Articoli filtrati per data: Domenica, 05 Novembre 2017 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

Atletico Vieste - Molfetta – 1 – 0
20' Brianese

Avetrana - Omnia Bitonto – 2 – 1
16' Cappellini (A), 69' rig. Lacarra (OB), 89' Tommasi (A)

Bitonto - Gallipoli 1909 – 2 – 1
59' Scialpi (G), 72' Terrone (B), 82 rig. Moscelli (B)

Casarano - Barletta 1922 – 1 – 0
25' Stranieri

Corato 1946 - Atletico Aradeo – 1 – 0
51' Perna

Novoli - Fasano – 0 – 1
75' Ganci

Otranto - Unione Calcio Bisceglie – 1 – 1

Vigor Trani - Pro Italia Galatina – 2 – 0
59' Faccini, 88' Lavopa

 

La Prossima 10° Giornata

Atletico Aradeo - Omnia Bitonto -
Barletta 1922 - Novoli -
Bitonto - Vigor Trani -
Fasano - Otranto -
Gallipoli 1909 - Atletico Vieste -
Molfetta - Avetrana -
Pro Italia Galatina - Corato 1946 -
Unione Calcio Bisceglie - Casarano -

LA CLASSIFICA

19 Gallipoli

19 Bitonto

18 Fasano

18 Avetrana

18 V.Trani

17 Casarano

15 Molfetta Calcio

13. Corato

13 Otranto

11 Omnia Bitonto

9 A.Vieste

8 Novoli

6 P.I.Galatina

4 Barletta

3 U.C. Bisceglie

2 Aradeo

Pubblicato in Sport

Nella mia nuova funzione di presidente del Gruppo Fratres di Vico del Gargano, insieme a tutto l'efficiente Direttivo ed al Gruppo Fratres di Carpino, sulla spinta emozionale di una bambina di Carpino che è stata colpita da una forma di Leucemia, abbiamo organizzato un Convegno i cui dati sono ricavabili dalla locandina che allego. Scopo di questo mio post quello di allargare l'informazione a livello locale il più possibile per trovare possibili Donatori nei nostri dintorni. Giovani di età compresa tra i 18 ed i 36 anni che si propongano per essere "tipizzati" cioè inclusi in un registro mondiale nel quale poter trovare il giusto "tipo" che possa salvare la vita (nel vero senso fisico!) di un paziente malato. La tipizzazione si fa con il semplice prelievo di una piccola quantità di sangue.

Pino Chiucini

Il complesso edilizio dell'azienda agricola Onoranza non esiste più. La maggior parte dei fabbricati che si potevano vedere a metà strada della via del Mare, all'altezza della rotatoria poco dopo Tavernola, e che costituivano anche un punto di riferimento per il viaggiatore nella vasta piana del Tavoliere, è stata demolita nei giorni scorsi. Sono rimasti solo un paio di edifici di cui non si conosce la sorte futura.
Con la masseria è sparito anche uno dei siti di nidificazione del falco Grillaio in Capitanata, già oggetto negli anni scorsi di un progetto di ripopolamento del Centro Studi Naturalistici ONLUS che ha avuto successo, con la graduale espansione delle colonie di questo piccolo falco migratore dall'area sorgente di Lago Salso verso le tante masserie abbandonate nel cuore del Tavoliere che sono diventate delle utili aree di riproduzione.
Fondata dal possidente Michele Pedone, colui che ha donato tutte le carrozze che oggi costituiscono il Museo delle Carrozze a Foggia, l'azienda, che si trova in agro di Manfredonia, è oggi di proprietà della famiglia Guzzetti.
Il Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR) definisce questo sito denominato “Posta dell’Onoranza”, come “segnalazione architettonica” nell’ambito dell’UCP - Testimonianze della Stratificazione Insediativa: segnalazioni architettoniche e segnalazioni archeologiche ed è quindi tutelato dall'Art. 81 NTA del PPTR.
<>.
La sorte toccata alla masseria Onoranza è purtroppo quella che ci si deve attendere per le centinaia di fabbricati rurali abbandonati della provincia di Foggia, spesso preda di squadre organizzate di barbari contemporanei che li spogliano di qualsiasi elemento edilizio che possa trovare una nuova collocazione sul mercato o, in altri casi, occupate abusivamente e precariamente da quell'umanità dolente dei migranti che fornisce braccia a buon mercato per l'agricoltura foggiana.
In questo deserto sociale e culturale l'apposizione di nuovi vincoli, che pure forse avrebbero salvato la masseria, non servirebbe a fermare una tendenza ormai consolidata. Occorre invece un profondo cambiamento nella mentalità della società foggiana ed un progetto di riuso del territorio che favorisca il reinsediamento nella campagna e il recupero degli edifici abbandonati, dando una risposta anche alle esigenze abitative dei cittadini extracomunitari.
In questo senso il Piano di Sviluppo Rurale è stata un'occasione perduta. Si sarebbe infatti potuta incentivare la ristrutturazione dei fabbricati rurali allo scopo di dare un tetto dignitoso a quanti offrono il loro lavoro per sostenere il sistema agricolo della Capitanata, risolvendo contemporaneamente sia il problema dell'accoglienza che quello della conservazione del patrimonio edilizio rurale e dello spopolamento delle campagne.
Per questo il CSN ONLUS rivolge un appello al mondo politico e alle associazioni agricole affinché nella prossima revisione della programmazione dei fondi comunitari si possano trovare gli strumenti adeguati per fermare questo scempio.

