbattimenti per quelle aziende che smaltiscono direttamente rifiuti speciali (come per il materiale farmaceutico della “Fondazione Turati” e del mendicicomio) ma solo dopo previa presentazione della relativa documentazione. L’approvazione del PEF (Piano Economico Finanziario) predisposto dall’Ase (l’azienda che si occupa della raccolta e lo smaltimento dei rifiuti) ha consentito di determinare le tariffe per la Tari. Previste un leggero calo per le utenze domestiche (soprattutto per le famiglie numerose) e un lieve aumento per quelle non domestiche (strutture turistiche ricettive e ristorative, negozi, uffici, ecc.).
Le principali novità del bilancio 2017 giungono dalla individuazione dei servizi a domanda individuale (soprattutto mensa e trasporto scolastico): i due scaglioni finora previsti sono stati sostituiti da più fasce di reddito e le tariffe sono state formulate seguendo il principio che chi si trova in una situazione economicamente favorevole deve aiutare i meno abbienti. Nel bilancio è prevista la totale gratuità per quelle famiglie che rientrano nello scaglione con reddito ISEE tra 0 e 2000 Euro.
Non presenta variazioni il piano degli immobili da alienare (con la novità del mercato coperto prossimo allo sgombero definitivo e per il quale, sembra, che il Comune abbia ricevuto più di una manifestazione di interesse all’acquisto) e il piano delle opere triennali, fortemente vincolato proprio dalla vendita degli immobili.
Dopo l’approvazione del DUP e chiuso il capitolo bilancio, è stata approvata anche l’adesione al Patto dei Sindaci che impegnerà l’Amministrazione a redigere entro 12 mesi un piano per l’efficientamento energetico che si speri permetta di attingere a finanziamenti per ridurre i costi degli immobili comunali e dell’illuminazione pubblica.

Pubblicato in Politica

Davvero numerosa la partecipazione al convegno "Gargano Unito contro le mafie" svoltosi a Vieste ed organizzato dalla locale Associazione Antiracket a cui hanno partecipato il Prefetto di Foggia, Maria Tirone, il Procuratore capo di Bari, Giuseppe Volpe e il vice ministro dell'Interno Filippo Bubbico che ha confermato l'attenzione del Governo sul territorio di Capitanata. "Conosciamo bene la situazione di questa provincia dove esiste una delle mafie più cruente del Paese. Ecco perché il Viminale da qualche settimana ha rafforzato la presenza delle forze di polizia. Bubbico ha poi lasciato qualche speranza per istituire a Foggia la sede distaccata della Corte d'Appello così come da tempo esiste a Lecce. Qui di seguito il report video delle immagini del convegno.

Pubblicato in In primo piano

A Vieste alla presenza del vice ministro dell'Interno, Filippo Bubbico, del presidente onorario dell'associazione antiracket, Tano Grasso, del Prefetto di Foggia, Maria Tirone, i sindaci di Manfredonia, Rodi Garganico, Peschici, San Nicandro, Vico del Gargano, Vieste, Mattinata, Lesina, Chieuti e Zapponeta hanno siglato il protocollo d'intesa antimafia. Si tratta di un documento che impegna i primi cittadini, con la supervisione dell’ufficio territoriale del Governo, a verificare con estrema oculatezza possibili infiltrazioni mafiose nelle attività economiche. Qui di seguito il report video delle immagini dell’evento.

Pubblicato in In primo piano
Sabato, 01 Aprile 2017 11:17

A VIESTE UNA DONNA ALLA GUIDA DELL’UDC

Dopo le nomine di Monte Sant’Angelo, continua la riorganizzazione territoriale dell’UdC sul Gargano.

A Vieste, il segretario provinciale del partito, on. Angelo Cera, ha nominato commissaria della sezione cittadina Giuseppina Falcone, giovane dottoressa commercialista. Falcone era già impegnata nell’UdC come delegata comunale alle Pari Opportunità e ora avrà un compito più gravoso ma altrettanto stimolante per dare giusta rappresentanza e visibilità al partito nella città di Vieste. «La nomina di Giuseppina Falcone è un ulteriore tassello nella riorganizzazione territoriale del partito. Dopo il consiglio nazionale, abbiamo iniziato una nuova fase più incisiva e finalizzata a far crescere le adesioni intorno a una proposta politica che punta a un dialogo più profondo con le comunità locali. Vieste rientra in questa strategia. Vieste è un altro passo verso un partito fortemente radicato sul territorio che non vuole sottrarsi alle future sfide di rilancio e sviluppo della Capitanata», ha evidenziato l’on. Cera. La nomina di Falcone è stata commentata anche da Napoleone Cera, presidente del Gruppo Popolari alla Regione Puglia. «Puntiamo sui giovani perché crediamo che la politica abbia bisogno di ritrovare nuove energie e forme innovative di rappresentanza. L’UdC è un partito giovane, proiettato a una stretta collaborazione con le realtà locali per organizzare risposte concrete alle esigenze delle comunità della Provincia di Foggia. Vieste vuole essere protagonista e i giovani di Vieste vogliono essere in prima fila. L’UdC è l’unico partito che può farsi carico di queste prospettive, il resto appartiene al populismo e alla demagogia», ha evidenziato Napoleone Cera.