Pubblicato in Ambiente

La verità richiede impegno, responsabilità e coraggio, ad oltranza. Con queste parole l'Associazione Giovanni Panunzio – Eguaglianza Legalità Diritti ha scelto di ricordare Giovanni Panunzio nel 25° anniversario del suo omicidio, nel corso di un incontro pubblico che si terrà il 6 novembre prossimo, dalle ore 9.00, presso l'Aula Magna della Facoltà di Economia dell'Università di Foggia, in Via Caggese n. 1. L'incontrò alternerà arte e cultura con le riflessioni di alcuni ospiti presenti per l'occasione. L'organizzazione della manifestazione, coordinata dall'Associazione intitolata a Panunzio, è stata possibile grazie alla collaborazione e al sostegno dell'Ufficio Scolastico territoriale di Foggia, retto dalla prof.ssa Maria Aida Episcopo, del Comune di Foggia, che ha concesso il proprio patrocinio, con la presenza attiva del Sindaco Franco Landella e dell'Assessore all'Istruzione Claudia Lioia, dell'Associazione Memoria Condivisa, con Mario Arpaia, e dell'Università di Foggia, che ha concesso l'utilizzo dell'Aula Magna. Accanto alla famiglia Panunzio, alle Istituzioni e alle Autorità di Foggia e Capitanata saranno presenti 550 studenti degli Istituti scolastici di Foggia, tra i quali (ed è un'assoluta novità), molti bambini e bambine di alcune scuole primarie cittadine, tra le quali la Scuola San Giovanni Bosco, di cui alcuni alunni leggeranno frasi dedicate all'imprenditore edile ucciso per essersi ribellato al racket. Da Roma ha confermato la sua presenza il Prefetto dott. Vincenzo Panico, Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso presso il Ministero degli Interni, che conferisce un indubbio riconoscimento dell'importanza, a livello nazionale, della figura di Giovanni Panunzio e della lotta alla mafia a Foggia. La manifestazione del 6 novembre, coordinata dal Presidente Dimitri Lioi, vedrà una parte dedicata ad un dibattito, moderato dalla giornalista di TeleFoggia Michela Magnifico, con la partecipazione di don Aniello Manganiello, per anni prete di Scampia e impegnato contro la criminalità organizzata, Agostino De Paolis, attuale Primo Dirigente della Polizia di Stato, Irene Strazzeri, sociologa e ricercatrice dell'Università di Foggia, Leonardo Palmisano, sociologo, scrittore e consulente in materia di lotta alla mafia e al caporalato, Giuseppe Fornari, avvocato penalista in Milano, originario di Lecce. Il dibattito sarà preceduto da un intervento della Vice Presidente Giovanna Belluna e sarà seguito da letture di alcuni brani sulla presenza mafiosa a Foggia, su Giovanni Panunzio e sulle altre vittime di mafia pugliesi. Le letture saranno a cura di Pino Casolaro, attore e regista dell'Officina teatrale – Il Teatro dell'Accorgersi. Saranno presenti due attori de Il Teatro della Polvere, a cominciare da Stefano Corsi, che reciteranno due monologhi, l'uno dedicato a Giovanni Panunzio e l'altro a Mario Nero. Gli studenti dell'Istituto Blaise Pascal di Foggia rievocheranno poi la figura del testimone di giustizia tramite un'intervista immaginaria, che ne riprenderà la vita e l'esilio 'forzato' che ancora oggi egli è costretto a subire. La parte musicale si aprirà con il Coro Lanza - Perugini diretto dal M° Giulia Panettieri e si concluderà con l'esibizione del soprano di fama internazionale Ripalta Bufo, vicina da tempo al percorso dell'Associazione intitolata a Giovanni Panunzio. Nel pomeriggio alle ore 17.00, inoltre, l'Associazione sarà presente, nella persona di Giovanna Belluna e Dimitri Lioi, con Michela Magnifico, anche a Vieste, su invito del Sindaco della città del Gargano e della Federazione Antiracket Italiana con Tano Grasso, dove nell'Aula consiliare sarà ricordato l'imprenditore simbolo nazionale della lotta al racket, che seppe dire no alla mafia a testa alta, e sarà presentato il libro dedicato a lui. Una giornata intensa nel segno della verità sugli ultimi decenni della storia foggiana, che conosce ancora troppe e che necessita di fare chiarezza su tante vicende oscure: senza verità e senza il coraggio che essa richiede Foggia e la Capitanata, infatti, non potranno mai contrastare in maniera definitiva la mafia e la collusione che ancora oggi la opprimono.

Avv. Dimitri Lioi

Presidente dell'Associazione Giovanni Panunzio
Eguaglianza Legalità Diritti

Pubblicato in Società

Nel mondo di oggi, che mette in discussione ogni forma di autorità, la sfida educativa dei genitori diventa sempre più complicata. Se il conflitto tra generazioni non è certamente una novità, quello che sta accadendo è però qualcosa di diverso, di molto più serio: una vera e propria interruzione del tradizionale passaggio di valori dai padri ai figli. I genitori sono soli, insidiati da mille modelli alternativi che li contraddicono, parlano un'altra lingua, dettano altre priorità.
Diventato padre in due momenti diversi e distanti della sua vita, Antonio Polito entra nel vivo di una battaglia culturale volta a smascherare i nemici dei genitori: le idee e le figure che tendono a sabotarne l'autorità o che semplicemente hanno smesso di aiutarli. Dai social alla scuola, dalla politica alla Chiesa, dai cattivi maestri fino alla famiglia stessa, che ha commesso gravi errori, importando stili di vita che ne minano il ruolo.
Davanti all'urgenza di rifondare l'autorità dei genitori, la soluzione sta forse nel tornare al più classico dei compiti: trasmettere cultura, comportamenti, esperienze e valori, primo tra tutti l'amore e il rispetto per la vita.
«A padri e madri bisognerebbe dire: non credete più a chi vi colpevolizza, riprendetevi i vostri figli, ribellatevi a chi sta alienando la vostra potestà, credete di nuovo possibile la vostra missione».

Pubblicato in Cultura
Domenica, 05 Novembre 2017 08:59

D'vè!!! Non si chiù V'st'sën?! (20)

Riscopriamo le nostre origini con il dialetto!!!
Oggi abbiamo deciso di proporvi dei nuovi-antichi termini viestani, facciamoli rinascere insieme.
• Kastìdd: castello. E adatt. della corr. parola it. per ll > dd.
• Katarrèdd: costola; kudd tën i katarrèd da for quello ha le costole sporgenti (si dice di chi è molto magro). E. dim. it. chitarra, alle cui corde somigliano le costole sporgenti. Lett. “chitarrelle”, per ll > dd.
• Katìn: vaso di terracotta, verniciato all’interno e sul labbro. E. < it. catino < lat. catinum.
• Kazzòtt: pugno. E. < it. raro cazzotto. Lat. capitium forte pugno dato sul capo.

Dialetti garganici: dizionario etimologico di voci proprie del dialetto viestano di Marco Della Malva e dei fratelli Franco e Vincenzo Lopriore
(Ed. Libreria Gogliardica Trieste)

Alessia Campaniello

Pubblicato in Cultura

Vico ha ospitato il primo incontro di una serie di appuntamenti, organizzati dall'Udc di Foggia, per discutere con iscritti, simpatizzanti e cittadini su temi che riguardano il progresso sociale, economico e culturale della Provincia di Foggia.