Pubblicato in Politica

La presente operazione è volta a sostenere il mantenimento e la reintroduzione della coltivazione delle varietà, cv, cloni, popolazioni naturalmente adatte alle condizioni locali e minacciate di erosione genetica per ridurre il rischio di estinzione e tutelare la biodiversità agraria regionale.

BENEFICIARI:
- Agricoltori attivi (in forma singola e associata: società di fatto, di persone e di capitali, singolo imprenditore, ecc.);
- Associazioni di agricoltori attivi (OP, Consorzi di tutela, cooperative agricole, ATI od ATS dotate di personalità giuridica, ecc.);
REQUISITI DI AMMISSIBILITA’
- Iscrizione al Registro delle Imprese CCIAA come impresa attiva;
- Le superfici a premio devono risultare coltivate con le specie/varietà a rischio di erosione genetica indicate dalla Regione Puglia;
I suddetti requisiti devono essere mantenuti durante tutto il periodo di adesione al Bando.
DURATA DEGLI IMPEGNI
- La durata degli impegni è di 5 anni a partire dalla data di presentazione della domanda

TIPOLOGIA DI AIUTO
L’aiuto è concesso sotto forma di pagamento per unità di superficie (ha).

COLTURA
Varietà con grado di rischio 1 - Premio (euro/ha/anno)
- Olivo da olio € 153,00
- Vite da vino € 397,00
- Vite da tavola € 669,00
- Fruttiferi € 376,00
- Colture da granella € 107,00
- Ortive € 214,00
Varietà con grado di rischio 2 - Premio (euro/ha/anno)
- Olivo da olio € 161,00
- Vite da vino € 417,00
- Vite da tavola € 702,00
- Fruttiferi €395,00
- Colture da granella €112,00
- Ortive € 225,00

Per info più dettagliate su modalità di presentazione delle domande di aiuto potete contattarci allo 3471962856 o all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Economia

Da oltre 15 anni la zona PiP, realizzata in località Mannarelle, a Vico del Gargano è all’asciutto.
Manca l’acqua, nonostante la rete idrica sia stata completata da diversi anni, creando forti disservizi alle numerose imprese artigianali presenti in zona che da tempo reclamano il completamento dei lavori per l’allaccio della rete idrica da parte dell’Acquedotto Pugliese. La questione è stata sollevata in una interrogazione di Napoleone Cera, presidente del gruppo Popolari alla Regione Puglia. «Per questo motivo ho presentato una interrogazione urgente all’indirizzo del presidente del Consiglio regionale e al presidente Michele Emiliano, per ottenere risposta sui tempi d’intervento per superare l’emergenza idrica nella zona artigianale di Vico del Gargano», evidenzia Cera che sottolinea: «Una situazione che va avanti dal 2001, con un continuo rimbalzo di responsabilità e mancati interventi che stanno esasperando gli animi degli imprenditori locali e che rende praticamente inutilizzabile la zona artigianale di Vico del Gargano. Alla beffa per la mancata soluzione si aggiunge anche lo sperpero di denaro pubblico, visto che la zona produttiva non riesce a garantire i servizi minimi necessari e che avvilisce le prospettive di crescita economica della realtà vichese».
Pertanto, occorre sollecitare l’Acquedotto Pugliese ad adottare in tempi rapidi, i provvedimenti più idonei e opportuni per trovare soluzione al problema ed evitare ulteriori disagi alle attività produttive della zona artigianale.