Ancora una volta Vico del Gargano ospita una prima dell’UdC. La sala consiliare della città garganica ha ospitato il primo incontro, organizzato dal comitato pari opportunità dell’UdC, che ha aperto il calendario degli appuntamenti che coinvolgeranno varie città della Provincia di Foggia.

«Vico del Gargano è terra ospitale e merita massima attenzione. La città ha già ospitato la prima nazionale dell’UdC al referendum sulle trivelle, ed ora ha fatto d'apripista a una iniziativa che abbiamo fortemente voluto per parlare dell’impegno delle donne in politica, nella società e nel progresso economico della Capitanata, anticipando la giornata internazionale voluta dalle Nazioni Unite contro la violenza sulle donne», afferma il segretario provinciale dell’UdC, on. Angelo Cera.

L’appuntamento vichese, moderato dal giornalista Michele Angelicchio e aperto dai saluti del commissario cittadino Luigi Palmieri, è stato incentrato sul tema della violenza sulle donne.
«Abbiamo scelto di aprire gli incontri itineranti con un tema di grande attualità, lasciando spazio non solo alle proposte politiche, ma anche alle testimonianze e agli approfondimenti per conoscere e indicare soluzioni per dare il giusto risalto alla presenza femminile nella società», evidenzia Maura Di Salvia, commissario provinciale pari opportunità. Nutrito il numero di esperti che sono intervenuti all’incontro.

Da Desireè Gervasio, psicologa, a Tea Di Nilo, presidente dell’associazione “una rosa per un sorriso”; da Fatima Maghit, mediatrice intercolturale, a Porzia Pinto, vice commissario pari opportunità. A conclusione l’intervento del consigliere regionale, Napoleone Cera, presidente del gruppo Popolari Regione Puglia, che ha ricordato le attenzioni e le prospettive che la regione ha dedicato al tema dell’impegno e tutela delle donne. «Poche settimane fa, a poca distanza da qui, si è consumata una tremenda tragedia, con la brutale uccisione di Nicolina. Dal fatto di cronaca si deve ritrovare energia per portare avanti temi e politiche a favore della tutela della donna, ma non possiamo aspettare le tragedie per parlare di sicurezza delle donne. Per questo ci siamo ritrovati a Vico del Gargano per aprire un confronto con i cittadini per costruire insieme un percorso condiviso che coinvolga la qualità della vita sul Promontorio. Pare un controsenso nella città dell’amore parlare di violenza, ma non può esserci convivenza dove c’è violenza. Ecco perché dobbiamo essere capaci di realizzare una rete tra politica, progresso civile, sviluppo economico e cittadini, solo così saremo capaci di sconfiggere ogni forma di violenza», ha ricordato Napoleone Cera. Al dibattito hanno portato il loro contributo, oltre a molti iscritti e simpatizzanti dell’UdC, arrivati da più parti della Provincia di Foggia, anche il sindaco e il suo vice di Vico del Gargano e il primo cittadino di Ischitella. Toccante la testimonianza audio di una donna che ha subito violenza e che ha raccontato la sua storia esortando le donne a non vergognarsi e a denunciare ogni abuso.

Pubblicato in Politica

Prosegue il tour de farce per le squadre che partecipano al campionato maschile pugliese di serie C Silver di basket: formazioni chiamate oggi alla terza partita in una settimana. In programma l'ottava giornata d'andata. Impegni in trasferta per le due compagini daune, in campo entrambe alle 18: la Bisanum Viaggi Vieste sarà di scena sul parquet della Nuova Pallacanestro Monteroni; la Silac Angel . Manfredonia renderà visita alla Cestistica Ostuni. Monteroni-Vieste sarà diretta dagli arbitri lucani Dimonte di Bernalda e Racanelli di Matera. La Bisanum cerca il secondo successo consecutivo, dopo la vittoria interna per 84-75 conseguita, nel turno infrasettimanale, a spese del Cus Jonico Taranto. Una partita in cui si sono messi in evidenza Lauriola, miglior realizzatore con 23 punti, e Markovic (22 punti). In doppia cifra, tra i viestani, anche Carosi (18 punti) e Hoxha (12). «Con il successo ottenuto mercoledì scorso abbiamo acciuffato la zona playoff - evidenzia la Bisanum - ora cercheremo di sfruttare il momento positivo per consolidare la posizione in classifica, perché i treni non passano più di una volta e vanno presi in tempo». Monteroni, squadra della provincia di Lecce, è penultima con 2 punti: ha vinto una gara e ne ha perse 6; nel turno scorso è stata battuta 65-56 a Monopoli. Vieste ha 6 punti. Ne ha 4, invece, ed è terz'ultima la Silac Manfredonia, che vuole tirarsi fuori dalla crisi e dai piani bassi della classifica. La formazione sipontina viene da 4 sconfitte di fila e stasera sarà impegnata sul campo della Cestistica Ostuni, che ha 6 punti (arbitri Menelao di Mola e Balice di Molfetta). Nella giornata infrasettimanale, Manfredonia ko fra le mura amiche contro Castellaneta (77-83). «La situazione può e deve cambiare - dice il tecnico dell' Angel, Gianpio Ciociola - Dobbiamo impegnarci a mettere in campo tutte le nostre risorse e gestirle al meglio».

fd

Pubblicato in Sport

Quinta giornata per le squadre del campionato regionale di Seconda categoria. Esame impegnativo per la capolista Lucera sul campo del Palo; derby tra Foggia Incedit e Real Foggia e turno di riposo per la vicecapolista Salvemini Manfredonia.
Il Lucera a Palo cerca la quinta vittoria consecutiva, gara da prendere con le pinze visto il buon organico degli avversari. Derby a Foggia tra Incedit e Real, un passo falso rischia di pesare sul futuro di entrambe. Penultimo posto in classifica e tre sconfitte di seguito su quattro gare. L'Academy San Nicandro non riesce a carburare: oggi in casa affronta il Vieste e non può subire un'altra battuta d'arresto. Riposa la Salvemini Manfredonia in zona play-off, in attesa della trasferta di domenica prossima a San Giovanni Rotondo. Ufficializzati intanto gli accoppiamenti per i sedicesimi di finale di Coppa Puglia una manifestazione riservata alle compagini pugliesi di Prima e Seconda Categoria. Le gare di andata si giocheranno giovedì 9 novembre alle 14.30. Questi gli accoppiamenti: Sporting Apricena - Us Vieste; Manfredonia Fc - Trinitapoli; Foggia Incedit - Orta Nova. La vittoria della competizione serve per accumulare punti per un possibile ripescaggio alla categoria superiore e all'iscrizione gratuita al prossimo torneo di appartenenza.

Queste le gare della giornata in Seconda Categoria:

Academy Sannicandro – Vieste
Palo - Sport Lucera
Carpino - San Giovanni Rotondo
Foggia Incedit - Real Foggia
Gioventù Cerigno¬la - Real Sannicandro
Troia - Pu¬glia Sport Altamura
riposa Salvemini Manfredonia

La classifica

Lucera 12
Salvemini Manfredonia 10
Real Foggia 9
Gioventù Calcio Cerignola 9
Real San Nicandro di Bari 7
Foggia Incedit 4
Us Vieste 4
Palo 4
San Giovanni 4
Troia 2
Academy San Nicandro Garganico 1
Carpino 1
Puglia Sport Altamura O

La prossima

Puglia Sport Altamura - Gioventù Ceri¬gnola
Real Foggia – Palo
Real Sannicandro di Bari - Academy Sannicandro Garganico
San Giovanni Rotondo - M. Salvemìini Manfredonia
Sport Luce¬ra – Carpino
Vieste - Foggia Ince¬dit
Riposa Troia

Pubblicato in Sport

Ondaradio consiglia...

Reporter della tua città

05 Novembre 2017 - 14:42:44

Reporter della Tua Città/ “La NOSTRA forza la VOSTRA generosità

Nella mia nuova funzione di presidente del Gruppo Fratres di Vico del Gargano, insieme a tutto l'efficiente Direttivo ed al Gruppo Fratres di Carpino, sulla spinta emozionale di…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Lungomare Europa - Marina di Vieste - Lotto 24 - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 705248 - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005