Pubblicato in Politica

L’ultimo tentativo lo scorso ottobre all’Expo di Monaco dove la Regione ha cercato investitori per il Centro Direzionale di Baia di Campi. L’assessore Loredana Capone era fiduciosa. Nulla da fare. Nonostante la base d’asta abbordabile. Il miracolo ieri, a margine dell’incontro organizzato dal FAI Associazione Antiracket, all’Hotel degli Aranci. I tre grandi operatori turistici del Gargano, Mario Turi, Gigi Manzionna e Stefano Martucci, ricevuti dal vice Ministro Bubbico hanno presentato il progetto. Finalmente hanno deciso di fare squadra (ed era ora!) rilanceranno il progetto Baia di Campi di Vieste che per ora prevede la ristrutturazione, limitata a opere di recupero e adeguamento architettonico, impiantistico, senza cambio d’uso. All'appello manca il gruppo Notarangelo della Gattarella. Sembra che si sia sfilato sul filo di lana. Voci insistenti di corridoio, dicono che punterà decisamente sul rilancio del Porto Turistico. L’inizio del convegno di ieri è stato preceduto da un incontro dei tre operatori turistici viestani, con il vice ministro a Baia di Capi, presso il Centro. I tre sperano dopo l’insediamento e il recupero, in un cambio di destinazione d’uso. Vorrebbero trasformarlo in un mega centro e santuario buddista. Il più grande d’Europa! La presentazione ufficiale e conferenza stampa, lunedì prossimo 3 aprile (sala 2 - ore 13,30) alla Bit a Milano. Certo l'intervento del presidente della Regioen Puglia Emiliano e dell'ass. al Turismo Capone. La preoccupazione è di non pestare i piedi a S. Giovanni Rotondo. Al WWF e Lega Ambiente il progetto non dispiace: “in fondo - hanno fatto sapere - abbiamo sempre considerato il Centro di Baia di Campi una cattedrale nel deserto”. L’assessore al Turismo Rossella Falcone è già all’opera per promuovere il rilancio del Centro: contattati i procuratori di Roberto Baggio e di Richard Gere. Potrebbero essere loro ad inaugurare l’albergo-santuario. L’unica seriamente preoccupata è l’assessore alla Cultura Grazia Maria Starace, devotissima a S. Maria di Merino: sarà costretta a convertirsi al Buddismo?

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Monaco elettronica forniture elettriche, illuminazione e videosorveglianza per professionisti e strutture.

VENDITA INGROSSO PER STRUTTURE E INSTALLATORI !!
NON SCOMODARTI DAL LAVORO !!
CONSEGNIAMO DIRETTAMENTE NELLE TUA STRUTTURA !!
INFO & ORDINI 0884/270631

GETTONIERE PERSONALIZZATE X LAVATRICI, ASCIUGATRICI.

--------------------------------------------------------

MONACO ELETTRONICA di MONACO M.
ILLUMINAZIONE LED - VIDEOSORVEGLIANZA
MATERIALE ELETTRICO
ELETTROMECCANICA-ACCESSORI

VIESTE - VIA S. QUASIMODO 75/D

MOBILE 3467463705-FISSO 0884/270631

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Turismo

Nel vostro passaggio in questo mondo potrete ammirare le tracce che la natura lascia di sè.

Eccoci di nuovo, siamo sempre noi, i ragazzi del progetto Alternanza Scuola - Lavoro, oggi vi vogliamo presentare una nuova rubrica dedicata esclusivamente al vero significato delle foto e a cosa realmente ci vogliono mostrare. Insieme abbiamo fatto una passeggiata nel nostro paese per catturare con la fotocamera alcuni particolari quotidiani, che molto spesso rimangono sfocati nella nostra memoria o che semplicemente ignoriamo, troppo presi dai mille impegni delle nostre vite. Abbiamo provato a realizzare questo piccolo collage fotografico, ad ogni foto troverete un titolo associato..., il nostro obiettivo è quello di dare parole alle immagini e alle immagini delle parole. Speriamo vi piacciano.

Fatelo anche voi inviando il tutto a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con foto e titoli associati, noi li pubblicheremo il prima possibile.
Alessia Campaniello
Carmela Clemente

3°A Liceo Scientifico

 

 

------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Il Capriccio è aperto tutti i giorni a pranzo e a cena. Continuiamo a cucinare sempre pensando a qualcuno, altrimenti prepareremmo solo da mangiare.....

E’ la nostra filosofia di vita.
A pranzo, a cena, a lume di candela...un aperitivo sul mare.

....perché la scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella.

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico - Vieste –
tel 0884 707899 –
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

Reporter della tua città

29 Settembre 2017 - 08:50:45

Reporter della Tua Città/ Rimborsi Tarsu: “restituite immediatamente (con interessi e rivalutazione) quanto dovuto alle casse del Comune di Vieste”

"Avevano “convinto” i viestani che il previgente regolamento comunale delle tariffe Tarsu era illegittimo, che gli alberghi e i villaggi turistici dovevano pagare “la tassa dei…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Lungomare Europa - Marina di Vieste - Lotto 24 - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 705248 - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005